Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

permesso

Utente Fedele

  • "permesso" ha iniziato questa discussione

Posts: 517

Activity points: 1.621

Data di registrazione: martedì, 09 dicembre 2008

  • Invia messaggio privato

1

venerdì, 25 settembre 2009, 23:48

il corano chi l'ha scritto?

davvero un messia di Dio può aver scritto di picchiare le donne se disubbedienti o di "far morire ammazzati" gli infedeli?
possibile che questo libro eretico in realtà abbia così tanti seguaci beduini e donne beduine che accettano passivamente la sottomissione da secoli?
in certe zone del mondo ci si trova ancora al medioevo a causa di questi fantomatici libri divini

paciugo

°.....................°

  • "paciugo" è un uomo

Posts: 7.843

Activity points: 23.823

Data di registrazione: lunedì, 10 novembre 2008

Località: paciugandia

Lavoro: paciugheggio

  • Invia messaggio privato

2

venerdì, 25 settembre 2009, 23:49

Non credo che nel Corano ci siano scritte certe cose.....

permesso

Utente Fedele

  • "permesso" ha iniziato questa discussione

Posts: 517

Activity points: 1.621

Data di registrazione: martedì, 09 dicembre 2008

  • Invia messaggio privato

3

venerdì, 25 settembre 2009, 23:51

controllato di persona, ci sono scritte davvero, anche l'uso dell'acido, infatti non'è segreto l'orrore che vivono certe donne a causa dei sorprusi con l'acido da parte dei super uomini

4

sabato, 26 settembre 2009, 14:23

Pensi che ci sia così tanta differenza dal modo in cui i cristiani interpretavano i testi sacri della loro religione fino a non molti anni fa (e in certi luoghi e su certi argomenti, ancora oggi non è che sia molto cambiata la situazione)?

Io sono un'ignorante in materia, non ho letto nè il corano nè la bibbia, ma sono sicura che anche a prendere alla lettera quella, se ne leggerebbe delle belle...

Secondo me il problema non è MAI la religione, sono l'integralismo, l'ignoranza, la paura.

Mi sembra che l'imam (si chiama così?) della moschea di Milano abbia detto chiaramente che chi fa violenza (riferendosi a quello che aveva ammazzato la figlia perchè stava con un italiano) non è un buon musulmano.

E parla una che è atea al 100%.

5

sabato, 26 settembre 2009, 14:29

... Post modificato.
"Diventa ciò che sei"
F. Nietzsche

Questo post è stato modificato 4 volta(e), ultima modifica di "hiba" (26/09/2009, 14:53)


6

sabato, 26 settembre 2009, 14:32

Poi che si parlasse di ACIDO ai tempi in cui è stato scritto il corano mi sa un pò di assurdo storico, eh

Nemes

Pilastro del Forum

  • "Nemes" è una donna

Posts: 2.908

Activity points: 9.018

Data di registrazione: lunedì, 31 marzo 2008

Località: Nord

  • Invia messaggio privato

7

sabato, 26 settembre 2009, 14:46

Concordo con quello che dice Hiba, aggiungendo che la sottomissione al marito e le guerre contro i nemici di Israele ci sono anche nel Vecchio Testamento della nostra Bibbia. E non è che ci andassero leggeri con i nemici di Israele...

Non è colpa del Corano o della Bibbia, è colpa dell'uso che ne fanno le persone a proprio vantaggio
Le persone sane si innamorano follemente, amano ardentemente, si arrabbiano furentemente, possono provare gelosie violente, lottare per la propria realizzazione o sacrificare tutto, fino a consumarsi, per i valori in cui credono, e giungere alla battaglia. (C. Albasi)

8

sabato, 26 settembre 2009, 14:56

Si definisce il Corano un "libro eretico" (rispetto a chi o cosa non è dato sapere). Si getta fango su una Religione e una Cultura che appartengono a milioni di persone sulla base di... nulla. Si definisce un testo sacro un "fantomatico libro divino", come se non avesse uguale dignità rispetto a tutti gli altri testi sacri!
A casa mia questo si chiama razzismo, o xenofobia o fate voi.
"Diventa ciò che sei"
F. Nietzsche

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "hiba" (26/09/2009, 15:34)


Marinella

...La Gabbianella In Volo...

  • "Marinella" è una donna

Posts: 5.643

Activity points: 17.090

Data di registrazione: mercoledì, 25 marzo 2009

  • Invia messaggio privato

9

sabato, 26 settembre 2009, 18:19

Ciao...
Da quel poco che ne so...Non E' tanto un -problema- di CHI l'HA SCRITTO...ma da COME è Stato INTERPRETATO...
e soprattutto...non da Tutti nella Stessa Maniera...

Malgrado i musulmani considerino che qualsiasi traduzione dal testo
arabo del Corano non possa evitare d'introdurre - in quanto traduzione
- elementi di ambiguità se non di vero e proprio travisamento
semantico, e siano pertanto tendenzialmente sfavorevoli a qualsiasi
versione del loro testo sacro in idioma diverso da quello originale,
l'estrema esiguità dei musulmani arabofoni (all'incirca il 10%
dell'intera popolazione islamica mondiale) ha condotto ad approntare
traduzioni nelle più diverse lingue del mondo anche islamico: dal persiano al turco, dall'urdu all'indonesiano, dall'hindi al berbero.

Per quanto riguarda l'Italia non si potrà trascurare il fatto che, fra tutti gli idiomi neo-latini, fu proprio in volgare toscano che fu per la prima volta tradotto il Corano nel 1543 dal fiorentino Andrea Arrivabene, dopo le varie traduzioni in lingua latina, di cui la più famosa rimane quella realizzata nel 1143, su commissione di Pietro il Venerabile, abate di Cluny, a Roberto di Ketton (o Robertus Ratenensis) e a Ermanno Dalmata,
e quella curata agli inizi del Cinquecento da Paganino de Paganinis da
Brescia (ritirata però e fatta bruciare per disposizione di Papa Paolo III per l'eccessiva sua messe di errori)...
Da Wikipedia
Per Arrivare all'Alba...Non C'è Altra Via che La Notte...Kahlil Gibran

Ogni Donna ha un Paio d'Ali chiuse dentro Sé...e Sogna Ancora Vette Inesplorate...
La Notte delle Fate...Enrico Ruggeri


Nanì... ♫ Nanì... ♫

permesso

Utente Fedele

  • "permesso" ha iniziato questa discussione

Posts: 517

Activity points: 1.621

Data di registrazione: martedì, 09 dicembre 2008

  • Invia messaggio privato

10

sabato, 26 settembre 2009, 19:10

ciao hiba visto che mi sembri un estimatrice del corano.....
trovami il senso metaforico divino di questi passi che proprio non ci arrivo con la mia mente limitata (passi presi pari pari dal Corano versione italiana), illuminami tu:

Gli uomini hanno sulle donne autorità per la preferenza che il Dio ha concesso al maschio sulla
femmina e a causa di ciò che essi hanno speso per loro delle sostanze proprie. (IV, 34)
Temete l'infedeltà di alcune d'esse? Ammonitele, relegatele sui loro giacigli in disparte, picchiatele:
ma se tornano a miti sentimenti d'obbedienza, allora basta, va bene così. (IV, 34)

Per i kafiruna (infedeli) abbiamo preparato un avvilente tormento. (IV, 37)
Li ha maledetti il Dio perché sono kafiruna. (IV, 46)
E coloro che nei nostri segni sono kafiruna, ben presto li butteremo nel fuoco: qui la loro pelle sarà
abbrustolita - e bene - subito noi la sostituiremo con altre, affinché possano assaporare il castigo.
(IV, 56)

Vorrebbero far di voi dei kafiruna, come loro, vorrebbero che voi vi abbassaste al loro livello. Fate
attenzione a non crearvi tra loro degli amici, se prima non emigrano nel sentiero del Dio. Se si
girano indietro, prendeteli, fateli morire ammazzati ovunque essi si trovano, e tra loro non cercate
né amico né soccorritore. (IV, 89)

O nabi! Infondi il coraggio nel cuore dei credenti affinché sappiano combattere. Basteran venti di
loro, pazienti, costanti per sbaragliare duecento nemici. Se ce ne fossero cento di loro, farebbero
fuori un migliaio di kafiruna. Quella è gente che non capisce nulla. (VIII, 65).

Non voi li avete trucidati, è il Dio che li ha uccisi. Quando facevi sibilare le tue frecce, non eri tu a
farle sibilare, ma il Dio, per tentare i credenti con una prova generosa venuta da lui. Il Dio è colui
che intende, è l'onnisciente. Ecco, in tal modo distrugge il Dio lo stratagemma dei kafiruna. (VIII,
17,18 ).

Ma quanto ai kafiruna, sono stati preparati tagli di vestito fatti di fuoco, e sulle loro teste sarà
versata acqua bollente al cui calore insopportabile si fonderà il loro adipe e seccherà la pelle. Gli
saranno riservate mazze di ferro grosse e tutte le volte che ne vorranno disperatamente uscire,
verranno ricacciati al loro posto: "Assaporate, andiamo, il castigo di Hariq!". (XXII, 19,20,21,22)

da quel che mi risulta questa è anche la versione che hanno i musulmani visto che è palese la sottomissione della donna, le uccisioni e minacce di morte agli infedeli, e le torture con l'acido, qualcosa da obiettare?

Questo post è stato modificato 2 volta(e), ultima modifica di "permesso" (26/09/2009, 19:22)


doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" è un uomo

Posts: 8.173

Activity points: 25.128

Data di registrazione: sabato, 28 marzo 2009

Località: Italia

Lavoro: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Invia messaggio privato

11

sabato, 26 settembre 2009, 19:36

No.
E' cosi'.
Chi e' piu' permissivo e' perche' e' istruito e lungimirante, cioe' non piu' mussulmano ortodosso.

Ma questo vale anche per la Tora e il Talmud ebraici, cioe' il "vecchio testamento", mentre i vangeli sono un po' piu' civili.
Per leggere questa storia clicca sul titolo.

:hmm: Il lungo viaggio di Anomimus alla ricerca dell'amore perduto... :thumbsup:

12

sabato, 26 settembre 2009, 19:40

Io non ho letto nessuno di questi testi ma mi sembra che alla luce dei civili vangeli siano stati compiuti nella storia tanti di quegli abusi e delitti che le tre religioni possono ben dirsi alla pari quanto a pericolosità potenziale.

13

sabato, 26 settembre 2009, 19:47

Io sono atea, o agnostica nei momenti migliori.
Quello che dice il Corano non mi impressiona, perchè lo dice anche la Bibbia, e anche la Torah alla fine non è tenera con donne e infedeli.
Per non parlare dei secoli di roghi e persecuzioni attuate dalla Chiesa Cattolica... vabbè.
Quindi, non ci vedo nulla di strano o di sconvolgente, nè mi indigno, nè traccio gerarchie di sacralità tra l'uno e l'altro, nè mi azzardo in ipotesi sulla loro autenticità o meno, dal momento che siccome dio non esiste sono certamente frutto dell'uomo e sono storicamente inquadrabili.
Di conseguenza, non ho alcun interesse ad aprire dei 3d dove si disprezza la religione altrui.
Possiamo anche discutere del maschilismo di cui sono intrise fino alle midolla tutte le religioni del mondo (o quasi). Possiamo discutere sul perchè Dio sia Padre e non Madre, perchè è maschile e non femminile, ad esempio, o del perchè la donna debba sempre essere sottomessa al marito e non gode nè di buona reputazione nei testi sacri (a parte la Madonna, certo...), nè di autonomia come individuo.
Possiamo parlare del fanatismo se vuoi, e del perchè ognuno reputi la sua religione più bella delle altre e detesti le credenze che ad essa non si uniformano.
Possiamo parlare di tante cose.
Ma che tu venga a dire che il Corano non è un testo sacro, che domandi con disprezzo chi l'ha scritto (e chi vuoi che l'abbia scritto? Maometto sotto dettatura dell'Arcangelo Gabriele), che lo definisca un fantomatico libro divino (chi è che attribuisce la patente di autenticità ai testi sacri? C'è qualche notaio-cancelliere che convalida i testi sacri o una diplomatica del testo divino, tesa a individuare i falsi, che l'umanità forse ignora?), ecco, che tu scriva queste cose io lo considero indice di scarso sviluppo culturale.
Non parlo di ignoranza, ma di scarso sviluppo culturale, perchè la cultura non è solo fatta di nozioni, ma anche di atteggiamenti.
E' anche vero che il tuo atteggiamento nei confronti di questa religione denota scarso senso critico, scarsa prospettiva storica, scarsa conoscenza dei contesti politici e culturali del mondo arabo, scarsa conoscenza del testo che stai criticando e della religione islamica. Ma tant'è, si vive bene anche senza tutte queste belle cose, no?
Ma il disprezzo, lo scherno, il sarcasmo, lo pseudo senso di superiorità che hai esibito in apertura del 3d sono cose attinenti a un certo sviluppo evolutivo (che io definisco anche culturale) bloccato.
E allora ti mando uno spunto di riflessione.
Esistono colpe individuali, e non colpe collettive.
Se io brucio il volto di una persona, la picchio, la perseguito, la maltratto ecc. ecc. la responsabilità è mia e non può essere attribuita ad altri, fosse anche un testo sacro.
Tutto qua.
Poi, se proprio sei così scandalizzato dal Corano, allietati un pochino con la lettura della Bibbia. Vedrai che gran goduria!
Forse toglierai la patente di testo sacro anche a quella, dopo.
"Diventa ciò che sei"
F. Nietzsche

Questo post è stato modificato 2 volta(e), ultima modifica di "hiba" (26/09/2009, 20:20)


14

sabato, 26 settembre 2009, 19:57

Ma quanto ai kafiruna, sono stati preparati tagli di vestito fatti di fuoco, e sulle loro teste sarà
versata acqua bollente al cui calore insopportabile si fonderà il loro adipe e seccherà la pelle. Gli
saranno riservate mazze di ferro grosse e tutte le volte che ne vorranno disperatamente uscire,
verranno ricacciati al loro posto: "Assaporate, andiamo, il castigo di Hariq!". (XXII, 19,20,21,22)


Per la cronaca, qui si parla dei castighi inflitti all'Inferno. E così anche negli altri versetti che hai citato!
Leggitelo sul serio il Corano invece di decontestualizzare i versetti facendo il copia e incolla dai siti internet!!!
( precisamente da qui: http://piemonte.thule-italia.org/pagine/…enti/corano.pdf)
Leggendoti il Corano direttamente, può darsi che tu ti illumini da solo senza bisogno del mio intervento!!! Il Corano, se ti interessa, è in edizione Bur. La traduzione e l'introduzione (indispensabile per la comprensione del testo) sono curate da Alessandro Bausani, grandissimo studioso islamista. Lo usano anche all'Università, fidati. Lo trovi in tutte le librerie e costa anche poco. Peccato che a differenza dell'originale arabo, questa edizione-traduzione non contenga i commenti chiarificatori dei versetti.

P.s. Se ti dispiace tanto per i dannati, e sei impressionabile, vedi di evitare anche le chiese con gli affreschi o i mosaici del Giudizio Universale, e soprattutto i quadri di Bosch. Altro che acqua bollente, interpretata come "acido"! :hi:
"Diventa ciò che sei"
F. Nietzsche

Questo post è stato modificato 6 volta(e), ultima modifica di "hiba" (26/09/2009, 20:21)


Licurgo

Forumista Incallito

Posts: 4.437

Activity points: 13.934

Data di registrazione: martedì, 15 luglio 2008

  • Invia messaggio privato

15

sabato, 26 settembre 2009, 20:20

Il problema principale è che non vi è scelta per un mussulmano, il Corano è fin troppo intessuto con la vita civile di quei paesi.
totus tuus

viaggio all'inferno e ritorno.
una testimonianza di conversione.

http://www.santissimo.it/libri/GLORIA%20…o%20Patrizi.pdf