Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

Licurgo

Forumista Incallito

  • "Licurgo" ha iniziato questa discussione

Posts: 4.437

Activity points: 13.934

Data di registrazione: martedì, 15 luglio 2008

  • Invia messaggio privato

1

martedì, 23 dicembre 2008, 15:10

Hanno deciso a Ravenna, per non turbare i bambini non cristiani, di sopprimere il presepe nella maggior parte degli asili, a questa si aggiunge naturalmente la sparizione di canti "malvagi" come Tu scendi dalle stelle, la novità è che le stesse famiglie dei bambini cui era diretta la gentilezza hanno protestato in prima persona, si tratta di famiglie musulmane che non accettano questo ragionamento idiota da parte di alcuni italiani che mostrano tra l'altro un'ignoranza abissale, dato che la natività spiega al loro popolo come è nato Gesù, che non sarà forse figlio di Dio per loro ma rappresenta il secondo profeta più importante dopo Maometto.
Questa scusa del rispetto a tutti i costi ci porterà all'autoannullamento e ce lo saremo meritato TUTTO.
totus tuus

viaggio all'inferno e ritorno.
una testimonianza di conversione.

http://www.santissimo.it/libri/GLORIA%20…o%20Patrizi.pdf

paciugo

°.....................°

  • "paciugo" è un uomo

Posts: 7.843

Activity points: 23.823

Data di registrazione: lunedì, 10 novembre 2008

Località: paciugandia

Lavoro: paciugheggio

  • Invia messaggio privato

2

martedì, 23 dicembre 2008, 15:19

è paradossale e grottesco che addirittura famiglie musulmane si mostrino contrarie difronte a certe esagerazioni, a certi modi di fare, non so cosa muove e anima il comportamento di chi adotta simili misure ma non ho ben capito se nel loro credo c'è quello di "annullare ogni tradizione e costume nostro per poi assimilare e assumere quello di chi viene da fuori per dimostrare il massimo rispetto e la piena volontà a far si che si sentano come a casa loro", bah!



paciugo

°.....................°

  • "paciugo" è un uomo

Posts: 7.843

Activity points: 23.823

Data di registrazione: lunedì, 10 novembre 2008

Località: paciugandia

Lavoro: paciugheggio

  • Invia messaggio privato

3

martedì, 23 dicembre 2008, 15:23

Ricordo sempre una frase della Fallaci che diceva che presto saremmo stati ospiti in casa nostra, ora lei per certi versi era un pò estrema e le cose le diceva anche in modo molto crudo ma non è che si sbagliasse poi molto, forse è morta troppo presto e nemmeno lei si aspettava che a farci ospiti non sarebbero stati gli altri ma ce lo saremmo fatti da soli...ri-bah!

hachi_82

Colonna del Forum

  • "hachi_82" è una donna

Posts: 2.412

Activity points: 7.362

Data di registrazione: domenica, 27 aprile 2008

  • Invia messaggio privato

4

martedì, 23 dicembre 2008, 15:54

Che scemotti... -_____-''' da quando un presepe potrebbe offendere il credo e la fede altrui? Che ragionamenti stupidi... far sentire gli altri ben accetti, non significa rinunciare alle proprie tradizioni. Anzi, così si creano ancora più divisioni... e dove lo mettiamo l'incontro fra le culture, lo scambio...? che poi, a ben guardare... sono così tante le cose che abbiamo in comune. Forse più di quelle che ci separano. Senza contare che i bambini non si fanno di questi problemi... sono gli adulti con le fette di salame sugli occhi che s'inventano un'idiozia dopo l'altra.
Tutto questo è moooolto diseducativo.
Certe iniziative mi paiono solo elogi dell'ignoranza. :confused:
...se ci credi ti basta perché
...poi la strada la trovi da te (E.B.)

5

martedì, 23 dicembre 2008, 16:06

inconcepibile...questo non è più far sentire i non cristiani ben accetti...questo è annullare le nostre tradizione...nel nostro paese poi...

gasgas

Utente Avanzato

  • "gasgas" è stato interdetto da questo forum

Posts: 719

Activity points: 2.682

Data di registrazione: mercoledì, 03 ottobre 2007

  • Invia messaggio privato

6

martedì, 23 dicembre 2008, 16:12

Vado oltre ... dobbiamo considerare che le tradizioni come il Natale, la Pasqua, il matrimonio in Chiesa, il battesimo, la Comunione, la cresima e tutte le feste di origine storico-religiosa ... sono sentiti anche da quasi tutte le persone laiche. Questo è naturale perchè questi eventi sono considerabili la radicale storia culturale tramandata da padre a figlio e non solo manifestazione di fede.

Pertanto imporre la soppressione di manifestazioni di questo genere è offendere la cultura storica e religiosa di una Nazione per sottometterla a ideologie di altri popoli.

Errore enorme .....
Io sono io, null'altro vorrei essere. seppure non mi piaccio su alcune cose avrei nostalgia anche dei difetti.

Nemes

Pilastro del Forum

  • "Nemes" è una donna

Posts: 2.908

Activity points: 9.018

Data di registrazione: lunedì, 31 marzo 2008

Località: Nord

  • Invia messaggio privato

7

martedì, 23 dicembre 2008, 16:25

Io mi ritengo una persona laica, nel momento in cui essere laici significa accettare le diverse visioni del mondo e del divino, in visione di un confronto che diventa occasione di dialogo e convivenza nel rispetto delle scelte personali e culturali.
Il modo di essere "laici" che va di moda oggi è quello di rinnegare la propria cultura e le proprie tradizioni, andare contro la chiesa sempre e comunque, persino in merito alle canzoncine dei bambini...è ridicolo! Questo laicismo è diventato la parodia di se stesso, come tutte le esagerazioni del resto.

Ci lamentiamo di come i musulmani non rispettino le nostre usanze e "impongano" le loro, poi siamo i primi a fare "cortesie" non richieste e anzi criticate da loro stessi.

In nome dell' "amore fra i popoli" noi stiamo eliminando le differenze per essere tutti uguali, peccato che non siamo uguali proprio per nulla, e anzi la ricchezza dell'incontro tra culture sta proprio nel confronto delle differenze. Contando poi che gli altri non ci restituiscono certo il favore, davvero rischiamo di essere ospiti a casa nostra.

Togliere l'identità e la libertà in nome della libertà stessa la trovo la più grande ipocrisia del nostro tempo!
Le persone sane si innamorano follemente, amano ardentemente, si arrabbiano furentemente, possono provare gelosie violente, lottare per la propria realizzazione o sacrificare tutto, fino a consumarsi, per i valori in cui credono, e giungere alla battaglia. (C. Albasi)

Kublai

Moderatore

  • "Kublai" è un uomo

Posts: 7.770

Activity points: 25.186

Data di registrazione: martedì, 05 giugno 2007

  • Invia messaggio privato

8

martedì, 23 dicembre 2008, 17:48

Io preferisco non pronunciarmi in merito. Mi limito a quotare tutti coloro che mi hanno preceduto.

Questo non è rispetto, non è nulla se non follia autodistruttiva di un popolo ormai allo sbando.
E' il tuo comportamento a qualificarti, non ciò che possiedi o dici di essere...

9

martedì, 23 dicembre 2008, 18:57

Citato da "Licurgo"

Hanno deciso a Ravenna, per non turbare i bambini non cristiani, di sopprimere il presepe nella maggior parte degli asili, a questa si aggiunge naturalmente la sparizione di canti "malvagi" come Tu scendi dalle stelle, la novità è che le stesse famiglie dei bambini cui era diretta la gentilezza hanno protestato in prima persona, si tratta di famiglie musulmane che non accettano questo ragionamento idiota da parte di alcuni italiani che mostrano tra l'altro un'ignoranza abissale, dato che la natività spiega al loro popolo come è nato Gesù, che non sarà forse figlio di Dio per loro ma rappresenta il secondo profeta più importante dopo Maometto.
Questa
scusa del rispetto a tutti i costi ci porterà all'autoannullamento e ce lo saremo meritato TUTTO.

ecco, hai colto in pieno.

gesu poteva essere spunto di condivisione tra le varie etnie di questa, come di altre scuole.
peccato...........

Licurgo

Forumista Incallito

  • "Licurgo" ha iniziato questa discussione

Posts: 4.437

Activity points: 13.934

Data di registrazione: martedì, 15 luglio 2008

  • Invia messaggio privato

10

martedì, 23 dicembre 2008, 19:34

Mi rincuorano le vostre parole :) specie perchè si riconosce una presa di distanza dalla stupidità affliggente, e come detto non è un discorso di Chiesa, ha a che fare invece con le nostre stesse radici culturali, ed è bellissimo potersi confrontare con le culture diverse finche ne possederemo una; quando avremo fatto carne di porco ed eliminato qualunque identità speriamo almeno di riconscerci allo specchio :(
totus tuus

viaggio all'inferno e ritorno.
una testimonianza di conversione.

http://www.santissimo.it/libri/GLORIA%20…o%20Patrizi.pdf

patrizia

Animo inquieto

  • "patrizia" è una donna

Posts: 5.564

Activity points: 18.624

Data di registrazione: giovedì, 13 marzo 2008

Località: sicilia

  • Invia messaggio privato

11

martedì, 23 dicembre 2008, 20:52

Sai Livio , in classe ho 2 bambini musulmani che hanno accettato volentieri il regalino che abbiamo fatto noi insegnanti, cioè il presepe. In effetti gli ignoranti siamo noi, non loro. Loro riconoscono Gesù come profeta e come tale accettano la nascita di Gesù , quindi il presepe.
I giorni e le notti suonano in questi miei nervi di arpa, vivo di questa gioia malata di universo e soffro di non saperla accendere nelle mie parole.

  • "pollicino" è un uomo

Posts: 5.610

Activity points: 17.859

Data di registrazione: domenica, 30 dicembre 2007

Località: Sixth Saint John

  • Invia messaggio privato

12

martedì, 23 dicembre 2008, 20:55

Citato da "Licurgo"

Hanno deciso a Ravenna, per non turbare i bambini non cristiani, di sopprimere il presepe nella maggior parte degli asili, a questa si aggiunge naturalmente la sparizione di canti "malvagi" come Tu scendi dalle stelle, la novità è che le stesse famiglie dei bambini cui era diretta la gentilezza hanno protestato in prima persona, si tratta di famiglie musulmane che non accettano questo ragionamento idiota da parte di alcuni italiani che mostrano tra l'altro un'ignoranza abissale, dato che la natività spiega al loro popolo come è nato Gesù, che non sarà forse figlio di Dio per loro ma rappresenta il secondo profeta più importante dopo Maometto.
Questa scusa del rispetto a tutti i costi ci porterà all'autoannullamento e ce lo saremo meritato TUTTO.

ciao Livio, scusa

ma una domanda, chi ha ha dato questa ordinanza?
hai un link dove andare a leggere i dettagli?

DarkAngel

Amico Inseparabile

Posts: 1.027

Activity points: 3.347

Data di registrazione: martedì, 12 agosto 2008

  • Invia messaggio privato

13

martedì, 23 dicembre 2008, 21:03

da noi a causa dei molti bambini musulmani, ecc.. ecc. che frequentano le nostre scuole, hanno fatto togliere i crocifissi nelle aule


boh...

facciano quello che vogliono, cmq secondo me non è giusto...loro sono qui e devono adeguarsi e rispettare.
Voglio vedere a casa loro se possiam fare quello che vogliamo noi..

Cmq non ce l'ho con nessuno, conosco molti musulmani migliori di noi...come persone..

Purtroppo c'è il bello e il brutto in tutte le cose.

paciugo

°.....................°

  • "paciugo" è un uomo

Posts: 7.843

Activity points: 23.823

Data di registrazione: lunedì, 10 novembre 2008

Località: paciugandia

Lavoro: paciugheggio

  • Invia messaggio privato

14

martedì, 23 dicembre 2008, 22:14

Citato da "pollicino"

Citato da "Licurgo"

Hanno deciso a Ravenna, per non turbare i bambini non cristiani, di sopprimere il presepe nella maggior parte degli asili, a questa si aggiunge naturalmente la sparizione di canti "malvagi" come Tu scendi dalle stelle, la novità è che le stesse famiglie dei bambini cui era diretta la gentilezza hanno protestato in prima persona, si tratta di famiglie musulmane che non accettano questo ragionamento idiota da parte di alcuni italiani che mostrano tra l'altro un'ignoranza abissale, dato che la natività spiega al loro popolo come è nato Gesù, che non sarà forse figlio di Dio per loro ma rappresenta il secondo profeta più importante dopo Maometto.
Questa scusa del rispetto a tutti i costi ci porterà all'autoannullamento e ce lo saremo meritato TUTTO.

ciao Livio, scusa

ma una domanda, chi ha ha dato questa ordinanza?
hai un link dove andare a leggere i dettagli?

questo è l'articolo:

Gli islamici: "Ma perché?"


Ravenna - Gesù non nasce più a Ravenna. La città romagnola, orgogliosa delle proprie tradizioni repubblicane, stavolta pare essere andata oltre. Fino a lambire l’integralismo laicista: il presepe è stato bandito in 17 asili su 22. E i primi a stupirsene sono proprio gli islamici. È stato un sondaggio del quotidiano La Voce di Romagna a svelare la sorprendente realtà. Dei 22 asili presi inesame,undici sono comunali, cinque convenzionati e altri sei privati. Solo il 23 per cento ha deciso di seguire la tradizione e ha allestito la sacra capannuccia. Il restante 77 ha preferito optare per un rassicurante albero di Natale. Meglio le luci colorate di pastorelli e re magi.

La motivazione delle educatrici è quasi sempre la stessa: «Non facciamo il presepe per non urtare la sensibilità dei bimbi stranieri». Che non sono pochi nelle strutture cittadine. Una piccola invasione che qualche settimana fa, nel dibattito sull’adozione del nuovo regolamento degli asili, ha portato l’opposizione di centrodestra a invocare liste separate per italiani e immigrati. Di fronte al multiculturalismo che avanza, le educatrici degli asili hanno scelto l’arrendevolezza: «Il presepe? Ma scherza? Questo è un ambiente misto», hanno risposto le responsabili dell’asilo comunale Garibaldi.

Curioso il destino del nuovissimo polo scolastico Lama sud, inaugurato lo scorso 12 ottobre con una contestazione di dubbio gusto al ministro Mariastella Gelmini: due mesi fa alcuni bimbi furono fatti sfilare con cartelli di protesta al collo. Adesso gli ometti anti-riforma saranno svezzati con qualche testo sindacale, dal momento che non hanno tempo da perdere con il presepe: anche qui non si fa. Eppure dal Comune il sindaco Fabrizio Matteucci (Pd) fa sapere che «non c’è nessuna indicazione da parte dell’amministrazione. Chi negli asili vuol fare il presepe, lo fa. Da noi non sono partiti né ordini, né consigli».

A restare sbalordito è perfino Mustapha Toumi, segretario del Centro di cultura e studi islamici della Romagna (anche se lui preferisce essere definito «mediatore culturale»): «I bambini devono sapere, conoscere per crescere in amore e fratellanza - afferma Toumi, da sempre in prima linea per la costruzione della moschea cittadina -. La natività è il simbolo che spiega la venuta al mondo di Gesù, profeta amato dal popolo musulmano». Quanto alla presunta offensività del presepe, Toumi non ha dubbi: «È un falso problema. Il presepe non urta nessuno. I mediatori culturali esistono anche per questo. Per spiegare la storia e i simboli».

Comprensibilmente sconsolato don Alberto Graziani, vicario generale della diocesi: «Non credo che il presepe possa essere visto come una potenziale mancanza di rispetto nei confronti del bambino straniero - commenta il religioso -. Credo piuttosto che questa sia la scusa ufficiale con la quale si giustifica la lenta erosione della tradizione cristiana. Questa tendenza a insabbiare simboli mi mette un po’ d’amarezza». Don Graziani conclude la sua riflessione con un augurio: «Spero che nelle loro case i genitori di questi bambini possano rimediare alle scelte compiute da chi ha poca prospettiva». Un appello che pare essere stato raccolto e rilanciato in grande stile dal centro culturale Pier Giorgio Frassati e da Comunione e Liberazione che per questo pomeriggio hanno organizzato unpresepe vivente tra imosaici della basilica bizantina di San Vitale, simbolo della città. Basterà a recuperare il senso del sacro a Ravenna?

what kind of angel

Amico Inseparabile

Posts: 1.441

Activity points: 4.631

Data di registrazione: domenica, 08 giugno 2008

Località: Bologna

  • Invia messaggio privato

15

martedì, 23 dicembre 2008, 22:23

dopo 2000 anni di menzogna sistematica e di violenza forse qualche idiozia laicista ve la meritate anche