Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

aina

in equilibrio tra i mondi

  • "aina" is female
  • "aina" started this thread

Posts: 1,321

Activitypoints: 4,285

Date of registration: Jul 8th 2008

  • Send private message

1

Monday, July 21st 2008, 1:23pm

KALA

IL SECONDO PRINCIPIO
DEGLI SCIAMANI HUNA


NON CI SONO LIMITI - TUTTO E' POSSIBILE

La logica razionale e una vita di esperienze colma di limiti ci faranno subito pensare all'assurdità dell'affermazione che "non ci sono limiti e che tutto è possibile". La socializzazione ha fatto centro! Ci ha fatto credere che i limiti ci sono e poiché il mondo è come pensiamo che sia abbiamo dato vita ai limiti. Ci riesce difficile pensare di poter volare, dato il limite della forza di gravità terrestre, non possiamo vivere senza nutrirci, non possiamo correre veloci come una gazzella. Siamo consci di una quantità incredibile di limiti, come potremmo mai pensare che tutto sia possibile?

Eppure è così! Non ci sono limiti e tutto è possibile in un universo infinito in cui tutto è sogno e il mondo diventa di volta in volta quello che pensiamo che sia.

Come spieghiamo allora i pesanti limiti dell'esperienza quotidiana? Serge Hahili King, sciamano Huna, spiega che vi sono due tipi di limiti: le limitazioni creative e le limitazioni pregiudizievoli.

LIMITAZIONI CREATIVE. In un universo infinito ogni esperienza sarebbe di per sé infinita, il che equivale a negare l'esperienza stessa, in quanto priva di discriminazioni. Non è possibile avere conoscenza senza discriminare una cosa dall'altra, ovvero senza poter creare dei rapporti e in essi stabilire dei significati.

L'esperienza particolare e, dunque, significativa può essere effettuata solo ponendo intenzionalmente dei limiti là dove prima non esistevano limiti. Tutte le nostre esperienze fisiche sono naturalmente limitate dalla portata dei nostri sensi fisici e dalle legi della fisica valide sul pianeta terra. Possiamo sentire solo suoni che spaziano da 20 a 14-20.000 Hz, possiamo vedere solo nella banda di frequenze elettromagnetiche che chiamiamo "luce". Proprio questi limiti ci permettono una particolare percezione del mondo fisico che conosciamo. Ma possiamo anche immaginare altri esseri nell'universo che sperimentano l'esperienza muovendosi all'interno di parametri differenti. Per esempio una creatura che vedesse nel raggio di frequenza dell'infrarosso e che usasse gli altri sensi conseguentemente su parametri diversi dai nostri, sperimenterebbe una realtà percettiva completamente diversa dalla nostra, eppure parimenti particolare e intrisa di significato.

Secondo l'idea che nulla accade per caso e che vi sia una grande progettualità cosmica o divina, potrebbe essere che la nostra particolare "taratura" percettiva (scelte creative di fattori limitativi) sia frutto di un disegno superiore, di scelte dell'anima, dello spirito, di Dio.

Secondo un esempio concreto, se paragoniamo la vita a una partita a scacchi, troviamo uno scenario costituito da sessantaquattro quadrati, metà bianchi, metà neri, su cui sono disposti in un certo ordine 32 figure (16 bianche e 16 nere) che hanno diversi ruoli e peculiarità specifiche. Prima di cominciare la partita qualcuno ha stabilito delle regole universali, convenzioni entro le quali i pezzi si possono muovere sulla scacchiera, che stabiliscono i reciproci rapporti di forza e che delineano l'intento generale della partita. Durante la partita uno o entrambi i giocatori potrebbero arbitrariamente cambiare le regole che contraddistinguono una partita a scacchi. Nessuno glielo impedirebbe! Si potrebbe persino prendere i pezzi dell'avversario e scaraventarli per terra. Ma così facendo non sarebbe più una partita a scacchi. Le regole del gioco sono state create per giocare. Le regole della vita sono state create per vivere.

Lo sciamano Huna però dilata i confini sensoriali comuni e cambia all'occorrenza le regole, spostandosi fluidamente in contesti via via opportuni. Lo sciamano Huna, se ne ha necesità, sulla stessa scacchiera dispone regole diverse e gioca a dama.

Le limitazioni creative consentono focalizzazioni mirate su diverse gamme o tipologie esperienziali e hanno come fine l'espressione delle capacità creative.

LIMITAZIONI PREGIUDIZIALI. Si tratta di idee, convinzioni, fedi, abitudini, modelli fissi che inibiscono la creatività anziché esaltarla. Sono convinzioni che possono portare a disperazione, senso di impotenza, manie di perfezionismo, senso della tragedia, e persino cinismo, crudeltà, vendetta. Il pacifista estremista spesso non esita a usare la violenza per difendere il suo credo "pacifico". Persone che tendono frequentemente ad autocommiserarsi difficilmente notano le cose positive che l'universo mette sulla loro strada. Persone che si lamentano in continuazione delle guerre e dei mali del mondo esprimendo rabbia e frustrazione possono farlo anche in luoghi colmi di pace e armonia, senza tuttavia accorgersene.

Serge sostiene che ogni limitazione pregiudiziale "genera un tipo di concentrazione privo della potenzialità per un'azione positiva".
Ho'oponopono





essere

j'aime...c'est tout

  • "essere" is female

Posts: 1,890

Activitypoints: 5,754

Date of registration: Mar 24th 2008

Location: près de la mer

  • Send private message

2

Monday, July 21st 2008, 2:10pm

[style=monotype corsiva]...interessante...

grazie aina :)
[/style]
non si vede bene che col cuore...l'essenziale è invisibile agli occhi
A. de Saint-Exupery

La nostra vera ricchezza...è la gioia radiosa dell'Essere...
Eckhart Tolle

Chicco

Giovane Amico

Posts: 274

Activitypoints: 913

Date of registration: Jun 5th 2008

Location: Nord

  • Send private message

3

Monday, July 21st 2008, 4:17pm

Ciao aina !

Gli esseri umani sono esseri finiti. Tuttavia l'energia che esiste nell'universo esiste anche dentro e fuori di noi ma a livelli non visibili secondo la fisica ottica.

Se l'infinito esiste non è forse anche dentro di noi ? - diceva una canzone -

Puoddarsi... ma allora se l'infinito esiste nulla ha un limite... il nostro corpo fisico è limitante e limitato ma nulla è impossibile al nostro pensiero... e l'energia segue il pensiero.

Ecco perchè esistono profezie che se invocate di continuo si autoavverano, il pensiero è ciò che ci consente di essere infiniti.
Dio delle città e dell'immensità, magari tu ci sei e problemi non ne hai
ma quaggiù non siamo in cielo e se un uomo perde il filo,
è soltanto un uomo solo

aina

in equilibrio tra i mondi

  • "aina" is female
  • "aina" started this thread

Posts: 1,321

Activitypoints: 4,285

Date of registration: Jul 8th 2008

  • Send private message

4

Monday, July 21st 2008, 8:10pm

Quoted from "essere"

[style=monotype corsiva]...interessante...

grazie aina :)
[/style]

grazie a te :) essere, per l'interesse
Ho'oponopono





aina

in equilibrio tra i mondi

  • "aina" is female
  • "aina" started this thread

Posts: 1,321

Activitypoints: 4,285

Date of registration: Jul 8th 2008

  • Send private message

5

Monday, July 21st 2008, 8:21pm

Certo chicco, proprio così :!:
Pensiero, stato d'animo e attenzione, creano la nostra realtà

Il punto è, se la mia attenzione è continuamente e solamente attratta dal dolore, dalla rabbia, dalla paura...ecc...
magari continuo a dar vita a ciò che mi addolora, mi fa arrabbiare e mi spaventa e non ne esco più!

Forse è il tempo di dirigere l'attenzione dove vogliamo noi, non di lasciare che vada dove vuole per tutto il tempo.
Ho'oponopono





essere

j'aime...c'est tout

  • "essere" is female

Posts: 1,890

Activitypoints: 5,754

Date of registration: Mar 24th 2008

Location: près de la mer

  • Send private message

6

Monday, July 21st 2008, 8:38pm

[style=monotype corsiva]ciao aina

sono più che interessata.......vorrei riuscire in questo....tu ci riesci o ci stai provando.......puoi continuare a parlarne?

grazie :)
[/style]
non si vede bene che col cuore...l'essenziale è invisibile agli occhi
A. de Saint-Exupery

La nostra vera ricchezza...è la gioia radiosa dell'Essere...
Eckhart Tolle

aina

in equilibrio tra i mondi

  • "aina" is female
  • "aina" started this thread

Posts: 1,321

Activitypoints: 4,285

Date of registration: Jul 8th 2008

  • Send private message

7

Monday, July 21st 2008, 8:46pm

Riesco un passo alla volta, essere; a volte ci ricasco, ma le ricadute le utilizzo per imparare ancora di più.
Comunque, non c'è confronto tra la mia vita di adesso e quella di solo 8 mesi fa.
Qualche volta le ricadute mi hanno scoraggiato fortemente, ma se c'è una cosa che mi è tipica è continuare ad andare in cerca dell'errore che continuo a fare inconsapevolmente...finché lo "becco"

Parlare di queste cose per me è un piacere enorme, volentieri...:)
Ho'oponopono





essere

j'aime...c'est tout

  • "essere" is female

Posts: 1,890

Activitypoints: 5,754

Date of registration: Mar 24th 2008

Location: près de la mer

  • Send private message

8

Monday, July 21st 2008, 8:51pm

[style=monotype corsiva]grazie aina :)

e puoi consigliarmi delle letture su questo argomento?

ciao grazie ancora :)
[/style]
non si vede bene che col cuore...l'essenziale è invisibile agli occhi
A. de Saint-Exupery

La nostra vera ricchezza...è la gioia radiosa dell'Essere...
Eckhart Tolle

aina

in equilibrio tra i mondi

  • "aina" is female
  • "aina" started this thread

Posts: 1,321

Activitypoints: 4,285

Date of registration: Jul 8th 2008

  • Send private message

9

Monday, July 21st 2008, 8:58pm

Si essere... eccole
"La padronanza del Sè nascosto" di Serge Kahili King
"Riprogrammare l'inconscio" di Paul Liekens
"Il cuore dell'anima" di Gary Zukav

alla prox...un abbraccio :)
Ho'oponopono





aina

in equilibrio tra i mondi

  • "aina" is female
  • "aina" started this thread

Posts: 1,321

Activitypoints: 4,285

Date of registration: Jul 8th 2008

  • Send private message

10

Tuesday, July 22nd 2008, 1:52pm

I PRINCIPI FONDAMENTALI DEGLI SCIAMANI HUNA

IKE
IL MONDO E' COME PENSI CHE SIA
(tutto è sogno, i sistemi sono arbitrari)

KALA
TUTTO E' POSSIBILE
(tutto è collegato, la separazione è un’illusione, non ci sono limiti)

MAKIA
L’ENERGIA VA DOVE SI DIRIGE L'ATTENZIONE
(e l’attenzione va dove fluisce l’energia)

MANAWA
ADESSO E' IL MOMENTO DEL POTERE
(adesso è in relazione all'attenzione e il potere aumenta con l'attenzione)

ALOHA
AMARE E' ESSERE FELICI INSIEME
(l'amore aumenta col diminuire della critica; tutto è vivo, cosciente e sensibile)

MANA
TUTTO IL POTERE VIENE DA DENTRO
(tutto è intriso di potere; il potere viene all'autorevolezza)

PONO
L'EFFICACIA E' LA MISURA DELLA VERITA'
(c'è sempre un altro modo per fare la stessa cosa)






ALOHA


AMARE E' ESSERE FELICI INSIEME

In hawaiiano la parola alo significa “essere insieme, condividere un’esperienza qui e ora”. La radice oha indica “affetto, gioia”. Al di là delle rappresentazioni sdolcinate tipiche delle canzoni popolari, secondo gli Huna l’amore esiste nella misura in cui si è felici insieme all’oggetto del proprio amore.

Tutto l’universo esiste in virtù dell’amore, sia nell’aspetto dell’essere che del divenire (aspetto evolutivo). Tutti noi, consapevoli o inconsapevoli, esistiamo grazie all’amore. Se ne siamo consapevoli ne siamo felici, così come siamo felici di migliorare nell’amore.

Amore e felicità sono intimamente connesse: l’amore genera felicità, l’amore aumenta via via che paura, rabbia e dubbio (causa di giudizio e separazione) vengono riconosciuti e allontanati. Ne consegue che la critica uccide le relazioni mentre la lode e la benedizione le vitalizza. La chiave del successo del vivere nell’amore consiste nell’aumentare l’apprezzamento di ciò che si ama e nell’ampliare la tolleranza verso ciò che non si ama.

Quando si vive l’amore tutto funziona meglio, tutto è meglio e siamo esseri umani più autorealizzati.
Ho'oponopono





Chicco

Giovane Amico

Posts: 274

Activitypoints: 913

Date of registration: Jun 5th 2008

Location: Nord

  • Send private message

11

Tuesday, July 22nd 2008, 2:34pm

Quoted from "aina"

Certo chicco, proprio così :!:
Pensiero, stato d'animo e attenzione, creano la nostra realtà

Il punto è, se la mia attenzione è continuamente e solamente attratta dal dolore, dalla rabbia, dalla paura...ecc...
magari continuo a dar vita a ciò che mi addolora, mi fa arrabbiare e mi spaventa e non ne esco più!

Forse è il tempo di dirigere l'attenzione dove vogliamo noi, non di lasciare che vada dove vuole per tutto il tempo.

Ciao aina !

Il fatto di essere attratti dal dolore implica una pulsione autodistruttiva in noi stessi.
Cercare di rovinarsi la vita anche nelle cose che ci riescono è autoditruttivo...

Ricercare e stanare il continuo errore che facciamo per poi capire che siamo capaci solo di fare lo stesso errore non ci fa evolvere.
Il mondo da cambiare è solamente dentro di noi non fuori da noi stessi.

Se impariamo a volerci bene... in automatico scanseremo le manie autodistruttive, ma prima è necessario scoprire la parte del nostro io che è buona per poterla apprezzare. Se capiamo di avere una parte buona o valida da stimare aumenta la stima verso noi stessi e ci induciamo a farci del bene. Arrivato a ciò i pensieri e il dolore lo riterremo estraneo a noi stessi a ciò che noi pensiamo di essere a quella parte buona che sappiamo avere e così l'autodistruzione si distrugge con le sue armi.
Dio delle città e dell'immensità, magari tu ci sei e problemi non ne hai
ma quaggiù non siamo in cielo e se un uomo perde il filo,
è soltanto un uomo solo

lully

vita dipendente

Posts: 2,258

Activitypoints: 6,809

Date of registration: Dec 11th 2007

  • Send private message

12

Tuesday, July 22nd 2008, 2:54pm

aina, ti ringrazio moltissimo, i concetti e le argomentazioni che hai riportato sono una vera e propria filosofia di vita da seguire.
quando vuoi continua pure a raccontarci e a illuminarci con queste nozioni.
a presto
La vita non è una questione di come sopravvivere alla tempesta,
ma di come danzare nella pioggia.

aina

in equilibrio tra i mondi

  • "aina" is female
  • "aina" started this thread

Posts: 1,321

Activitypoints: 4,285

Date of registration: Jul 8th 2008

  • Send private message

13

Tuesday, July 22nd 2008, 4:49pm

Quoted from "Chicco"

Il fatto di essere attratti dal dolore implica una pulsione autodistruttiva in noi stessi.
Cercare di rovinarsi la vita anche nelle cose che ci riescono è autoditruttivo...

Ricercare e stanare il continuo errore che facciamo per poi capire che siamo capaci solo di fare lo stesso errore non ci fa evolvere.
Il mondo da cambiare è solamente dentro di noi non fuori da noi stessi.

Se impariamo a volerci bene... in automatico scanseremo le manie autodistruttive, ma prima è necessario scoprire la parte del nostro io che è buona per poterla apprezzare. Se capiamo di avere una parte buona o valida da stimare aumenta la stima verso noi stessi e ci induciamo a farci del bene. Arrivato a ciò i pensieri e il dolore lo riterremo estraneo a noi stessi a ciò che noi pensiamo di essere a quella parte buona che sappiamo avere e così l'autodistruzione si distrugge con le sue armi.

mi trovi assolutamente d'accordo :D
e quando le cose brutte si vedono solo negli altri...è ovvia la proiezione (meccanismo di difesa molto utile che se mantenuto stabile non ci fa più evolvere).
Ho'oponopono





aina

in equilibrio tra i mondi

  • "aina" is female
  • "aina" started this thread

Posts: 1,321

Activitypoints: 4,285

Date of registration: Jul 8th 2008

  • Send private message

14

Tuesday, July 22nd 2008, 4:56pm

grazie lully :)

sei stata molto gentile nel leggermi e rispondere, se poi, lo trovi pure utile, mi fa piacere

anche se...il tuo intervento nei miei confronti sul post del compleanno di Diana
rendono evidenti i tuoi ironici punzecchiamenti....beh
fintanto che restano ironia, anche se pungente....ok :)

Se ti piace interagire così :/ , pur non condividendo il modo di fare (in effetti :evil: non mi piace affatto), continuo a pensar bene della tua persona, che immagino abbia delle profondità e intenzioni diverse da quelle che in superficie, almeno verso di me, appaiono.
Ho'oponopono





essere

j'aime...c'est tout

  • "essere" is female

Posts: 1,890

Activitypoints: 5,754

Date of registration: Mar 24th 2008

Location: près de la mer

  • Send private message

15

Tuesday, July 22nd 2008, 9:17pm

Quoted from "aina"

Si essere... eccole
"La padronanza del Sè nascosto" di Serge Kahili King
"Riprogrammare l'inconscio" di Paul Liekens
"Il cuore dell'anima" di Gary Zukav

alla prox...un abbraccio :)

[style=monotype corsiva]grazie aina

un abbraccio a te :)
[/style]
non si vede bene che col cuore...l'essenziale è invisibile agli occhi
A. de Saint-Exupery

La nostra vera ricchezza...è la gioia radiosa dell'Essere...
Eckhart Tolle