Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

oliverb

Non registrato

16

sabato, 19 luglio 2008, 19:38

Citato da "oliverb"

PNL è semplicemente una sigla per racchiudere tutti quei metodi e atteggiamenti mentali che possono servire ad una persona per migliorare o cambiare.

ad esempio se qualcuno in un momento di sconforto, riesce a motivare se stesso e/o gli altri sta facendo PNL: oppure cambiare una persona da timida a casanova, un pauroso a coraggioso ecc

aina

in equilibrio tra i mondi

  • "aina" è una donna
  • "aina" ha iniziato questa discussione

Posts: 1.320

Activity points: 4.282

Data di registrazione: martedì, 08 luglio 2008

  • Invia messaggio privato

17

sabato, 19 luglio 2008, 19:54

Ciao Paul,
ti rispondo con piacere, spero di riassumere con semplicità

p sta per programmazione
n sta per neuro
l sta per linguistica

E' lo studio dell'esperienza soggettiva, quindi individuale, che nel cervello si configura come connessioni specifiche tra neuroni, simili ad autostrade che il pensiero, ormai divenuto automatico con l'abitudine, percorre velocissimamente.

Ora, di strade - percorsi neurali -, in realtà, ce ne potrebbero essere miliardi di miliardi, ma, a motivo della nostra esperienza - programma -, continuiamo a percorrere sempre le stesse, rinforzandole.
Per esempio, rivangare continuamente un dolore parlandone -linguistica -, non fa che approfondire il solco prodotto dal passaggio dei neuroni...il/la piennelista ti aiuterebbe a creare nuove connessioni, "reincorniciando" l'esperienza nei molti modi possibili (aiutandoti ad avere quindi più punti di vista...con le sue "diavolerie").

Una delle domande fondamentali è, anzichè quando è accaduto o perché è accaduto, aiutandoti prima ad entrare in uno stato creativo dato da una particolare frequenza di onde cerebrali (Theta...tra i 4 ed i 8 Hz, proprie della mente impegnata in attivita' di immaginazione, visualizzazione e ispirazione creativa. Nelle attivita' di veglia le onde theta sono il segno di una conoscenza intuitiva e di una capacita' immaginativa radicata nel profondo; vengono associate alla creativita' e alle attitudini artistiche) come e cosa si può fare per uscirne?...

Questo perché la focalizzazione dell'attenzione è un concetto cardine della pnl, tratto dalla filosofia Huna (L'ENERGIA VA DOVE SI DIRIGE L'ATTENZIONE: attraverso la risonanza, i pensieri ed emozioni sui quali focalizziamo la nostra attenzione, sia consapevolmente sia inconsapevolmente producono uno schema che facilita l’entrata nella nostra vita di un’esperienza simile proprio a quegli stessi pensieri ed emozioni).

Quindi, un attento utilizzo dell'attenzione, evitando i "buchi neri" dei vecchi programmi è già una modalità d'intervento.
Ma, come in qualsiasi altro lavoro con l'essere umano, da dove si inizia e come si continua è del tutto soggettivo.

Io ne ho tratto un grande beneficio, ma per il mio particolare modo di essere ho dovuto lavorare a fondo sui "programmi cenestesici", cioè quelli annidati nel corpo e pronti a saltar fuori alla minima somiglianza con l'esperienza che li ha prodotti.

Da Dilts, vengono chiamati VIRUS.

Io amo molto questa disciplina, per cui potrei andare avanti per molto....ma mi fermo quì per non farti venire un'indigestione :rolleyes:

ciao PaulVerlaine :)
Ho'oponopono





essere

j'aime...c'est tout

  • "essere" è una donna

Posts: 1.890

Activity points: 5.754

Data di registrazione: lunedì, 24 marzo 2008

Località: près de la mer

  • Invia messaggio privato

18

domenica, 20 luglio 2008, 00:23

Citato da "aina"

Io amo molto questa disciplina, per cui potrei andare avanti per molto....ma mi fermo quì per non farti venire un'indigestione

[style=monotype corsiva]per favore puoi continuare?

avrei bisogno di cambiare strade........rivango molto........e questo mi fa stare molto male

grazie :)
[/style]
non si vede bene che col cuore...l'essenziale è invisibile agli occhi
A. de Saint-Exupery

La nostra vera ricchezza...è la gioia radiosa dell'Essere...
Eckhart Tolle

misteryo

Utente Avanzato

  • "misteryo" è stato interdetto da questo forum

Posts: 652

Activity points: 2.061

Data di registrazione: giovedì, 01 maggio 2008

  • Invia messaggio privato

19

domenica, 20 luglio 2008, 00:28

In realtà è come la scoperta dell'acqua calda: La PNL non dice niente di radicalmente diverso da quello che dicono le psicoterapie "ortodosse". Solo,è spacciata per una terapia innovativa.

oliverb

Non registrato

20

domenica, 20 luglio 2008, 21:24

Citato da "essere"

[style=monotype corsiva]per favore puoi continuare?

avrei bisogno di cambiare strade........rivango molto........e questo mi fa stare molto male

grazie :)
[/style]

non c'è bisogno che lei continuii....puoi anche continuare da sola con qualche buon libro :)

oliverb

Non registrato

21

domenica, 20 luglio 2008, 21:26

Citato da "misteryo"

In realtà è come la scoperta dell'acqua calda: La PNL non dice niente di radicalmente diverso da quello che dicono le psicoterapie "ortodosse". Solo,è spacciata per una terapia innovativa.

menomale che qui abbiamo l'esperto

aina

in equilibrio tra i mondi

  • "aina" è una donna
  • "aina" ha iniziato questa discussione

Posts: 1.320

Activity points: 4.282

Data di registrazione: martedì, 08 luglio 2008

  • Invia messaggio privato

22

lunedì, 21 luglio 2008, 10:16

Citato da "essere"

Citato da "aina"

Io amo molto questa disciplina, per cui potrei andare avanti per molto....ma mi fermo quì per non farti venire un'indigestione

[style=monotype corsiva]per favore puoi continuare?

avrei bisogno di cambiare strade........rivango molto........e questo mi fa stare molto male

grazie :)
[/style]

E' innegabile, essere, che "la lingua batta dove il dente duole"; è così che la nostra attenzione viene "rapita" e portata dove, apparentemente, sembra ci serva (se scopro tutti i particolari di ciò che mi fa star male, riuscirò ad uscirne!...è la motivazione che ci spinge a farlo). Ci si impantana nell'emozione spiacevole, torturandosi mica poco (il solco del passaggio neuronale diventa più profondo)!!!

La pnl parte dal presupposto che ognuno "sceglie" un canale rappresentazionale (Visivo-auditivo-cenestesico) dal quale "far entrare" il mondo esterno (da neonati siamo totalmente cenestesici...poi....per evitare di star troppo male, ci spostiamo sul canale visivo o auditivo). Attraverso questo canale si formano le rappresentazioni interne del mondo esterno, cioè, più che ciò che accade veramente, come noi ci rappresentiamo gli eventi.

Oltre a ciò, intevengono tre operazioni mentali per facilitare l'ingresso dei dati ed evitare che le informazioni ci "travolgano": la cancellazione, la generalizzazione, la deformazione. Nel tempo, succede che molta dell'esperienza venga filtrata sia dai canali d'ingresso dell'informazione, sia dalle operazioni, con il risultato di una mappa del mondo PARZIALE.

Quindi, ad esempio, se quando la maestra se la prendeva con me a scuola (sbeffeggiandomi davanti ai compagni) e io mi concentravo solo sul suo viso (sgardi, bocca...capelli), magari mi perdevo la vista gratificante di qualche compagno/a che, con lo sguardo, mi sosteneva (il mio focus si restringeva....come una zoomata al cinema, facendomi perdere tante informazioni inportanti sul contesto)...ecco che la mia emozione cambia....nel primo caso mi sento sola con il "mostro", nel secondo caso c'è qualcuno con me....forse, posso affrontarlo. Con l'andar del tempo, utilizzerò sempre più spesso questo modo di "guardare il mondo", focalizzandomi su un punto, CACELLANDO il resto. e così con la generalizzazione e la deformazione.

Ho usato termini visivi perchè io sono visiva, anche se non in tutti i contesi! Un primo importante passo è RICONOSCERE attraverso quale canale le cose del mondo esterno ci entrano dentro...da lì, puoi scoprire e trasformare tante cose.

Esempio di "sintassi" di pensiero secondo Antony Robbins.

Mi accade una cosa che mi sconvolge....metto per un po da parte l'emozione e comincio a scomporla nelle modalità sensoriali V (visione esterna/visione interna- immaginazione) -A (udito esterno/udito interno - dialogo interiore) -K (tatto, olfatto, sensazioni viscerali/percezioni corporee)

La cosa che VEDO (Ve) mi fa torcere le budella (Ki) vedo me stesso piccolo e indifeso (Vi) mi sento incapace di affrontare la situazione (Ki) e una voce interna mi dice: "non puoi farcela" (Ai).

Apportando delle modifiche nella sintassi la mia esperienza emozionale può cambiare:

La cosa che vedo (Ve) mi fa torcere le budella (Ci) vedo la rabbia che monta in me aumentando le mie dimensioni, mi trasformo...in ciò che per il mio inconscio è credibile (Vi) mi sento in grado di affrontare la situazione (Ki) vedo la differenza di espressione sul volto delle persone - Ve (si capisce che sono, perlomeno, sorpresi da un'energia diversa che percepiscono e dalle mie espressioni che vedono) mi sento a mio agio nell'affrontare la situazione (Ki)

Quando per un certo numero di volte quest'esperienza si ripete, entra a far parte del mio vissuto...ho fiducia nel fatto che posso affrontare determinate cose...l'autostima sale, e sono stata io a farla crescere.
Questo è solo uno dei moltissimi modi per intervenire su di sé con le modalità sensoriali.


Un altro concetto fondamentale è che una persona è il risultato di qlmeno tre fattori: l'ambiente familiare, l'ambiente culturale e SE STESSO (quindi parte attiva, non passiva)...se sugli altri due non ha alcun potere...su se stesso SI.


C'è tantissimo da dire, essere. Un pochetto alla volta, e,come ha detto oliver, in effetti, ci sono molti testi sui quali apprendere almeno i concetti fondamentali della disciplina, ti do il titolo di uno che io ho trovato eccezzionale: "PNL programmazione neurolinguistica La tecnica del dialogo e del cambiamento" di Roderich Heinze, Sabine Vohmann-Heinze edizioni red E' suddiviso a livelli successivi di apprendimento, semplice e pieno di esempi dai quali imparare.

alla prox :):):)

_____________________________



misteryo, non è proprio come dici tu.
Comunque, a volte, le cose semplici sono proprio quelle che ci sfuggono perché siamo troppo "focalizzati" sulle cose che ci fanno soffrire (e molte, anche se non tutte, psicoterapie si concentrano sulle cause, sui dettagli del quando come e perché certi eventi della nostra vita hanno avuto luogo...ma non sul come uscirne...e soprattutto, in tempi brevi!!!...non posso stare in terapia 8 anni per un evento che forse è durato 2!!! Ovviamente, ripeto, non tutte son così!!!)

La nostra mente è anche un pò "ingenua"!....come spesso mi accade, ma poi mi riprendo, frequentando il forum mi son detta "caspita...le persone stanno sempre più male"....poi mi sono corretta!!! è ovvio che se vado all'ospedale, vi trovo persone che stanno male!!!....( a seconda del reparto, poi....in ortopedica, le ossa rotte...ecc! magari ci sono anche quelle che stanno molto bene...ovviamente, frequentano altri posti :)
Tra le une e le altre ci sono molti gradi diversi di malessere o benessere :!:
Ocio :rolleyes: a non farci ingannare da deduzioni erronee, sarebbe una gran perdita di tempo :red:...e il nostro tempo è la nostra Vita

Oliver...magari non tutti sono come te :) :shock:
Ho'oponopono