Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

Filantropo

Nuovo Utente

  • "Filantropo" è un uomo
  • "Filantropo" ha iniziato questa discussione

Posts: 1

Activity points: 10

Data di registrazione: venerdì, 13 febbraio 2009

  • Invia messaggio privato

1

martedì, 05 febbraio 2019, 03:13

In margine ad una nota contro la filosofia

Il pensiero dei filosofi è sempre una espressione personale della loro visione delle cose e delle eventuali soluzioni. I filosofi non hanno niente di oggettivo o fruibile come verità di aiuto della comprensione della propria vita e del suo significato. Sono faziosi e quindi soggettivi, sono disgustosamente successivi a chi li precede, nel senso che partono da quel punto per una revisione del pensiero che li precedeva ed avanti così fino al nulla. Odiamo i filosofi antichi e nuovi come portatori di nuove idee e religioni e di ideologie, tanto cruente per la nostra società, troppo sensibile ed imbelle alle cose nuove e sempre anarchiche: i filosofi.

crobatus

Non registrato

2

mercoledì, 06 febbraio 2019, 18:57

dipende anche dai filosofi.....e dal periodo storico...

singolare il fatto che ti sei iscritto 10 anni fa e scrivi ora il primo commento...

doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" è un uomo

Posts: 8.829

Activity points: 26.920

Data di registrazione: sabato, 28 marzo 2009

Località: Italia

Lavoro: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Invia messaggio privato

3

giovedì, 07 febbraio 2019, 11:13

Il vero filosofo usa la razionalità contro i moti di spirito. Sta attento a mantenersi super partes e scettico verso qualsiasi soluzione. Fa del dubbio la sua legge. Si appoggia per le sue riflessioni ad ugni avanzamento delle scienze e ricorre agli antichi se questi avevano già introdotto quello che oggi diventa palese. Domani chissà. Questi sono filosofi.
Per leggere questa storia clicca sul titolo.

:hmm: Il lungo viaggio di Anomimus alla ricerca dell'amore perduto... :thumbsup:

crobatus

Non registrato

4

giovedì, 07 febbraio 2019, 19:49

Il vero filosofo usa la razionalità contro i moti di spirito. Sta attento a mantenersi super partes e scettico verso qualsiasi soluzione. Fa del dubbio la sua legge.


non è mica vero....
O meglio, è vero per la filosofia moderna, secondo cui non è possibile conoscere la realtà (Idealismo) che viene creata dall'uomo (Cogito ergo sum) e si deve dubitare di tutto (scetticismo)

C'è però un'altra "corrente" filosofica, pre Cartesiana, che non "fa del dubbio la sua legge", ma pone una realtà oggettiva, conoscibile, ed è ciò che dovremmo restaurare in Europa...

Ciò detto, in Italia possiamo vantare un filosofo di prestigio mondiale...


crobatus

Non registrato

5

giovedì, 07 febbraio 2019, 19:54

"diremmo con Leibniz"

6

venerdì, 08 febbraio 2019, 00:44

Fa del dubbio la sua legge.


Che vita penosa deve essere vivere nel dubbio .

crobatus

Non registrato

7

venerdì, 08 febbraio 2019, 19:18

Fa del dubbio la sua legge.



Che vita penosa deve essere vivere nel dubbio .


peraltro dovrebbero mettere in dubbio anche sè stessi, se, come sostengono, non c'è nulla di certo e di conoscibile...

purtroppo anche una certa destra (neofascista) si rifà a queste teorie, che sono poi quelle illuministe.... (che, come ci insegnano fin da bambini, è l'età della "ragione", dopo secoli di male assoluto)

crobatus

Non registrato

8

venerdì, 08 febbraio 2019, 19:20

era nei video consigliati....




doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" è un uomo

Posts: 8.829

Activity points: 26.920

Data di registrazione: sabato, 28 marzo 2009

Località: Italia

Lavoro: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Invia messaggio privato

9

martedì, 12 febbraio 2019, 19:13

Le correnti filosofiche ci sono e ci sono sempre state. Ma io distinguerei fra la tendenza materialista e quella spiritualista, e cosi' ognuno sceglie la sua strada.

Mi pare ovvio che chi sceglie la corrente materialista puo' trovare interlocutori dai presocratici agli attuali, poggiandosi alle scenze empiriche, mentre gli spiritualisti vagheggeranno fra mille possibilità, e infine aterreranno fra le religioni. Questo mi pare il panorama ora, prima e poi.

Non si puo' sbagliare pensando questo, e anche l'agnostico dubbioso e il fedele credente saranno convinti della loro
posizione.
Per leggere questa storia clicca sul titolo.

:hmm: Il lungo viaggio di Anomimus alla ricerca dell'amore perduto... :thumbsup: