Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

RK581

Giovane Amico

  • "RK581" is male
  • "RK581" started this thread

Posts: 138

Activitypoints: 631

Date of registration: Jul 26th 2017

Location: Cagliari (Sardegna)

  • Send private message

1

Friday, September 14th 2018, 10:52pm

Xanax (quante compresse per non avere ansia)?

Ciao a tutti, prendo xanax al bisogno, compresse da 0, 50 mg, quante di queste ci vogliono per non avere ansia? Il dottore ha detto due, ma io ho lo stesso ansia? Secondo la vostra esperienza, ovviamente so che devo chiedere al medico, ma lui non vuole che ne prenda più di due. Chi usa xanax quanto ne prende?

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male

Posts: 1,347

Activitypoints: 3,439

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

2

Saturday, September 15th 2018, 1:21am

Non prendere più farmaco di ciò che ti è stato prescritto. Potresti avere anche improvvisi colpi di sonno. Se a seguirti è il medico di base, chiedi ad uno psichiatra farmaci alternativi allo xanax. Esistono molecole simili a quella dello xanax, ma più specifiche per l'ansia, mentre lo xanax aiuta anche nell'insonnia. Non è la singola assunzione, nel lungo termine, ad aiutare a ridurre l'ansia, ma una terapia mirata continuata per alcune settimane. Comunque se lo prendi solo al bisogno e non ti trovi bene, chiedi una molecola diversa, non sembra ci siano alternative. Io mi sono trovato bene. Ricorda che vi è pericolo anche nelle assunzioni ''al bisogno'' di effetti collaterali non piacevoli e pericolosi come un colpo di sonno ad esempio. Buon proseguimento.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

amanitafalloide

Utente Attivo

Posts: 464

Activitypoints: 167

Date of registration: Feb 1st 2014

  • Send private message

3

Saturday, September 15th 2018, 10:04am

1) vacci piano, lo xanax è forte
2) prova a fartelo sostituire dallo xanax gocce, sono sicuramenre più comode in quanto più facilmente modulabili e scalabili.

Io ho avuto un'esperienza negativa con xanax... la dipendenza si sviluppa in fretta e toglierlo di mezzo non è facile, oltretutto i primi tempi ( almeno per me) dava effetti strani... senso di ubriachezza principalmente...

però per gli attacchi di panico è potente.

RK581

Giovane Amico

  • "RK581" is male
  • "RK581" started this thread

Posts: 138

Activitypoints: 631

Date of registration: Jul 26th 2017

Location: Cagliari (Sardegna)

  • Send private message

4

Saturday, September 15th 2018, 12:30pm

1) vacci piano, lo xanax è forte
2) prova a fartelo sostituire dallo xanax gocce, sono sicuramenre più comode in quanto più facilmente modulabili e scalabili.

Io ho avuto un'esperienza negativa con xanax... la dipendenza si sviluppa in fretta e toglierlo di mezzo non è facile, oltretutto i primi tempi ( almeno per me) dava effetti strani... senso di ubriachezza principalmente...

però per gli attacchi di panico è potente.
Lo xanax è un farmaco ottimo, con me funziona, ma si sono verificati, colpi di sono molti forti, sono crollato a letto. Tu sei riuscita a scalarlo? Io lo uso solo al bisogno, non ne sono dipendente. Lo uso neanche una volta al mese.

RK581

Giovane Amico

  • "RK581" is male
  • "RK581" started this thread

Posts: 138

Activitypoints: 631

Date of registration: Jul 26th 2017

Location: Cagliari (Sardegna)

  • Send private message

5

Saturday, September 15th 2018, 12:41pm

Non prendere più farmaco di ciò che ti è stato prescritto. Potresti avere anche improvvisi colpi di sonno. Se a seguirti è il medico di base, chiedi ad uno psichiatra farmaci alternativi allo xanax. Esistono molecole simili a quella dello xanax, ma più specifiche per l'ansia, mentre lo xanax aiuta anche nell'insonnia. Non è la singola assunzione, nel lungo termine, ad aiutare a ridurre l'ansia, ma una terapia mirata continuata per alcune settimane. Comunque se lo prendi solo al bisogno e non ti trovi bene, chiedi una molecola diversa, non sembra ci siano alternative. Io mi sono trovato bene. Ricorda che vi è pericolo anche nelle assunzioni ''al bisogno'' di effetti collaterali non piacevoli e pericolosi come un colpo di sonno ad esempio. Buon proseguimento.
Tu lo assumevi al bisogno? Io lo assumo da abbastanza tempo al bisogno e non ho avuto problemi, tranne un sonno allucinante e basta. Può sempre creare dipendenza al bisogno?

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male

Posts: 1,347

Activitypoints: 3,439

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

6

Saturday, September 15th 2018, 2:00pm

L'ho assunto in terapia continuativa e poi al bisogno. Io non sono medico ma ti consiglio di chiedere ad uno psichiatra, dopo accurata visita, se fosse il caso di effettuare una terapia ''contro'' l'ansia continuativa. Può creare dipendenza fisica e psicologica. Io, ad esempio, l'ho terminato da diversi mesi ma continuo a tenerlo in casa perché non si potrebbe mai sapere. Comunque esistono farmaci sostitutivi dello xanax, altre molecole simili ma non uguali che, aiutano contro l'ansia in maniera più ''incisiva''. Se è parecchio tempo che lo assumi, prova a chiedere molecole diverse di benzodiazepina. Lo xanax aumenta l'azione di una sostanza chiamata GABA, presente nel cervello e che aiuta a contenere l'ansia. A fare lo stesso lavoro si potrebbero trovare altri farmaci ricettori. Chiedi con il medico.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

RK581

Giovane Amico

  • "RK581" is male
  • "RK581" started this thread

Posts: 138

Activitypoints: 631

Date of registration: Jul 26th 2017

Location: Cagliari (Sardegna)

  • Send private message

7

Sunday, September 16th 2018, 1:39pm

L'ho assunto in terapia continuativa e poi al bisogno. Io non sono medico ma ti consiglio di chiedere ad uno psichiatra, dopo accurata visita, se fosse il caso di effettuare una terapia ''contro'' l'ansia continuativa. Può creare dipendenza fisica e psicologica. Io, ad esempio, l'ho terminato da diversi mesi ma continuo a tenerlo in casa perché non si potrebbe mai sapere. Comunque esistono farmaci sostitutivi dello xanax, altre molecole simili ma non uguali che, aiutano contro l'ansia in maniera più ''incisiva''. Se è parecchio tempo che lo assumi, prova a chiedere molecole diverse di benzodiazepina. Lo xanax aumenta l'azione di una sostanza chiamata GABA, presente nel cervello e che aiuta a contenere l'ansia. A fare lo stesso lavoro si potrebbero trovare altri farmaci ricettori. Chiedi con il medico.
Si si, so che fa, ho provato altri farmaci, ma nessuno su di me è più efficace di questo. Grazie comunque:)

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" is male

Posts: 1,347

Activitypoints: 3,439

Date of registration: Jun 26th 2016

Location: emilia-romagna

Occupation: una volta

  • Send private message

8

Sunday, September 16th 2018, 1:54pm

Ho letto un altro tuo thread dove scrivi che assumi antidepressivi. Allora non assumi solo lo xanax al bisogno. Dovresti rivedere tutta la terapia, dato che non funziona. prima affiancare lo xanax e l'antidepressivo con altri farmaci simili e poi sostituirli. Se non stai bene, inutile continuare con la vecchia terapia. Capisco che si abbia paura a cambiare, a provare, ma la vita funziona anche così. Buon proseguimento. Ognuno fa come crede, poi c'é anche chi sta bene stando male e si lamenta tanto per fare, in generale.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere