Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

NYC double H

Utente Attivo

Posts: 102

Activity points: 313

Data di registrazione: mercoledì, 29 dicembre 2010

  • Invia messaggio privato

16

lunedì, 07 marzo 2011, 08:35

Se permetti un consiglio Elia evita tassativamente l'assunzione di neurolettici come lo Zyprexa (che assumi) in concomitanza con qualunque alcolico: è un mix dannoso e non è assolutamente la strada giusta.

E' vero che una volta capito il problema esso piano piano si smaschera e risolve quindi fidati ciecamente dal tuo psichiatra solo lui può aiutarti. :friends:

17

lunedì, 07 marzo 2011, 12:48

Zyprexa (che assumi) in concomitanza con qualunque alcolico
Esatto, si chiama cosi'. Purtroppo e' quello che sto facendo, non ne avete un'idea di quanto alcol sono in grado di buttre giu, ieri per esempio mi sono fatto due negroni alla mattina e 4 al pomeriggio. Alle volte davvero mi stupisco per come possa reggermi ancora in piedi.
Spesso ho la sensazione di avere la volonta' di uccidermi letteralmente, la mia reata' mi sembra (e sottolineo "mi sembra") talmente insopportabile da non trovare altra soluzione che distorcerla fino a non reggermi nemmeno piu' in piedi, ho un tale casino in testa che spesso ho paura di andare davvero a finire male, eppure mi rendo conto che il casino e' nella mia mente ma purtroppo questo casino mi prende emotivamente e non ne esco, non c'e' verso.
Trovo che leggere sia una terapia davvero ottima, unita a un diario e a un libro che sto scrivendo, un libro di racconti che prima o poi voglio pubblicare.

Che tu creda di farcela o di non farcela avrai comunque ragione. (Henry Ford)

Bettyboop

Amico Inseparabile

  • "Bettyboop" è una donna

Posts: 1.483

Activity points: 4.617

Data di registrazione: giovedì, 30 luglio 2009

Lavoro: Studentessa di Psicologia Clinica

  • Invia messaggio privato

18

lunedì, 07 marzo 2011, 16:46

Caro Elia, mi dispiace molto per il dolore che la tua mente ti sta provocando. Lo Zyprexa a che dose lo prendi al giorno? E' l'unico farmaco? In effetti è comunemente usato per la schizofrenia e altre psicosi.
La schizofrenia può insorgere in varie fasce di età ed è una malattia multigenica. Significa che c'è una modificazione di geni (non solo uno, circa 10 per la schizofrenia sono mutati ma non tutti in tutti i pazienti) che interagiscono con l'ambiente e danno origine alla malattia.
Quindi è una malattia a base genetica (come predisposizione) che in certe circostanze ambientali (stile di vita, traumi, ecc) può insorgere.
Per cui questo--> No, per quello che riguarda l'esperienza sulla mia pelle non e' cosi', si puo' rischiare, si puo' diventare schizofrenici a qualsiasi eta' e per un quasiasi motivo, e' il dolore che ti conduce alla pazzia, e' un meccanismo di difesa, non e' una predisposizione genetica...
non è esatto!

Le voci non ti abbandonano mai nemmeno con il farmaco? Hai mai sentito parlare di gruppi di auto-aiuto per uditori di voci? Dà un'occhiata a questi link, spero ti possano essere utili: http://www.nopazzia.it/voci_escher.html
http://www.parlaconlevoci.it/gruppi.php
"La Paura bussò alla porta...la Speranza andò ad aprire e .. non c'era nessuno" [M.L. King]

kimberly

Amico Inseparabile

Posts: 1.385

Activity points: 4.386

Data di registrazione: mercoledì, 03 marzo 2010

  • Invia messaggio privato

19

lunedì, 07 marzo 2011, 16:59

Bettyboop:
i farmaci sono ad ampio spettro per cui non è detto che chi prenda una antipsicotico sia psicotico, chi uno stabilizzatore dell'umore abbia un trastorno dell'umore e via discorrendo.Anche a me era stato prescritto un farmaco per l'alzaimer e schizzofrenia e di certo non ho ne l'una ne l'altra.

Bettyboop

Amico Inseparabile

  • "Bettyboop" è una donna

Posts: 1.483

Activity points: 4.617

Data di registrazione: giovedì, 30 luglio 2009

Lavoro: Studentessa di Psicologia Clinica

  • Invia messaggio privato

20

lunedì, 07 marzo 2011, 17:05

No infatti non è detto, ma lui ha parlato di manie di persecuzione, voci e deliri!
"La Paura bussò alla porta...la Speranza andò ad aprire e .. non c'era nessuno" [M.L. King]

21

lunedì, 07 marzo 2011, 20:46

Caro Elia
Perche' "caro" ? Traspare una punta di "indignazione" che io non ho provocato ! In ogni caso non andiamo troppo oltre, alcuni farmaci sono usati in casi gravi ma questo non vuole dire che io lo sia (anche se il dolore e' tanto). Il mio problema sono queste stramaledette voci che ho in testa e non riesco a liberarmene !

Che tu creda di farcela o di non farcela avrai comunque ragione. (Henry Ford)

Questo post è stato modificato 2 volta(e), ultima modifica di "Elia" (07/03/2011, 20:57)


Bettyboop

Amico Inseparabile

  • "Bettyboop" è una donna

Posts: 1.483

Activity points: 4.617

Data di registrazione: giovedì, 30 luglio 2009

Lavoro: Studentessa di Psicologia Clinica

  • Invia messaggio privato

22

lunedì, 07 marzo 2011, 20:59

Caro denota indignazione? :p lol ma da quando?
Caro era come dire ciao, o hey... io sono una persona molto diretta. Se devo dire una cosa la dico senza giri di parole credimi! Il mio era reale interesse per la tua storia e reale dispiacere perchè non posso nemmeno immaginare che dolore psicologico possa provocare tale situazione!!
"La Paura bussò alla porta...la Speranza andò ad aprire e .. non c'era nessuno" [M.L. King]

Bettyboop

Amico Inseparabile

  • "Bettyboop" è una donna

Posts: 1.483

Activity points: 4.617

Data di registrazione: giovedì, 30 luglio 2009

Lavoro: Studentessa di Psicologia Clinica

  • Invia messaggio privato

23

lunedì, 07 marzo 2011, 21:01

P.s. io non ho mai detto che il tuo caso sia "grave": io non ti conosco e non sono nessuno per giudicarti, mi sono solo rifatta a quanto tu hai detto (hai parlato di voci). E ti ho indicato 2 link che pensavo potessero esserti utili, o almeno interessanti da leggere. tutto qua!
"La Paura bussò alla porta...la Speranza andò ad aprire e .. non c'era nessuno" [M.L. King]

diogene

Giovane Amico

  • "diogene" è un uomo

Posts: 137

Activity points: 453

Data di registrazione: mercoledì, 09 febbraio 2011

  • Invia messaggio privato

24

lunedì, 07 marzo 2011, 21:04

capisco....è brutto quando il dolore urla nella testa e ti tiene sveglio la notte.
il letto è una graticola di pensieri.
Anche se la mia tempesta emotiva è di natura diversa dalla tua so benissimo cosa vuole dire e quanyto sia facile ricascare nelle dipendenze.
Ormai è un mese che mi trovo incastrato in un loop di pensieri senza uscita e certe volte anche a me verrebbe la voglia di mollare la spugna e attaccarmi ad una bottiglia o a qualcosaltro...purchè questo finisca.
Ma dopo lo sai meglio di me che torna peggio.
Non ti dirò che sbagli...perchè so benissimo cosa vuol dire... però se mi permetti di portare la mia esperienza i farmaci non mi hanno aiutato...anzi.
Poi vabbhè la mia è ed era una situazione diversa,però così,tanto per chiedertelo:
hai provato a sentire qualche terapeuta che ti possa proporre una terapia diversa da quella farmacologica?
ora,l'inverno del nostro scontento,si è mutato in radiosa estate.........

25

lunedì, 07 marzo 2011, 21:09

Il mio era reale interesse per la tua storia e reale dispiacere perchè non posso nemmeno immaginare che dolore psicologico possa provocare tale situazione!!
Sincere scuse...

P.s. io non ho mai detto che il tuo caso sia "grave"
Forse io sono troppo convinto che sia grave...

Che tu creda di farcela o di non farcela avrai comunque ragione. (Henry Ford)

Bettyboop

Amico Inseparabile

  • "Bettyboop" è una donna

Posts: 1.483

Activity points: 4.617

Data di registrazione: giovedì, 30 luglio 2009

Lavoro: Studentessa di Psicologia Clinica

  • Invia messaggio privato

26

lunedì, 07 marzo 2011, 21:11

Non devi scusarti ;) davvero!!
Certo, immagino che sia durissima e provante come situazione. Ma tu sei qui a scrivere di te su un forum, se qui a raccontarci il tuo dolore, sei qui a dirci che ti stai curando e che riconosci di avere un problema (le voci). Mi pare che tu sia a buon punto, no?
:)
Non esiste la pazzia, esiste solo la malattia...e quella si puo' provare a curarla!! forza non mollare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Il farmaco che prendi ti dà effetti collaterali o lo tolleri bene?
"La Paura bussò alla porta...la Speranza andò ad aprire e .. non c'era nessuno" [M.L. King]

27

lunedì, 07 marzo 2011, 21:14

immagino che sia durissima e provante come situazione
Pensa che ormai sono dieci anni che vado avanti in questo modo...alle volte mi chiedo come faccia a reggermi ancora in piedi...

Il farmaco che prendi ti dà effetti collaterali o lo tolleri bene?
Solo un po di sonnolenza la mattina, credo che sia piuttosto comune.

Che tu creda di farcela o di non farcela avrai comunque ragione. (Henry Ford)

Bettyboop

Amico Inseparabile

  • "Bettyboop" è una donna

Posts: 1.483

Activity points: 4.617

Data di registrazione: giovedì, 30 luglio 2009

Lavoro: Studentessa di Psicologia Clinica

  • Invia messaggio privato

28

lunedì, 07 marzo 2011, 21:44

Non avete mai pensato, tu e lo psichiatra, di provare a cambiare cura o aggiustarla? perchè in teoria (ma la teoria è una cosa e la pratica è un'altra purtroppo) non dovresti dover sentire le voci se il disturbo è compensato...
P.s. hai dato un'occhiata a quel link sui gruppi di auto aiuto che ti ho postato ? che ne pensi?
"La Paura bussò alla porta...la Speranza andò ad aprire e .. non c'era nessuno" [M.L. King]

29

mercoledì, 09 marzo 2011, 15:35

Non avete mai pensato, tu e lo psichiatra, di provare a cambiare cura o aggiustarla? perchè in teoria (ma la teoria è una cosa e la pratica è un'altra purtroppo) non dovresti dover sentire le voci se il disturbo è compensato...
P.s. hai dato un'occhiata a quel link sui gruppi di auto aiuto che ti ho postato ? che ne pensi?
Alla fine di Marzo, devo rivederlo, cerchero' di spiegargli meglio il disagio che mi causano le voci. Tra l'altro, oggi sono stato sereno al 90% per tutta la mattinata, ma circa verso le due sono dovuto venire a casa, allo stato attuale il termometro segna 38 e 8 di febbre, riesco a malapena a stare seduto e a scrivere.
Appena posso cerco di dare un'occhiata ai link che mi hai indicato.

Che tu creda di farcela o di non farcela avrai comunque ragione. (Henry Ford)

Bettyboop

Amico Inseparabile

  • "Bettyboop" è una donna

Posts: 1.483

Activity points: 4.617

Data di registrazione: giovedì, 30 luglio 2009

Lavoro: Studentessa di Psicologia Clinica

  • Invia messaggio privato

30

mercoledì, 09 marzo 2011, 21:15

In questa stagione ci si ammala facilmente :)

Si, secondo me è molto importante che gli spieghi bene il disagio di sentire le voci... lui puo' fare un aggiustamento terapeutico, xche se ancora senti le voci -ogni tanto- significa forse che il disturbo non è del tutto compensato!!
"La Paura bussò alla porta...la Speranza andò ad aprire e .. non c'era nessuno" [M.L. King]