Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gretel

✿Devo essere una Sirena✿ ♥Non ho paura della profondità ma ho un gran timore della vita superficiale♥

  • "Gretel" ha iniziato questa discussione
  • Invia messaggio privato

31

mercoledì, 02 maggio 2012, 13:33

Ho l'idee un po' confuse, vorrei un chiarimento su alcuni termini. Pensieri ossessivi (vissuti dalla persona come intrusivi) e DOC, sono la stessa cosa? In cosa consiste la differenza se esiste?

Elliot

Utente Attivo

  • "Elliot" è stato interdetto da questo forum

Posts: 51

Activity points: 174

Data di registrazione: martedì, 04 gennaio 2011

  • Invia messaggio privato

32

mercoledì, 02 maggio 2012, 13:41

In apertura parla del problema ansia e in chiusura parla della cognitiva comportamentale. E' cosi infatti,ma l'autore del libro non dice nulla di nuovo (almeno a me).



Qui sul forum vi focalizzate troppo su questi disturbi,e parlate troppo di medicinali e possibili rimedi. In questo modo entrate anzichè uscire dal tunnel ansia. Ci sono porte che fanno entrare e porte che fanno uscire...

La cognitiva c. è un'ottima terapia, ma non ne volete parlare...e allora tenetevi i disturbi.

Elliot

kimberly

Amico Inseparabile

Posts: 1.390

Activity points: 4.401

Data di registrazione: mercoledì, 03 marzo 2010

  • Invia messaggio privato

33

mercoledì, 02 maggio 2012, 14:01

Personalmente io seguo la TTC e una terapia farmacologica ma non vedo ancora dei risultati.
I farmaci presi sino ad ora o non mi fanno niente o non li tollero o ambe le cose.
Sinceramente dubito che la psicoterapia possa aiutarmi ma comq sto facendo il tentativo.Ho cambiato psicologa ed ho ricominciato da capo questo percorso.Speriamo in bene.
I farmaci,che dire? Il 40% della gente che soffre di doc come me non risponde ai farmaci; non mi meraviglierei se fossi una persona tra queste.A volte penso che se uno ha un disturbo deve finire per tenerselo perhè a volte mi faccio prendere dallo sconforto,altre volte ,invece, sono più' positiva.

Luchino80

Giovane Amico

Posts: 103

Activity points: 582

Data di registrazione: martedì, 17 aprile 2012

  • Invia messaggio privato

34

mercoledì, 02 maggio 2012, 15:03

@gretel sono due cose completamente differenti, puoi chiedere il perché a uno specialista.

@Kimberly

Scusa il fatto che il tuo medico ti continui a prescrivere dei medicinali la cui componente principale è l'effetto placebo dicendoti che il 40% dei pazienti non risponde non ti sembra un approccio quantomeno bizzarro?

Prendy Zyprexa per qualche giorno poi dimmi se gli antipsicotici hanno effetto sul doc..... sono efficacissimi se non fosse che hanno effetti devastanti sull'organismo che ne rendono praticabile l'impiego solo in casi estremi(ma forse nemmeno in quelli).

la terapia comportamentale è l'unica cosa dalla quale non si può prescindere.

Questo post è stato modificato 2 volta(e), ultima modifica di "Luchino80" (02/05/2012, 15:17)


Luchino80

Giovane Amico

Posts: 103

Activity points: 582

Data di registrazione: martedì, 17 aprile 2012

  • Invia messaggio privato

35

mercoledì, 02 maggio 2012, 15:29

Elliot hai ragione la terpia cognitivo comportamentale è la soluzione migliore.

Scusa per il diverbio di prima ma considera che nei soggetti ansiosi ci può essere presente un grande componente ipocondriaca quindi mai dirgli che soffre di ossessioni se non si è certi al 100%.

kimberly

Amico Inseparabile

Posts: 1.390

Activity points: 4.401

Data di registrazione: mercoledì, 03 marzo 2010

  • Invia messaggio privato

36

mercoledì, 02 maggio 2012, 18:10

Scusa il fatto che il tuo medico ti continui a prescrivere dei medicinali la cui componente principale è l'effetto placebo dicendoti che il 40% dei pazienti non risponde non ti sembra un approccio quantomeno bizzarro?


Io sapevo già che il 40% dei pazienti che soffrono di DOC e' farmaco resistente.Questa informazione l'avevo letta e ho chiesto conferma al mio dottore.
Lui comq sostiene che prima di fare una diagnosi di farmaco-resistenza bisogna provare i farmaci disponibili nei dosaggi e tempi corretti.
Io oltretutto alcuni farmaci non posso prenderli perché mi creano effetti collaterali che non riesco a tollerare.Ora si sta valutando se continuerò' a prendere o meno l'Anafranil perché mi da tantissima sonnolenza.

Spaghettoalpomodoro

Utente Attivo

Posts: 17

Activity points: 58

Data di registrazione: lunedì, 30 aprile 2012

  • Invia messaggio privato

37

mercoledì, 02 maggio 2012, 19:41

hahaa comunque io sono qui che leggo GRAZIE!!!!a parte tutto io so LUCHINO che è l'ansia a provocarmi certi pensieri...solo che quando sei in ansia pensi di avere di tutto di più ogni cosa che vedi anche in tv dici ottio cè l ho!!!!ma io sono consapevole che è solo l'ansia forte aprovocari queste cose!!!e siceramente penso che l'unica cura sia la psicoterapia e la buona volontà e determinazione perchè il farmaco serve solo a nascondere temporaneamente il problema...perchè se non lo affronti dovrai solamente aumentare la dose!!!ps non vi ho detto che studio infermieristica sto per diventare infermiera....quindi di queste cose ne sento parlare in continuazione durante le l lezioni....proprio oggi ho studiato a lezione gli psicofarmaci le benzodiazepine gli antidepr agli antipsicotici!!!eccc non ha fatto che avvalorare la mia tesi la dottoressa!!
cioè a reale problema servono ha fatto l'esempio:"se uno ha problemi di cuore che fa va dal cardiologo e si fa prescrivere ad esempio un antiaritmico.ecco se uno ha dei problemi di depressione o ansia ecc dva dallo psichiatra e si fa prescrivere i farmaci!!in realtà non hano un effetto placebo anzi vanno proprio a fare effetto sul problema...ora non vi sto a spiegare in termini tecnici tipo recettori gaba eccc ma cmq va SEMPRE SEMPRE accomagnata da una terapia PSICOLOGICA!!!altrimenti il nostro colrpo non fa altro che abituarsi al farmaco e volere sempre eve prenderliuna dose più elevata!!!quindi doc non doc dap non dap bisogna accomapagnare farmaco+psicoterapia!!

Fba

Giovane Amico

Posts: 177

Activity points: 734

Data di registrazione: venerdì, 09 dicembre 2011

  • Invia messaggio privato

38

giovedì, 03 maggio 2012, 00:32

Non siete molto confortanti, questa sera ho avuto una serata all'insegna dell'ansia più totale. Sono stato a cena dalle persone che amo di più al mondo cioè i miei genitori e come al solito ho avuto i per tutta la serata i miei pensieri ossessivi aggressivi, paure infondate che fortunatamente sono riuscito a contenere, eppure la mia mente dovrebbe essere stufa di pensare le stesse cose quando mi si ripropongono, le solite ansie che mi attanagliano dovrebbero scemare nel tempo, mi capita maggiormente di sera con la stanchezza e me le porto dietro fino a che non vado a dormire solo voi potete capire vivere con queste angoscie, non so più cosa vuol dire avere momenti pulizia mentale spero che riesco un giorno a non dare più peso a questi mie pensieri così da farli scomparire.

pw81

Colonna del Forum

Posts: 1.823

Activity points: 6.813

Data di registrazione: mercoledì, 18 giugno 2008

  • Invia messaggio privato

39

giovedì, 03 maggio 2012, 00:58

l'unico rimedio trovato finora è l'alcool. ma prenderlo anche al lavoro mi sembra esagerato.
''il depresso è un narcisista fallito''

Elliot

Utente Attivo

  • "Elliot" è stato interdetto da questo forum

Posts: 51

Activity points: 174

Data di registrazione: martedì, 04 gennaio 2011

  • Invia messaggio privato

40

giovedì, 03 maggio 2012, 09:35

Ciao Fba, io sono riuscito a sconfiggere l'ansia,dopo aver sofferto una vita intera. il mio medico curante(quello di famiglia), mi diceva :anch'io ho questi problemi,mi stendo sul letto e aspetto che mi passi....Questo me lo diceva circa 20 anni fa,quando sull'ansia non si sapeva ancora quasi nulla(intendo confrontato ad oggi). Non ci sono misteri irrisolti,oggi si sa tutto sull'ansia e c'è la possibilità concreta di uscire da questo "incubo"

addirittura anche senza prendere porcherie(ansiolitici).

Io ho tentato di mettere la mia esperienza a disposizione raccontando come ho fatto,chi mi ha aiutato,quanto tempo ci ho impiegato,quali sono state le fasi decisive e altro ancora. Ma gli utenti del forum non sono interessati a questo,è incredibile ma è cosi, non mi è stata posta nessuna domanda,disinteresse totale. Ho provato anche a inviare messaggi privati, nulla di nulla. Gli utenti sono come "accesi" dalla voglia di esporre il loro punto di vista sui vari argomenti e non si accorgono nemmeno che qualcuno ne è venuto fuori.



Io ti capisco benissimo,so bene che soffriamo anche nei momenti in cui dovremmo essere rilassati. C'è una spiegazione anche a questo,come dicevo prima non ci sono più misteri....



Io non ho nulla contro questo forum,è ben strutturarto e organizzato, però l'utente che scrive troppo finisce col focalizzarsi sul dap-doc-mic-mer-mot e altro e perde di vista ciò che è più importante,cioè la vera istruzione sulle problematiche dell'ansia.

Io ho frequentato un'associazione di volontariato per la prevenzione dell'ansia,li ho appreso un'infinità di nozioni e informazioni tutte utili per combattere questo male che affligge una gran parte della popolazione.

Ti consiglio di fare altrettanto e di dedicare tempo a questo "progetto". Solo cosi riuscirai a capire i meccanismi che innescano lo stato d'animo negativo e come fronteggiare le situazioni del "torrente del quotidiano".

La strada buona è questa.



Elliot

kimberly

Amico Inseparabile

Posts: 1.390

Activity points: 4.401

Data di registrazione: mercoledì, 03 marzo 2010

  • Invia messaggio privato

41

giovedì, 03 maggio 2012, 12:54

'utente che scrive troppo finisce col focalizzarsi sul dap-doc-mic-mer-mot e altro e perde di vista ciò che è più importante,cioè la vera istruzione sulle problematiche dell'ansia.


Una persona si informa in base alle propria diagnosi anche perché ne esistono tanti disturbi ansiosi ed anche avendo lo stesso disturbo una persona è bene diversa dagli altri.

o ho tentato di mettere la mia esperienza a disposizione raccontando come ho fatto,chi mi ha aiutato,quanto tempo ci ho impiegato,quali sono state le fasi decisive e altro ancora. Ma gli utenti del forum non sono interessati a questo,è incredibile ma è cosi, non mi è stata posta nessuna domanda,disinteresse totale. Ho provato anche a inviare messaggi privati, nulla di nulla. Gli utenti sono come "accesi" dalla voglia di esporre il loro punto di vista sui vari argomenti e non si accorgono nemmeno che qualcuno ne è venuto fuori.


Quello che è andato bene per te non è detto che sia altrettanto valido e utile per gli altri; siamo tutti diversi.

Spaghettoalpomodoro

Utente Attivo

Posts: 17

Activity points: 58

Data di registrazione: lunedì, 30 aprile 2012

  • Invia messaggio privato

42

giovedì, 03 maggio 2012, 19:39

grande elliot!!!vorrei parlare in privato mi dai il tuo contatto msn???cmq anche io penso che si possa uscire.....solo è dura questo è vero non si può negare!!!!ma l'importante è crederci e lottare!!!
tutti siamo ansiosi chi + chi meno!!!ma se vuoi puoi davvero!!!non esiste non posso!!!quello è non VOGLIO!!!oggi ad esempio mi sono tornate le ossessioni
in un monento della giornata!!!mi sono fermata ho respirato e ho detto tranquilla è la tua testa che ti fa pensare queste cose ma in realtò non le farai!!!
ho continuato a repsirare poi ho ripreso a fare quello che facevo e mi è passato!!!
non so se può aiutarti xò io faccio così!!!m concentro su me stessa sul mio respiro e mi dico che è l ansia che m fa pensare queste cose non io e sopratutto che mai le farò!!!
anche se al momento pensi che sia impossibile li ti sale il panico e nn t controlli ed entrano tanti meccanismi fisiologici che ti fregano soltanto!!
pensa positivo!!!pensa che non è reale!!!però non pensarci troppo altrimenti poi ricadi nell'ossessione devi cercare di tranquillizzarti e far tornare nella norma la pressione la respirazione ecc xkè sono qst cose accelerate che ti creano il panico!!una volta che le controlli ti passa tutto e ci ridi sopra!!PROVA!!!

luke

Alla ricerca di me stesso..

  • "luke" è un uomo

Posts: 824

Activity points: 2.913

Data di registrazione: domenica, 27 febbraio 2011

  • Invia messaggio privato

43

giovedì, 03 maggio 2012, 20:49

ragazzi vi capita di avere dei dubbi riguardo al fatto se i vostri pensieri siano frutto dell'ansia o siano frutto effettivamente del vostro essere...ogni tanto mi viene in mente un dubbio del genere,ed è orribile..come se non riuscissi a distinguere cosa sono realmente,cosa voglio realmente:(

Pops

I told You, I was trouble

  • "Pops" è una donna

Posts: 73

Activity points: 296

Data di registrazione: giovedì, 01 dicembre 2011

  • Invia messaggio privato

44

giovedì, 03 maggio 2012, 21:11

Ooooops! Scusa SPAGHETTO AL POMODORO.. sono un pò stordita! :thumbsup:

45

giovedì, 03 maggio 2012, 21:58

:S :S :S :S :S :S

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "_Lilith_" (29/08/2012, 05:55)


Threads simili