Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

Thewolf

Non registrato

1

lunedì, 11 febbraio 2019, 15:19

Sono in crisi...

Ciao ragazzi , io ho già creato un thread il 10 dicembre nel quale spiegavo la situazione in cui mi trovavo un po' in generale , ma adesso scrivendo quest'altro thread vorrei aggiungere molti altri dettagli per delineare meglio e con più particolari la situazione in questione , anche perché in questi circa due mesi che sono trascorsi ho avuto momenti di grande difficoltà e disorientamento . Vorrei già ringraziare di cuore coloro che riusciranno a leggere tutto questo thread e che mi daranno consigli .
Io ho 19 anni e l'anno scorso ho finito le scuole superiori (Liceo Classico) , però prima di settembre scorso non avevo la minima idea di cosa studiare all'università . Arrivato il momento di scegliere ho optato per ingegneria che però dopo pochi giorni ho subito capito non essere la cosa giusta per me e quindi mi sono preso un po' di tempo per decidere che strada intraprendere . Dopo varie riflessioni ho deciso per giurisprudenza , onestamente non per passione , ma soltanto per esclusione . In tutto questo il giorno prima del mio primo giorno di università ho fumato erba con i miei amici e mi sono sentito veramente male per molte ore , probabilmente per l'ansia per il giorno dopo . I sintomi nei giorni successivi si sono temporaneamente appiattiti , nel frattempo però avevo deciso di lasciare ingegneria per studiare qualcos'altro e ho passato una settimana e mezzo di stress che ha toccato picchi stellari per decidere la nuova facoltà . Scelta giurisprudenza sono incominciati a comparire di volta in volta sintomi prima di derealizzazione e poi dopo anche di depersonalizzazione . In questo periodo già brutto di suo si è aggiunto anche un lutto (mia nonna) ed io chiaramente ho un po' risentito di questa botta . Fino a che tra novembre e dicembre ho avuto (di notte) un attacco di ansia molto forte che mi ha fatto molto spaventare e che mi ha poi portato a rivolgermi ad uno psicoterapeuta . Nel periodo immediatamente successivo i momenti di ansia acuta si sono ripresentati periodicamente ed io non sapevo cosa mi stesse succedendo . Ovviamente in queste settimane ho preso la decisione di lasciare temporaneamente lo studio .
Adesso con il passare del tempo dal punto di vista degli attacchi di ansia acuti sono migliorato però in quest'ultimo periodo ho un umore molto basso quasi tutti giorni e non riesco a vedere la via di uscita a questa situazione che è diventata per me veramente insostenibile . Adesso sono preda di ossessioni e di una derealizzazione abbastanza blanda , ma come ho già detto la cosa che più mi fa stare male è la sintomatologia depressiva . Ci tengo a dire che il rapporto coi miei genitori è buono e che loro mi stanno sostenendo molto in questa situazione ; oltre a loro poi io ho anche un gruppetto ristretto di amici che sanno di questo mio problema e che mi stanno supportando . Il mio psicoterapeuta poi mi dice di stare tranquillo e che questa condizione andrà ad affievolirsi con il tempo .
Io però non so cosa pensare...mi sono trovato in delle circostanze di forte crisi che mai avrei potuto immaginare e che sono state semplicemente più grandi di me . Inoltre parlando con il mio terapeuta ho capito di essere da parecchio tempo una persona ossessiva , e le mie ossessioni soprattutto nel passato erano delle ossessioni senza senso e naturalmente io sapevo che lo erano però non riconoscevo che costituivano un circolo ossessivo . Io onestamente se penso alle ossessioni che avevo e se le analizzo in maniera fredda penso che potevano essere soltanto di una persona che ha gravi problemi , il fatto che mi rincuora è che io sapevo perfettamente che erano delle cose senza senso , ne avevo la piena consapevolezza . Ho anche riflettuto sul fatto che io sono sempre stato uno con un umore medio comunque basso e probabilmente questa fase di grande crisi e incertezza presto o tardi sarebbe dovuta arrivare . In pratica in concomitanza con questo momento ho capito che a parte l'ambito universitario in me c'era insoddisfazione per tanti settori , ad esempio il settore degli amori , infatti ho avuto numerose relazioni ma sempre brevi e di poca importanza .
Io ve lo confesso con la più piena sincerità : in queste ultime settimane mi ha anche sfiorato l'idea del suicidio , io credo che non farei mai un atto simile però questa cosa mi ha intrigato per un po' dato che rappresenta una via di fuga sicura e definitiva .
Ho delle cose che avrei il piacere di chiedervi : secondo voi questa situazione (questa è la mia maggiore preoccupazione) come potrà evolversi ? Cosa potrei fare nel frattempo per stare meglio ? Quanto potrebbe durare la cura dallo psicoterapeuta (il quale non mi ha prescritto alcun farmaco perché dice che non ce n'è bisogno) ?
Ringrazio chi è riuscito ad arrivare a leggere fino a qua e a chi mi risponderà :)

pino33bis

Giovane Amico

Posts: 300

Activity points: 528

Data di registrazione: venerdì, 28 giugno 2013

  • Invia messaggio privato

2

lunedì, 11 febbraio 2019, 17:23

Che tipo di psicoterapia stai facendo?

Thewolf

Non registrato

3

lunedì, 11 febbraio 2019, 17:44

Guarda onestamente sono seguito da uno psicoterapeuta (1-2 volte a settimana) , però non ho intrapreso un vero e proprio percorso di psicoterapia . Comunque credo che il mio psicoterapeuta faccia terapia cognitivo-comportamentale .

Longobardo

Utente Fedele

Posts: 821

Activity points: 1.241

Data di registrazione: giovedì, 20 giugno 2013

  • Invia messaggio privato

4

lunedì, 11 febbraio 2019, 18:03

Citato

In tutto questo il giorno prima del mio primo giorno di università ho fumato erba con i miei amici e mi sono sentito veramente male per molte ore , probabilmente per l'ansia per il giorno dopo


No , ti sei sentito male perche' l erba in soggetti predispositi , come te , scatena ansia ed attacchi di panico .
direi per prima cosa di scommetterla di farti le canne

Thewolf

Non registrato

5

lunedì, 11 febbraio 2019, 18:06

Dopo quell'episodio non ho più fumato ovviamente ...

Thewolf

Non registrato

6

lunedì, 11 febbraio 2019, 18:30

pino33bis credo che il mio psicoterapeuta faccia la terapia cognitivo comportamentale . Io però per ora sto solo facendo dei colloqui (1-2 volte a settimana) e non sto seguendo un vero e proprio percorso terapeutico .
Longobardo si hai ragione io adesso ovviamente non sto fumando più canne ...

kaimano656

Non registrato

7

lunedì, 11 febbraio 2019, 18:39

Ciao ragazzi , io ho già creato un thread il 10 dicembre nel quale spiegavo la situazione in cui mi trovavo un po' in generale , ma adesso scrivendo quest'altro thread vorrei aggiungere molti altri dettagli per delineare meglio e con più particolari la situazione in questione , anche perché in questi circa due mesi che sono trascorsi ho avuto momenti di grande difficoltà e disorientamento . Vorrei già ringraziare di cuore coloro che riusciranno a leggere tutto questo thread e che mi daranno consigli .
Io ho 19 anni e l'anno scorso ho finito le scuole superiori (Liceo Classico) , però prima di settembre scorso non avevo la minima idea di cosa studiare all'università . Arrivato il momento di scegliere ho optato per ingegneria che però dopo pochi giorni ho subito capito non essere la cosa giusta per me e quindi mi sono preso un po' di tempo per decidere che strada intraprendere . Dopo varie riflessioni ho deciso per giurisprudenza , onestamente non per passione , ma soltanto per esclusione . In tutto questo il giorno prima del mio primo giorno di università ho fumato erba con i miei amici e mi sono sentito veramente male per molte ore , probabilmente per l'ansia per il giorno dopo . I sintomi nei giorni successivi si sono temporaneamente appiattiti , nel frattempo però avevo deciso di lasciare ingegneria per studiare qualcos'altro e ho passato una settimana e mezzo di stress che ha toccato picchi stellari per decidere la nuova facoltà . Scelta giurisprudenza sono incominciati a comparire di volta in volta sintomi prima di derealizzazione e poi dopo anche di depersonalizzazione . In questo periodo già brutto di suo si è aggiunto anche un lutto (mia nonna) ed io chiaramente ho un po' risentito di questa botta . Fino a che tra novembre e dicembre ho avuto (di notte) un attacco di ansia molto forte che mi ha fatto molto spaventare e che mi ha poi portato a rivolgermi ad uno psicoterapeuta . Nel periodo immediatamente successivo i momenti di ansia acuta si sono ripresentati periodicamente ed io non sapevo cosa mi stesse succedendo . Ovviamente in queste settimane ho preso la decisione di lasciare temporaneamente lo studio .
Adesso con il passare del tempo dal punto di vista degli attacchi di ansia acuti sono migliorato però in quest'ultimo periodo ho un umore molto basso quasi tutti giorni e non riesco a vedere la via di uscita a questa situazione che è diventata per me veramente insostenibile . Adesso sono preda di ossessioni e di una derealizzazione abbastanza blanda , ma come ho già detto la cosa che più mi fa stare male è la sintomatologia depressiva . Ci tengo a dire che il rapporto coi miei genitori è buono e che loro mi stanno sostenendo molto in questa situazione ; oltre a loro poi io ho anche un gruppetto ristretto di amici che sanno di questo mio problema e che mi stanno supportando . Il mio psicoterapeuta poi mi dice di stare tranquillo e che questa condizione andrà ad affievolirsi con il tempo .
Io però non so cosa pensare...mi sono trovato in delle circostanze di forte crisi che mai avrei potuto immaginare e che sono state semplicemente più grandi di me . Inoltre parlando con il mio terapeuta ho capito di essere da parecchio tempo una persona ossessiva , e le mie ossessioni soprattutto nel passato erano delle ossessioni senza senso e naturalmente io sapevo che lo erano però non riconoscevo che costituivano un circolo ossessivo . Io onestamente se penso alle ossessioni che avevo e se le analizzo in maniera fredda penso che potevano essere soltanto di una persona che ha gravi problemi , il fatto che mi rincuora è che io sapevo perfettamente che erano delle cose senza senso , ne avevo la piena consapevolezza . Ho anche riflettuto sul fatto che io sono sempre stato uno con un umore medio comunque basso e probabilmente questa fase di grande crisi e incertezza presto o tardi sarebbe dovuta arrivare . In pratica in concomitanza con questo momento ho capito che a parte l'ambito universitario in me c'era insoddisfazione per tanti settori , ad esempio il settore degli amori , infatti ho avuto numerose relazioni ma sempre brevi e di poca importanza .
Io ve lo confesso con la più piena sincerità : in queste ultime settimane mi ha anche sfiorato l'idea del suicidio , io credo che non farei mai un atto simile però questa cosa mi ha intrigato per un po' dato che rappresenta una via di fuga sicura e definitiva .
Ho delle cose che avrei il piacere di chiedervi : secondo voi questa situazione (questa è la mia maggiore preoccupazione) come potrà evolversi ? Cosa potrei fare nel frattempo per stare meglio ? Quanto potrebbe durare la cura dallo psicoterapeuta (il quale non mi ha prescritto alcun farmaco perché dice che non ce n'è bisogno) ?
Ringrazio chi è riuscito ad arrivare a leggere fino a qua e a chi mi risponderà :)
Allora innanzitutto ciao pure io ho 19 anni , da quel che mi pare di aver capito hai fatto 2 scelte sbagliate
1) come ha detto longobardo cerca di evitare le canne che non sono altro che scappatoie futili e aumentano la paranoia nei soggetti predisposti
2) valuta bene se il percorso che hai scelto ti soddisfi, perchè fare delle materie che odi aumentano la tua insoddisfazione e automaticamente ansia etc etc...cerca di parlarne con il tuo psicoterapeuta sul fatto delle idee suicide anche se lievi saprà meglio di me cosa dirti,lui deve sapere tutto quello che pensi solo cosi potrà aiutarti davvero, non ti preoccupare invece per le relazioni, il consiglio che posso darti è prima cerca di stare bene con te stesso , solo così potrai avere una relazione totalmente soddisfacente, perchè ti parlo per esperienza una relazione avendo delle ossessioni è snervante dubiti ogni secondo delle tue emozioni verso l'altro e finisci per soffocare il rapporto, hai 19 anni come me lavora su te stesso ne hai di tempo non demoralizzarti!! ;)

Thewolf

Non registrato

8

lunedì, 11 febbraio 2019, 19:20

kaimano656 innanzitutto grazie per i consigli . Adesso comunque io non sto studiando più perché studiare in queste condizioni è deleterio e ho pensato di prendermi un periodo di pausa per decidere poi l'anno prossimo per bene che strada universitaria intraprendere

Longobardo

Utente Fedele

Posts: 821

Activity points: 1.241

Data di registrazione: giovedì, 20 giugno 2013

  • Invia messaggio privato

9

lunedì, 11 febbraio 2019, 19:53

hai fatto bene a smettere di fumare erba , mi sembra un altra buona cosa prenderti del tempo per decidere con piu' attenzione che facolta' scegliere .
Tieni presente , tra le altre cose , che una decisione sul percorso da seguire deve tener conto della possibilità' di trovare lavoro una volta finito di studiare

kaimano656

Non registrato

10

lunedì, 11 febbraio 2019, 20:22

Si fai bene prenditi il tuo tempo per ragionare sul tuo futuro, per il resto cerca di rilassarti (anche se é difficile) tanto non c'è furia