Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

SAW

Giovane Amico

  • "SAW" è un uomo
  • "SAW" ha iniziato questa discussione

Posts: 111

Activity points: 613

Data di registrazione: lunedì, 27 dicembre 2010

  • Invia messaggio privato

1

sabato, 07 maggio 2011, 19:11

rivotril

Qualcuno di voi ha mai assunto il rivotril?
e come vi siete trovati?
è meglio in gocce o in pastiglie?

klaire72

Utente Attivo

  • "klaire72" è una donna

Posts: 27

Activity points: 88

Data di registrazione: venerdì, 29 aprile 2011

Località: roma

  • Invia messaggio privato

2

sabato, 07 maggio 2011, 23:19

Io mi sono trovata molto bene con Il Rivotril, oltre ad essere un ansiolitico credo che abbia qualche effetto sulla stabilizzazione dell'umore. Non c'è differenza tra gocce e compresse ai fini degli effetti, io trovavo le gocce più comode perchè potevo aumentare o diminuire il dosaggio anche di poco a seconda delle necessità e perchè le portavo sempre con me in caso avessi avuto bisogno di prenderne qualcuna in più!

SAW

Giovane Amico

  • "SAW" è un uomo
  • "SAW" ha iniziato questa discussione

Posts: 111

Activity points: 613

Data di registrazione: lunedì, 27 dicembre 2010

  • Invia messaggio privato

3

domenica, 08 maggio 2011, 13:56

Io mi sono trovata molto bene con Il Rivotril, oltre ad essere un ansiolitico credo che abbia qualche effetto sulla stabilizzazione dell'umore. Non c'è differenza tra gocce e compresse ai fini degli effetti, io trovavo le gocce più comode perchè potevo aumentare o diminuire il dosaggio anche di poco a seconda delle necessità e perchè le portavo sempre con me in caso avessi avuto bisogno di prenderne qualcuna in più!
Grazie per la risposta.
Io ne prendo 45 gocce al girno cio' 15 x 3 da 3 giorni ma voglio smettere perchè mi dà evidenti problemi sessuali.
Forse è il dosaggio alto ma io no so :hmm:

klaire72

Utente Attivo

  • "klaire72" è una donna

Posts: 27

Activity points: 88

Data di registrazione: venerdì, 29 aprile 2011

Località: roma

  • Invia messaggio privato

4

lunedì, 09 maggio 2011, 23:10

In effetti sembra un po' alto come dosaggio, immagino che te l'abbia consigliato il tuo psichiatra. Cq ti consiglio di rivolgerti sempre a lui per un'eventuale modifica. Il Rivotril è un ansiolitico come un altro, per quanto ne so io non dovrebbe dare particolari effetti collaterali, i problemi sessuali non potrebbero essere legati proprio all'ansia? :?:

SAW

Giovane Amico

  • "SAW" è un uomo
  • "SAW" ha iniziato questa discussione

Posts: 111

Activity points: 613

Data di registrazione: lunedì, 27 dicembre 2010

  • Invia messaggio privato

5

lunedì, 09 maggio 2011, 23:23

In effetti sembra un po' alto come dosaggio, immagino che te l'abbia consigliato il tuo psichiatra. Cq ti consiglio di rivolgerti sempre a lui per un'eventuale modifica. Il Rivotril è un ansiolitico come un altro, per quanto ne so io non dovrebbe dare particolari effetti collaterali, i problemi sessuali non potrebbero essere legati proprio all'ansia? :?:
ciao, no prima di prendere rivotril non li avevo.
Comunque ora il mio psichiatra me le ha scalate a 30 ,ossia 10 x 3 volte al giorno.
ma tu quante ne prendevi?

klaire72

Utente Attivo

  • "klaire72" è una donna

Posts: 27

Activity points: 88

Data di registrazione: venerdì, 29 aprile 2011

Località: roma

  • Invia messaggio privato

6

martedì, 10 maggio 2011, 09:21

Io prendevo 2 compresse da 0,5 (5 gocce) x 2 volte al giorno. Però assumevo anche Sereupin (un antidepressivo), per i suoi effetti sull'ansia. Non so quale sia il tuo problema ma quando l'ansia è tanta, o ci sono attacchi di panico ormai gli psichiatri non utilizzano più solo ansiolitici

SAW

Giovane Amico

  • "SAW" è un uomo
  • "SAW" ha iniziato questa discussione

Posts: 111

Activity points: 613

Data di registrazione: lunedì, 27 dicembre 2010

  • Invia messaggio privato

7

mercoledì, 11 maggio 2011, 09:01

Ciao, grazie per la risposta .
Volevo farti alcune domande se non ti scoccia.
Tu scrivi prendevo quindi vuoldire che ora non prendi piu' nulla e l'ansia ti è passata?
Ora ti scrivo la mia terapia e se vuoi mi dai un tuo parere.
elontril 300mg al mattino da 4 mesi
lyrica 150mg x2 mattino e sera da 3 mesi
rivotril 2,5 mg 30 gocce ossia 10 mattino 10 mezzogiorno e 10 la sera da 3 giorni
valdoxan 25 mg dopo cena da 2 giorni.
Tutto questo per l'ansia e la depressione.
Ti sembrano troppi farmaci?
Li conosci ?
E che parere mi puoi dare su ognuno di essi, soprattutto sul valdoxan che ho appena iniziato a prendere?
Rispondi solo se hai tempo e voglia.
Grazie in anticipo. :hi:

klaire72

Utente Attivo

  • "klaire72" è una donna

Posts: 27

Activity points: 88

Data di registrazione: venerdì, 29 aprile 2011

Località: roma

  • Invia messaggio privato

8

domenica, 15 maggio 2011, 14:20

Ciao, la mia storia è questa: circa un anno fa sono rimasta incinta e per evitare danni al bambino ho dovuto sospendere tutti i farmaci che stavo prendendo (soprattutto gli antidepressivi), l'ansia non è passata (... anzi!) e mi hanno fatto sostituire il Rivotril con un ansiolitico ad emivita più breve. Per quanto ne so io gli ansiolitici hanno tutti lo stesso meccanismo di azione, la differenza è l'emivita, quindi il tempo in cui restano nell'organismo. Personalmente di dico che ho provato diversi ansiolitici ma non ho mai trovato grosse differenze negli effetti. Ora sto prendendo lo xanax ma il mio psichiatra sta pensando di farmi riprendere il Rivotril perchè dice che è un buon farmaco.

Riguardo l'altra non domanda non so risponderti primo perchè non conosco i farmaci che stai prendendo e poi perchè non sono un medico, e non conosco la tua situazione, la diagnosi qual è? Certo mi sembrano un po' tanti.. tu hai fiducia nella persona che te li ha dati?

SAW

Giovane Amico

  • "SAW" è un uomo
  • "SAW" ha iniziato questa discussione

Posts: 111

Activity points: 613

Data di registrazione: lunedì, 27 dicembre 2010

  • Invia messaggio privato

9

mercoledì, 18 maggio 2011, 01:37

Ciao, la mia storia è questa: circa un anno fa sono rimasta incinta e per evitare danni al bambino ho dovuto sospendere tutti i farmaci che stavo prendendo (soprattutto gli antidepressivi), l'ansia non è passata (... anzi!) e mi hanno fatto sostituire il Rivotril con un ansiolitico ad emivita più breve. Per quanto ne so io gli ansiolitici hanno tutti lo stesso meccanismo di azione, la differenza è l'emivita, quindi il tempo in cui restano nell'organismo. Personalmente di dico che ho provato diversi ansiolitici ma non ho mai trovato grosse differenze negli effetti. Ora sto prendendo lo xanax ma il mio psichiatra sta pensando di farmi riprendere il Rivotril perchè dice che è un buon farmaco.

Riguardo l'altra non domanda non so risponderti primo perchè non conosco i farmaci che stai prendendo e poi perchè non sono un medico, e non conosco la tua situazione, la diagnosi qual è? Certo mi sembrano un po' tanti.. tu hai fiducia nella persona che te li ha dati?
Ciao.
Ti sei trovata meglio con lo xanax o il rivotril?e perchè?
Si mi fido del mio psichiatra perchè mi ha fatto fare le analisi del fagato dopo 5 mesi che prendo farmaci e mi ha detto che sono perfetti.
La terapia ha alti e bassi, ma penso che sia nornale e poi lui mi tratta sempre bene è molto disponibile.

jox

Amico Inseparabile

  • "jox" è un uomo

Posts: 1.054

Activity points: 3.463

Data di registrazione: venerdì, 20 agosto 2010

Località: sondrio

  • Invia messaggio privato

10

giovedì, 19 maggio 2011, 15:06

Ciao, la mia storia è questa: circa un anno fa sono rimasta incinta e per evitare danni al bambino ho dovuto sospendere tutti i farmaci che stavo prendendo (soprattutto gli antidepressivi), l'ansia non è passata (... anzi!) e mi hanno fatto sostituire il Rivotril con un ansiolitico ad emivita più breve. Per quanto ne so io gli ansiolitici hanno tutti lo stesso meccanismo di azione, la differenza è l'emivita, quindi il tempo in cui restano nell'organismo. Personalmente di dico che ho provato diversi ansiolitici ma non ho mai trovato grosse differenze negli effetti. Ora sto prendendo lo xanax ma il mio psichiatra sta pensando di farmi riprendere il Rivotril perchè dice che è un buon farmaco.

Riguardo l'altra non domanda non so risponderti primo perchè non conosco i farmaci che stai prendendo e poi perchè non sono un medico, e non conosco la tua situazione, la diagnosi qual è? Certo mi sembrano un po' tanti.. tu hai fiducia nella persona che te li ha dati?
Ciao.
Ti sei trovata meglio con lo xanax o il rivotril?e perchè?
Si mi fido del mio psichiatra perchè mi ha fatto fare le analisi del fagato dopo 5 mesi che prendo farmaci e mi ha detto che sono perfetti.
La terapia ha alti e bassi, ma penso che sia nornale e poi lui mi tratta sempre bene è molto disponibile.

il rivotril dura di piu' quindi è meglio dello xanax (parere mio)

Incognita

Giovane Amico

  • "Incognita" è una donna

Posts: 249

Activity points: 964

Data di registrazione: venerdì, 22 maggio 2009

Lavoro: Studentessa

  • Invia messaggio privato

11

venerdì, 20 maggio 2011, 00:01

Ciao potresti provare a postare i tuoi dubbi e perplessità nellìarea sugli psicofarmaci dove risponde uno psichiatra giustom per avere un parere in più!
In bocca al lupo!
E' da qui non c'è niente di piu naturale che
fermarsi un momento a pensare
che le piccole cose son quelle più vere
e restano dentro di te
e ti fanno sentire il calore
ed è quella la sola ragione
per guardare in avanti e capire
che in fondo ti dicono quel che sei...