Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

Mambo

Vivi

  • "Mambo" è un uomo
  • "Mambo" ha iniziato questa discussione

Posts: 315

Activity points: 1.445

Data di registrazione: mercoledì, 11 agosto 2010

  • Invia messaggio privato

1

martedì, 12 ottobre 2010, 09:54

Quanto vi limitano i vostri disturbi?

Non so se la questione è già stata affrontata in un thread apposito.
Tutti noi, più o meno, abbiamo descritto qua e la nel forum quanto ci
limitano i nostri disturbi, ma sarebbe utile raccogliere le opinioni in un unico
thread.
Allora la domanda è questa: quanto vi limitano i vostri disturbi nella
vita quotidiana? Riuscite a fare tutto quello che riesce ad una persona
che non soffre di tali disturbi?
Per esempio riuscite a guidare normalmente, anche per lunghi tragitti?
Riuscite a fare la spesa in un ipermercato in orario di punta affolatissimo?
A mangiare al ristorante con tante persone?
A lavorare normalmente? A studiare? A dormire?
A viaggiare? A conoscere persone nuove?
Il fine settimana per voi è un desiderio o una tragedia, come accade a me?
E tante altre situazioni... ce ne sono tantissime

Vi va di raccontare?
Qualora ti sentissi inutile e depresso, ricordati che un giorno sei stato
lo spermatozoo più rapido di tutti

Ieri era, e non è più. Domani è mistero. Oggi è un dono.

catlover

Giovane Amico

  • "catlover" è una donna

Posts: 113

Activity points: 479

Data di registrazione: lunedì, 23 febbraio 2009

  • Invia messaggio privato

2

martedì, 12 ottobre 2010, 10:33

Da quando soffro di insonnia (una decina di giorni) non riesco molto a concentrarmi, ho sempre la testa pesante e gli occhi che mi bruciano durante il giorno... miglioro nel tardo pomeriggio, ma ho comunque sempre una certa sonnolenza... di guidare non se ne parla proprio. Per il resto, parlo, scherzo, socializzo... visto che comunque la mia ansia non è tale da compromettere la mia vita sociale. Però ho un sonno...... :sleeping:

3

martedì, 12 ottobre 2010, 10:44

limitano e tanto, ma quello che mi sono sempre imposto (spero di non deludermi mai) è di non abbandonare le cose importanti: lavoro, amici, famiglia.

mi sforzo di esserci e di gestire le situazioni critiche. anche se vorrei viverle con più serenità.
forse è quest'ultima ad essere limitata in questo momento.

samy84

Giovane Amico

Posts: 311

Activity points: 961

Data di registrazione: giovedì, 10 dicembre 2009

  • Invia messaggio privato

4

martedì, 12 ottobre 2010, 10:56

l'ansia mi limita nella mia autonomia...non sono in grado di viaggiare da sola ad esempio...per me è un problema fare anche solo una passeggiata a piedi...Cerco di non abbandonare amici ecc.ma il mio malessere ricade inevitabilmente sui rapporti interpersonali purtroppo....

Ginevra*

Giovane Amico

  • "Ginevra*" è una donna

Posts: 157

Activity points: 625

Data di registrazione: mercoledì, 28 ottobre 2009

Località: milano

Lavoro: studentessa

  • Invia messaggio privato

5

martedì, 12 ottobre 2010, 10:57

Per quanto mi riguarda i miei disturbi mi limitano ma cerco di non farmi sopraffare...Odio stare da sola per lungo tempo in casa ma purtroppo mi tocca, sento spesso l'ansia prima di uscire ma nonostante questo esco, riesco ada andare al supermercato da sola e a fare la spesa (anche se prediligo gli orari in cui non è troppo affollato), riesco a guidare nella mia città e in quelle limitrofe (ma più lontano per ora no :( ) , riesco a studiare, faccio davvero fatica a dare gli esami e alcuni alla fine li dò, altri no...credo che la cosa in cui l'ansia mi limiti di più sia l'università e prendere i mezzi pubblici quando sono da sola...se sono accompagnata tutto diventa più facile! Amo le vacanze e i finesettimane e andare in giro mi piace, sono solo difficili le prime ore...non ho problemi nei rapporti con le persone, sono molto socievole, anzi, più parlo, più l'ansia passa!!! La notte e il risveglio sono i momenti più difficili della giornata e spesso sono sopraffatta da picchi d'ansia...e poi odio dover prendere le goccine anti ansia, ma a volte servono...

Bettyboop

Amico Inseparabile

  • "Bettyboop" è una donna

Posts: 1.480

Activity points: 4.617

Data di registrazione: giovedì, 30 luglio 2009

Lavoro: Studentessa di Psicologia Clinica

  • Invia messaggio privato

6

martedì, 12 ottobre 2010, 12:24

All'inizio (3 anni fa,) quando mi "scoppiarono " il DAP , l'ipocondria e L'acufene mi sono fatta1po limitare...sono stata 2 mesi abbastanza "ferma". Poi per fortuna o capito che dovevo assolutamente reagire e la primissima cosa che ho fatto è stata una visita psichiatrica xche ho capito che era cambiato qualcosa in me e non volevo sottovalutarlo. Mai feci scelta migliore, a mio avviso :)
Non è sempre facile, dipende molto anche dai periodi che stiamo vivendo. A volte l'ansia ci schiaccia xche i sintomi sono troppo forti e non dobbiamo avere la presunzione di volercela fare da soli, xche quanto la sintomatologia è importante ci vuole x forza un aiuto esterno...che sia psichiatrico o psicoterapico o combinato.
Non arrendiamoci!
"La Paura bussò alla porta...la Speranza andò ad aprire e .. non c'era nessuno" [M.L. King]

iostobeneiostomale

Utente Attivo

Posts: 73

Activity points: 240

Data di registrazione: sabato, 13 giugno 2009

  • Invia messaggio privato

7

martedì, 12 ottobre 2010, 12:58


Non è sempre facile, dipende molto anche dai periodi che stiamo vivendo. A volte l'ansia ci schiaccia xche i sintomi sono troppo forti e non dobbiamo avere la presunzione di volercela fare da soli, xche quanto la sintomatologia è importante ci vuole x forza un aiuto esterno...che sia psichiatrico o psicoterapico o combinato.
Non arrendiamoci!


Condivido tutto quanto hai scritto.
All'inizio anche io, sbagliando, ho cercato di farcela da solo. Ero assolutamente convinto che in poco tempo, con del coraggio, avrei ripreso la mia vita di sempre, poi tutti continuavano a ripetermelo. Inoltre degli episodi simili, di attacchi di panico o momenti di ansia generalizzata, li avevo gia' avuti in passato. Solo dopo diversi mesi, sei piu' o meno, quando la situazione era diventata insostenibile, e la mia vita era pesantemente limita dai disturbi sono ricorso all'aiuto di uno psichiatra-psicoterapeuta.
Non ne sono ancora uscito ma va decisamente meglio.

chiarasapo

Utente Attivo

  • "chiarasapo" è una donna

Posts: 14

Activity points: 63

Data di registrazione: venerdì, 17 settembre 2010

Località: Noicattaro, Bari

  • Invia messaggio privato

8

martedì, 12 ottobre 2010, 13:41

ciao, è molto interessante confrontarci su questo argomento...io personalmente mi sento limitata nell'uscire fuori casa da sola(per lunghi tragitti), non ho più messo piede sui mezzi pubblici (cosa che, ahimè, ha compromesso la mia carriera universitaria, sto pensando di lasciarla)...per i supermercati/ipermercati dipende...se sono in compagnia sopporto un po' di più, ma cerco di evitare i corridoi troppo intasati...in casa ci sto tranquillamente, anche da sola, e anche per molto tempo. Il fine settimana sto cominciando a d odiarlo anche io...perchè la cosa che più mi spaventa è stare in quei luoghi affollati,accaldati, con poca aria e troppa attesa!!!Discoteche non ne ho mai frequentate molto, ma adesso le evito in qualunque modo...cerco di stare sempre in condizioni di tranquillità, perchè basta un nonniente per farmi venire un'ansia tremenda! ad esempio un rumore forte e improvviso, o qualcuno che si fa male...preferisco evitare! anche se prima facevo tutto con tanta tranquillità! ;( torneremo mai come eravamo? ;( ;(

samy84

Giovane Amico

Posts: 311

Activity points: 961

Data di registrazione: giovedì, 10 dicembre 2009

  • Invia messaggio privato

9

martedì, 12 ottobre 2010, 16:09

Per chiarasapo...anch'io per via dell'ansia sto rischiando di abbandonare l'università...non riesco neanche a studiare come un tempo...Anch'io mi chiedo se tornerò mai come prima...non lo so..ma so per certo che mi manca la mia vita...non sono più la stessa..come te non prendo mezzi pubblici ecc..non so tu ma io sto proprio male fisicamente quando mi trovo in certe situazioni...e, sbagliando, il più delle volte le evito...

nihil89

Nuovo Utente

Posts: 1

Activity points: 3

Data di registrazione: martedì, 12 ottobre 2010

  • Invia messaggio privato

10

martedì, 12 ottobre 2010, 16:27

a volte credo che la gente mi prende in giro e mi manovra di conseguenza mi faccio le peggio paranoie su cio che gli altri vogliono da me ,soprattutto quando sono depresso finisco per diventare ossessivo fino alla follia, come faccio a capire cio che è vero e cio che no?

MircoB

Utente Attivo

Posts: 16

Activity points: 69

Data di registrazione: venerdì, 17 settembre 2010

  • Invia messaggio privato

11

martedì, 12 ottobre 2010, 17:05

Quando sono nel pieno delle mie crisi ipocondriache (che possono durare settimane), non dormo, mangio poco, sono perennemente nervoso, al lavoro non mi concentro, ho la nausea e in mezzo alla folla mi sembra di impazzire......è difficile gestirmi in quei periodi.

12

mercoledì, 13 ottobre 2010, 01:13

I problemi che ho mia hanno limitata tantissimo e continuano a limitarmi...più passano gli anni e più questo rendermi conto di ciò mi fa soffrire. Mi chiudo sempre di più, evito gli altri e le situazioni che so mi faranno stare male.Quando sono tra persone, conoscenti e non, sto quasi sempre in silenzio non riesco a dire cosa penso, mi blocco, il cervello va in tilt ...a volte mi chiedo se ho qualche disturbo , non ho idee, mi riesce difficile e impossibile quasi sempre, formulare un opinione mia...se magari ci riesco la tengo sempre per me, per paura del giudizio, di non essere capace di esprimermi bene, di arrossire. UN altro grosso limite è la memoria...non ricordo cio che ho detto anche 10 minuti prima, cio che sento per tv, che leggo...ricordare poco e non riuscire ad esprimere con le parole mi fanno soffrire tantissimo.

briscola

Non registrato

13

mercoledì, 13 ottobre 2010, 08:57

Ciao personalmente non conduto una vita normalissima, è raro che vada a mangiare fuori il fine settimana, non faccio piu tante cose, di mi sento limitata, ma da un perido a questa parte sto cercando di affrontare tute quelle sistuazioni che prima stavo evitando di fare, lo faccio con grade fatica e non con spensieratezza...