Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


paco67

Giovane Amico

Posts: 207

Activity points: 740

Data di registrazione: mercoledì, 05 luglio 2017

  • Invia messaggio privato

136

venerdì, 03 agosto 2018, 11:28

ma silerwing...mi e' venuto questo dubbio anche a me...e' vero , sia SSRI che benzo potrebbero causare capogiri e instabilita' , quantomeno nei primi periodi di assunzione , ma poi la situazione dovrebbe stabilizzarsi .
credo pero' che anche chi non fa uso si certi medicinali , soffra di certe somatizzazioni probabilmente riconducibili a stati ansiosi , che anche indirettamente creando tensione a collo e cervicale , ci regalano certe "emozioni"...

Longobardo

Utente Fedele

Posts: 500

Activity points: 1.528

Data di registrazione: giovedì, 20 giugno 2013

  • Invia messaggio privato

137

venerdì, 03 agosto 2018, 11:49

Ci sono poi disturbi dovuti a psichiatri incapaci .
A me una rappresentante di questa categoria mi ha fatto prendere al massimo dosaggio un forte sonnifero , il Zolpidem per 3 mesi e me lo ha fatto interrompere di botto , cosa che sul bugiardino è fortemente sconsigliata dato che il farmaco crea dipendenza e per limitarla occorre diminuirlo gradualmente .
Risultato ?
Una bella insonnia che si protrae da settimane , ieri notte devo aver dormito 4 ore , sonno diviso in 2 parti visto che mi sono addormentato alle 11 , svegliato alle 230 e poi riaddormentato molto piu' tardi e svegliato alle 6
Mi sento completamente rimbambito , il sapere che questa psichiatra è in vacanza non mi consola !

amanitafalloide

Utente Avanzato

  • "amanitafalloide" ha iniziato questa discussione

Posts: 451

Activity points: 1.808

Data di registrazione: sabato, 01 febbraio 2014

  • Invia messaggio privato

138

venerdì, 03 agosto 2018, 16:59

infatti spesso i farmaci non li sanno scalare... se prendi una compressa intera, la dimezzi di botto, stai diverse notti con la dose dimezzata, dopodiché togli meno di un quarto dalla mezza, stai diverse notti, finché non arrivi a dormire bene con un quartino. Se vedi che con un quartino non dormi, torni a metà, e poi la riscali finché col solo quartino dormi. Poi togli anche quello e passi a un non sonnifero, tipo melatonina e cose così, poi togli anche quella.
Questo significa saper scalare.

Longobardo

Utente Fedele

Posts: 500

Activity points: 1.528

Data di registrazione: giovedì, 20 giugno 2013

  • Invia messaggio privato

139

venerdì, 03 agosto 2018, 17:53

infatti spesso i farmaci non li sanno scalare...



La psichiatra che ho io , o meglio che mi hanno affibbiato quelli del CSM penso non sappia nulla !
Mi ha affibbiato per 3 mesi un sonnifero che mi faceva dormire solo qualche ora e per giunta me lo ha fatto usare per 3 mesi quando sul bugiardino c' è scritto di usarlo max 4 settimane e di scalarlo gradualmente se si smette di usarlo perche' crea dipendenza
Ho chiesto che mi sia assegnata un altro specialista ma la risposta è stata NO , devo tenermi quella che invece di risolvere problemi li aumenta .....
Non vedo l ora che torni dalle ferie , alla prossima visita' vedra' un paziente tanto inc ****to che sara' lei a chiedere al CSM che sia un altro ad occuparsi di me :-WD

amanitafalloide

Utente Avanzato

  • "amanitafalloide" ha iniziato questa discussione

Posts: 451

Activity points: 1.808

Data di registrazione: sabato, 01 febbraio 2014

  • Invia messaggio privato

140

venerdì, 03 agosto 2018, 20:05

forse ho capito che sonnifero è, è il triazolam o simili, lo prendo anche io... lo so che è consigliato solo per 4 settimane... ma tanto crea una certa dipendenza anche se usato per meno tempo,soprattutto psicologica. Comunque torna a riassumere per un 2/3 giorni la compressa intera, poi la dimezzi di botto. Se vedi che con mezza non dormi prova con 3 quarti. Ti mantieni con questa dose per una settimana abbondante, poi resta con un quartino per un po', magari affiancandolo con una tisana e queste menate... almeno un mese di scalaggio ti ci vuole. Comunque molto dell'effetto del sonnifero dipende dal grado di ansia di fondo, anche a me all'inizio faceva dormire 4/5 ore massimo una compressa intera e ora vado a 8 tranquille con mezza o un quartino... a volte non ha fatto proprio effetto, perché ero agitata o angosciata.

amanitafalloide

Utente Avanzato

  • "amanitafalloide" ha iniziato questa discussione

Posts: 451

Activity points: 1.808

Data di registrazione: sabato, 01 febbraio 2014

  • Invia messaggio privato

141

venerdì, 03 agosto 2018, 20:11

comunque è evidente che questi dottori non hanno mai assunto benzo e veramente manco letto i bugiardini... io sospesi lo xanax di botto, appositamente per vedere "che succedeva" ( poi semmai lo svrei riassunto) e lo prendevo da un mesetto e basta. Beh ho avuto ansia a palla e quella ok, illusioni ipnagogiche ( tipo delle allucinazioni che fai nel dormiveglia solo che sono vere... del tipo che mi sembrò di sollevarmi dal letto o vedere mostri, cose così) , dolori muscolari fortissimi e atipici, vista leggermente scoppiata e ipersensibilità alla luce...per due tre giorni e basta eh, poi mi è passato tutto.

Longobardo

Utente Fedele

Posts: 500

Activity points: 1.528

Data di registrazione: giovedì, 20 giugno 2013

  • Invia messaggio privato

142

venerdì, 03 agosto 2018, 20:58

forse ho capito che sonnifero è, è il triazolam o simili, lo prendo anche io....


No , è roba piu ' forte , il Zolpidem , piu' conosciuto con i nomi commerciali Stilnox , Sonirem .
Non è una vera benzodiazepina
Nel bugiardino si legge

Citato

Alla sospensione del farmaco può verificarsi una sindrome transitoria che consiste nella ricomparsa, in forma accentuata, dei sintomi che avevano indotto al trattamento con il farmaco. Essa può essere accompagnata da altre reazioni quali cambiamenti d'umore, ansia e agitazione, o disturbi del sonno.

Tale sindrome si presenta con maggiore probabilità se la somministrazione del farmaco viene interrotta bruscamente; pertanto il trattamento deve essere sospeso gradualmente.

Inoltre, è importante che il paziente sia a conoscenza della possibilità che si verifichino fenomeni rebound, riducendo così al minimo l'ansia provocata da tali sintomi nel caso questi dovessero insorgere nella fase di sospensione del farmaco.



Quella perla di psichiatra me lo ha interrotto di botto e figurarsi se mi ha detto qualche cosa sull insonnia che la cosa puo' produrre .
Ma forse non dice nulla perche' non sa nulla :cursing: