Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

Vitto75-pr

Giovane Amico

  • "Vitto75-pr" è un uomo
  • "Vitto75-pr" ha iniziato questa discussione

Posts: 336

Activity points: 513

Data di registrazione: mercoledì, 08 novembre 2017

Località: Parma

Lavoro: Progettista meccanico

  • Invia messaggio privato

1

lunedì, 26 novembre 2018, 08:47

Problemi famigliari collegati all'ansia

Ciao...chiedevo.. è un periodo che con mia moglie va malissimo,anche ieri una sfuriata..e mi ha detto cose abbastanza pesanti....che la mia psiche,gia' fragile di suo, ha digerito non benissimo.... Secondo voi è possibile che questi problemi, con l'ansia siano in rapporto 1:1?? cioè problemi discussioni e dopo poco..fiato corto...dolia fianco sinistro....cervicale...etc etc?? Grazie mille!!

paco67

Giovane Amico

Posts: 290

Activity points: 642

Data di registrazione: mercoledì, 05 luglio 2017

  • Invia messaggio privato

2

lunedì, 26 novembre 2018, 09:03

beh direi di si...ogni situazione potenzialmente stressante puo' rincarare la dose di ansia anche in una persona "normale"...figuriamoci in noi ansiosi .

Lu898

Giovane Amico

  • "Lu898" è una donna

Posts: 503

Activity points: 620

Data di registrazione: domenica, 07 gennaio 2018

Lavoro: Segretaria

  • Invia messaggio privato

3

lunedì, 26 novembre 2018, 09:53

Penso Di si..perché anche il mio rapporto non va e io ne risento tantissimo..tra muscoli contratti, cervicale, ansia, sensazione di sentirmi inutile..quando abbiamo avuto i periodi belli niente ansia..

Vitto75-pr

Giovane Amico

  • "Vitto75-pr" è un uomo
  • "Vitto75-pr" ha iniziato questa discussione

Posts: 336

Activity points: 513

Data di registrazione: mercoledì, 08 novembre 2017

Località: Parma

Lavoro: Progettista meccanico

  • Invia messaggio privato

4

lunedì, 26 novembre 2018, 12:14

Infatti..quando va bene...anche io sto meglio... grazie perle risposte

5

lunedì, 26 novembre 2018, 15:59

Citato

Problemi famigliari collegati all'ansia

Io ho avuto un forte peggioramento dell'ansia dopo l'estate e proprio in seguito a delle vicissitudini familiari un po difficili.

Vitto75-pr

Giovane Amico

  • "Vitto75-pr" è un uomo
  • "Vitto75-pr" ha iniziato questa discussione

Posts: 336

Activity points: 513

Data di registrazione: mercoledì, 08 novembre 2017

Località: Parma

Lavoro: Progettista meccanico

  • Invia messaggio privato

6

lunedì, 26 novembre 2018, 16:13

Grazie Michele.... allora dev essere questo che mi fa stare cosi ultimamente

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" è un uomo

Posts: 1.260

Activity points: 3.178

Data di registrazione: domenica, 26 giugno 2016

Località: emilia-romagna

Lavoro: una volta

  • Invia messaggio privato

7

lunedì, 26 novembre 2018, 22:47

Ti si accumula tutto e non ci si può riempire fino a rischiare di esplodere contro altri o frantumarsi. Suggerisco di stare attento e parlarne con un terapista. Se in una settimana ci sono alcuni momenti neri, anche pochi, non digeriti bene da una psiche fragile, si rischia peggiorare molto. Non ci si pensa ma dopo diversi mesi o anni di accumuli, senza smaltimenti...anche le più grandi discariche vanno chiuse e bonificate.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

Lu898

Giovane Amico

  • "Lu898" è una donna

Posts: 503

Activity points: 620

Data di registrazione: domenica, 07 gennaio 2018

Lavoro: Segretaria

  • Invia messaggio privato

8

martedì, 27 novembre 2018, 08:37

Se in famiglia la situazione è calma e serena siamo sereni anche noi..io dopo le varie liti, la mancanza di determinate cose nel rapporto ad oggi non so nemmeno io cosa provo e sono ancora più in ansia..

Vitto75-pr

Giovane Amico

  • "Vitto75-pr" è un uomo
  • "Vitto75-pr" ha iniziato questa discussione

Posts: 336

Activity points: 513

Data di registrazione: mercoledì, 08 novembre 2017

Località: Parma

Lavoro: Progettista meccanico

  • Invia messaggio privato

9

martedì, 27 novembre 2018, 08:39

Oggi..ho il fiato corto, e il cuore che batte forte...a me prende cosi..

10

martedì, 27 novembre 2018, 09:18

Ognuno manifesta l'ansia con dei sintomi tipici, spesso comuni tra i soggetti ansiosi e che generalmente sono dipendenti da ciò che causa l'ansietà, possono essere stress e responsabilità oppure traumi specifici che evocano in noi delle paure. Logicamente in queste cose ci sono elementi fortemente soggettivi quindi ciò che stressa molto te potrebbe non stressare me e via dicendo.

Ad ogni modo credo che più che discutere dei meccanismi di azione e dei sintomi dell'ansia sia stabilire come affrontarla nel migliore dei modi, quindi tramite un approccio terapeutico sempre se a te va di intraprendere un percorso del genere.

Lu898

Giovane Amico

  • "Lu898" è una donna

Posts: 503

Activity points: 620

Data di registrazione: domenica, 07 gennaio 2018

Lavoro: Segretaria

  • Invia messaggio privato

11

martedì, 27 novembre 2018, 09:35

Vitto io ho avuto un extrasistole prima..e mi sono agitata..ogni giorno è diverso..ma cerca di distrarti in qualche maniera oppure la cosa migliore è parlare con chi in questo moment ti da ansia e trovare un punto di incontro..

12

martedì, 27 novembre 2018, 09:43

Io consiglierei anche una "distrazione cognitiva" nel momento dell'ansia cioè fare ad esempio degli esercizi di respirazione (respiro con naso 4 secondi, trattengo l'aria per 6 secondi, la butto fuori dalla bocca per 8 secondi e ripeto finchè non mi rilasso). Altra distrazione cognitiva può essere uscire, camminare all'aria aperta, ascoltare musica, distrarre la mente da ciò che provoca ansia in modo da allontanarla ad esempio darsi dei compiti come andare a comprare qualcosa che occorre.

Vitto75-pr

Giovane Amico

  • "Vitto75-pr" è un uomo
  • "Vitto75-pr" ha iniziato questa discussione

Posts: 336

Activity points: 513

Data di registrazione: mercoledì, 08 novembre 2017

Località: Parma

Lavoro: Progettista meccanico

  • Invia messaggio privato

13

martedì, 27 novembre 2018, 09:59

Ciao..ho gia'intrapreso un percorso due anni fa, mi è servito...diciamo che la testa accetta e ragiona, il corpo un po meno....ma lo gestisco. Si in effetti l'unico modo è evadere...fare shopping, spesa....cio' che distoglie la mente dal problema...... Ma mia meraviglia ,come ho scritto...il rapporto 1:1----problema:sintomo.....

14

martedì, 27 novembre 2018, 10:21

Caro Vittorio, d'accordo su evadere distraendosi dal problema, però poi il problema, cioè la causa (o le cause), andrebbero comunque affrontate e possibilmente trattate al fine di risolverle. Qui logicamente si aprono due strade: quella psicoterapeutica e quella farmacologica da valutarsi a seconda dei casi.

Vitto75-pr

Giovane Amico

  • "Vitto75-pr" è un uomo
  • "Vitto75-pr" ha iniziato questa discussione

Posts: 336

Activity points: 513

Data di registrazione: mercoledì, 08 novembre 2017

Località: Parma

Lavoro: Progettista meccanico

  • Invia messaggio privato

15

martedì, 27 novembre 2018, 10:22

Io riesco a gestirla ancora....ho imparato a farlo..