Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

1

venerdì, 20 maggio 2011, 21:32

Problema

Salve a tutti, spiego
Nuovamente la mia situazione. Soffro di attacchi di panico da circa 2 anni e sono in cura da due anni da uno psichiatra, prendo anche poche gocce di xanax e una pastiglietta di zoloft. Soffro di panico e quindi anche d tutto quello che comporta, tipo paura di fare del male agli altri, paura di fare del male a me ecc ecc... Ultimamente sto pensando di piu alla paura d farmi del male (cioè suicidarmi) e mi chiedo se è desiderio oppure è sempre paura. Sono terrorizzata da qst mio pensiero... Non voglio morire non voglio finire così. A volte mi sento talmente stufa d qst paure che poi mi torna in mente quel pensiero peró mi spavento. Ma se mi sbagliassi? E se fosse un desiderio? Vi prego rispondetemi sono terrorizzata... :(

Caos

Colonna del Forum

  • "Caos" è un uomo

Posts: 1.904

Activity points: 6.391

Data di registrazione: sabato, 07 maggio 2011

Località: Città del Capo

  • Invia messaggio privato

2

venerdì, 20 maggio 2011, 21:42

È successo anche a me qualche giorno fa, e ho reagito come te, ho avuto una grande paura del mio pensiero e sono uscito di casa! È una cosa passeggiera, tutti si chiedono ad un certo punto perchè bisogna vivere! Non ti preoccupare, caccerai questo pensiero in fondo al tuo animo da dove è venuto!
Bisogna correre i rischi, perché il rischio più grande nella vita è quello di non rischiare nulla.
La persona che non rischia nulla, non è nulla e non diviene nulla. Può evitare la sofferenza e l'angoscia, ma non può imparare a sentire e cambiare e progredire e amare e vivere. Incatenata alle sue certezze, è schiava.
Solo la persona che rischia è veramente libera.(Leo Buscaglia)

3

venerdì, 20 maggio 2011, 21:45

Ma secondo te è desiderio??? Sn tr spaventata

Caos

Colonna del Forum

  • "Caos" è un uomo

Posts: 1.904

Activity points: 6.391

Data di registrazione: sabato, 07 maggio 2011

Località: Città del Capo

  • Invia messaggio privato

4

venerdì, 20 maggio 2011, 23:01

No se sei spaventata è solo un pensiero, se lo avessi voluto fare seriamente a quest'ora non ne parleresti! Comunque nei periodi bui della nostra esistenza è normale chiedersi se ne vale la pena vivere! Per te ne vale la pena?
Bisogna correre i rischi, perché il rischio più grande nella vita è quello di non rischiare nulla.
La persona che non rischia nulla, non è nulla e non diviene nulla. Può evitare la sofferenza e l'angoscia, ma non può imparare a sentire e cambiare e progredire e amare e vivere. Incatenata alle sue certezze, è schiava.
Solo la persona che rischia è veramente libera.(Leo Buscaglia)

5

venerdì, 20 maggio 2011, 23:43

Si x me vale la pena, a volte dubito un po peró. E se questa fosse la strada che mi porta a suicidarmi??? ;(

Caos

Colonna del Forum

  • "Caos" è un uomo

Posts: 1.904

Activity points: 6.391

Data di registrazione: sabato, 07 maggio 2011

Località: Città del Capo

  • Invia messaggio privato

6

venerdì, 20 maggio 2011, 23:47

Be' ti sei risposta da sola, se per te vale vivere allora non vuoi morire! E poi fidati come è successo a me, non ci penserai più tra qualche giorno!
Bisogna correre i rischi, perché il rischio più grande nella vita è quello di non rischiare nulla.
La persona che non rischia nulla, non è nulla e non diviene nulla. Può evitare la sofferenza e l'angoscia, ma non può imparare a sentire e cambiare e progredire e amare e vivere. Incatenata alle sue certezze, è schiava.
Solo la persona che rischia è veramente libera.(Leo Buscaglia)

7

venerdì, 20 maggio 2011, 23:50

Ti ringrazio x le risposte... Ma allora xke ora ho tutto qst panico??? Perchè penso qst cs??? ?(

Caos

Colonna del Forum

  • "Caos" è un uomo

Posts: 1.904

Activity points: 6.391

Data di registrazione: sabato, 07 maggio 2011

Località: Città del Capo

  • Invia messaggio privato

8

venerdì, 20 maggio 2011, 23:57

Quando è successo a me sono scappato di casa per il timore che la mia mano prendesse vita e afferrasse un coltello! Sei così intimorita perché temi che il tuo corpo faccia qualcosa contro la tua volontà, ma questo non è possibile! Stai tranquilla, distraiti, dormici sopra e domani vedrai che starai meglio!
Bisogna correre i rischi, perché il rischio più grande nella vita è quello di non rischiare nulla.
La persona che non rischia nulla, non è nulla e non diviene nulla. Può evitare la sofferenza e l'angoscia, ma non può imparare a sentire e cambiare e progredire e amare e vivere. Incatenata alle sue certezze, è schiava.
Solo la persona che rischia è veramente libera.(Leo Buscaglia)

9

sabato, 21 maggio 2011, 00:02

Il fatto è che nn è la prima vlt che succede xo stavolta è mlt piú forte e ho paura d avere qlk patologia. Cmq grazie mille davvero

Caos

Colonna del Forum

  • "Caos" è un uomo

Posts: 1.904

Activity points: 6.391

Data di registrazione: sabato, 07 maggio 2011

Località: Città del Capo

  • Invia messaggio privato

10

sabato, 21 maggio 2011, 00:14

Questo non te lo so dire, so che quando l'ho avuto io avevo molti sintomi depressivi, forse sei un po depressa! Comunque capita a tutti ed anche a me si era accentuato questa volta, ma sono cose passeggiere! Stai tranquilla!
Bisogna correre i rischi, perché il rischio più grande nella vita è quello di non rischiare nulla.
La persona che non rischia nulla, non è nulla e non diviene nulla. Può evitare la sofferenza e l'angoscia, ma non può imparare a sentire e cambiare e progredire e amare e vivere. Incatenata alle sue certezze, è schiava.
Solo la persona che rischia è veramente libera.(Leo Buscaglia)