Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

kukky

Utente Attivo

  • "kukky" è un uomo
  • "kukky" ha iniziato questa discussione

Posts: 18

Activity points: 89

Data di registrazione: mercoledì, 29 giugno 2011

Località: Modena

  • Invia messaggio privato

1

mercoledì, 29 giugno 2011, 12:25

Primo thread di un ansioso

Buongiorno cari amici del forum, vi seguo da parecchio tempo e solo oggi ho trovato la voglia di iscrivermi e di permettermi di esporre la mia storia e la mia situazione, che non è molto diversa da quella di molti di voi.

Io sono un ragazzo di 23 anni e sono già 3 anni che perdo tempo ed energia per colpa dell'ansia. Tutto inizio con il primo attacco di panico circa 3 anni fa, fu molto lieve ma mi scosse notevolmente....prima di ciò avevo i soliti mal di stomaco, nausea, stanchezza cronica, depressione ma non ero a conoscenza del disturbo dell'ansia e allora credevo fossi malato di qualke malattia strana di cui nessun dottore riusciva a guarirmi, dopo questo episodio mi decisi ad andare da un "dottore" consigliato dal mio medico...non sapevo fosse uno "strizzacervelli", ma mi trovai molto bene e a mio agio nonostante tutto.

Già al primo incontro con uno psicoterapeuta scopri di essere ansioso, scoprì cosa era la mallatia denominata ANSIA e da quel momento li la mia vita cambiò....cominciai a capire cosa succedeva in me, solo che questo invece di tranquillizzarmi per aver finalmente scoperto la causa dei miei disturbi, mi terrorizzo ancora di più....e oggi sono ancora qui senza aver fatto il minimo passo avanti dopo 2 anni di terapia con farmaci e sedute di analisi...e sinceramente non ne posso più!!

Vivo da tempo con l'umore sotto i piedi, solo in alcuni periodi di apparente calma riesco a essere allegro, quando ho qualcosa che non è sotto il mio controllo mi agito, non riesco più ad andare per locali con gli amici, al lavoro se devo viaggiare è sempre un dramma perchè sono in agitazione fin dal giorno prima di partire, faccio fatica a mangiare in pubblico, ho la perenne paura di stare male, non passa un giorno che io non abbia un acciacco fisico e arrivo a sera che sono veramente distrutto sia mentalmente che fisicamente nonostante non faccio attività fisica.

Ho passato un periodo in cui ero maggiormente sereno, ma in questi ultimi tempi, complice una complicata storia d'amore, il lavoro che aumenta sempre di più e le ferie ancora lontane....mi sento di esplodere da un momento all'altro!!sono continuamente triste, i miei pensieri sono sempre negativi in tutto, al lavoro faccio fatica a stare concentrato, ho conosciuto una persona bellissima che vorrei avere al mio fianco ma che non riesco a tenere visto che praticamente non faccio vita sociale...

Insomma sapete tutti meglio di me come ci si sente e cosa si passa nei momenti peggiori....io però mi sono stancato perchè vorrei tornare a vivere, so che non sarà mai come prima perchè sono notevolmente cambiato a livello mentale, sono cresciuto parecchio e questa è l'unica cosa positiva....però se non vedo la luce in fondo al tunnel al più presto non saprei più che fare...non voglio perdere occasioni come un nuovo amore o una splendida carriera lavorativa per colpa di sta malattia BASTARDA!!

continuo ad essere in cura da uno psicoterapeuta, tra l'altro considerato uno dei migliori nel territorio, ma non vedo progressi e mi sto stufando parecchio!!

cosa ne pensate?

avete consigli dall'alto della vostra esperienza da dare ad un ragazzo di 23 anni?

grazie dell'attenzione amici

Sapete la frase che più pensavo stamattina è:

è bruttissimo non essere felici, ma è ancora più brutto avere la felicità li ad un passo e sapere che non puoi raggiungerla :( io mi sento così in sti giorni



Un abbraccio a tutti voi :hi:
KUKKY

vicky68

Quando si agisce cresce il coraggio, quando si rimanda cresce la paura (Publilio Siro)

  • "vicky68" è una donna

Posts: 144

Activity points: 551

Data di registrazione: lunedì, 09 agosto 2010

Località: italia

Lavoro: casalinga

  • Invia messaggio privato

2

mercoledì, 29 giugno 2011, 12:46

Ciao kukky,di te mi ha colpito la frase :
e oggi sono ancora qui senza aver fatto il minimo passo avanti dopo 2 anni di terapia con farmaci e sedute di analisi...e sinceramente non ne posso più!!

Mi ha colpita,perchè è quello che mi dice spesso mio marito,che soffre di DOC e di fobia sociale da quasi due anni.
Caro Kukky,so che non è facile,capisco in parte come ti puoi sentire,visto che vedo come sta mio marito durante le sue crisi.
Quello che vorrei chiederti: ne hai parlato con il tuo terapista e il tuo pscichiatra,su come ti senti?

Mio marito all'inizio si sentiva molto bene con la sua terapeuta,ma da 2 mesi ha cambiato,perchè aveva l'impressione che la terapeuta non gli dava quello che lui aveva bisogno.

Non ti consiglio di cambiare terapeuta,ma di parlargli apertamente si,parlagli e spiegagli come ti senti,parlagli delle tue paure.

So che può sembrarti una frase banale,ma credimi con l'ansia si impara a convivere.
Non che sia il massimo convivere con un'"ospite" come l?ansia,ma imparando a gestirla e a conoscerla,ti farà meno paura.

Vorrei poterti dare una ricetta infallibile per combattere l'ansia in un'attimo,ma non c'è l'ho.

So che ci vuole tanta forza di volontà,so che ci sono periodi di grande scoraggiamento,dove pensi di non avere fatto nemmeno un passo avanti,oppure,pensi che per un passo avanti che hai fatto,ne hai fatto 4 indietro,ma non è cosi,un passo o due indietro,non vuol dire che hai fallito.

Gestire l'ansia è un percorso lungo e faticoso,magari non vedi subito i risultati e questo ti scoraggia,ma per sconfiggere l'ansia ci vuole tempo e pazienza.

Non è facile,questo mi rendo conto,ma credimi non è impossibile.

un caro saluto

Vicky

Citato


Abbiamo bisogno di riempire le ferite con le parole, e ricucirle con i sorrisi.



-

steve33

Utente Attivo

  • "steve33" è un uomo

Posts: 82

Activity points: 372

Data di registrazione: venerdì, 29 febbraio 2008

Località: milano

  • Invia messaggio privato

3

mercoledì, 29 giugno 2011, 18:02

ciao kukki ho letto il tuo post e l'unica cosa che mi sento di consigliarti è una terapia cognitiva comportamentale di gruppo, a me ha aiutato tantissimo anche xche la prima fase ti insegnano vari metodi di rilassamento come ad esempio la respirazione che secondo me è la migliore e poi con la terapia di gruppo ti cambiano il modo di pensare e di vedere le cose, di saper distinguere il reale dal non reale. ti insegnano ad affrontare l'attacco di panico perche + lo conosci e piu riesci a sconfiggerlo con i vari metodi, ci vuole tempo io ne soffro da 4 anni a causa della separazione dei miei genitori e oggi posso dirti che sto abbastanza bene anche se ci sono giorni pesanti di ansia anche x me ma x lo meno riesco a gestirli col pensiero e la respirazione. Devi avere fiducia e crederci è un percorso lungo con tante ricadute e piccoli passi avanti ma ricordati che un piccolo passo avanti è come un mattone x una casa, piu è solito il mattone e piu sara sicura la casa, Ciao ci sentiamo quando vuoi un abbraccio

Steve

kukky

Utente Attivo

  • "kukky" è un uomo
  • "kukky" ha iniziato questa discussione

Posts: 18

Activity points: 89

Data di registrazione: mercoledì, 29 giugno 2011

Località: Modena

  • Invia messaggio privato

4

mercoledì, 29 giugno 2011, 18:21

Grazie mille dei consigli ragazzi, quello che volevo dire è che io farò di tutto per poter superare questa cosa....a costo di spendere soldi in terapie costose, corsi di meditazione, medicine, sedute terapeutiche....qualunque cosa....solo che dovrei intraprendere questo percorso con una persona che mi guidi come magari il mio psicoterapeuta...io non saprei dove iniziare e cosa potrebbe essere meglio per me!!
io so che tutto questo è iniziato a causa del mio primo amore finito in malo modo e da allora non riesco più a fidarmi di nessuno....ma non riesco a collegarlo con le paure sul lavoro, le paure di avere una vita sociale di un ragazzo di 23 anni....vorrei ricominciare a divertirmi perchè sto perdendo del tempo prezioso per la mia crescita....ma sopratutto so per certo che rimpiangerò tutte quelle occasioni che mi sono passate sotto al naso di divertirmi o di iniziare un altro amore...solo che o ancora troppa paura e mi condiziona troppo la vita!!

So che ci sarà tanto lavoro da fare e tanta pazienza ci vorrà....ma vorrei arrivare un giorno a dire ce l'ho fatta!!
ma ora non vedo la luce in fondo al tunnel....devo lavorare ancora tanto....e farò di tutto per farlo!!
scusate se uso questo forum come sfogo personale dei pensieri ma forse mi può aiutare un confronto diretto....per capire dope sbaglio!!

Un saluto :hi:
KUKKY

Bettyboop

Amico Inseparabile

  • "Bettyboop" è una donna

Posts: 1.480

Activity points: 4.608

Data di registrazione: giovedì, 30 luglio 2009

Lavoro: Studentessa di Psicologia Clinica

  • Invia messaggio privato

5

venerdì, 01 luglio 2011, 13:27

Ciao :) Che terapia farmacologica stai seguendo? Non è migliorato NIENTE coi farmaci? Quali prendi?
La terapia psicoanalitica classica non è la + indicata per i disturbi d'ansia; ormai è risaputo, anche gli psicoanalisti di vecchia scuola lo affermano (quelli onesti). Se poi ci sono altre problematiche del vissuto personale, familiare, ecc è un altro discorso ma avolte l'ansia si manifesta e basta, non ci sono conflitti inconsci o cause rimosse da ricercare.
per questo sarebbe + indicato un altro approccio psicoterapeutico, come quello cognitivo comportamentale.
Un abbraccio
"La Paura bussò alla porta...la Speranza andò ad aprire e .. non c'era nessuno" [M.L. King]

Manen

Utente Fedele

  • "Manen" è stato interdetto da questo forum

Posts: 420

Activity points: 1.274

Data di registrazione: venerdì, 06 maggio 2011

  • Invia messaggio privato

6

venerdì, 01 luglio 2011, 14:37

Ciao! Sono contenta se scrivere in questo forum ti aiuta ad avere più forza per superare la tua ansia! E sono contenta di sentirti dire che farai di tutto per superare l'angoscia che ti opprime! Vorrei chiederti, se per caso, hai capito cos'è che pilota la tua ansia. Qual è la causa. Non so, forse che il rapporto con i tuoi, ora o nella tua infanzia, è stato problematico?
Cmq, non devi scoraggiarti per la persona bellissima che hai conosciuto o per il timore di conoscere la donna della tua vita, perchè secondo me tu avrai tantissime occasioni per ricominciare a vivere!!!

kukky

Utente Attivo

  • "kukky" è un uomo
  • "kukky" ha iniziato questa discussione

Posts: 18

Activity points: 89

Data di registrazione: mercoledì, 29 giugno 2011

Località: Modena

  • Invia messaggio privato

7

lunedì, 04 luglio 2011, 11:36

Grazie amici per i vostri punti di vista!!
fa sempre piacere ricevere un riscontro da qualche amico o consiglio!
cmq durante l'ultima seduta dal terapeuta ho scoperto la causa della mia ansia....si tratta proprio del nuovo amore che sto provando...in passato la mia ultima relazione è stato il mio più grande amore durato 4 anni ed è finita male con un tradimento da parte sua...da quel momento li il mio corpo ha creato una specie di difesa contro queste cose e non mi permette di aprirmi come vorrei perchè ho troppa paura di stare male di nuovo.
Non riesco più a dare fiducia ad una persona e ho paura che possa succedere di nuovo, per colpa di questo il mio corpo si ribella e mi fa capire inconscamente che non sono ancora pronto....il problema è che se non affronto questi problemi non riuscirò mai ad avere una storia d'amore con una persona perchè sarei sempre nel terrore!!quindi passo passo ho deciso di provare a lasciarmi andare, anke se non è facile quando hai il tuo corpo contro di te...e poi se la prenderò nel culo un altra volta almeno potrò dire ci ho provato....
la soluzione più faciel sarebbe quella di scappare da questo problema....ma non ne sarei felice...ed è da troppo tempo che non sono felice...poi non posso continuare a frequentare donne per qualche notte e basta...mi piacerebbe tornare a vivere quel forte sentimento che è l'amore e che è da troppo tempo che manca.

Io ora prendo Sereupin prima di dormire e Lorazepam al mattino e a pranzo per un mese...vedremo come andrà!!
ogni giorno combatto contro i miei pensieri e cerco di capire quale possa essere la soluzione...io vorrei buttarmi, ma il mio corpo mi tira indietro....e si sente proprio...oggi posso dire di aver conosciuto la potenza del mio inconscio!!

Un abbraccio a tutti :hi:
KUKKY

Manen

Utente Fedele

  • "Manen" è stato interdetto da questo forum

Posts: 420

Activity points: 1.274

Data di registrazione: venerdì, 06 maggio 2011

  • Invia messaggio privato

8

lunedì, 04 luglio 2011, 23:42

Povero piccino :( mi dispiace tanto. Ti sono accanto. Dimmi, posso fare qualcosa per te? Vorrei aiutarti.

kukky

Utente Attivo

  • "kukky" è un uomo
  • "kukky" ha iniziato questa discussione

Posts: 18

Activity points: 89

Data di registrazione: mercoledì, 29 giugno 2011

Località: Modena

  • Invia messaggio privato

9

martedì, 05 luglio 2011, 16:18

ah non lo so ormai accetto ogni metodo di aiuto possibile...ho deciso di affrontare la mie paure ma non è facile e ogni giorno è una lotta anche con l'aiuto della terapia farmacologica....
accetto qualsiasi aiuto o consiglio....scrivo qui apposta i miei pensieri nella speranza di trovare un aiuto!!

Un abbraccio
KUKKY

Manen

Utente Fedele

  • "Manen" è stato interdetto da questo forum

Posts: 420

Activity points: 1.274

Data di registrazione: venerdì, 06 maggio 2011

  • Invia messaggio privato

10

martedì, 05 luglio 2011, 20:05

...Te la senti di parlare di quel tuo amore durato 4 anni....?

kukky

Utente Attivo

  • "kukky" è un uomo
  • "kukky" ha iniziato questa discussione

Posts: 18

Activity points: 89

Data di registrazione: mercoledì, 29 giugno 2011

Località: Modena

  • Invia messaggio privato

11

mercoledì, 06 luglio 2011, 10:31

certo che me la sento....è stato il primo vero amore è durato quasi tutte le superiori, avevamo creato un rapporto fin troppo appiccicoso, ci vedavamo tutti i giorni in un modo o nell'altro e ormai a casa sua ero di famiglia come lei in casa mia...
sai a quell'età li conta solo la tua metà, cominci a pensare a cosa fare finita la scuola, cominci a progettare una vita insieme, ecc.ecc.
io ero veramente innamorato perso e avevo le fette di salame d'avanti agli occhi come da copione...purtroppo durante questi 4 anni ci sono stati degli alti e bassi delle lasciate e delle riprese...però bene o male quando ci riunivamo era meglio di prima!
fino a quando arriva l'anno della maturità in cui vedo che lei preferisce uscire con le amiche che con me....cominciamo a vederci sempre meno...e noto che non c'è più quel clima che avevamo creato....io ne soffro molto e decido di lasciarla perchè non ne valeva più la pena andare avanti così!!
il problema è che la sera del suo compleanno, una settimana dopo che ci siamo lasciati, fa una grossa festa a casa sua in campagna...ovviamente io sono invitato perchè ci eravamo lasciati in ottimi rapporti e magari avevo la speranza di riconquistarla un giorno...poi mentre vado a prendere il suo regalo in camera sua da dargli vedo il suo cellulare sul comodino con un messaggio in arrivo...la curiosità è più forte di me e leggendo il messaggio....scopro che è già innamorata di un altro da qui messaggiava e si vedeva da due mesi!!
la botta è talmente grossa che provo a parlarne con lei che subito nega poi davanti all'evidenza mi racconta tutto....ho passato la settimana più brutta della mia vita dove volevo rompere e distruggere qualsiasi cosa....ero affranto perchè mi sentivo impotente davanti a questa situazione e non povevo proprio fare niente....e la cosa più brutta è proprio quella che mi sono trovato impotente davanti a tutto questo, non potevo fare nulla e non sapevo come reagire....dovevo assolutamente sfogarmi ma non sapevo come....nessuno sfogo mi aiutava!!
dopo di che ho passato un periodo di 6 mesi in cui ho provato tutti i generi di droghe possibili, in qualunque posto in qualunque momento....ho cercato nello sballo con gli amici un modo per non pensare e sembrava che ci fossi riuscito perchè stavo bene...facevo tutto quello che volevo e mi divertivo da matti....fino a quando il mio corpo verso febbraio non ha letteralmente ceduto...casusa una crisi di fame avuta tornando da una serata in discoteca, dopo è stata tutta una reazione a catena....gastriti, ulcere duodenali, depressione....ionsomma da quel giorno li di 3 anni fa devo ancora passare una giornata in cui non ho un acciacco o un problemuccio fisico...questa è la mia storia ed eccomi ancora qui!!
e ora che mi si è ripresentata l'occasione di innamorarmi ne sono terorizzato....speravo di essermi lasciato tutto alle spalle ma si vede che non è così...sono ancora troppo condizionato da quanto ho sofferto in passato e il mio inconscio lotta contro di me per non farmi tornare ad essere felice e non è facile....vorrei tornare ad innamorarmi e a vivere sereno con una persona al mio fianco, sarà mai possibile???
:hi:
KUKKY

Bettyboop

Amico Inseparabile

  • "Bettyboop" è una donna

Posts: 1.480

Activity points: 4.608

Data di registrazione: giovedì, 30 luglio 2009

Lavoro: Studentessa di Psicologia Clinica

  • Invia messaggio privato

12

mercoledì, 06 luglio 2011, 14:06

Ciao :) ... la fine di un amore è sempre dolorosa quando si ha amato davvero. Poi voi eravate "cresciuti insieme", quindi con la fine di un amore come quello "da liceali" rimangono tanti ricordi belli legati anche al periodo vissuto in generale, oltre a quelli della coppia. Per questo è cosi difficile staccarsene e andare avanti.
In +, un tradimento è anche un colpo all'orgoglio, alle nostre sicurezze, a quello che pensavamo di aver costruito con quella persona speciale.
Adesso sei frenato, perchè hai paura che rimettendoti a nudo sentimentalmente potresti incorrere in un'altra delusione; eh si, ma la vita è proprio questo!! E' una grande incognita, un punto interrogativo, un imprevisto dopo l'altro. Può spaventare, a me spesso spaventa, ma è anche questo il bello della vita! Chi non rischia non assapora mai le cose fino in fondo! A mio avviso è molto meglio tentare e rimanere scottati, ma avendoci provato al 100%, che non tentare affatto...

Per quanto riguarda le droghe, e qua non faccio del moralismo ma il mio è solo un consiglio, occhio!! Possono (oltre a creare indubbi danni) slatentizzare disturbi ansiosi/depressivi/ecc latenti..

Un abbraccio
"La Paura bussò alla porta...la Speranza andò ad aprire e .. non c'era nessuno" [M.L. King]

Manen

Utente Fedele

  • "Manen" è stato interdetto da questo forum

Posts: 420

Activity points: 1.274

Data di registrazione: venerdì, 06 maggio 2011

  • Invia messaggio privato

13

mercoledì, 06 luglio 2011, 14:12

Ho appena letto la tua mai.
...Devi aver sofferto moltissimo....!
Ma ora non devi lasciarti scappare l'occasione di innamorarti ancora! Credimi, lo puoi fare, senza aver paura di trovarti nella situazione passata, perchè è proprio da quella situazione che sei cresciuto, e che hai imparato a conoscere meglio le reazioni umane. Adesso ti verrà più semplice capire chi hai di fronte e se con lei potrà funzionare. In più tu stesso ti lascerai andare a poco a poco e non subito, quindi a poco a poco, con la frequentazione, capirai sempre più la persona che ti è accanto! Non devi temere! Anche perchè se ora ti piace una ragazza, sicuramente ti piace in base alla persona che sei tu ora, e non che eri prima. Ora tu hai esigenze, carattere, e bisogni diversi da quelli che avevi prima e quindi è in base a ciò, che sceglierai la tua metà! Quindi niente paura! Buttati! Frequentala, quanto più ne hai voglia ;-)!!!

kukky

Utente Attivo

  • "kukky" è un uomo
  • "kukky" ha iniziato questa discussione

Posts: 18

Activity points: 89

Data di registrazione: mercoledì, 29 giugno 2011

Località: Modena

  • Invia messaggio privato

14

mercoledì, 06 luglio 2011, 16:43

grazie ragazzi delle vostre parole...posso dire certamente che questa mia esperienza mi ha cambiato in meglio a livello umano e mi ha fatto crescere parecchio.
Il problema è che tendo a pensare troppo prima di agire, e quindi divento ansioso...vado nel panico pensando a cosa potrà succedere, se è la scelta giusta, se è lei quella che voglio...ecc.ecc.
Io ormai ho deciso che lottero per tenermela stretta questa mia nuova conoscenza, anke se il mio corpo è riluttante nel farlo e cerca di farmi capire in tutti i modi che ho ancora veramente tanta paura di tornare ad essere tradito o trattato a pesci in faccia.
Io sono un ragazzo molto sensibile e romantico, per me non c'è nulla i più bello dell'amore in tutte le sue forme...solo che ora che faccio ancora fatica a lasciarmi andare completamente...non mi riesco a fidare...e questo mi crea ansia e depressione perchè non riesco a essere felice.
eppure non capisco ho tutto quello che uno desidererebbe dalla vita, un ottimo lavoro, una stupenda famiglia, una bella donna e tanti amici....perchè non riesco a essere tranquillo e sereno ma devo essere tormentato dalle mie paure??
io mi sto buttando per cercare di superare la mia paura nei confronti delle storie serie...non so se ce la farò o meno...ma almeno potrò dire di avercela messa tutta!!
so per certo che sarebbe più facile fuggire da tutto ciò...ma non supererei mai il problema che tornerebbe in corsa con la prossima storia...e mi sono rotto di perdere dei treni che passano!!!

Grazie amici mi fa piacere leggere i vostri commenti
KUKKY

tulipano.63

Utente Attivo

  • "tulipano.63" è una donna

Posts: 48

Activity points: 172

Data di registrazione: sabato, 23 ottobre 2010

Località: genova

Lavoro: impiegata

  • Invia messaggio privato

15

mercoledì, 06 luglio 2011, 17:56

allora kukky ti racconto la mia storia. fino a vent'anni (ora ne ho quasi 48) non mi ero mai innamorata, a parte le cotte da ragazzini. a 20 anni appunto, vengo assunta da una grande societa' e vado a lavorare a roma per un anno. il secondo giorno di lavoro conosco un collega appena assunto come me, di firenze, e in quell'istante capisco cosa vuol dire avere il colpo di fulmine.. per un paio di mesi siamo andati avanti tra sguardi e sorrisi, poi a un magnifico concerto al palaeur di Santana, ci siamo buttati l'uno nelle braccia dell'altro.Da li è iniziato un periodo bellissimo, immagina essere al Gianicolo a guardare i tramonti romani,che per me sono unici, i lungotevere, ecc... finito l'anno a roma, ahimè io sono dovuta rientrare a genova e lui a firenze, quindi salti mortali per vederci, viaggiare tre ore per stare insieme magari per una sola, ecc... io intanto mi informavo in azienda per il mio trasferimento a firenze, sposarci, ecc... pero' dopo circa due anni e mezzo ho cominciato ad avvertire in lui qualcosa di strano, trovava scuse per saltare i ns incontri ecc... finchè un collega amico comune, mi ha informata che a firenze si vedeva con un'altra, il vigliacco non ha avuto neanche il coraggio di dirmelo in faccia... ti lascio immaginare come mi sono sentita, per qualche settimana non ho avuto il coraggio di affrontare la situazione.alla sua ennesima scusa per non vederci, ovviamente eravamo al telefono, sono esplosa e gli ho gridato che sapevo tutto, parolacce, insomma gli ho detto di tutto, gli ho posto un ultimatum anche se mi sono letteralmente violentata per farlo, gli ho detto devi decidere o me o lei. la sua risposta è stata: se proprio devo scegliere scelgo lei, l'ho mandato a fan.... e ho chiuso il tel. Sono uscita prima dall'ufficio e sono arrivata a casa che avevo la febbre... non ti dico altro. ho passato dei mesi di inferno, mi sentivo una nullita',una schifezza. uscivo di casa solo per andare al lavoro,mi negavo alle mie amiche, ecc
una piu' cocciuta delle altre, una sera si è presentata a casa mia e mi ha detto: resto qua anche tutta la notte se necessario, ma ora ti dai una sistemata, ti vesti e usciamo, praticamente mi ha preparata lei, come si fa con un bambino piccolo... ho scoperto poi che era la classica pizza a 4, cioè lei, il suo ragazzo e un amico di lui.Questo amico oggi è mio marito da 21 anni... e non credere che sia stato facile per me lasciarmi andare di nuovo... io ho saputo che l'altro si è sposato con l'altra, hanno due figli e sinceramente oggi posso dire che spero sia felice. Scusa se mi sono dilungata ma ti ho voluto raccontare la mia storia perchè so cosa vuol dire essere dilaniati per la fine di un amore ed avere paura di essere di nuovo fregati e di stare male di nuovo. Ma le ns paure non possono e non devono imperdirci di vivere e non puoi rimanere con il rimpianto di non sapere se questa magari poteva essere la persona giusta... chiudi gli occhi e buttati! Un abbraccio :)
E' piu' facile giudicare che pensare...