Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

morenomoreno

non devi aver paura di avere paura

  • "morenomoreno" è un uomo
  • "morenomoreno" è stato interdetto da questo forum
  • "morenomoreno" ha iniziato questa discussione

Posts: 511

Activity points: 1.946

Data di registrazione: domenica, 22 novembre 2009

Località: napoli

  • Invia messaggio privato

1

venerdì, 17 dicembre 2010, 22:10

pippe mentali che fanno bene

ragazzi mi dite tutte le pippe mentali che vi fate quando state male e cosa vi dite per stare meglio ????
per esepio adesso ho un dolore che parte dall'epigastrio e sal sul al petto... da buon ansioso ipocondriaco penso che abbia qualche problema al cuore e che mi voglio fare un elettrocardiogramma per rasserenarmi anche perche penso sia l'unica cosa che mi potra rasserenare.... be le pippe mentali sono... mi ripeto che non ho niente che è solo ansia e che ci sono tante persone che ne soffrono come me con gli stessi sintomi o anche di peggiori, poi per il resto cerco di non pensare, fino a che l'ansia non sale piu forte e mi devo trova naltra pippa mentale... voi cosa pensate quando state male quali sono tutti i pensieri che vi dite

martina86

Utente Avanzato

Posts: 786

Activity points: 2.414

Data di registrazione: giovedì, 10 giugno 2010

  • Invia messaggio privato

2

venerdì, 17 dicembre 2010, 22:14

io cerco di dirmi che è solo ansia e che se non ci penso mi passa. Io somatizzo con lo stomaco, quindi spesso e volentieri ho la sensazione che mi stia venendo mal di pancia e talvolta anche delle fitte. In quei momenti cerco di pensare che sto bene, che sono sana, cerco di guardare le altre persone e mentre vedo che loro sono rilassate penso che anche io lo posso essere. Cerco di fare gli esercizi di respirazione.. insomma cerco di scacciare i pensieri brutti con quelli più positivi, soffermandomi soprattutto sul fatto che quello che sento è esclusivamente ansia

Ciennemeno

Giovane Amico

  • "Ciennemeno" è stato interdetto da questo forum

Posts: 156

Activity points: 552

Data di registrazione: sabato, 26 giugno 2010

  • Invia messaggio privato

3

sabato, 18 dicembre 2010, 01:23

E' relativo..io due volte che stavo avendo un attacco d'ansia mi dissi: ma che mi venga cosi passa e starò meglio! Vedendolo non più come una minaccia in quei due casi mi calmai e non mi vennero! Ma non sempre so rose e fiori perchè una volta mi sfidai...ovvero il mio stato ansioso mi sfidò e mi aggitai! Sta di fatto che sono una persona molto ansiosa e vederla nera non serve a nulla! Quando sono sereno ci penso...alla fine modificare la propria vita per 30min/1h di sofferenza atroce che probabilmente potrebbero venire e se dovessero venire è solo per colpa mia non ne vale la pena!
Se ti posso dare un consiglio...alla prossima occasione (che spero non avvenga o sia più lontana possibile) ripetiti: ma che mi venga pure cosi passa e starò meglio! Però devi esserne convinto! Poi fammi sapere! :)
Prima di diagnosticarsi depressione o bassa autostima, assicurati di non essere semplicemente circondato da stronzi. :S

Ing

utente take it easy

  • "Ing" è un uomo

Posts: 1.154

Activity points: 3.553

Data di registrazione: lunedì, 06 dicembre 2010

  • Invia messaggio privato

4

sabato, 18 dicembre 2010, 10:05

fino a che l'ansia non sale piu forte e mi devo trova naltra pippa mentale.

succede anche a me; ho notato che avviene perchè non ci crediamo fermamente alla pippa mentale o meglio perchè sappiamo che ce lo stiamo dicendo per calmarci.
Ripetendola spesso, però, la stessa pippa diventa poi una convinzione. Viva le pippe mentali, allora :D
cerco di guardare le altre persone e mentre vedo che loro sono rilassate penso che anche io lo posso essere.

Ottimo Martina, è una cosa che penso spesso: mi fa capire che si può e, se si può, io voglio e devo farcela. ;)
cerco di scacciare i pensieri brutti con quelli più positivi, soffermandomi soprattutto sul fatto che quello che sento è esclusivamente ansia

Idem
Se ti posso dare un consiglio...alla prossima occasione (che spero non avvenga o sia più lontana possibile) ripetiti: ma che mi venga pure cosi passa e starò meglio! Però devi esserne convinto! Poi fammi sapere!

Ottimo consiglio, grazie anche da parte mia ;)
Tutto sembra impossibile fino a quando non arriva un folle e dimostra che si può fare ;)

Sono tutti bravi quando si sta bene...ma, quando si sta male, solo i migliori superano il momento!!!

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "Ing" (18/12/2010, 10:11)


pdm89

Utente Attivo

Posts: 87

Activity points: 303

Data di registrazione: giovedì, 11 novembre 2010

  • Invia messaggio privato

5

sabato, 18 dicembre 2010, 11:06

io parto dal fatto che la stessa ansia è un enorme "pippa mentale" . con questo non voglio dire che non ne soffro , o credo che non esista , ma l'ansia proviene dalla nostra mente . quindi se da lì nasce , noi siamo in grado di controllarla , o quanto meno capire i problemi psicologici che la provocano . io prima riuscivo a ragionare in questa maniera , anzi giustificavo ogni dolorino con qualche lieve malattia che io trovavo su internet . per esempio a me si scarica sullo stomaco , ed in effetti è da un pò che soffro di reflusso , ma sò che è nato tutto da un mio stato psicologico ansioso . adesso ho comunque dovuto sostenere una cura , ma sicuramente se non riesco a controllare la mia ansia , e quindi la mia mente , non riuscirò mai a guarire completamente .
devo precisare che tutte queste belle parole ancora non riesco bene ad applicarle :D , visto che ancora quando sento il dolorino mi preoccupò da un punto di vista fisico. ma che dire spero che aver capito finalmente l'origine dei mie mali mi porti prima o poi a ritrovare uno stato psicofisico ottimale :thumbup:

Ing

utente take it easy

  • "Ing" è un uomo

Posts: 1.154

Activity points: 3.553

Data di registrazione: lunedì, 06 dicembre 2010

  • Invia messaggio privato

6

sabato, 18 dicembre 2010, 13:02

io parto dal fatto che la stessa ansia è un enorme "pippa mentale"

l'ansia in sé non lo è. E' quello che scatena in noi che è una grossa "pippa mentale".
Tutto sembra impossibile fino a quando non arriva un folle e dimostra che si può fare ;)

Sono tutti bravi quando si sta bene...ma, quando si sta male, solo i migliori superano il momento!!!

pdm89

Utente Attivo

Posts: 87

Activity points: 303

Data di registrazione: giovedì, 11 novembre 2010

  • Invia messaggio privato

7

sabato, 18 dicembre 2010, 13:23

si diciamo che le cause e le paure che la scatena sono infondate

morenomoreno

non devi aver paura di avere paura

  • "morenomoreno" è un uomo
  • "morenomoreno" è stato interdetto da questo forum
  • "morenomoreno" ha iniziato questa discussione

Posts: 511

Activity points: 1.946

Data di registrazione: domenica, 22 novembre 2009

Località: napoli

  • Invia messaggio privato

8

sabato, 18 dicembre 2010, 13:44

io sto cominciando a credere che la causa sia culturale... ossia una serie di convinzioni e falsi miti annidati nella mente che noi diamo per scontato che siano cosi, per esempio la rezze la richezza la poverta l'amore della madre la famiglia l'amicizia l'amore d una donna la religione i media le false informazioni la convinzione che vali qualcosa solo se sei bravo a fare qualcosa che sei una persona con i soldi che sei eterosessuale che sei bianco ben vestito con un buon profumo con una bella moglie una bella casa, e sopratutto i rapporti con i genitori la famiglia gli amici e tutto il palcoscenico che ce intorno a noi.... tutto filtrato in maniera sbagliata.... l'ansia è un problema culturale prima e personale poi con idiversi risvolti nei giovani di oggi... perch è evidente che tutto quello che ci hanno insegnato sta mutando velocemente e nonci serve piu in un mondo che sta cadendo a pezzi... in un mondo che potremmo risollevarlo in un niente, ma non ci danno via di scampo perche siamo imprigionati in una bolla di cultura dannosa.. una cultura che ci fa andare in loop.... l'ansia e una paur dell'indefinito perche ci deve essere una spinta a migliorarci proprio verso l'indefinito verso cio che non conosciamo verso cio che finalmente ci dara senso... verso cio che qualocsa che conti davvero... l'ansia secondo me è una salvezza.... è quel motore che ci dara la sopravvivenza ancora una volta prima che andiamo verso lautidistruzione come civilta.... perche se continuiamo di questo passo senza veramente svegliarci il mondo davvero andra alla malora... per esempio se tutto il mondo vivrebbe ai ritmi degli americani ci vorrebbero altri due pianeti... ma abbiamo solo questo... e con questo non voglio dirvi che siamo tutti sbagliati... voglio dire che dobbiamo tutti fare una grande passo verso la consapevolezza... ed io non l'avrei mai fatto senza l'ansia non mi sarei mai svegliato e non sarei venuto a conscenza di tante cose....

pdm89

Utente Attivo

Posts: 87

Activity points: 303

Data di registrazione: giovedì, 11 novembre 2010

  • Invia messaggio privato

9

sabato, 18 dicembre 2010, 14:16

moreno in parte la penso come te . io credo che le mie insicurezze e le mie preoccupazioni anche quando non ero ansioso , partivano dal fatto che pensavo sempre gli altri che opinione avessero di me . voglio dire che secondo me le altre persone mi vedevano in un certo modo , ed io ero il ragazzo " buono tranquillo ed educato " perciò spesso anche se una cosa non la volevo fare , visto vhe gli altri mi vedevano in un certo modo , la facevo lo stesso proprio perchè io avevo questa etichetta addosso , ed era come se non la dovessi sporcare , e se lo facevo mi sentivo in colpa . forse si tende troppo ad idealizzare se stessi , e a costo di non contraddire quella idealizzazione si va contro quello che si prova dentro .

Ing

utente take it easy

  • "Ing" è un uomo

Posts: 1.154

Activity points: 3.553

Data di registrazione: lunedì, 06 dicembre 2010

  • Invia messaggio privato

10

sabato, 18 dicembre 2010, 14:30

l'ansia e una paur dell'indefinito perche ci deve essere una spinta a migliorarci proprio verso l'indefinito verso cio che non conosciamo verso cio che finalmente ci dara senso... verso cio che qualocsa che conti davvero... l'ansia secondo me è una salvezza.... è quel motore che ci dara la sopravvivenza ancora una volta prima che andiamo verso lautidistruzione come civilta.

Non è un caso che chi è ansioso si ponga tante domande. Siamo persone molto riflessive ed è per questo che per noi l'ansia è qualcosa che per altri non è! ;)
Tutto sembra impossibile fino a quando non arriva un folle e dimostra che si può fare ;)

Sono tutti bravi quando si sta bene...ma, quando si sta male, solo i migliori superano il momento!!!

sogno2007

Forumista Incallito

  • "sogno2007" è stato interdetto da questo forum

Posts: 2.875

Activity points: 11.278

Data di registrazione: lunedì, 15 ottobre 2007

  • Invia messaggio privato

11

sabato, 18 dicembre 2010, 23:37

Io pure sono cosi, mi sembra di essere un cronista di una partita di pallone, ogni volta che mi viene un dolore o sensazione di malessere, faccio tante ipotesi, colpe, cause, andamento, forse,ma, poi alla fine non è niente o tutt'altra cosa. ecc. Spesso lo dico a qualcuno della mia famiglia e lo ripeto spesso, così abbiamo preso l'abitudine in famiglia di dire ogni minimo dolore. Ma anche prima e per altre cose mi facevo le pippe mentali. Come per esempio se dovevo andare a qualche compleanno o a qualche festa, mi dicevo di andare poi non andare, e di nuovo, sperando che facesse maltempo o che io avessi qualche malessere, ecc.

riccioinletargo

la voce sincera

  • "riccioinletargo" è una donna

Posts: 1.268

Activity points: 4.413

Data di registrazione: domenica, 23 novembre 2008

  • Invia messaggio privato

12

sabato, 18 dicembre 2010, 23:44

l'ansia secondo me è una salvezza.... è quel motore che ci dara la sopravvivenza ancora una volta prima che andiamo verso lautidistruzione come civilta.... perche se continuiamo di questo passo senza veramente svegliarci il mondo davvero andra alla malora..

Questa considerazione è molto bella, dà all'ansia una positività non da poco.

morenomoreno

non devi aver paura di avere paura

  • "morenomoreno" è un uomo
  • "morenomoreno" è stato interdetto da questo forum
  • "morenomoreno" ha iniziato questa discussione

Posts: 511

Activity points: 1.946

Data di registrazione: domenica, 22 novembre 2009

Località: napoli

  • Invia messaggio privato

13

domenica, 19 dicembre 2010, 01:07

ma certo :-)

ti ringrazio... magari e forse solo il senso che voglio dare io... ma la logica c'è tutta è questa cosa mi fa andare avanti con il sorriso alternato all'angoscia... se ci fate caso tutti noi ansiosi abbiamo e ci viene detto di avere una sensibilita ed empatia maggiori rispetto alla media, desideriamo capire il perche del nostro disagio e sappiamo ascoltare gli altri, e questo forum ne è l'esempio lampante.... tra l'altro siamo spinti a migliorarci a capirci e capire meglio come funziona una persona per spiegarci i nostri sintomi, è questo continuo voler cercare di capire io lo vedo come uno svegliarsi piano piano da un sonno... un sonno durato fino ad ora... da quando si è nati.. ti alzi la mattina e fai tutto cio che devi fare senza capire un perche senza il senso lo fai e basta e vivi una vita senza mai essere sveglio senza mai avere consapevolezza.... poi una mattina ti svegli e stai male non riesci a respirare e cominci a chiederti come è possibile che sia successo a me eppure si anche se stentatamente facevo una vita appagante...... ed ecco che ci si comincia a svegliare... svegliarsi e un po come svegliare una mano per suonare il piano forte... o la chitarra... pian pianio la mano si sveglia e tu suonerai.... svegliarsi puo essere doloroso... e l'ansia ci da la spinta a farlo a cercare di capire come funzionano quei meccanismi della nostra mente, perche in ballo c'è la nostra felicità la nostra vita e dei nostri figli..... come ho detto in vari post io credo che il problema dell'ansia sia culturale e in questi ultimi decenni si sono create tutte le condizioni sociali economiche politiche relazionali ambientali etc etc per far nascere questa epidemia che si spande a macchia d'olio.... sapesse quante persone ne soffrono quante in europa e quante negli stati uniti..... per quanto mi riguarda svegliandomi ho capito che siamo schiavi.. siamo nati sotto catene e anche da parecchi secoli.... l'ansia è un problema culturale prima di tutto e singolo poi.... lo ripetero all'infinito......
altro grande ragionamento è il problema dell'ansia come paura dell'indefinito, noi siamo abituati a sentire l'ansia verso una situaizone o qualcosa o qualcuno.... insomma qualcosa che ci minaccia dall'esterno... in questo caso non c'è apparentemente nessun elemento esterno che ci possa provocare ansia.. abbiamo paura di morire di stare male ma non sappiamo manco di cosa.... perche ormai cioe che ci crea ansia si respira nell'aria come un idea..... come fai a chiaamre per nome la paura del niente.... be a risposta c'è e perche davvero ci stanno facendo del male giorno dopo giorno distruggendo il pianeta e creando falsi miti in noi.. come il mito della religione o della patria o dell'amore dell'eterosessualità del diverso... seprandoci e facendoci combattere luno contro l'altro o facendoci lavorare ore ed ore per produrre beni di consumo che manco ci servono ma che compreremo e butteremo arricchendo pochi ed inquinando sempre di piu il nostro pianeta... lo so possono sembrare parole estranee ed ognuno di voi pensera ma a me che importa e che centra con me tutto questo.... l'ansia è un problema culturale.... e vi faccio un altro esempio quando la vostra squadra del cuore subisce un goal alla fine della partita voi state male.... chi e cardiopatico deve pure stare attento... addirittura persone possono stare male per un squadra che amano... e danno per scontato oramai il loro amore per la squadra di calcio e sono pronti a dar battaglia e a soffrire.... soffrire per cosa ???? per un idea.... e le false idee oramai stagnanti nell'aria hanno creato da sfondo tutti i presupposti per creare l'ansia la reazioni ai nostri corpi ad un mondo che non va piu bene che va cambiato.... ancora una volta questa è la fine di un epoca..... adesso vi postero dei vide per farvi capire come la penso http://www.youtube.com/watch?v=18a1GQUZ1eU&feature=related questo video ha altre due parti spiega chiaramente tante cose.. un altro lo pubblicato in unaltro treadhs.... lo so ho scritto troppo posso sembrare pesante ma sono convinto in cio che dico..... finalmente io non vedo solo ansia ma vedo un collegamento... e le informazioni che cercate ci sono sono dappertutto sono in rete basta cercare.....

morenomoreno

non devi aver paura di avere paura

  • "morenomoreno" è un uomo
  • "morenomoreno" è stato interdetto da questo forum
  • "morenomoreno" ha iniziato questa discussione

Posts: 511

Activity points: 1.946

Data di registrazione: domenica, 22 novembre 2009

Località: napoli

  • Invia messaggio privato

14

domenica, 19 dicembre 2010, 01:32

moreno in parte la penso come te . io credo che le mie insicurezze e le mie preoccupazioni anche quando non ero ansioso , partivano dal fatto che pensavo sempre gli altri che opinione avessero di me . voglio dire che secondo me le altre persone mi vedevano in un certo modo , ed io ero il ragazzo " buono tranquillo ed educato " perciò spesso anche se una cosa non la volevo fare , visto vhe gli altri mi vedevano in un certo modo , la facevo lo stesso proprio perchè io avevo questa etichetta addosso , ed era come se non la dovessi sporcare , e se lo facevo mi sentivo in colpa . forse si tende troppo ad idealizzare se stessi , e a costo di non contraddire quella idealizzazione si va contro quello che si prova dentro..... esatto

per PDM esattamente cio che dico... si è annidato dentro di te un falso mito... il mito del bravo ragazzo, che deve comportarsi un una certa maniera altrimenti è GIUDICATO... e questo provoca senso di colpa ed ansia... ansia da come bisogna comportarsi in ogni situazione prendendo in giro la propria natura... e lansia nasce da questo dal conflitto della propria natura con limposizione dell'io...... è questo tuo è un esempio come tanti falsi miti e tanti valori sbagliati.... noi siamo figli di una cultura cattolia che è la piu grande pippa mentale di tutti i tempi... questo secondo voi che risvolti puo avere su generazioni di giovani.... prima col 68 si combatteva per superare dei paletti dal limite al non limite... adesso dovremmo lottare da cio che è indefinito a cio che lo sara... lottare per la verità e per bisognu che ormai dentro di noi non conosciamo piu..... :sos: ps ma come fate a mettere le cose scritte dagli altri nel riquadro ????? la prima parte scritta è di pdm

Ing

utente take it easy

  • "Ing" è un uomo

Posts: 1.154

Activity points: 3.553

Data di registrazione: lunedì, 06 dicembre 2010

  • Invia messaggio privato

15

domenica, 19 dicembre 2010, 12:03

ps ma come fate a mettere le cose scritte dagli altri nel riquadro ???

selezioni la parte che vuoi citare e clicchi su "cita direttamente"
Tutto sembra impossibile fino a quando non arriva un folle e dimostra che si può fare ;)

Sono tutti bravi quando si sta bene...ma, quando si sta male, solo i migliori superano il momento!!!