Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

tototony

Per sempre Tototony

  • "tototony" is male
  • "tototony" started this thread

Posts: 1,116

Activitypoints: 4,776

Date of registration: Aug 14th 2009

Location: provincia di napoli

Occupation: setacciatore di fondali marini

  • Send private message

1

Thursday, March 4th 2010, 11:57am

Perchè ho cosi paura di stare bene o di più.

Questa è la mia ultima ossessione e a dir la verità sembra la mia sfida della vita. Io in passato ne ho avuto tante di ossessioni e ogni tanto mi veniva anche questa, cioè di non saper controllare un eventuale stato emotivo contento, solo che adesso ci sono andato più dentro. Una volta la mia psicologa mi disse tra le tante ossessioni che gli raccontavo che questa era la più importante e da tenere più attenzioni ed è propio cosi. Questo è stata uno dei tanti blocchi nel quale mi impediva di crescere e di avere un'automatica razionalità sulla felicità e le esperienze equilibrandomi l'umore con qualche altra ossessione. Adesso ho capito che è propio questa cosa che mi impedisce di crescere, cioè la paura o la disabitudine di cambiare, di maneggiare più soldi e di lavorare(Rinseguire il treno).

In questi giorni ho tentato un'esperimento e mi sono detto dentro di me che devo provare ad immaginarmi di aver vinto il superenalotto. Quindi avendo un'estremo realizzativo le cose della vita minori devono spaventarmi di meno, tra cui lavorare e guadagnare che per me è già un motivo di trionfo perchè poi in fondo sono uno che si accontenta. Purtroppo il risultato è sempre lo stesso cioè che mi incrippo di più e addirittura neutralizzo ogni sentimento positivo dando spazio all'ansia e la depressione. Addirittura adesso anche le poco cose che avevo di buono sembra che la mia mente le respinge sempre dando spazio all'ansia. Mi sveglio la mattina già con l'ansia e la depressione e non riesco facilmente a lasciarle e mi ritrovo spesso già senza energie di mattina e con stress muscolari che non riesco nemmeno a camminare un'altro pò. Io questo non lo accetto cerco di reagire ma non riesco a non stare depresso e sbattere a trovare la risposta al mio quesito: Perchè non controllo l'emozione di riuscire nella vita? Mi sta nascendo una psicosi per questo. Cosa dovrei fare? Aiutatemi sto in una gigantesca difficoltà :sos:

2

Thursday, March 4th 2010, 6:46pm

Quindi avendo un'estremo realizzativo le cose della vita minori devono spaventarmi di meno, tra cui lavorare e guadagnare che per me è già un motivo di trionfo perchè poi in fondo sono uno che si accontenta




Dei tuoi post che ho letto: qesta frase è sicuramente quella che + mi piace, perchè non si sofferma sul problema ma si rivolge a quella che pùo essere la soluzione.
Tutto ciò mi perplime

rocco smitherson

Bettyboop

Amico Inseparabile

  • "Bettyboop" is female

Posts: 1,480

Activitypoints: 4,617

Date of registration: Jul 30th 2009

Occupation: Studentessa di Psicologia Clinica

  • Send private message

3

Thursday, March 4th 2010, 8:57pm

Toto sai come la penso. Conosco un ragazzo col DOC che conduce una vita normale e direi serena. Farmaci e psicoterapia cognitivo comportamentale. Si puo' star bene..nn vedo xche non prendersi cura di sè............ un bacio
"La Paura bussò alla porta...la Speranza andò ad aprire e .. non c'era nessuno" [M.L. King]

tototony

Per sempre Tototony

  • "tototony" is male
  • "tototony" started this thread

Posts: 1,116

Activitypoints: 4,776

Date of registration: Aug 14th 2009

Location: provincia di napoli

Occupation: setacciatore di fondali marini

  • Send private message

4

Friday, March 5th 2010, 5:36pm

Grazie per le vostre risposte, ma in questo momento ancora sto incrippato e addirittura tremo d'agitazione. Non riesco non so perchè ad accettare di nuovo la consapevolezza di come sono e il convincimento che posso ottenere cose belle, nuove e che non sono abituato. Non riesco nemmeno più a tornare come prima come se la mia testa si accorgesse in continuazione che sto eludendo o dimenticando questa mia intolleranza all'allegria, la serenità e l'avanzata nella vita come se mi facessero paura queste emozioni. Non sò, l'idea adesso di tornare già solo normale mi provoca un'ansia indescrivibile. C'è qualcosa nel mio super io che non va e che non sò che strada stia seguendo. Nonostante adesso voglio rispiegarmi a me stesso che lavorare e guadagnare e stare sereno siano cose normali e che sono le fondamenta e il diritto di ognuno, non riesco comunque a sbloccarmi come se avessi paura di essere felice, di risolvere i problemi e di maneggiare i soldi......assurdo, è impossibile cosa mi sta succedendo. In passato quando mi veniva questa ossessione passava appena mi dimenticavo o perchè non mi sono mai reso consapevole che forse è la mia vera difficoltà perchè non avendo paura di essere felice e puntare al massimo si insisterebbe con tutte le energie per ottenerlo. Ogni volta comunque che mi veniva questa ossessione che io chiamavo la doc all'inverso mi sentivo sempre come uno scemo e perdevo in qualità e spesso mi bloccava come ora, però poi mi ritornava qualche ossessione di danneggio e ritornavo come prima, triste ma in un certo senso equilibrato anche se in lotta. Allora io adesso penso che comunque la vita e le cose girano anche se io ho rallentato e quindi automaticamente il mio inconscio vuole rallentare ancora perchè è come se temesse che io mi riprenda per ritornare cosi a risalire, continandomi a tenere a bada con lo stress e l'ansia che a volte può diventare attacco di panico. Non c'è niente da fare ho paura di guadagnare e crescere forse perchè sono stato troppo abituato a ritrovarmi ai margini della vita non sò. Addirittura se vincessi veramente ad una lotteria sarebbe un'emozione insuperabile e già mi danneggia col pensiero. Sembra che non riesco più ad uscire da questa situazione nonostante penso che dobbiamo prima o poi morire. Forse dovrei avere propio la forza di cambiare quasi a 360 gradi ritoccando le mie più profondi basi e radici ma purtroppo le possibilità sono una su un milione. Questa è la mia grande battaglia.....come è difficile crescere. Adesso che ho scritto mi sento un pò meglio ma in questo istante il super io già se ne accorto. C'è qualcosa che devo capire e metabolizzare che non riesco mai ad arrivarci povero me. Comunque Bettyboop grazie come sempre, anch'io ti voglio bene, spero che almeno tu riuscirai ad essere felice ed accettare la bellezza della vita. Per me come vedi c'è ancora una terribile battaglia che non sò quanti danni mi farà ancora. Forse questo è il mio ultimo thread che scrivo spero di riscrivervi. Spero di riuscire a trovare la risposta alla mia vita e l'antidoto a tutte le mie difficoltà interne. Mi basta solo che le vostre anime mi siano vicine e saremo tutti uniti quando un giorno ci ritroveremo nel regno di Dio e non esiteranno più questi disturbi brutti. Arrivederci a tutti :dash:

Bettyboop

Amico Inseparabile

  • "Bettyboop" is female

Posts: 1,480

Activitypoints: 4,617

Date of registration: Jul 30th 2009

Occupation: Studentessa di Psicologia Clinica

  • Send private message

5

Friday, March 5th 2010, 7:09pm

Ti auguro di star meglio presto. La cosa che dovresti, secondo me, fare è una psicoterapia....poi vedi tu! bacio
"La Paura bussò alla porta...la Speranza andò ad aprire e .. non c'era nessuno" [M.L. King]

Glenn

...sailing home...

  • "Glenn" is male
  • "Glenn" has been banned

Posts: 194

Activitypoints: 589

Date of registration: Nov 15th 2009

  • Send private message

6

Friday, March 5th 2010, 8:09pm

ciao tot... non hai idea di quanto mi piacerebbe sentirti un po' rilassato e sereno...ma a quanto pare non è così, prendiamone atto entrambi. Non ti voglio consolare con qualche incoraggimento a buon mercato perchè so che quando si cade in un circolo vizioso ossessivo la possibilità di agire è limitata, MA C'E'.... un piccolo spazio di azione esiste e anche tu me lo confermerai, l'ossessività ha sempre degli alti e bassi, o no? Il gorgo ti risucchia giù ma per quanto la sofferenza che questo meccanismo provoca sia dannatamente reale il meccanismo in sè è un illusione della mente stessa... ma so che anche tu ti rendi conti di questo, del resto l'ossessività è proprio questo RENDERSI CONTO, ACCORGERSI.... e rendersi conto che ci si sta rendendo conto......ecc. in una spirale apparentemente infinita e quando il cerchio si stringe ecco che emerge l'ansia... ma lasciamo perdere, queste sono teorizzazioni, so che non ne hai bisogno... andiamo più sul concreto;

Non pensare di dover cambiare la tua vita di 360 gradi, questo è un pensiero completamente irrealistico frutto dell'ossessività, appena la tua mente lo formula scatta l'ansia... inevitabilmente... perchè lo percepisci come irraggiungibile, e quindi ti blocchi...

I piccoli passi tot, concentrati sui piccoli passi, passi da formica, non conta la portata, conta tentare di raggiungere obiettivi realistici. Tempo fa, ricordo, accennavi ad un lavoro di volantinaggio che stavi facendo... ecco, un piccolo obiettivo (non la battaglia della vita), potresti cercare qualcosa di piccolo, cercarlo nonostante l'ansia e la fatica e, una volta raggiunto tollerare il cambiamento (tollerabilissimo a mio parere quando lo vivrai, perchè è nei circoli viziosi e nell'immobilismo che ogni cosa sembra intollerabile,ma è un inganno... secondo me c'è molta più ansia nella vita che si pensa che nella vita che si vive)...prova ad agire, fallo anche se il tuo super io se ne accorge... e mandalo affanculo, anzi no... non reagire, rimanineutrale e vai pe la tua strada... io sono convinto che tu abbia energia sufficiente per agire a partire dal tuo piccolo spazio di azione... rilassati un po' se puoi...

il titanic non affonderà ;) ne sono convinto...

(ps. anche se soffri, cerca di non drammatizzare e tragicizzare tutto... cerca di ridere, cerca cose che ti distraggano un po' da te stesso e ti facciano sorridereanche per un attimo)

un abbraccio :friends: glenn

tototony

Per sempre Tototony

  • "tototony" is male
  • "tototony" started this thread

Posts: 1,116

Activitypoints: 4,776

Date of registration: Aug 14th 2009

Location: provincia di napoli

Occupation: setacciatore di fondali marini

  • Send private message

7

Saturday, March 6th 2010, 11:57am

Ti ringrazio molto glenn, questo è stata la migliore risposta che mi abbiano dato nella vita, neanche la psicologa era arrivata a tanta qualità. Come sono contento di ritrovarmi in questo forum con le uniche persone che ti capiscono veramente. :thumbup: Sei grande.

Come credo che saprai, io sono uno che non si arrende mai e ci stò provando. La teoria dei piccoli passi come dici tu è molto importante infatti già ci avevo pensato. Sto cercando di respingere l'ansia immotivata e di scendere con i piedi per terra, cosa che ci ricado sempre perchè ho una forte immaginazione, spesso legata a calcolare tutte gli imprevisti e le negatività che posso incontrare nel percorso e quando le riscontro temo di avanzare e faccio un balzo all'indietro spesso troppo lungo. L'ansia poi è maledetta, è una zecca che non ti scrolli mai di dosso specie quando le circostanze sono state traumatiche. Io prima di questa ossessione ho avuto altre due brutte ossessioni che non ho voluto scrivere per non essere il solito ripetitivo combattendo da solo. In una delle due ero conscio che caricando una emozione diversa tra una persona ed un'altra variava il mio rapporto con essa e la mia emotività verso di lui. Es: se parlando con una persona subivo un ossessione della parola che mi portava ad un certo stato emotivo e di imbarazzo: Quando rivedevo di nuovo quella persona non riuscivo più ad avere lo stesso rapporto di prima e addirittura la evitavo venendomi alla mente sempre l'ultimo stato emotivo in cui lo lasciai. Comunque l'ossessione in fondo ha una faccia, il fine è sempre a portarti al panico e lo stress.

Altrettanto interessante ho trovato anche l'osservazione in cui dici che vivendo le cose possono risultare diverse di come le pensi. Comunque ti ringrazio ancora, spero di diventare uomo e crescere di carattere, cercherò di accettare queste nuove osservazioni e umori che si risvegliono in me, in certi momenti mi sembro come una tartaruga fuori dal guscio ma primo o poi devo imparare. :?: Grazie Glenn :friends:

tototony

Per sempre Tototony

  • "tototony" is male
  • "tototony" started this thread

Posts: 1,116

Activitypoints: 4,776

Date of registration: Aug 14th 2009

Location: provincia di napoli

Occupation: setacciatore di fondali marini

  • Send private message

8

Sunday, March 7th 2010, 1:57pm

Che cos'è la pioggia?

Cari amici, ci sto provando ad andare avanti ma la percentuale diciamo positive sono molto basse rispetto a quella del circolo vizioso di questa nuova doc. Alla fine la cosa più immediata per stare un pò bene è di non pensarci nemmeno per un millesimo di secondo......poi quando invece mi convinco di aver trovato una soluzione, mi ritorna sempre. purtroppo mi accorgo e mi riaccorgo di eludere l'ossessione, come se la mia testa mi dice di tenerla sempre sotto controllo e man mano sembra che questa cosa diventi sempre più cronica in una graduale psicosi. A questo punto ho capito che la conclusione non serve perchè è come se avessi innescato la continua tendenza a l'ansia e stare male.

Esempio: paragoniamo l'ossessione e i vari sintomi al vento mentre a noi stessi al mare. Quando il vento soffia in continazione allora la tendenza delle onde va sempre nella stessa direzione, quindi anche se il vento si calma, il mare e le onde continuano lostesso. In risultato noi andiamo sempre verso la direzione ossessiva e della paura e per guarire serve la pioggia che però non so cos'è. Fin quando il vento continuerà a soffiare quindi la doc o gli altri disturbi, il mare e quindi noi saremo sempre agitati arrivando a forza 12 o oltre. Cosa ci sarà veramente dietro a questi disturbi che secondo me hanno comunque qualcosa in comune tra tutti noi? ;(

9

Sunday, March 7th 2010, 3:54pm

Esempio: paragoniamo l'ossessione e i vari sintomi al vento mentre a noi stessi al mare. cut. Cosa ci sarà veramente dietro a questi disturbi che secondo me hanno comunque qualcosa in comune tra tutti noi?



Cosa c'è nella banale vita di tutti i giorni che ti spaventa così tanto, da portarti a sovraccaricare il tuo cervello di pensieri, metafore, concetti, che alla fine non ti danno nulla?
Tutto ciò mi perplime

rocco smitherson

tototony

Per sempre Tototony

  • "tototony" is male
  • "tototony" started this thread

Posts: 1,116

Activitypoints: 4,776

Date of registration: Aug 14th 2009

Location: provincia di napoli

Occupation: setacciatore di fondali marini

  • Send private message

10

Sunday, March 7th 2010, 5:05pm

è questo il punto: perchè blocco continuamente lo stato automatico di stare sereno insistendo con l'ansia? Perchè ho paura di lasciarmi andare alla banalità come dici tu della vita? In questo momento sto malissimo, non riesco a stare sereno. Non ce la faccio più, mi sembra di morire.

11

Sunday, March 7th 2010, 5:58pm

toto mi sembra che stia seguendo una terapia, non hai fatto progressi?

Dalla mia esperienza è si importante capire le cause del disagio, ma DECISAMENTE + importante trovare le opportune strategie per venirne fuori.

Esempio: concentrarsi su un obbiettivo CONCRETO e realizzarlo.
Tutto ciò mi perplime

rocco smitherson

tototony

Per sempre Tototony

  • "tototony" is male
  • "tototony" started this thread

Posts: 1,116

Activitypoints: 4,776

Date of registration: Aug 14th 2009

Location: provincia di napoli

Occupation: setacciatore di fondali marini

  • Send private message

12

Monday, March 8th 2010, 2:14pm

In questo giorno forse una prima conclusione me la sono data, cioè che la mia mente deve accettare il cambiamento, qualsiasi cosa accada. La dottoressa un giorno mi disse di cosa temo che accadrebbe se si alzasse troppo l'umore. Io non seppi rispondergli però sono sicuro che la cosa che mi spaventerebbe è avere troppa energia che in un certo senso mi provocherebbe un'infarto. Una volta mi ricordo accadette che dopo un perido d'ansia che a quell'epoca la chiamavo autoturbamento sussegui un giorno di estrema euforia e contentezza che mi sembrava come un'esplosione, ed io non riuscivo più a controllarla sembrando che mi stesse per venire un'infarto. Non riuscii nemmeno a mangiare quella sera(cosa rara) e mi buttai sul letto cercando di svuotare la mente ed il presente facendo lunghi respiri. Il giorno dopo cominciai la (vera) cura farmacologica. Il fatto sta che le poche volte dopo che mi sono lasciato andare a questa euforia mi accadeva di sentirmi troppo diverso e spoglio con perdite equilibratorie fisiche, disorientamento, bagliori, raffreddore, alzamento di pressione costante e demenza come se fossi diventato quasi una checca scema. Oltre non sò a cosa arrivavo perche la mia mente mi creava di nuovo un'ossessione che mi portava indietro. Forse in quelle situazioni non sò dovevo fare le cose giuste come: sesso o lavoro duro. Tutto questo succede perchè questo maledetto super io se ne accorge altrimenti forse sarei diventato presidente. Probabilmente però come dice freud forse dovevo fare più sesso? Ora come ora non saprei se si possono ricolmare tutti questi punti vuoti lasciati da me durante il percorso della mia vita(freud). :cursing:

pw81

Colonna del Forum

  • "pw81" has been banned

Posts: 1,809

Activitypoints: 6,807

Date of registration: Jun 18th 2008

  • Send private message

13

Monday, March 8th 2010, 2:52pm

addirittura tremo d'agitazione


Mai presa in considerazione l'idea di affiancare un ansiolitico alla psicoterapia?
''il depresso è un narcisista fallito''

tototony

Per sempre Tototony

  • "tototony" is male
  • "tototony" started this thread

Posts: 1,116

Activitypoints: 4,776

Date of registration: Aug 14th 2009

Location: provincia di napoli

Occupation: setacciatore di fondali marini

  • Send private message

14

Monday, March 8th 2010, 3:08pm

Dobbiamo per forze essere dipendenti dai farmaci? Possibile che con le nostre riserve umane non c'è una via d'uscita? Cazzo, prima non eravamo cosi, non è una cosa genetica......poi cosa succederà se per qualche motivo lo stacchiamo?......e se in fondo i medicinali al fin fine ci inguaiano di più tipo le droghe? Non vi credete che la differenza sia poi molta. E se non misarei mai preso i farmaci a quest'ora stavo meglio e sarei già guarito da tempo? Niente è da escludere, alla fine la differenza le fanno le nostre scelte (dal film Spidermen 2 e 3)

tototony

Per sempre Tototony

  • "tototony" is male
  • "tototony" started this thread

Posts: 1,116

Activitypoints: 4,776

Date of registration: Aug 14th 2009

Location: provincia di napoli

Occupation: setacciatore di fondali marini

  • Send private message

15

Monday, March 8th 2010, 3:13pm

A proposito come si fà a capire se i miei difetti sono di origine ereditaria? Cosi mi metterei in un certo senso l'anima in pace. Non dovrebbe essere cosi però è meglio non fidarsi e controllare.

Similar threads