Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

Confusa16

Utente Avanzato

  • "Confusa16" ha iniziato questa discussione

Posts: 505

Activity points: 1.984

Data di registrazione: venerdì, 09 giugno 2017

  • Invia messaggio privato

1

venerdì, 25 agosto 2017, 11:33

Pensieri di un'ipocondriaco

Buongiorno a tutti.
Apro questo thread per discutere dei pensieri che attanagliano un'ipocondriaca come me e per sapere se sono l'unica o sono normali. Nell'elenco:
E se il medico si fosse sbagliato?
Incredulità nel pensare che sia solo ansia
Spavento ad ogni nuovo sintomo
Ricondurre ogni minimo fastidio ad una malattia molto tenuta
Sentire che un sintomo è una conferma del male che si teme (ecco, mi fa male questo, è quella malattia)
Pensieri ossessivi sul futuro e sulla sofferenza fisica
Continue ricerche sui sintomi e anche sui sintomi fisici dall'ansia per convincersi che di questa si tratti
Ossessione nel ricostruire come tutto sia iniziato con la costante paura che non sia ansia
Quando si sta leggermente meglio essere preoccupati e avere paura di stare peggio e tornare al punto di partenza
A voi le riflessioni!

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "Confusa16" (25/08/2017, 11:38)


Confusa16

Utente Avanzato

  • "Confusa16" ha iniziato questa discussione

Posts: 505

Activity points: 1.984

Data di registrazione: venerdì, 09 giugno 2017

  • Invia messaggio privato

2

venerdì, 25 agosto 2017, 12:04

Aggiungo: paura di fare attività fisica per non stressare il corpo e paura di sentire dolore dopo averla fatta

Ansiavattenevia

Utente Attivo

Posts: 34

Activity points: 137

Data di registrazione: venerdì, 21 luglio 2017

  • Invia messaggio privato

3

venerdì, 25 agosto 2017, 12:50

Mi ritrovo in ogni cosa che hai scritto. A volte penso a che cavolo è successo nella mia mente, nella mia psiche per fare tali ragionamenti. Ma più passa il tempo e più capisco che è più forte di me. Ne parlai molto con la mia psicologa sul fattore ipocondria. Lei mi disse che quello è un tratto innato che abbiamo da quando nasciamo. Io non sono diventata ipocondriaca da quando ho avuto attacchi di panico, ma lo sono sempre stata. Fin da piccina avevo il terrore degli ospedali e delle malattie. Credo che non si possa mai smettere di essere ipocondriaci in quanto appunto (come diceva anche la mia psicologa) è una caratteristica consolidata in noi. Però d'altra parte, penso che si possa ridurre un po', almeno fidarsi dei medici e non pensare subito al peggio. Ma nel caso mio almeno, ci vorrà tempo ancora. In ogni punto che hai scritto mi rivedo in tutto, anche il fatto di fare attività fisica mi spaventa perché penso di peggiorare i miei sintomi. Io in questo periodo mi sento instabile, stordita e intontita e la mia testa non fa altro che pensare a qualche cosa brutta nel cervello. Ho paura che il mio dottore mi faccia prescrivere un sacco di esami tipo risonanze e cose varie. Non riesco a farmi entrare in testa che l'ansia possa dare tutti questi sintomi fisici! Ogni giorno per rincuorarmi penso che prima o poi passerà, DEVE passare. Ma soprattutto penso che bisogna avere tanta pazienza e tanta forza di volontà.

mademoiselle_moi

Colonna del Forum

  • "mademoiselle_moi" è una donna

Posts: 1.598

Activity points: 5.368

Data di registrazione: venerdì, 07 luglio 2017

  • Invia messaggio privato

4

venerdì, 25 agosto 2017, 12:55

nel mio caso il meccanismo è:
eccessiva attenzione ad ogni minimo sintomo o anche solo al funzionamento del corpo. Di conseguenza faccio caso a cose che magari sono normali, ma io interpreto come sbagliate e come segnale di malattia. Quindi preoccupazione, ricerca dei sintomi su internet (che cerco di non fare ma a volte capita ancora), attenzione ancora maggiore sulla zona del corpo o sul sintomo e quindi percezione accresciuta, che alimenta la convinzione che qualcosa non va.

Purtroppo non riesco ancora a NON porre troppa attenzione al corpo, quindi cerco di compensare senza fare ricerche e ripetendomi che se non fossi così PATOLOGICAMENTE attenta tante cose non le percepirei. Il problema in altre parole non è i lsintomo, ma la ECCESSIVA ATTENZIONE a cose normali fino ad interpretarle come patologiche

Confusa16

Utente Avanzato

  • "Confusa16" ha iniziato questa discussione

Posts: 505

Activity points: 1.984

Data di registrazione: venerdì, 09 giugno 2017

  • Invia messaggio privato

5

venerdì, 25 agosto 2017, 13:16

@ansiavattenevia mi consola il fatto di non essere la sola allora. Io piano piano ne sto uscendo xké non cerco più su internet i miei sintomi, più che altro faccio ricerche per trovare rassicurazioni e conferme sul mio problema (ansia generalizzata). È dura ma ce la faremo!

Confusa16

Utente Avanzato

  • "Confusa16" ha iniziato questa discussione

Posts: 505

Activity points: 1.984

Data di registrazione: venerdì, 09 giugno 2017

  • Invia messaggio privato

6

venerdì, 25 agosto 2017, 13:18

@mademoiselle Guarda, a me è un pó diverso, sicuramente sono ossessivamente attenta al mio corpo, ma xké il mio corpo "si fa sentire". Se io non avessi sintomi so benissimo ke non andrei a cercarmeli, anzi sarei tranquilla e rilassata. Io ho problemi reali (sono stata operata già una volta al seno) che devo tenere sotto controllo ma al momento sono il mio ultimo pensiero.

Ansiavattenevia

Utente Attivo

Posts: 34

Activity points: 137

Data di registrazione: venerdì, 21 luglio 2017

  • Invia messaggio privato

7

venerdì, 25 agosto 2017, 13:21

@ansiavattenevia mi consola il fatto di non essere la sola allora. Io piano piano ne sto uscendo xké non cerco più su internet i miei sintomi, più che altro faccio ricerche per trovare rassicurazioni e conferme sul mio problema (ansia generalizzata). È dura ma ce la faremo!



Si anche io cerco sempre rassicurazioni! Come stai adesso? La cura del tuo neurologo sta facendo effetto?? :)

Confusa16

Utente Avanzato

  • "Confusa16" ha iniziato questa discussione

Posts: 505

Activity points: 1.984

Data di registrazione: venerdì, 09 giugno 2017

  • Invia messaggio privato

8

venerdì, 25 agosto 2017, 13:24

@ansiavattenevia piano piano sembra andare meglio, so ke nei primi periodi si potrebbe avere un lieve peggioramento, ma oggi sono al 5 giorno di terapia (la assumo di sera) e sembra ke vada meglio. Sono sicuramente più serena anche se i pensieri negativi a volte ritornano, ma presumo xké ci voglia tempo! Tu come stai?

Ansiavattenevia

Utente Attivo

Posts: 34

Activity points: 137

Data di registrazione: venerdì, 21 luglio 2017

  • Invia messaggio privato

9

venerdì, 25 agosto 2017, 13:44

@ansiavattenevia piano piano sembra andare meglio, so ke nei primi periodi si potrebbe avere un lieve peggioramento, ma oggi sono al 5 giorno di terapia (la assumo di sera) e sembra ke vada meglio. Sono sicuramente più serena anche se i pensieri negativi a volte ritornano, ma presumo xké ci voglia tempo! Tu come stai?

@ansiavattenevia piano piano sembra andare meglio, so ke nei primi periodi si potrebbe avere un lieve peggioramento, ma oggi sono al 5 giorno di terapia (la assumo di sera) e sembra ke vada meglio. Sono sicuramente più serena anche se i pensieri negativi a volte ritornano, ma presumo xké ci voglia tempo! Tu come stai?



Certo, ci vorrà il suo tempo! Ma se avverto già dei miglioramenti la cosa è sicuramente positiva! :thumbsup:
Io come dicevo in questo periodo mi sento instabile, testa pesante, e sensazione di instabilità. Paura tremenda. Sto riflettendo molto in questi giorni... sono sempre stata contraria agli ansiolitici, i miei genitori soprattutto... ma sto pensando realmente di parlarne o con la mi psicologa o con un neurologo. Non so più cosa pensare, vorrei tanto avere dei momenti di serenità. Ho letto di persone che sono riuscite a stare meglio senza assumere niente, altri invece sono stati meglio grazie a un "aiuto". La mia psicologa mi disse che secondo lei nel mio caso non c'era il bisogno e poi mi spiegó bene come funzionano e che se si decide di prendere qualcosa va preso per poco tempo altrimenti potrebbe creare dipendenza... non so più cosa pensare.. ;(

Ansiavattenevia

Utente Attivo

Posts: 34

Activity points: 137

Data di registrazione: venerdì, 21 luglio 2017

  • Invia messaggio privato

10

venerdì, 25 agosto 2017, 13:47

@confusa16 nel caso non saprei se rivolgermi ancora alla mia psicologa o a un neurologo! Un'amica di mia mamma era stata da un neurologo che le fece una bella visita con diagnosi esclusivamente ansiosa e le diede una cura per aumentare la serotonina (cura di una settimana) e dopo migliorò quasi del tutto...

Confusa16

Utente Avanzato

  • "Confusa16" ha iniziato questa discussione

Posts: 505

Activity points: 1.984

Data di registrazione: venerdì, 09 giugno 2017

  • Invia messaggio privato

11

venerdì, 25 agosto 2017, 14:32

@ansiavattenevia x mia esperienza meglio un neurologo, gli psicologi non possono prescrivere farmaci!

Michele®

Pilastro del Forum

Posts: 3.151

Activity points: 10.258

Data di registrazione: giovedì, 20 luglio 2017

  • Invia messaggio privato

12

venerdì, 25 agosto 2017, 14:44

Aggiungo: paura di fare attività fisica per non stressare il corpo e paura di sentire dolore dopo averla fatta

Questo è un grosso errore. L'attività fisica se fatta con tutti i crismi cioè adeguata alla singola persona e se svolta in modo regolare e non eccessivo, abbinata a un giusto regime calorico e nutritivo, può avere solo effetti benefici sia sul sistema cardiovascolare, sia in generale sulla salute generale e sul rapporto massa magra/massa grassa. Mantenere cuore e polmoni allenati, avere un metabolismo buono, mantenere il peso forma, sono tutte cose che giovano infatti nelle guide mediche viene sempre consigliato di abbinare una sana attività fisica e una corretta alimentazione. Tutto ciò si riflette anche sul sistema nervoso e sulla psiche. Io anni addietro in seguito agli attacchi di panico avevo interrotto l'attività fisica, ero nuovamente ingrassato ed ero frequentemente stanco. Riprendendo a praticare sport mi sento rinato, sono più attivo e vitale, più ottimista, mi impongo nuovi traguardi e sono mentalmente più forte, dormo meglio, ho ritmi più regolari, ho recuperato il peso forma e le mie analisi prima un po sballate sono rientrate nella norma.
<<Molti si interrogano sulle cause dei propri problemi ma pochi si impegnano per risolverli>>

Confusa16

Utente Avanzato

  • "Confusa16" ha iniziato questa discussione

Posts: 505

Activity points: 1.984

Data di registrazione: venerdì, 09 giugno 2017

  • Invia messaggio privato

13

venerdì, 25 agosto 2017, 15:12

@Michele Buon Pomeriggio, lo so è giustissimo quello ke dici. Il mio problema è la paura del dolore. Lo temo troppo. Temo troppo il sentire il mio corpo e averne paura, temo di ripiombare nel baratro dei miei pensieri negativi ed ossessivi sulla mia salute. So ke sbaglio ma x ora mi sento così.. più in là dovrei iscrivermi in piscina con una mia amica e non intendo rinunciarvi,ma x ora vorrei prima stare meglio a livello somatico.

Star28

Utente Attivo

  • "Star28" è una donna

Posts: 93

Activity points: 377

Data di registrazione: giovedì, 27 ottobre 2016

  • Invia messaggio privato

14

venerdì, 25 agosto 2017, 15:42

@Confusa16 anch'io l'anno scorso avevo paura di frequentare la palestra ,in quel periodo mi sentivo sempre stanca ma a livello fisico non avevo nulla quindi mi sn armata di coraggio e mi sn iscritta ....la cosa migliore che abbia fatto nell'ultimo anno...un tocca sana ,sn stata meglio fisicamente e soprattutto psicologicamente ...conto di tornarci il mese prossimo dopo la pausa estiva

Confusa16

Utente Avanzato

  • "Confusa16" ha iniziato questa discussione

Posts: 505

Activity points: 1.984

Data di registrazione: venerdì, 09 giugno 2017

  • Invia messaggio privato

15

venerdì, 25 agosto 2017, 15:57

@star28 io ho la fortuna di avere una piccola palestra in casa, con mio marito abbiamo qualche attrezzo professio ale quindi potrei allenarmi quando voglio. Il problema? Ho avuto il mio primo vero e fortissimo attacco di panico dopo essermi allenata. L'idea di entrare in quella stanza e allenarmi mi spaventa, mi spaventa L'idea di alzarmi il giorno successivo piena di dolori e cadere nel panico, paura di avere una malattia ke non mi permette lo sforzo fisico. Sono messa maluccio, Non vedo l'ora di cominciare la tcc con il neurologo/psichiatra/psicoterapeuta che mi sta seguendo e spiegargli tutto questo