Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

Lu898

Utente Fedele

  • "Lu898" è una donna
  • "Lu898" ha iniziato questa discussione

Posts: 286

Activity points: 1.173

Data di registrazione: domenica, 07 gennaio 2018

Lavoro: Segretaria

  • Invia messaggio privato

1

venerdì, 20 aprile 2018, 09:37

Non so spiegarmi..

Ciao a tutti..non so cosa fare..ho fatto dei passi avanti, ma l ansia ce semore..ci stiamo lavorando ancora..e la mia psicologa mo ha detto che secondo lei non avrei bisogno di antidepressivo ma solo ansiolitico al momento del bisogno..ma io è da ieri che sono demoralizzata , dopo aver visto lei..non so perché, però vedo i giorni andare avanti e io sempre ferma li..vorrei partire uscire far casino..e invece nulla ansia, paura, angoscia, qualsiasi sintomo fisico è un tumore o altro..ho passato periodi anni fa tanto forti e ne sono uscita senza antidepressivi..

repcar

Amico Inseparabile

  • "repcar" è un uomo

Posts: 1.037

Activity points: 3.153

Data di registrazione: sabato, 10 dicembre 2016

Località: reggio calabria

Lavoro: forze di polizia

  • Invia messaggio privato

2

venerdì, 20 aprile 2018, 10:59

ciao..... il fatto di ostinarsi a non prendere nessun farmaco non ti porta altro che a soffrire ancora di più.......permettimi una piccola considerazione......se una persona ha il diabete, l'ipertensione, l'allergia, cosa fà???????? Si ostina ad andare avanti senza rimedio (con le conseguenze del caso) oppure va dallo specialista per una cura? Certo che quando si parla di psicofarmaci la cosa è diversa, ma diversa da che cosa, il cervello è un organo del nostro corpo oppure no, può ammalarsi in determinate persone.......purtroppo la psichiatria ha vissuto anni di buio proprio perché non vi è una certezza conclamata da risultati clinici. Non esiste un esame o diagnostica che possa avvalorare la malattia, dire cosa non va, quindi in base ai sintomi, lo specialista deve addivenire ad una diagnosi. Ora mi chiedo una cosa, perché soffrire giorno per giorno, soffrire per mesi e mesi e non fare una visita specialistica? Qualcuno potrà obiettare, ma personalmente ho sofferto e credimi vivere in quello stato non è VIVERE è sopravvivere. La decisione spetta solo ed esclusivamente a te stessa, se ritieni che la tua ansia sia gestibile vai avanti con la psicoterapia, ma se già la terapeuta ti ha fatto notare che un intervento farmacologico sarebbe appropriato, perché continuare a soffrire???? Sempre a disposizione :thumbup:

paco67

Giovane Amico

Posts: 222

Activity points: 785

Data di registrazione: mercoledì, 05 luglio 2017

  • Invia messaggio privato

3

venerdì, 20 aprile 2018, 11:12

lu898...non sarei sto capace di scrivere meglio quello che gia' ti detto repcar .
negli anni addietro gli psicofarmaci sono stati demonizzati e maltrattati , probabilmente qualche volta anche utilizzati male , ma se un professionista serio e spero che il tuo lo sia , consiglia il loro utilizzo non vedo perche' ostinarsi a farne a meno .
anche io ho combattuto con il timore dell'assunzione di questi farmaci il che mi portava a stare ancora peggio , ma da solo non ne sarei mai uscito .
rimane comunque un parere personale e soltanto tu con la tua storia potrai prendere una decisione .
siamo qua'...

Hope00

Giovane Amico

Posts: 226

Activity points: 720

Data di registrazione: venerdì, 28 gennaio 2011

  • Invia messaggio privato

4

venerdì, 20 aprile 2018, 11:17

La psicologa le ha detto che NON ha bisogno di antidepressivi, al massimo di un ansiolitico al bisogno... ergo secondo il suo parere non sarebbe necessario nessun farmaco. Gli psicofarmaci non sono caramelle, ci vogliono settimane prima che inizino a fare effetto e spesso in questo periodo i sintomi peggiorano e dopo il termine delle terapia non è affatto semplice smettere di assumerli sia per questioni di dipendenza fisica sia per questioni di dipendenza psicologica. Dunque, gli psicofarmaci come gli antidepressivi andrebbero presi solo in caso di effettivo bisogno e se indicato dallo specialista perchè si tratta di un percorso impegnativo prima, dopo e durante l'assunzione.

L'ansia può essere molto debilitante ma la verità è che, a parte i casi in cui rende impossibile l'esecuzione delle normali attività quotidiane, basterebbe fare un percorso psicoterapico mirato fatto bene per uscirne. L'ansiolitico (ma dipende sempre da che dosi si usa e dalle tempistiche) ti rende meno "attivo", diciamo che ti fa entrare in uno pseudo stato di leggera sedazione per cui dovresti provare meno angoscia e potrebbero ridursi i pensieri ossessivi, tuttavia non muta i tuoi stili di pensiero, ciò vuol dire che tenderai sempre a ricadere nelle stesse problematiche nel tempo perchè non avrai "curato" la causa (che sono appunto gli stili di pensiero disfunzionali appresi).

Non esiste la panacea contro i disturbi d'ansia, i disturbi del pensiero si risolvono concretamente lavorando sul pensiero.. Non c'è farmaco che possa mutare questo (per quanto possano essere utili in molte situazioni).

E poi l'angoscia ansiosa e l'angoscia depressiva sono due cose differenti.. La depressione è uno stato ben più profondo di malessere e spesso con andamento cronico. Capisco che tu possa avere voglia di trovare una soluzione rapida ai tuoi disturbi d'ansia ma la verità è che non esiste, devi fare un percorso graduale e lavorare sui tuoi processi mentali in modo da imparare a gestirli. Questa è l'unica terapia realmente risolutiva dei pensieri ossessivi che sono alla base di quasi tutti i disturbi d'ansia (anche se in forme differenti).

Lu898

Utente Fedele

  • "Lu898" è una donna
  • "Lu898" ha iniziato questa discussione

Posts: 286

Activity points: 1.173

Data di registrazione: domenica, 07 gennaio 2018

Lavoro: Segretaria

  • Invia messaggio privato

5

venerdì, 20 aprile 2018, 14:27

Tutti avete detto cose vere..ma mia psicologa ha detto che non sono da psicofarmaci..l unica cosa e che io mi butto giu..

Lu898

Utente Fedele

  • "Lu898" è una donna
  • "Lu898" ha iniziato questa discussione

Posts: 286

Activity points: 1.173

Data di registrazione: domenica, 07 gennaio 2018

Lavoro: Segretaria

  • Invia messaggio privato

6

venerdì, 20 aprile 2018, 15:04

Mi butto giù perché ho la sensazione di testa strana vuota è quella che mi fa ansia..vorrei partire viaggiare..e penso ma in giorno passerà??

repcar

Amico Inseparabile

  • "repcar" è un uomo

Posts: 1.037

Activity points: 3.153

Data di registrazione: sabato, 10 dicembre 2016

Località: reggio calabria

Lavoro: forze di polizia

  • Invia messaggio privato

7

venerdì, 20 aprile 2018, 18:59

spero vivamente che l'amico Hope non abbia e non debba mai soffrire di una qualsiasi patologia che richieda un intervento farmacologico. Sono pienamente d'accordo sull'effetto della solo psicoterapia, quando i sintomi sono sopportabili, circoscritti ad una causa e non protratti nel tempo. Faccio parte di un gruppo di aiuto-aiuto e capisco perfettamente i dubbi e le incertezze sui farmaci, che ritengo una stampella e non la soluzione. Massimo rispetto del pensiero altrui, ma sulla questione di "dipendenza" di ansiolitici e psicofarmaci, lasciamo la parola agli specialisti anche sull'indicare termini che onestamente non stanno ne in terra ne in cielo.............Ad ognuno il proprio mestiere.....e resta inteso che questo è un mio pensiero......

Piccolo proverbio.......i guai della pentola li conosce solo il cucchiaio.........