Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

Santacruz

Utente innamorato

  • "Santacruz" è una donna
  • "Santacruz" ha iniziato questa discussione

Posts: 441

Activity points: 566

Data di registrazione: mercoledì, 18 ottobre 2017

  • Invia messaggio privato

1

lunedì, 28 gennaio 2019, 14:07

Non dormire per una notte

Ciao a tutti, cari colleghi di forum.

Vi sottopongo un quesito, si tratta di supporto in tempo reale!

Questa notte, a seguito di una giornata un po' movimentata credo di non aver dormito nemmeno 1 minuto.
Sono andata a letto verso le 2.
Ho iniziato ad avere un po' di tachicardia e palpitazioni.
L'umore però era buono ed ero ottimista che prima o poi le mie orette di sonno sarebbero arrivate. Ho fatto anche i miei super esercizi di respirazione.
Invece niente. Mi sono alzata un paio volte per andare in bagno e 1 volta per andare a farmi una tazza di camomilla.
Ad un certo punto ho deciso di guardare l'ora, pensando fossero le 4 del mattino ed erano le 6. Poi ho continuato a rigirarmi fino alle 7 e mezza quando mi sono alzata per andare al lavoro. Non mi era mai successo così, anche nei periodi più bui almeno dalle 5-6 del mattino dormivo una o due ore. La sensazione di oggi è di grande stanchezza e intorpidimento e una leggera tachicardia.
Ma è possibile che io sia stata tutte quelle ore nel letto a girarmi? Oppure ho avuto dei rapidi momenti di assopimento?

Sono un po' preoccupata perché in passato ho dovuto usare dei farmaci per la difficoltà a dormire. So che tendo a preoccuparmi moltissimo e l'ansia di non dormire peggiora i sintomi stessi. Però con gli anni ho imparato a gestire la cosa sempre meglio e in particolare nell'ultimo periodo dormivo alla grande.

A voi è mai capitato di saltare in toto una notte di sonno?
Come avete affrontato il giorno e notte successivo?
Sono molto preoccupata per i pochi neuroni sani che mi restano!
Ciò che amiamo veramente nell'altro è la sua capacità di accendere l'amore che proviamo verso noi stessi. :love:

Santacruz

Utente innamorato

  • "Santacruz" è una donna
  • "Santacruz" ha iniziato questa discussione

Posts: 441

Activity points: 566

Data di registrazione: mercoledì, 18 ottobre 2017

  • Invia messaggio privato

2

lunedì, 28 gennaio 2019, 14:09

Aggiungo che dispongo di un ansiolitico e di un ipnotico avanzato dalla vecchia terapia, ma ho deciso di non usarlo.
Se avessi saputo che andava in bianco del tutto l'avrei usato...
Purtroppo mi sono resa conto dell'orario che erano già le 6...
Ciò che amiamo veramente nell'altro è la sua capacità di accendere l'amore che proviamo verso noi stessi. :love:

finally

Non registrato

3

lunedì, 28 gennaio 2019, 14:18

A voi è mai capitato di saltare in toto una notte di sonno?
Come avete affrontato il giorno e notte successivo?
Sono molto preoccupata per i pochi neuroni sani che mi restano!



Certo, mi è capitato innumerevoli volte, ovviamente il giorno successivo ero uno zombie ambulante, non sono mai riuscita a fare veglia e a stare bene il giorno dopo (del resto qualcuno ci riesce, tipo chi lavora di notte e di giorno può riposare poco).
La carenza di sonno alla lunga può diventare un problema, intaccare l'appetito, l'umore nonché la memoria e la concentrazione.
Sei seguita da qualcuno per i farmaci?

Santacruz

Utente innamorato

  • "Santacruz" è una donna
  • "Santacruz" ha iniziato questa discussione

Posts: 441

Activity points: 566

Data di registrazione: mercoledì, 18 ottobre 2017

  • Invia messaggio privato

4

lunedì, 28 gennaio 2019, 16:03

Sì ma non uno psichiatra, un medico pnei. Mi sto curando con fitoterapia, omeopatia, integratori e dieta. Se non dovesse trattarsi di un episodio dovrei sentirlo. E forse anche sentire il mio vecchio psichiatra. Ma adesso sto correndo troppo.
Vengo da un periodo di relativa assenza di ansia.
Ciò che amiamo veramente nell'altro è la sua capacità di accendere l'amore che proviamo verso noi stessi. :love:

Dafne1989

Non registrato

5

lunedì, 28 gennaio 2019, 19:08

secondo me non devi pensarci! Forse adesso temi di tornare alle vecchie abitudini e posso anche capirti perchè anche io ho vissuto anni fa un periodo di forti ansie e credo di aver sofferto di insonnia per 2/3 mesi. tuttavia nel corso del tempo mi sono resa conto che oggettivamente quando ci sono questi episodi sporadici sono semplicemente causati da una giornata NO o un periodo di stress e pensieri e non di certo per problemi di ansia patologica. E' un circolo vizioso sennò XD ti fai tornare l'ansia per paura dell'ansia.

Nathanim

Amico Inseparabile

  • "Nathanim" è un uomo

Posts: 1.377

Activity points: 3.616

Data di registrazione: mercoledì, 01 marzo 2017

  • Invia messaggio privato

6

lunedì, 28 gennaio 2019, 19:12

Sì ma non uno psichiatra, un medico pnei. Mi sto curando con fitoterapia, omeopatia, integratori e dieta. Se non dovesse trattarsi di un episodio dovrei sentirlo. E forse anche sentire il mio vecchio psichiatra. Ma adesso sto correndo troppo.
Vengo da un periodo di relativa assenza di ansia.


Appunto Cruz ... Lascia perdere il tuo vecchio Psichiatra, magari l'ansia te la fa tornare lui ...

Non conosco i tuoi problemi perché non me ne hai mai parlato, ma se il periodo è discreto, lascialo così.

:)

Nathanim

Amico Inseparabile

  • "Nathanim" è un uomo

Posts: 1.377

Activity points: 3.616

Data di registrazione: mercoledì, 01 marzo 2017

  • Invia messaggio privato

7

lunedì, 28 gennaio 2019, 19:15

Inoltre ...

Se imparassi (mi riferisco a Cruz) un pò di meditazione, avresti anche un modo per favorire il sonno ...

L'attività mentale non si cerca di fermarla, la si osserva come se guardassi l'acqua di un torrente scorrerti davanti.Il rilassamento è una conseguenza naturale e NON perseguita di questo atteggiamento, cioé un lasciare le cose come sono senza aggiungere né togliere.

Ciao Cruz

mademoiselle_moi

Amico Inseparabile

  • "mademoiselle_moi" è una donna

Posts: 1.725

Activity points: 4.535

Data di registrazione: venerdì, 07 luglio 2017

  • Invia messaggio privato

8

lunedì, 28 gennaio 2019, 21:19

anch'io la notte scorsa non ho dormito per niente, ma non ci trovo nessun motivo contingente a giustificazione, è capitato e basta.
e comunque oggi non mi sentivo più assonnata del solito, forse solo un po' adesso, ma durante il giorno no.
Probabilmente non ho dormito perchè non avevo bisogno di dormire.
Non fasciarti la testa, altrimenti se ti corichi pensando SE dormirai, è sicuro che NON dormirai.

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" è un uomo

Posts: 7.709

Activity points: 17.455

Data di registrazione: mercoledì, 05 ottobre 2016

Località: Roma e l'universo

Lavoro: something

  • Invia messaggio privato

9

lunedì, 28 gennaio 2019, 22:15

A me è capitato molte volte, ma comunque io non mai dormito moltissimo. Non mi preoccuperei più del dovuto. Se la cosa si ripete spesso e la soffri allora è il caso di intervenire, ma non mi fascerei la testa per una notte insonne.
i miei nemici siano liberi, io cado e resto qui...

Gatta Nera

Utente Attivo

  • "Gatta Nera" è una donna

Posts: 178

Activity points: 189

Data di registrazione: martedì, 22 maggio 2018

  • Invia messaggio privato

10

lunedì, 28 gennaio 2019, 23:58

Non fasciarti la testa, altrimenti se ti corichi pensando SE dormirai, è sicuro che NON dormirai.

Esattamente, più ci si preoccupa di non riuscire a dormire, meno si dorme. Lo so per esperienza personale, in passato ho avuto questo problema per qualche mese, e ogni tanto si ripresenta, anche se per molto meno tempo.

Gatta Nera

Utente Attivo

  • "Gatta Nera" è una donna

Posts: 178

Activity points: 189

Data di registrazione: martedì, 22 maggio 2018

  • Invia messaggio privato

11

martedì, 29 gennaio 2019, 00:02

Ad un certo punto ho deciso di guardare l'ora, pensando fossero le 4 del mattino ed erano le 6. Poi ho continuato a rigirarmi fino alle 7 e mezza quando mi sono alzata per andare al lavoro.

Se ti prende la paura di non dormire, cerca di evitare di guardare l'orologio, perche se lo guardi non fai altro che prestare ancora più attenzione a quanto dormi o non dormi, peggiorando la tua preoccupazione.

Postosuchus

Non registrato

12

martedì, 29 gennaio 2019, 12:17

Questa notte successiva com'è andata, sei riuscita a dormire?

mademoiselle_moi

Amico Inseparabile

  • "mademoiselle_moi" è una donna

Posts: 1.725

Activity points: 4.535

Data di registrazione: venerdì, 07 luglio 2017

  • Invia messaggio privato

13

martedì, 29 gennaio 2019, 12:20

ho imparato che quando non dormo, l'unica cosa da fare è rimanere coricata, al buio, ferma e cercare di fermare i pensieri. Come faccio? mi concentro sul respiro, anche solo ripetendomi "inspiro " "espiro" perchè la cosa importante è fermare la mente dai mille mila film mentali che partono quando non si dorme.

Io ho sempre dormito maluccio, mai da stare insonne per ore, o molto raramente, ma dormo bene 3-4 ore e poi il sonno diventa leggerissimo ed è solo un dormiveglia.

Rainbow87

Barcollo ma non mollo

  • "Rainbow87" è un uomo

Posts: 491

Activity points: 1.091

Data di registrazione: lunedì, 25 dicembre 2017

  • Invia messaggio privato

14

martedì, 29 gennaio 2019, 13:17

Un paio di anni fa non dormivo per niente bene, solo da qualche mese dormo alla grande... Spero che anche per voi le cose migliorino ..

15

martedì, 29 gennaio 2019, 17:16

Sono un po' preoccupata perché in passato ho dovuto usare dei farmaci per la difficoltà a dormire

Non capisco tutta questa avversità per i farmaci, se saputi usare per periodi relativamente brevi possono aiutare altrimenti non li avrebbero inventati. Logicamente non è un obbligo prenderli ma se si prendono vanno sempre valutati dal medico di volta in volta e non presi di testa propria perché avanzati da una precedente terapia. Ad ogni modo esistono anche prodotti naturali che in alcuni funzionano benissimo (melatonina, valeriana, camomilla).

Comunque anch'io come ti è stato detto non mi fascerei la testa e non mi fisserei più di tanto. Capita a tutti nella vita di avere dei pensieri o una giornata storta che non lo fanno dormire ma non è la regola. E' però inteso che andrebbe anche capito se ci sono dei problemi a monte a provocare l'insonnia o se si tratta solo della paura di non dormire, ad esempio in questo periodo sei angosciata da qualcosa?