Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

antonietta

Utente Attivo

  • "antonietta" is female
  • "antonietta" started this thread

Posts: 50

Activitypoints: 185

Date of registration: Apr 17th 2012

Occupation: laureata casalinga

  • Send private message

1

Monday, April 23rd 2012, 1:45pm

moglie di un ansioso

da circa due anni mio marito soffre di ansie e depressione post traumatica da stress. Il tutto iniziato in coincidenza del matrimonio e successivo cambio di residenza e sede lavorativa ma questo è stato fatale...notti insonni dolori di vario genere pianti senza sosta fino a quando non siamo entrati in terapia. Dico siamo xkè ritengo ke insieme si deve cercare di risolvere il problema. In seguito a questi fatti è seguito un lungo periodo di malattia e distacco dal lavoro fino a quando non ha avuto il trasferimento della sede lavorativa (lui stava da cani solo a pensare di alzarsi e andare al lavoro dove non si sentiva a suo agio); nel frattempo le crisi sono diminuite seguente una psicoterapia e l'uso di un calmante come il lexton... Ora nella nuova sede la situazione sembrava migliorata ma le crisi si riaffaciano mettendolo di nuovo a disagio..sul lavoro fila come un treno a casa ogni tanto un piantarello se lo fa...da pochi giorni prende l'Entact ma per poter avere effetto bisogna far passare un po di tempo...nel frattempo cerco di farlo stare tranquillo come posso ma mi accorgo ke inizio a perdere la pazienza quando vedo ke piange...è brutto stare male ma anke per ki convive con ki è malato la situazione non è delle migliori...stamattina lo avrei strozzato volentieri, è brutto da dirsi ma è cosi....vorrei vedere la luce all'orizzonte...

igor70

Utente Attivo

  • "igor70" is male
  • "igor70" has been banned

Posts: 72

Activitypoints: 230

Date of registration: Apr 16th 2012

  • Send private message

2

Monday, April 23rd 2012, 3:27pm

meno male nun me metto a piagne davanti a nessuno...lo faccio da solo. E sopratutto meno male...nun me so sposato

follettokinder

Utente Attivo

  • "follettokinder" is male

Posts: 48

Activitypoints: 214

Date of registration: Apr 9th 2012

Location: Siena

Occupation: Informatica

  • Send private message

3

Monday, April 23rd 2012, 4:10pm

ciao antonietta, dire ad un ansioso stai tranquillo, e come dire ad un cane non mangiare l'osso, e piu lo dici piu' si agita, chi ti scrivi e un ansio tutto nato da uno stress lavorativo e cambio di casa, ed ecco li attacchi di panico e ansia a 3000. ingressi al pronto soccorso a gogo'. so che non e facile stare vicino ad una persona ansiosa, i pianti che si fa il tuo compagno e solo uno sfogo, anche se ti fa male vederlo piangere ma lo aiuta a sfogare il nervoso e stress che ha accumulato, un vecchio proverbio diceva (chi lascia la strada vecchia per la nuova, sa quel che lascia ma non sa quel che trova) tutto passa, anche questo disagio. saluti

antonietta

Utente Attivo

  • "antonietta" is female
  • "antonietta" started this thread

Posts: 50

Activitypoints: 185

Date of registration: Apr 17th 2012

Occupation: laureata casalinga

  • Send private message

4

Monday, April 23rd 2012, 4:18pm

meno male nun me metto a piagne davanti a nessuno...lo faccio da solo. E sopratutto meno male...nun me so sposato
il pianto è lo sfogo più semplice e quando lo fa un uomo non significa ke è meno uomo di quel ke è, anke se lo si fa davanti a qualcuno ke poi ti consola.... se poi quel qualcuno è la perdona più importante....buon per te se lo fai da solo..... :thumbdown:

antonietta

Utente Attivo

  • "antonietta" is female
  • "antonietta" started this thread

Posts: 50

Activitypoints: 185

Date of registration: Apr 17th 2012

Occupation: laureata casalinga

  • Send private message

5

Monday, April 23rd 2012, 4:21pm

ingressi al pronto soccorso pure noi svariate volte....e notti insonni....ma il mio carattere mi da forza x andare avanti e cercere di infondere tale forza negli altri...ma sono umana e come tale ho le mie debolezze

6

Monday, April 23rd 2012, 6:54pm

Ciao antonietta, fisicamente come è messo tuo marito, ha qualche acciacchetto, indolenzimento cervicale cose del genere o è al top della condizione fisica?

igor70

Utente Attivo

  • "igor70" is male
  • "igor70" has been banned

Posts: 72

Activitypoints: 230

Date of registration: Apr 16th 2012

  • Send private message

7

Monday, April 23rd 2012, 7:08pm

anto...e solo invidia la mia.

antonietta

Utente Attivo

  • "antonietta" is female
  • "antonietta" started this thread

Posts: 50

Activitypoints: 185

Date of registration: Apr 17th 2012

Occupation: laureata casalinga

  • Send private message

8

Monday, April 23rd 2012, 10:39pm

x nona: è diabetico da parecchio...e soffre di reflusso gastroesofageo... e questa situazione di stress e ansia peggiora il suo stato normale...da quando lo conosco e stiamo insieme non ha mai avuto problemi solo dopo il cambio lavorativo dopo 17 anni nello stesso posto, e dire ke il cambio lo aveva chiesto lui per comodità, per non viaggiare e stare più vicino a casa. é sempre stato impegnato molto ma nell'ultimo anno della malattia non aveva voglia di fare nulla, vegetava e basta... poi finalmente ha iniziato a vedere un po di luce quando è riuscito ad avere il trasferimento e a tornare nella sua città anke se non nello stesso posto lavorativo...un po di preoccupazione all'inizio ma poi è filato tutto bene...stasera al rietro a casa mi ha raccontato ke ha avuto una litigata con la collega ke non è molto simpatica...e questo l'ha messo in crisi....

antonietta

Utente Attivo

  • "antonietta" is female
  • "antonietta" started this thread

Posts: 50

Activitypoints: 185

Date of registration: Apr 17th 2012

Occupation: laureata casalinga

  • Send private message

9

Monday, April 23rd 2012, 10:44pm

ogni tanto accentuano i malesseri fisici ad es mal di stomaco, male alla mano come se avesse il dito a scatto, vertigini, e poi questo pianto a volte isterico. Il pianto consente di sfogarsi ma quando non si riesce a fermare mi preoccupa...la psicologa gli ha consigliato di concentrare il suo dolore solo durante alcuni momenti della giornata in modo da non occupare tutto il suo tempo e di fare delle riflessioni ...non dare agli altri tanto potere...

bakuny

Giovane Amico

Posts: 210

Activitypoints: 644

Date of registration: Apr 12th 2012

  • Send private message

10

Monday, April 23rd 2012, 11:27pm

Anche io piangevo, e che pianti... ero devastato dopo. Beh li il problema c'è stato quando ha cambiato lavoro. Ha perso l'equilibrio, si è destabilizato. Io non mi sarei fatto riempire di farmaci, mi dispiace perchè ogni volta che leggo queste storie sento sempre una lista della spesa di farmaci e basta. Quando uno non sà come risolvere il problema gli dà la caramella e pensa che dopo un pò gli passa. In realtà gli stessi psicologi mi hanno detto che dare dei farmaci non risolve il problema ma lo nasconde. Li secondo me devi fare una terapia diversa, sopratutto lavorare sul fattore del cambiamento, perchè da questo è derivata l'ansia. Se prima stava bene e ora stà male, è cambiato qualcosa dentro la persona e bisogna rimetterla in ordine.
Quindi dovete lavorare in modo tale che lui ritrovi l'equilibrio. Poi i diabetici (mia mamma lo è) sono tendenti alla depressione, in più ha problemi gastrici, si sà che tra l'intestino e lo stomaco di trova quelli che religiosamente si chiama anima, per gli scienziati si chiama energia. In poche parole c'è il nostro centro nervoso, se siamo scombussolati mentalmente lo siamo anche fisicamente, e l'intestino come lo stamaco, sono le prime cose che partono. Te lo dico per esperienza. Non ti dico come sono combinato con intestino e stomaco, ho anche la sindrome da colon irritabile per questo. Ora che stò meglio (non prendo farmaci e mi curo con rimedi naturali che non hanno controindicazioni) i problemi di stomaco e intenstino sono migliorati, segno che mi stò riprendendo mentalmente.
Che ti possa essere utile come racconto.
Ti consiglio di cambiare psicoterapeuta e di rivedere alcune cose della vostra vita, tipo il lavoro o il luogo dove vivete. Il disagio può essere nascosto nelle piccole cose che percepiamo senza farci caso. Poi si può calmare l'ansioso semplicemente facendogli comprendere i suoi malesseri, con una diagnosi. Provo a farti degli esempi pratici, magari ti sono utili:

Batticuore: In realtà il nostro cuore batte normale e non ha nulla di anormale, il batticuore è semplicemente adrelina, il nostro corpo la rilascia perchè si sente in pericolo, ma non lo è. Questa è l'ansia, che provoca la paura al nostro corpo il quale si sente in pericolo e come autodifesa rilascia adrenalina.
Panico: dal calore dietro al collo, testa pesante, vertigini o giramenti di testa che dir si voglia, confusione mentale, paure d'impazzire e di perdere il controllo. Insomma tutti sintomi che ci fanno capire che stà arrivando il nostro attacco di panico, anche qua, l'ansia che lo provoca. In realtà non perdiamo il controllo e non stiamo impazzendo, lo capiamo dal semplice fatto che siamo coscienti, perchè abbiamo paura e lo capiamo. Il vero pazzo, quando perde il controllo, in realtà è convinto che sia normale. Mentre per noi non è normale e abbiamo paura. Quindi siamo lucidi e non c'è da spaventarsi perchè non perdiamo il controllo e non stiamo impazzendo. Spero di essermi spiegato.

Questi sono alcuni esempi di diagnosi, quando lui ti dice "ho dolori al petto, ho delle fitte allos tomaco, anche alla milza e mi arrivano fin dietro la schiena", è semplicemente ansia, sono dolori di muscoli e nervi, che si contraggono dalla tensione.
Devi fare un'autodiagnosi, solo così comprende che in realtà è tutto ok, e si calma. Scusa se ho scritto tanto, perdonatemi. Spero possa esservi utile.
Era un inizio, un ridestarsi dalla nostalgia di me stesso.
(Hermann Hesse)

pino33

Utente Attivo

Posts: 111

Activitypoints: 389

Date of registration: Feb 18th 2012

  • Send private message

11

Tuesday, April 24th 2012, 12:27am

pianto

Antonietta fallo piangere gli fa bene, non perdere il controllo anche tu, devi essere forte, quello che sta passando tuo marito solo chi l'ha provato come me può capire cosa vuol dire, ti senti fragile, ti spaventa qualsiasi cosa, il consiglio che posso darti è sdrammatizza di fronte a lui perchè altrimenti se percepisce che sei spaventata da questa cosa per lui sarà un problema in più. Cerca di farlo distrarre, a me ad esempio fa bene fare qualche tipo di attività durante la quale non pensi, lo sport specialmente è un'ottima medicina, anche se fare sport nelle nostre condizioni è dura perchè somatizziamo ogni piccolo fastidio in maniera ossessiva! Fallo parlare quando ha gli attacchi di panico, io per superarli a volte mi metto a parlare come un ossesso, fa bene descrivere le tue senzazioni di fronte a qualcuno che sai che ti capisce. Lui avrà bisogno di un pò di tempo per ritrovare un equilibrio, le medicine aiutano, ma ci vuole comunque una forza di volontà pazzesca! Non chiedergli quando lo vedi un pò assente come sta perchè se non ci stava pensando all'ansia potrebbe invece cominciarci a pensare, ricordati che l'ansia è un qualcosa che non sparirà come per magia, si può mogliorare piano piano, bisogna fare un percorso e capire che non bisogna spaventarsi quando si sentono dei sintomi strani per tutto il corpo. è facile dirlo ma ti assicuro che 20 minuti fa avevo un forte dolore zona cuore, un paio di mesi fa sarei corso in ospedale, ora sto imparando a non dare importanza a questi sintomi che sono continui. Senzazioni improvvise di freddo, problemi di digestione, mal di testa improvvisi ecc. noi conviviamo quotidianamente con questi sintomi ma non ci dobbiamo scoraggiare mai sennò diventa molto più difficile. non scoraggiarti forza, è molto importante non fargli mai pesare che ha questo problema, altrimenti diventerà un incubo per lui, ciao in bocca al lupo

ansiolitico77

Utente Attivo

Posts: 63

Activitypoints: 217

Date of registration: Apr 12th 2012

  • Send private message

12

Tuesday, April 24th 2012, 9:07am

ciao antonietta.io mi chiamo antonio.ho letto i sintomi di tuo marito e mi sembra di ritrovarmi.anche io soffro di reflusso gastroesofageo e ansia e tutti i vari sintomi.io sono sempre stato sportivo un fisico muscoloso.facevo sicurezza nei locali.poi a 33 anni mi sono venute ste problematiche.e ti dico che non e facile.perche tutti i sintomi che noi abbiamo e come se si vivesse i sintomi di morire ogni giorno.e vero i sintomi sono vero simili.cioe non veri ma il dolore e la senzazione e uguale.io penso che tuo marito se non avesse questi problemi deve essere una persona fantastica con tanta voglia di vivere e che farebbe di tutto .si farebbe in quattro per fare tante cose.ora che si vede cosi si sente giu e depresso.quindi e importante che tu abbia molta pazienza perche e cosi .chi soffre di ansia e sempre teso.per dire alle nove di mattina puo ridere e poi magari mezza ora dopo gli viene un dolorino da qualche parte e scatta un meccanismo che alle dieci si piange.pensa come puo viver uno cosi.io te lo dico perche ho stessi problemi.ed e dura.fagli bere una camomilla calda alla mattina e la sera.il calore con camomilla riscalda e rilassa i muscoli dello stomaco e puo dare notevole aiuto.

antonietta

Utente Attivo

  • "antonietta" is female
  • "antonietta" started this thread

Posts: 50

Activitypoints: 185

Date of registration: Apr 17th 2012

Occupation: laureata casalinga

  • Send private message

13

Tuesday, April 24th 2012, 11:43am

mio marito è davvero fantastico non lo dico xke sono sua moglie ma so quanto si è dato da fare nel corso degli anni x gli altri..fa lo scout e ne ha visto di tutti i colori sistemando persone con varie difficoltà, lavora in ambito sanitario e x via del lavoro ne vede tanto ke stanno male, quando riesce scrive x un giornale..insomma le sue giornate erano super impegnate (mi chiedo sempre come facesse..io non riuscirei è un mio limite)...quando si vede così è il primo a dire sono stanco non ne posso più...ma non riesce a farne a meno...una volta mi ha detto ke nel suo vocabolario non esisteva la parola IMPOSSIBILE ora invece la usa spesso...si aspetta sempre ke gli altri lo giudichino male...sapere ke sul posto di lavoro c'è il superiore ke lo ha sempre osteggiato (quando ha iniziato a lavorare dopo circa 8 mesi di malattia gli ha detto ke se fosse dipeso da lei lui non sarebbe tornato a lavorare....) non lo fa stare tranquillo ma oltre ogni previsione nefasta sul lavoro non ha rivali....domenica ha lavorato spendendo energie e ricevendo complimenti, ieri sera invece una frase sgarbata di una cretina lo ha messo in crisi...non davanti a lei xkè le ha risposto a tono ma quando è rientrato era molto nervoso e stamane ripendando alla collega non stava bene. Nel nostro talamo nuziale devo combattere con i suoi nemici veri o presunti..e quando va a lavorare sto in ansia fino a ke non mi chiama..la camomilla x lui ha effetto nauseante...farmaci? prende da sempre il leton al bisogno e solo da una settimana le gocce di entact. la Terapeuta non pensa di dargli altri farmaci xkè dice ke non ne ha bisogno...la sua testa deve reagire in positivo...parlare gli fa bene..e con me parla..non posso sempre essere d'accordo con quello ke dice ma non lo assillo in continuazione. mi basta uno sguardo x capire quando c'è qualcosa ke non va

antonietta

Utente Attivo

  • "antonietta" is female
  • "antonietta" started this thread

Posts: 50

Activitypoints: 185

Date of registration: Apr 17th 2012

Occupation: laureata casalinga

  • Send private message

14

Tuesday, April 24th 2012, 11:51am

:prrr:

sdrammatizza di fronte a lui perchè altrimenti se percepisce che sei spaventata da questa cosa per lui sarà un problema in più. Cerca di farlo distrarre
non faccio altro..cerco da farlo partecipe di altro, il mio carattere di merda mi porta ad essere sempre polemica con tutti ma poi la mia debolezza viene fuori...lui dice ke sono la sua roccia ma come ho detto a lui una volta la roccia in mezzo all'acqua dopo un po si sgretola e affonda...agrappati ma allo stesso tempo insieme attraversiamo il fiume..altrimenti affoghiamo entrambi... ;( e io non so nuotare non sono mai stata capace.....il mio moto è fanculo ai cattivi voglio vincere e vinceremo.....

ansiolitico77

Utente Attivo

Posts: 63

Activitypoints: 217

Date of registration: Apr 12th 2012

  • Send private message

15

Tuesday, April 24th 2012, 11:56am

be se no gli va la camomilla falli bere qualcos altro di caldo.il calore rilassa i muscoli dello stomaco e parte tante cose da li.e il centro dell energie.ciao