Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

mademoiselle_moi

Colonna del Forum

  • "mademoiselle_moi" è una donna
  • "mademoiselle_moi" ha iniziato questa discussione

Posts: 1.597

Activity points: 5.365

Data di registrazione: venerdì, 07 luglio 2017

  • Invia messaggio privato

1

giovedì, 13 settembre 2018, 14:58

mi sta venendo la "fobia" della sonnolenza?

Non volevo ammetterlo, ma ho paura che mi stia succedendo una cosa:
quando ho iniziato i farmaci, per due mesetti ho avuto una fortissima sonnolenza, al punto da diventare invalidante. Ero arrivata al punto che fare qualsiasi cosa mi pesava perchè avevo bisogno di dormire sia al mattino che al pomeriggio, e se non lo facevo era tutto veramente pesante. Infatti i primi mesi sono stati difficilissimi. Poi questo effetto collaterale esagerato è passato, anche se complessivamente mi capita di avere sempre un po' di sonnolenza dopo pranzo, nonostante di notte io dorma meglio di prima.
In questo periodo sono a casa e quindi potendo farlo mi corico un'oretta, ma continuo a pensare a quando non potrò farlo, come se avere un po' sonno sia drammatico o mi possa succedere di stare male al punto da non riuscire a svolgere le mie attività.
Per esempio questo w.e dovrò uscire per tre giorni subito dopo pranzo, idem due pomeriggi la settimana prossima in cui lavorerò....e il pensiero assurdo che faccio è : e se ho così tanto sonno da non essere vigile?
la cosa che mi spaventa è che riconosco che questo è un pensiero disfunzionale, forse una preoccupazione che sostituisce l'ipocondria (problema principale per cui ho preso i farmaci).
Tra qualche settimana vedrò la psichiatra per il controllo....ma nel frattempo ho bisogno di uno scossone da voi.
Per fare un quadro completo, in questo periodo di ansia non ne ho (quasi) più, ma mi sento annoiata ed insoddisfatta della mia vita....e credo che tutto questo incida non poco nel farmi sentire non al top-

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" è un uomo

Posts: 6.663

Activity points: 20.290

Data di registrazione: mercoledì, 05 ottobre 2016

Località: Roma e l'universo

Lavoro: something

  • Invia messaggio privato

2

giovedì, 13 settembre 2018, 15:12

ciao, sicuramente l'umore un pò down incide su quanto una persona possa sentirsi in palla. In ogni caso un pò di sonnolenza post prandiale non è una condizione patologica. Dipende anche dalla digestione. In genere è consigliabile un pasto nutriente, ma leggero (pochi carboidrati) o fare due passi subito dopo pranzo. Io però non me ne farei un'ossessione. probabilmente quando farai quelle uscite durante il we la tua mente sarà impegnata altrove e quel pò di sonnolenza (a Roma diciamo abbiocco) passerà velocemente.
It doesn’t even matter how hard you try...

mademoiselle_moi

Colonna del Forum

  • "mademoiselle_moi" è una donna
  • "mademoiselle_moi" ha iniziato questa discussione

Posts: 1.597

Activity points: 5.365

Data di registrazione: venerdì, 07 luglio 2017

  • Invia messaggio privato

3

giovedì, 13 settembre 2018, 15:29

ti avevo risposto ma si è cancellato.....non so cosa ho schiacciato :(
niente, ti rispondo stasera!

mademoiselle_moi

Colonna del Forum

  • "mademoiselle_moi" è una donna
  • "mademoiselle_moi" ha iniziato questa discussione

Posts: 1.597

Activity points: 5.365

Data di registrazione: venerdì, 07 luglio 2017

  • Invia messaggio privato

4

giovedì, 13 settembre 2018, 19:37

Oggi sono uscita senza aver fatto il sonnellino (ahahah come i bimbi) : ero, e sono ancora, un po' più moscetta, ma sono stata presente, non ho sbattuto contro un muro nè mi sono addormentata per strada.
Mi rendo conto che sto dando a questa cosa banale più importanza di quella che ha, e mi sembra un meccanismo simile a quello delle paure infondate che avevo prima, anche se per fortuna il tono e la paura sono meno drammatiche.
Più che altro è questo che mi spaventa, più che la condizione di avere sonno.

Il periodo non è dei migliori, lavoro pochissimo, da una parte sono felice perchè il mio lavoro non mi piace e mi crea ansia, ma mi sento insoddisfatta, vorrei fare altro, seguire i miei hobby e invece mi sento continuamente incatenata tra questo lavoro che continuo a preparare (sono libera prof.) anche senza un reale interesse, più per mettere a tacere il senso di colpa, e la tentazione di fregarmene....tanto per quelle due chiamate al mese....e seguire gli hobby...che però sono frivoli ed hanno un costo, e io mi sento in colpa.

repcar

Amico Inseparabile

  • "repcar" è un uomo

Posts: 1.037

Activity points: 3.153

Data di registrazione: sabato, 10 dicembre 2016

Località: reggio calabria

Lavoro: forze di polizia

  • Invia messaggio privato

5

giovedì, 13 settembre 2018, 19:43

ciao mademoiselle_moi.......lo scossone te lo do subito io........piccole domande alle quali hai accumulato tanta esperienza che dimentichi che sai rispondere da sola .....
1. siamo in pieno cambio stagionale e quasi il 90% delle persone che soffrono di una qualche patologia psichiatrica risentono del cambio ......ricordi il mio 3d sulle meteoropatia??????
2. il cane che cerca si mordersi la coda..........l'ansia si alimenta della nostre paure, pertanto un pensiero prima inosservato adesso viene centuplicato dal nostro cervello da diventare "fobia"........
3. il ritmo sonno-veglia cambia di continuo, ritmo circadiano e fattori legati alla nostra psiche contribuiscono a favorire questo cambio......
4. come sempre il cervello ti porta a pensare.......tra una settimana per vari impegni come farò senza pisolino??????
Razionalizzazione del pensiero.......ricordi?????? e se tra tre anno lavorerai sempre i pomeriggi?????? :roftl: scusami ma mi viene spontaneo ridere......Quando dici al top ti faccio questa domanda........tutti noi abbiamo i periodo alti e bassi, però noi li avvertiamo maggiormente (discorso molto lungo), quindi pensa al contrario.......dal periodo giù quanto sei risalita verso su??????......Fai la visita perchè è giusto così e ricorda che si tratta di un periodo che hai già attraversato e sperimentato (anche se non stesso episodio) e vedrai che come al solito quando passa ti farai una bella risata.......come sempre a disposizione........ :thumbup:

amanitafalloide

Utente Avanzato

Posts: 459

Activity points: 1.860

Data di registrazione: sabato, 01 febbraio 2014

  • Invia messaggio privato

6

giovedì, 13 settembre 2018, 20:09

valuta anche se... vieni da un periodo di insonnia. Quando mi è passata l'insonnia ho dormito per almeno un paio di settimane circa 9/10 ore... ma anche più.
Avevo un debito di sonno allucinante.
Adesso sto sulle 8/9 ...ma se ne dormo solo 6/7, il giorno dopo sono imsonnolita e ragiono male.
Anche io faccio, quando posso, il riposino pomeridiano... solo che mi sveglio tutta frastornata.
Comunque tranquilla, un essere umano resiste anche molte notti insonni quindi figurati se salta il riposino... tutto ok.

Gatta Nera

Giovane Amico

  • "Gatta Nera" è una donna

Posts: 126

Activity points: 483

Data di registrazione: martedì, 22 maggio 2018

Località: Firenze

  • Invia messaggio privato

7

giovedì, 13 settembre 2018, 20:15

ma continuo a pensare a quando non potrò farlo, come se avere un po' sonno sia drammatico o mi possa succedere di stare male al punto da non riuscire a svolgere le mie attività.


e il pensiero assurdo che faccio è : e se ho così tanto sonno da non essere vigile?

Capisco, ho avuto un problema molto simile al tuo in passato, e a volte mi risuccede, anche se dura molto meno di anni fa. Mi sembra la stessa preoccupazione che avevo io, ma, mentre tu la hai nei confronti del sonnellino, io, che il sonnellino non lo faccio mai, ce l'avevo nei confronti del sonno notturno. Mi chiedevo: "e se anche stanotte non dormirò, domani come farò a reggere le lezioni all'università/ studiare?" Questo pensiero mi provocava così tanta ansia da non riuscire a dormire davvero.
Così come te pensi a quando non potrai fare il sonnellino, io pensavo a come avrei fatto se avessi dovuto alzarmi presto, ed ero arrivata a non voler uscire mai tardi la sera per paura di non avere abbastanza tempo per dormire.
Non so dare buoni consigli, se non quello di pensare che anche se si è stanchi o non si è dormito abbastanza le cose si fanno lo stesso come sempre.

mademoiselle_moi

Colonna del Forum

  • "mademoiselle_moi" è una donna
  • "mademoiselle_moi" ha iniziato questa discussione

Posts: 1.597

Activity points: 5.365

Data di registrazione: venerdì, 07 luglio 2017

  • Invia messaggio privato

8

giovedì, 13 settembre 2018, 20:45

ciao mademoiselle_moi.......lo scossone te lo do subito io........piccole domande alle quali hai accumulato tanta esperienza che dimentichi che sai rispondere da sola .....
1. siamo in pieno cambio stagionale e quasi il 90% delle persone che soffrono di una qualche patologia psichiatrica risentono del cambio ......ricordi il mio 3d sulle meteoropatia??????
2. il cane che cerca si mordersi la coda..........l'ansia si alimenta della nostre paure, pertanto un pensiero prima inosservato adesso viene centuplicato dal nostro cervello da diventare "fobia"........
3. il ritmo sonno-veglia cambia di continuo, ritmo circadiano e fattori legati alla nostra psiche contribuiscono a favorire questo cambio......
4. come sempre il cervello ti porta a pensare.......tra una settimana per vari impegni come farò senza pisolino??????
Razionalizzazione del pensiero.......ricordi?????? e se tra tre anno lavorerai sempre i pomeriggi?????? :roftl: scusami ma mi viene spontaneo ridere......Quando dici al top ti faccio questa domanda........tutti noi abbiamo i periodo alti e bassi, però noi li avvertiamo maggiormente (discorso molto lungo), quindi pensa al contrario.......dal periodo giù quanto sei risalita verso su??????......Fai la visita perchè è giusto così e ricorda che si tratta di un periodo che hai già attraversato e sperimentato (anche se non stesso episodio) e vedrai che come al solito quando passa ti farai una bella risata.......come sempre a disposizione........ :thumbup:


direi che non devo aggiungere altro, se non che ..... hai ragione su tutto!!!!
Forse l'unico su cui dissento è il cambio di stagione...per la luce ok, ma come temperature qui nella profonda pianura sembra pieno agosto...e a dirla tutta non ne posso più!

Se penso al periodo che ho passato invece dico solo che adesso avere sonno è come essere ad una festa, avere libero accesso al buffet dei dolci, e avere la certezza che quei dolci non mi ingrasseranno....non so se ho reso l'idea di come sia bella la vita adesso, dopo quello che ho passato :thumbup:

mademoiselle_moi

Colonna del Forum

  • "mademoiselle_moi" è una donna
  • "mademoiselle_moi" ha iniziato questa discussione

Posts: 1.597

Activity points: 5.365

Data di registrazione: venerdì, 07 luglio 2017

  • Invia messaggio privato

9

giovedì, 13 settembre 2018, 20:48

valuta anche se... vieni da un periodo di insonnia. Quando mi è passata l'insonnia ho dormito per almeno un paio di settimane circa 9/10 ore... ma anche più.
Avevo un debito di sonno allucinante.
Adesso sto sulle 8/9 ...ma se ne dormo solo 6/7, il giorno dopo sono imsonnolita e ragiono male.
Anche io faccio, quando posso, il riposino pomeridiano... solo che mi sveglio tutta frastornata.
Comunque tranquilla, un essere umano resiste anche molte notti insonni quindi figurati se salta il riposino... tutto ok.



insonnia vera e propria no, perchè anche quando stavo male riuscivo non so come a dormire tutta la notte, anche se meno bene di adesso. Però si parla di ormai 7-8 mesi fa, quindi dovrei aver già abbondantemente recuperato.
Piuttosto è un dato di fatto che in estate io dormo male, mi sveglio ad ogni rumore....e questo sicuramente influisce.
In media dormo 7/8 ore, però mi sveglio almeno due volte, e per gran parte della notte ho il sonno leggerissimo, tipo che mi sembra di stare molto tempo nel dormiveglia. Spero che arrivi l'autunno, almeno per questo!

mademoiselle_moi

Colonna del Forum

  • "mademoiselle_moi" è una donna
  • "mademoiselle_moi" ha iniziato questa discussione

Posts: 1.597

Activity points: 5.365

Data di registrazione: venerdì, 07 luglio 2017

  • Invia messaggio privato

10

giovedì, 13 settembre 2018, 20:53

ma continuo a pensare a quando non potrò farlo, come se avere un po' sonno sia drammatico o mi possa succedere di stare male al punto da non riuscire a svolgere le mie attività.


e il pensiero assurdo che faccio è : e se ho così tanto sonno da non essere vigile?

Capisco, ho avuto un problema molto simile al tuo in passato, e a volte mi risuccede, anche se dura molto meno di anni fa. Mi sembra la stessa preoccupazione che avevo io, ma, mentre tu la hai nei confronti del sonnellino, io, che il sonnellino non lo faccio mai, ce l'avevo nei confronti del sonno notturno. Mi chiedevo: "e se anche stanotte non dormirò, domani come farò a reggere le lezioni all'università/ studiare?" Questo pensiero mi provocava così tanta ansia da non riuscire a dormire davvero.
Così come te pensi a quando non potrai fare il sonnellino, io pensavo a come avrei fatto se avessi dovuto alzarmi presto, ed ero arrivata a non voler uscire mai tardi la sera per paura di non avere abbastanza tempo per dormire.
Non so dare buoni consigli, se non quello di pensare che anche se si è stanchi o non si è dormito abbastanza le cose si fanno lo stesso come sempre.



beh, in effetti se devo alzarmi presto la mattina certe domande me le faccio anch'io, e non mi spaventa tanto l'impegno mattutino, perchè già di mio mi sveglio presto e la mattina sono bella attiva. Per me è sempre stato più difficile il pomeriggio. Comunque anch'io cerco di evitare di far tardi la sera se al mattino devo alzarmi presto, e la cosa non si limita ad un semplice discorso di buon senso, ma come dici tu mi faccio domande che denotano una preoccupazione eccessiva.
La mia è paura di non riuscire a fare...in realtà lo so che non succede niente di quello che temo.
Oggi ero assonnata, adesso sono assonnata ma sono qui che scrivo, sto capendo quello che mi scrivete.....insomma, ho un po' sonno, ma questo non mi farà diventare pazza! Soloc he quando parte il pensiero malato......è difficile stopparlo. 8|

Gatta Nera

Giovane Amico

  • "Gatta Nera" è una donna

Posts: 126

Activity points: 483

Data di registrazione: martedì, 22 maggio 2018

Località: Firenze

  • Invia messaggio privato

11

giovedì, 13 settembre 2018, 21:49

, perchè già di mio mi sveglio presto e la mattina sono bella attiva.

Io no. La mattina mi sento peggio e mi sveglio abbastanza spesso con l'ansia X( Non mi piace alzarmi presto (da sempre, anche prima di avere problemi di insonnia).

La mia è paura di non riuscire a fare...in realtà lo so che non succede niente di quello che temo.

Uguale.

ho un po' sonno, ma questo non mi farà diventare pazza! Soloc he quando parte il pensiero malato......è difficile stopparlo.

Esatto. Anche io non mi sento benissimo, perché ho dormito poco e male, ma non succede niente di così terribile. Eppure, proprio come hai scritto, è difficile non pensare ad una cosa che ci causa preoccupazione, anche se eccessiva o insensata. Io non ci riesco bene infatti, ed è una cosa che non riesco a cambiare :(

12

lunedì, 17 settembre 2018, 20:40

Io ho sempre sonnolenza e non prendo antidepressivi!

mademoiselle_moi

Colonna del Forum

  • "mademoiselle_moi" è una donna
  • "mademoiselle_moi" ha iniziato questa discussione

Posts: 1.597

Activity points: 5.365

Data di registrazione: venerdì, 07 luglio 2017

  • Invia messaggio privato

13

martedì, 18 settembre 2018, 12:22

Io ho sempre sonnolenza e non prendo antidepressivi!



hai problemi di depressione? perchè anche quella incide molto!

mademoiselle_moi

Colonna del Forum

  • "mademoiselle_moi" è una donna
  • "mademoiselle_moi" ha iniziato questa discussione

Posts: 1.597

Activity points: 5.365

Data di registrazione: venerdì, 07 luglio 2017

  • Invia messaggio privato

14

martedì, 18 settembre 2018, 12:25

Questo fine settimana ho avuto la prova che posso riuscire a fare tutto anche con una certa sonnolenza, e che comunque poi passa dopo una certa ora.
Eppure la mia mente è talmente formata a pensare al peggio che la prova che ho avuto non mi basta.
Domani nel primo pomeriggio devo lavorare e devo essere vigile, il lavoro mi crea tanta ansia quindi non credo proprio che avrò sonno, ma anzi prenderò lo xanax per contenere l'ansia....da una parte ho bisogno dello xanax perchè pensare di affrontare quel lavoro senza mi terrorizza, dall'altra ho paura di avere troppo sonno.
Che nervi! trovarmi a fare ancora questi ragionamenti mi fa tantissima rabbia, mi chiedo a cosa sia servita tutta la psicoterapia che ho fatto....oltre all'antidepressivo che ho in corpo ?(

mademoiselle_moi

Colonna del Forum

  • "mademoiselle_moi" è una donna
  • "mademoiselle_moi" ha iniziato questa discussione

Posts: 1.597

Activity points: 5.365

Data di registrazione: venerdì, 07 luglio 2017

  • Invia messaggio privato

15

venerdì, 05 ottobre 2018, 15:00

La settimana scorsa sono stata in visita dalla psichiatra e stupidamente non le ho accennato alla mia sonnolenza....probabilmente perchè quel giorno non l'avevo nonostante la visita fosse alle tre del pomeriggio.
Il punto è proprio questo, ed è il motivo per cui torno a parlarne.
Onestamente non credo che un farmaco (escitalopram) possa darmi ancora effetti collaterali iniziali dopo 10 mesi, oltre tutto effetti che non mi ha mai dato tutte le altre volte nella vita in cui l'ho preso. Sono quindi più che convinta che questa sonnolenza sia probabilmente fisiologica, probabilmente dovuta alla vita noiosa e insoddisfacente che faccio......solo che adesso mi ci sono fissata, e tutte le paure che avevo prima, ora le scarico su questo pensiero del "oddio ho sempre sonno, come ne esco?".
Per fare due esempi:
-ieri, primo pomeriggio, ero in banca con mia mamma a parlare di investimenti, successioni ecc. Io non ci capisco niente, la cosa mi annoia, e c'è stato un momento in cui veramente ho fatto fatica a stare sveglia.
-domenica ho passato una giornata fantastica dedicata al mio hobby, mi sono svegliata presto al mattino, ho affrontato un viaggio di un'ora, eppure nessuna sonnolenza, anzi alla sera sarei rimasta ancora, anche ad evento finito.

Quindi: il farmaco mi da effetti collaterali selettivi a seconda della situazione? non credo!
quindi (2) : come ne esco da questa fissazione?
se anche il farmaco avesse una certa responsabilità in tutto ciò, non lo voglio scalare nè cambiare perchè a parte questo, mi fa stare bene e l'inferno che ho passato prima di prenderlo voglio che rimanga solo un ricordo!

1 utente a parte te sta visitando questo thread:

1 ospite