Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

Longobardo

Utente Fedele

Posts: 823

Activity points: 1.247

Data di registrazione: giovedì, 20 giugno 2013

  • Invia messaggio privato

16

giovedì, 27 dicembre 2018, 11:50

ma sapete di soffrire di ipocondria , diversamente non scrivereste su un forum che tratta di problemi psicologici , giusto ?
Se almeno in parte vi rendete conto del problema dovrebbe essere logico cercare di risolverlo affidandosi allo Specialista giusto .
Mi sembra che tutti vi abbiano consigliato le stesse cose eppure sembra che i consigli scorrano su di voi come l acqua sul cristallo .
Perche' ?

17

giovedì, 27 dicembre 2018, 11:59

Perché non capiamo se siamo malati ed accusiamo sintomi perché siamo ipocondriaci o siamo ipocondriaci perché siamo malati. Sappiamo di avere problemi psicologici ma crediamo anche di averne fisici. E poiché la nostra più grande paura è morire, pensando su una bilancia i problemi che ci affliggono crediamo che quelli fisici abbiano un peso maggiore e siano da risolvere immediatamente attraverso specialisti, crediamo fermamente che la prevenzione possa aiutarci a morire il più tardi possibile. Il tuo ragionamento è giustissimo longobardo, il mio ragazzo non fa che dirmi le medesime cose, ma d’altro canto non è facile capirci e comprendere cosa si scatena nella nostra psiche al minimo dolore o alla più sottile sensazione. Abbiamo una percezione esagerata del nostro corpo e spesso e volentieri errata ed è a causa di questa che preferiamo correre al pronto soccorso piuttosto che da una psicoterapeuta.. credo che quando un ipocondriaco arrivi al punto di volersi curare abbia già risolto per metà il problema poiché ha capito che il suo è un malessere unicamente psicologico.. ma il punto è questo bisogna prima raggiungere la convinzione di essere fisicamente sani per avere la volontà di iniziare una terapia psicologica altrimenti sarebbe inutile e vana: nella mente di un ipocondriaco si attiverebbe quel meccanismo secondo il quale si starebbe intervenendo su qualcosa di inutile come la psiche e non su quel che realmente c’è da curare ovvero il corpo.

18

giovedì, 27 dicembre 2018, 12:00

E aggiungo che io ad esempio ho 20 anni compiuti da 2 giorni. Per me tutto questo è davvero qualcosa di troppo grande, non so se la mia giovane età riuscirà a sopportare tutto questo

Meninblack

Utente Attivo

  • "Meninblack" ha iniziato questa discussione

Posts: 117

Activity points: 76

Data di registrazione: giovedì, 28 settembre 2017

  • Invia messaggio privato

19

giovedì, 27 dicembre 2018, 16:08

Io non ho paura di una morte improvvisa, più che altro ho paura di avere delle malattie brutte, ormai siamo bombardati anche in tv o sui social di tutte queste storie tristi di persone che stanno male e si ammalano....io ogni sintomo fisico che ho mi mette paura, da circa un mese ho iniziato ad avere alcuni dolori e sintomi strani,gli stessi che guarda caso ha avuto una persona che poi è stata male. Da quando mi sono comparsi questi sintomi sono terrorizzato, sento sempre questi dolori molto forti...domani andrei a farmi degli esami ma poi ho paura che possa davvero arrivare qualche verdetto terribile e non sono affatto pronto.
Ho paura, il terrore che possa uscire fuori qualcosa, quindi da una parte ho paura che possa uscire fuori qualcosa del genere e dall altra parte non riesco più a stare coi dubbi. Passo notti insonni da giorni,il mio fisico ne sta proprio risentendo...ho una paura fottuta

PGriffin

Non registrato

20

giovedì, 27 dicembre 2018, 16:30

.. ma il punto è questo bisogna prima raggiungere la convinzione di essere fisicamente sani per avere la volontà di iniziare una terapia psicologica altrimenti sarebbe inutile e vana..

La convinzionedi essere fisicamente sano un ipocondriaco difficilmente la troverà... io mi sono curato per un anno ma l'ipocondria è ancora con me, continuo ad analizzare ossessivamente ogni mio sintomo ma la psicoterapia mia ha dato i mezzi per stare meno male e superare più velocemente le crisi che ho ancora. Un blando ansiolitico che ti può anche prescrivere il tuo medico di base può essere utile per poter iniziare più tranquillamente la psicoterapia

Longobardo

Utente Fedele

Posts: 823

Activity points: 1.247

Data di registrazione: giovedì, 20 giugno 2013

  • Invia messaggio privato

21

giovedì, 27 dicembre 2018, 17:26

Comprendo il vostro ragionamento ma se non riuscite a spezzare questo circolo vizioso rischiate di sprecare la vostra esistenza in un attesa di brutte cose sino a quando , una malattia incidente etc vi porterà' realmente alla morte .
Vivere nella paura della morte per poi .... morire ;(

Una gran brutto modo di trascorrere la vita !

Senza contare che questa ansia / stress continui dubito proprio che facciano bene alla salute , tanto psichica quanto fisica , alla lunga rischiate di pagarne le conseguenze

Meninblack

Utente Attivo

  • "Meninblack" ha iniziato questa discussione

Posts: 117

Activity points: 76

Data di registrazione: giovedì, 28 settembre 2017

  • Invia messaggio privato

22

venerdì, 28 dicembre 2018, 02:44

Nella sola giornata di oggi sui social network ho dovuto leggere di gente giovane che purtroppo non ce L ha fatta a superare delle terribili malattie...leggere queste cose mi manda nel panico più totale! Ecco questo mi fa scaturire L ipocondria e mi rende veramente triste. In me si genera un mix di ansia,tristezza,ipocondria...che mi rende vulnerabile e fragile.
Già che ormai vivo con addosso i sintomi di qualsiasi malattia,ora la situazione è del tutto precipitata...stanotte non dormirò e sentendo questi dolori che ho addosso sto sempre peggio

Meninblack

Utente Attivo

  • "Meninblack" ha iniziato questa discussione

Posts: 117

Activity points: 76

Data di registrazione: giovedì, 28 settembre 2017

  • Invia messaggio privato

23

venerdì, 28 dicembre 2018, 09:32

Stamattina alle 7 mi sono alzato terrorizzato...L ansia a mille perché adesso ho una nuova ossessione/fobia quella della sudorazione notturna che può essere spia di gravi malattie. Quindi mi sono alzato cercando di capire se davvero ho sudato o meno, ho provato a capirlo ma non riesco ad arrivare alla verità...non lo capisco davvero e questo mi mette troppo in crisi.

Longobardo

Utente Fedele

Posts: 823

Activity points: 1.247

Data di registrazione: giovedì, 20 giugno 2013

  • Invia messaggio privato

24

venerdì, 28 dicembre 2018, 09:55

Stamattina alle 7 mi sono alzato terrorizzato...L ansia a mille

Che bella esistenza , non trovi ?
Gli altri pensano alla cena di fine anno , al pranzo del primo e tu passi da un ossessione all altra , da una paura all altra .
Non credi sia giunto il momento di dare una svolta alla tua esistenza , di provare a vivere serenamente ?

Meninblack

Utente Attivo

  • "Meninblack" ha iniziato questa discussione

Posts: 117

Activity points: 76

Data di registrazione: giovedì, 28 settembre 2017

  • Invia messaggio privato

25

venerdì, 28 dicembre 2018, 14:03

So che mi sto rovinando con le mie mani ed è vero. Ormai ho deciso che tenterò un aiuto l’anno nuovo ormai...sono veramente troppo a pezzi per tutto in questo periodo, ci sono giorni in cui mi rendo conto che sono impazzito, non riesco più a fare una vita normale.
Io vorrei capire una cosa, ma l’ansia che ho, da dove potrebbe derivare in realtà ? C’è una ragione ben precisa?? Io davvero non sono mai stato una persona ansiosa ma negli ultimi 4 anni penso di esserlo diventato a livelli esorbitanti. Mi rendo conto che ormai l’ansia mi ha letteralmente fagocitato, ho paura di tutto, ho paura di vivere in generale, non mi sento proprio più adatto ad affrontare la vita, le persone, mi sento letteralmente impotente.

Meninblack

Utente Attivo

  • "Meninblack" ha iniziato questa discussione

Posts: 117

Activity points: 76

Data di registrazione: giovedì, 28 settembre 2017

  • Invia messaggio privato

26

venerdì, 28 dicembre 2018, 21:43

Eccomi ormai sono nel panico più totale, volevo prenotare una visita in extremis o oggi o domani mattina,
I prossimi giorni non farò in tempo perché è capodanno...volevo fare una maledetta lastra perché ormai mi sono convinto di avere qualcosa che non va, sento le vene del collo pulsare, mi sembrano ingrossate, non riesco a parlare bene, quando parlo sento una vena che si sposta. Ogni minuto che vivo è una condanna, mi sono sempre più convinto di essermi esposto a qualche radiofrequenza o radiazione perché c erano dei tralicci vicino a dove lavoravo. Ho anche scaricato un app gratuita per misurare L elettrosmog nel mio reparto ma dall app diceva che non c era nulla...sicuramente non sarà attendibile perché è un app gratuita. Il fatto che persone che erano lì si siano ammalate mi manda in panico, una per giunta aveva gli stessi miei sintomi. Ci sono però tante altre persone che non hanno nulla e stanno bene e al piano di sotto ci sono pure degli appartamenti dove la gente vive indisturbata. Io invece sono terrorizzato,contando che ci lavoro solo 2 volte max 3 a settimana in quella sede e ci starò max 8/9 ore al giorno ci saranno dei rischi tangibili? Davvero ho il terrore,ogni mese giorno dell anno ho una nuova fobia...ho chiamato la mia dottoressa per un appuntamento in extremis dato che oggi ero a pezzi ma mi ha detto che lei non è in ambulatorio fino al 3 gennaio che non mi vuole prescrivere nulla. Io la denuncerei davvero non può rifiutarsi di prescrivere un calmante...ora niente non mi resta che rimanere coi dubbi ossessioni e paranoie fino al 2019. Sperando che sia meglio di quest ultimo anno.

Longobardo

Utente Fedele

Posts: 823

Activity points: 1.247

Data di registrazione: giovedì, 20 giugno 2013

  • Invia messaggio privato

27

sabato, 29 dicembre 2018, 07:45

ho chiamato la mia dottoressa per un appuntamento in extremis dato che oggi ero a pezzi ma mi ha detto che lei non è in ambulatorio fino al 3 gennaio che non mi vuole prescrivere nulla. Io la denuncerei davvero non può rifiutarsi di prescrivere un calmante..

Tieni presente che oggi e domani , come tutti i sabato e domenica è in funzione la Guardia Medica , essendo gli ambulatori dei medici di base chiusi il fine settimana .
Puoi rivolgerti a loro , penso che ti prescriveranno qualcosa se gli riferisci come ti senti .
Riguardo alla tua dottoressa , se non ti piace puoi cambiarla , non credo siano tutti come lei

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "Longobardo" (29/12/2018, 07:51)


28

sabato, 29 dicembre 2018, 10:28

Si può rifiutare.
Dirà che non avendoti visitato e vi siete sentiti solo per telefono non può prescriverlo.
Come ha scritto Longobardo:e anche sui medici,se quelli con i quali vi curate non vanno bene potete cambiarli .
*se vai alla guardia medica prova a evitare di dire dell'ipocondria e fai chiaramente presente che hai ansia forte.
Se hai una prescrizione vecchia,porta quella per il farmaco.
Poi recati da un medico specializzato appena possibile.
Certo che stando male, non è che possano lasciarti soffrire come un ...
son 5 giorni ulteriori: son tanti.
Un rimedio momentaneo lo trovano certamente in attesa della visita.
Ok l'ipocondria, stai male, quindi è loro compito visitarti e aiutarti al meglio possibile.
Nel caso non lo facciano( e ne dubito) fai presente che non chiamerai loro ma altri affinchè loro ti aiutino.
Tutto è stato detto.
Senza dubbio.
Se le parole non avessero cambiato significato, e i significati non avessero cambiato parole.

J.P S.

29

sabato, 29 dicembre 2018, 10:36

Lei vuole forse rivalutare la cura.
Però doveva indicarti un collega o soluzione diversa subito da mettere in atto.
E una telefonata poteva farla a un collega anche dell'ospedale: ti avrebbero aiutato.
Lei fino al 3 gennaio starà(glielo auguro benissimo), tu ci dovrai arrivare stando malissimo.
Non va assolutamente bene.
*La guardia medica almeno da noi è solo in certi orari, non so da voi.
Quindi se puoi non aspettare, l'importante ti veda un medico.
La loro funzione è quella.
(Nobile funzione)
Logico vadano in vacanza, ma altri non ci andranno
Tutto è stato detto.
Senza dubbio.
Se le parole non avessero cambiato significato, e i significati non avessero cambiato parole.

J.P S.

Longobardo

Utente Fedele

Posts: 823

Activity points: 1.247

Data di registrazione: giovedì, 20 giugno 2013

  • Invia messaggio privato

30

sabato, 29 dicembre 2018, 11:12

Si può rifiutare.
Dirà che non avendoti visitato e vi siete sentiti solo per telefono non può prescriverlo.


Meninblack ha gia' incontrato dal vivo la sua dottoressa , gli ha detto che non gli avrebbe prescritto un bel nulla riguardo i farmaci , anche semplici tranquillanti

Gli ha consigliato una certa psicologa da consultare privatamente
Anche al centro salute mentale gli hanno detto che piu' dei farmaci gli farebbe bene una psicoterapia
Come soluzione temporanea non gli hanno proposto un bel nulla nè il centro nè la sua dottoressa