Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

tototony

Per sempre Tototony

  • "tototony" è un uomo
  • "tototony" ha iniziato questa discussione

Posts: 1.116

Activity points: 4.776

Data di registrazione: venerdì, 14 agosto 2009

Località: provincia di napoli

Lavoro: setacciatore di fondali marini

  • Invia messaggio privato

1

sabato, 09 luglio 2011, 20:21

L'estate: stagione ostica per i disturbi

Eh si è sempre cosi. l'estate è il periodo più difficile per tutti quelli che hanno delle patologie. Anche per me è cosi, i periodi più difficili l'ho affrontati sempre l'estate ed è come se i disturbi aumentassero di frequenza e diminuisse la nostra resistenza. In questi giorni per me è un calvario, una sopravvivenza fino all'autunno. Sono stato solo di buone umore qualche giorno, soprattutto quando la mia psicologa mi ha dato via libera ai farmaci che prenderò alla fine dell'estate. Ad un certo punto avevo anche pensato che era un fatto solo di pensiero di prenderli a farmi stare bene ma poi mi sono reso conto che non è cosi ma ci vuole la loro azione. Ultimamente mi ritrovo con due ossessioni assurde che mi stanno veramente rompendo e spero che andrà tutto bene fino a settembre ma ho paura comunque perchè sò che cos'è l'estate con i nostri disturbi, specialmente quando aumenterà ancora la temperatura.

  • "fede87" è un uomo

Posts: 2.149

Activity points: 6.496

Data di registrazione: mercoledì, 12 gennaio 2011

Località: roma

  • Invia messaggio privato

2

sabato, 09 luglio 2011, 21:32

non l'ho capito perchè è la stagione più ostica, sarà xchè uno pensa che gli altri stanno bene e si divertono in vacanza e chi sta male sta a casa?
"La lontananza dal nulla,spegne l'infinito"

gabriel777

Utente Avanzato

  • "gabriel777" è un uomo

Posts: 831

Activity points: 2.640

Data di registrazione: martedì, 17 maggio 2011

Località: tatooine

Lavoro: asceta

  • Invia messaggio privato

3

domenica, 10 luglio 2011, 00:14

dopo una settimana tutto sommato quasi decente,oggi ho passato una giornata orrenda grazie ad un caldo africano che già non sopportavo quando mi sentivo un leone figurarsi adesso che mi sento uno straccio.anche a me sembra un incubo dover affrontare ancora metà luglio e tutto agosto col carico di afa e paranoie che mi porterà.mi sento intrappoalto in una situazione senza via di uscita,settembre mi sembra lontanissima...
“In Rock you play 3 chords and have 1000 people listening, but in Jazz you play 1000 chords and have 3 people listening!”
~ Frank Zappa on differences between Jazz & Rock music

Caos

Colonna del Forum

  • "Caos" è un uomo

Posts: 2.003

Activity points: 6.744

Data di registrazione: sabato, 07 maggio 2011

Località: Città del Capo

  • Invia messaggio privato

4

domenica, 10 luglio 2011, 09:24

Statisticamente ci sono più suicidi in estate, si litiga più facilmente e si è più nervosi!
Alcuni dicono che è per via dell'allungamento delle giornate e l'aumento della temperatura il nostro corpo fatica ad adattarsi, reagendo in modo anomalo!
Personalmente credo che oltre a questo l'estate sia ormai condita da una serie di cliché moderni, cioè il divertimento ad ogni costo e le vacanze al mare per forza, insomma pure l'estate diventa uno sbattimento, se non vai al mare e non ti diverti sei uno sfigato!
Poi magari ti ritrovi in posti diversi da dove abiti, ma con lo stesso stress per trovare parcheggio, posto in spiaggia e fare a gomitate per ballare in discoteca!
Per non parlare del post vacanze, le cene con amici a parlare di cosa si è fatto, che noia!
Personalmente io le mie vacanze sono anni che le faccio a settembre e sono felicissimo, spendo di meno, meno ressa e più tranquillità!

Rebby

Giovane Amico

  • "Rebby" è una donna

Posts: 257

Activity points: 848

Data di registrazione: mercoledì, 22 giugno 2011

Località: Roma

  • Invia messaggio privato

5

domenica, 10 luglio 2011, 10:05

Hai perfettamente ragione...L'estate per noi che siamo ansiosi è una bella botta...Anzi a me, paradossalmente, inzia a buttar male dalla primavere che poi è una stagione che amo...L'estate l'ho sempre odiata...troppo caldo..detesto il mare...l'afa...E poi, fresco di stamane, mi è ricomparso un sintomo schifoso che ebbi tanti anni fa per molto tempo...
Non so se capita anche a voi..Stanotte ho fatto un sogno, neanche tanto brutto in verità...era più che altro forse come vivevo questo sogno che mi metteva ansia... Be praticamente mi sono svegliata e mi pareva di stare ancora dentro al sogno...Avevo tutte le stesse sensazioni del sogno addosso...Mi guardavo intorno e mi pareva tutto "poco familiare" (una sorta di derealizzazione, coas di cui come dicevo ho sofferto)...Altre volte mi è capitato...pero' poi mi alzavo facevo le ime cose e tutto rientrava nella solita "routine"..Stamane invece, malgrado abbia provato a riprendere sonno per "svegliarmi" con sensazioni migliori, la sensazioni di "estraneità" mi è rimasta... Che balle...Poi sono questi i casi in cui l'ansia mi sale a duemila e mi sento male...Invece stamane sto cercando di non soccombere...Ora uscirò e farò un salto al mercatino, cosa che faccio spesso, e spero che tutto ritorni alla normalità..Ma a qualcuno di voi capitano queste sensazioni di "sogno ancora addosso"..?... :wacko:
Poi per me l'estate è un brutto periodo perchè da quando sto con questa ansia a ottomila, il cambio delle abitudini mi uccide...Il fatto di non lavorare più...di mio figlio che va col padre...mi sembra come se mi manchi il punto fermo...e mi ritrovo sola a rimuginare sulle peggio cose...Uffa....Ma quando arriva settembre?... :pinch:

cucuzzolo

Dissero della grande Marlène Dietrich "Marlène, un nome che inizia con una carezza e finisce con una frustata"

  • "cucuzzolo" è una donna

Posts: 395

Activity points: 1.199

Data di registrazione: martedì, 28 giugno 2011

Località: Ancona

Lavoro: Assistente Sociale Ospedaliera

  • Invia messaggio privato

6

domenica, 10 luglio 2011, 10:25

L'estate: stagione ostica per i disturbi

salve a tutti, la mia esperienza è stata sempre che in estate i disturbi miglioravano molto, credo di essere un soggetto positivo alla 'foto, o meglio elio' terapia :hi:

tototony

Per sempre Tototony

  • "tototony" è un uomo
  • "tototony" ha iniziato questa discussione

Posts: 1.116

Activity points: 4.776

Data di registrazione: venerdì, 14 agosto 2009

Località: provincia di napoli

Lavoro: setacciatore di fondali marini

  • Invia messaggio privato

7

domenica, 10 luglio 2011, 17:23

non l'ho capito perchè è la stagione più ostica, sarà xchè uno pensa che gli altri stanno bene e si divertono in vacanza e chi sta male sta a casa?



In primis è il grande caldo che intersecato all'ansia fa si che non arriva ossigeno. Io poi personalmente non ho il condizionatore perchè nella mia stanza è difficile istallarlo e poi non ci si sta sempre in casa. Questo caldo non ti lascia molto spazio per il divertimento a mio avviso è solo un'avventura diversa dallo standart di vita ma non ci si riesce molto a fare le cose dovunque vai devi essere pronto a sudare. Io ormai vado quasi sempre al mare ma il mio doc non mi permette di sbilanciarmi molto. Un pò quindi hai ragione ma se stessi bene saprei come divertirmi e sopporterei anche il caldo. L'estate io un pò la odio per primo per tutto questo che ho detto e in secondo perche fino adesso è con l'assenza e l'incapacità di trovarmi una ragazza(questo vuoto che l'estate evidenzia) , qualsiasi cosa che faccio non ha senso e tutto diventa una sopportazione.

  • "fede87" è un uomo

Posts: 2.149

Activity points: 6.496

Data di registrazione: mercoledì, 12 gennaio 2011

Località: roma

  • Invia messaggio privato

8

domenica, 10 luglio 2011, 17:26

non l'ho capito perchè è la stagione più ostica, sarà xchè uno pensa che gli altri stanno bene e si divertono in vacanza e chi sta male sta a casa?



In primis è il grande caldo che intersecato all'ansia fa si che non arriva ossigeno. Io poi personalmente non ho il condizionatore perchè nella mia stanza è difficile istallarlo e poi non ci si sta sempre in casa. Questo caldo non ti lascia molto spazio per il divertimento a mio avviso è solo un'avventura diversa dallo standart di vita ma non ci si riesce molto a fare le cose dovunque vai devi essere pronto a sudare. Io ormai vado quasi sempre al mare ma il mio doc non mi permette di sbilanciarmi molto. Un pò quindi hai ragione ma se stessi bene saprei come divertirmi e sopporterei anche il caldo. L'estate io un pò la odio per primo per tutto questo che ho detto e in secondo perche fino adesso è con l'assenza e l'incapacità di trovarmi una ragazza(questo vuoto che l'estate evidenzia) , qualsiasi cosa che faccio non ha senso e tutto diventa una sopportazione.


era solo per sapere xchè per me cè poca differenza :D
"La lontananza dal nulla,spegne l'infinito"

sogno2007

Pilastro del Forum

  • "sogno2007" è stato interdetto da questo forum

Posts: 2.629

Activity points: 10.379

Data di registrazione: lunedì, 15 ottobre 2007

  • Invia messaggio privato

9

domenica, 10 luglio 2011, 18:38

anche per me è stressante l'estate per il caldo e le giornate che non finiscono mai. Infatti la prima volta che mi venne l'ansia nel 2001 era proprio d'estate, per tutta l'estate e non sapevo nemmeno di averla. anche io non vedo l'ora che venga settembre poiché con il fresco è meglio, anche se poi viene l'ansia o la depressione autunnale a molti, ma non è niente a confronto con la primavera e l'estate. L'estate scorsa l'ho passata ogni volta che uscivo con ansia e sintomi di panico e nervosismo per il caldo quando stavo a casa. Il mese scorso sono andata dal neurologo per questo fatto che poi non so se è fobia sociale o solo ansia quando esco. per non passare un altra estate così male. Mi ha dato un antipanico ma non l'ho nemmeno preso per paura dei psicofarmaci. Ieri per esempio qui faceva molto caldo e afa, dei parenti mi avevano invitata a casa loro per mangiare e film,ecc.fobia per la strada e ansia, questa mattina mi sono svegliata con palpitazioni,sudore e due attacchi lievi di ansia e mi sembra di ricominciare che non mi lascia nemmeno il tempo per mangiare o fare altro. Volevo andare al mare la settimana prossima ma ho paura che mi venga l'ansia. Per fortuna che non soffro più di insonnia per il caldo, se no era ancora peggio. Provo a mettermi al sole nel mio balcone per prendere un pò di sole ma mi fa stare male. Ieri quando ero uscita mi sembrava di essere un turista del mio paese per quando non sono più abituata a non più uscire. il caldo poi non ti fa venire voglia di fare niente. L'estate scorsa oltre all'ansia di uscire e fobia avevo l'ipocondria di stare sempre male fisicamente che avevo sempre un problema.Ora invece sto bene e si presenta sempre l'ansia.

bensiolina

Utente Attivo

Posts: 57

Activity points: 199

Data di registrazione: martedì, 28 giugno 2011

  • Invia messaggio privato

10

lunedì, 11 luglio 2011, 11:09

concordo, il caldo mi abbatte completamente. Già di mio devo combattare con l'apatia e la mancanza di entusiasmo, ma con il caldo è proprio la fine.

Non mi viene voglia di fare nulla, se poi esco e sto in mezzo alla gente l'agitazione mi sale.

a casa con il clima sto un pò meglio, ma devo cmq sforzarmi tanto ;(

kichibia

Utente Fedele

Posts: 423

Activity points: 1.528

Data di registrazione: mercoledì, 19 maggio 2010

Località: torino

  • Invia messaggio privato

11

lunedì, 11 luglio 2011, 12:51

Io andrei in vacanza in montagna dove l'afa è un ricordo lontano.... oppure al mare nelle ore più fresche. Oggi ho fatto delle commissioni in macchina e quando sono scesa avevo i brividi di freddo e mi girava la testa.... mi capita così quando immagazzino troppo calore... che pizza!!!

tototony

Per sempre Tototony

  • "tototony" è un uomo
  • "tototony" ha iniziato questa discussione

Posts: 1.116

Activity points: 4.776

Data di registrazione: venerdì, 14 agosto 2009

Località: provincia di napoli

Lavoro: setacciatore di fondali marini

  • Invia messaggio privato

12

lunedì, 11 luglio 2011, 19:45

anche per me è stressante l'estate per il caldo e le giornate che non finiscono mai. Infatti la prima volta che mi venne l'ansia nel 2001 era proprio d'estate, per tutta l'estate e non sapevo nemmeno di averla. anche io non vedo l'ora che venga settembre poiché con il fresco è meglio, anche se poi viene l'ansia o la depressione autunnale a molti, ma non è niente a confronto con la primavera e l'estate. L'estate scorsa l'ho passata ogni volta che uscivo con ansia e sintomi di panico e nervosismo per il caldo quando stavo a casa. Il mese scorso sono andata dal neurologo per questo fatto che poi non so se è fobia sociale o solo ansia quando esco. per non passare un altra estate così male. Mi ha dato un antipanico ma non l'ho nemmeno preso per paura dei psicofarmaci. Ieri per esempio qui faceva molto caldo e afa, dei parenti mi avevano invitata a casa loro per mangiare e film,ecc.fobia per la strada e ansia, questa mattina mi sono svegliata con palpitazioni,sudore e due attacchi lievi di ansia e mi sembra di ricominciare che non mi lascia nemmeno il tempo per mangiare o fare altro. Volevo andare al mare la settimana prossima ma ho paura che mi venga l'ansia. Per fortuna che non soffro più di insonnia per il caldo, se no era ancora peggio. Provo a mettermi al sole nel mio balcone per prendere un pò di sole ma mi fa stare male. Ieri quando ero uscita mi sembrava di essere un turista del mio paese per quando non sono più abituata a non più uscire. il caldo poi non ti fa venire voglia di fare niente. L'estate scorsa oltre all'ansia di uscire e fobia avevo l'ipocondria di stare sempre male fisicamente che avevo sempre un problema.Ora invece sto bene e si presenta sempre l'ansia.



A quanto purtroppo ho capito dell'ansia non ne usciremo mai con le nostre sole forze ma non voglio farti perdere la speranza, non è detto che abbia ragione però sono anni che faccio questa battaglia e senza farmaci ma vedo solo peggioramenti nei continui alti e bassi. L'ansia è un sentimento che comunque abbiamo dentro di noi e non possiamo eliminarlo solo che per noi arriva troppo facilmente ed è diventata troppo partecipe nella nostra vita anche quando non ci serve. Bisognerebbe rieducarla ma tutto mi sembra un'ighiozzia. In primis una persona deve essere spensierata e non in continua studio di se stessi e dei suoi sentimenti e poi l'ansia e un sentimento sottile come una lama e quando ti sfiora ti lascia sempre la ferita e ti indirizza inevoquabilmente ad accrescere questa turba interna e a ripensare sempre perchè è accaduto. L'unica soluzione sarebbe che non dovrebbe mai partire ma solo per motivi reali. Un'altra cosa importante è invece almeno per me l'incostanza a non soffrire che quasi sempre mi porta ad avere l'ansia di stare bene o l'ansia di stare sens'anzia, è tutto un casino e quindi per avere una certa costanza è meglio agire anche dall'interno con una cura giusta. Ti capisco molto Sogno, mi rispecchio molto in quello che hai detto d'altronde anche se soffro di doc la mia patologia è simile alla tua....il problema è sempre l'ansia, un'abbraccio :hi:

miss--simpaty

Utente Attivo

  • "miss--simpaty" è una donna

Posts: 76

Activity points: 333

Data di registrazione: giovedì, 03 marzo 2011

Località: nord italia

  • Invia messaggio privato

13

lunedì, 11 luglio 2011, 20:09

Non credo proprio per me e diverso mi da fastidio la fine del autunno quando arriva l'inverno mi sembra che sta per morire tutto. .......e io inizio a sentirmi triste.

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "miss--simpaty" (12/07/2011, 17:28)


sogno2007

Pilastro del Forum

  • "sogno2007" è stato interdetto da questo forum

Posts: 2.629

Activity points: 10.379

Data di registrazione: lunedì, 15 ottobre 2007

  • Invia messaggio privato

14

lunedì, 11 luglio 2011, 22:18

A quanto purtroppo ho capito dell'ansia non ne usciremo mai con le nostre sole forze ma non voglio farti perdere la speranza, non è detto che abbia ragione però sono anni che faccio questa battaglia e senza farmaci ma vedo solo peggioramenti nei continui alti e bassi. L'ansia è un sentimento che comunque abbiamo dentro di noi e non possiamo eliminarlo solo che per noi arriva troppo facilmente ed è diventata troppo partecipe nella nostra vita anche quando non ci serve. Bisognerebbe rieducarla ma tutto mi sembra un'ighiozzia. In primis una persona deve essere spensierata e non in continua studio di se stessi e dei suoi sentimenti e poi l'ansia e un sentimento sottile come una lama e quando ti sfiora ti lascia sempre la ferita e ti indirizza inevoquabilmente ad accrescere questa turba interna e a ripensare sempre perchè è accaduto. L'unica soluzione sarebbe che non dovrebbe mai partire ma solo per motivi reali. Un'altra cosa importante è invece almeno per me l'incostanza a non soffrire che quasi sempre mi porta ad avere l'ansia di stare bene o l'ansia di stare sens'anzia, è tutto un casino e quindi per avere una certa costanza è meglio agire anche dall'interno con una cura giusta. Ti capisco molto Sogno, mi rispecchio molto in quello che hai detto d'altronde anche se soffro di doc la mia patologia è simile alla tua....il problema è sempre l'ansia, un'abbraccio


a parole sembra tutto lieve e facile, il problema è che l'ansia o il panico è una "malattia" in cui si soffre pur stando "bene" fisicamente.
Per esempio adesso che mi dicevo e osservavo finalmente sto bene fisicamente mi viene l'ansia!!!
Un altro problema è che l'ansia condiziona la vita quotidiana. In questi giorni di caldo oltre all'ansia già mi stresso per il caldo e diventa una paranoia, con il troppo caldo non si può molto uscire e con l'ansia non si riesce tanto a uscire. oggi ho letto che uno dei problemi del caldo è che fa aumentare l'intensità delle malattie mentali oltre ad altre cose.

La mia ansia riesco e sono riuscita a gestirla con pochissime medicine e una alla volta e da 10 anni. Ma quando fa troppo caldo la situazione è ancor a più insopportabile.

paulus

Nuovo Utente

Posts: 4

Activity points: 12

Data di registrazione: giovedì, 18 agosto 2011

  • Invia messaggio privato

15

domenica, 21 agosto 2011, 01:32

Io credo che persone ansiose come noi cercano nella notte e nel buio la strada per la tranquillità, l'estate è una stagione calda che con la mente inesorabilmente ti porta al giorno quindi alla luce, per questo preferiamo l'autunno o l'inverno perchè ci danno quel senso di buio e di sicurezza maggiore...
Io credo mentre ogni respiro si perde di possedere solo la mia mente...