Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

Gaila

Giovane Amico

Posts: 175

Activity points: 560

Data di registrazione: lunedì, 18 febbraio 2008

Località: livorno

  • Invia messaggio privato

76

martedì, 01 aprile 2008, 19:52

Eccomi qua!!!!!!


Solo un salutino veloce perchè stasera ho il corso poi vi spiego.........

se ce la faccio vi scrivo quando torno verso le 23!!!!!

Un bacio a tutti vi penso sempre vi voglio bene tanto tanto!!!!!!


a dopo.......

gaila

happyness

Nuovo Utente

Posts: 12

Activity points: 43

Data di registrazione: martedì, 25 marzo 2008

  • Invia messaggio privato

77

martedì, 01 aprile 2008, 20:12

Grazie ED

Mille e mille volte ho creduto di essere pazza,o shizofrenica..quando sento come se uscissi dal mio corpo,sento le braccia vuote,come se mi stessi sollevando dal corpo,e mi rimbombano tutte le voci,formicola tutto... La schizofrenia mi terrorizza.
Proverò con gli esercizi di respirazione che hai proposto...e sai...anche io nei grandi negozi non so come mai ma spesso inizio a sudare,ad agitarmi..come se avessi un laccio al collo..e sento un fortissimo desiderio di uscire dicorsa lasciando per terra tutto ciò che sto tenendo in braccio in attesa di pagare!!!
Mi faccio forza...anch'io "mi parlo",mi incoraggio...
Non sapete che sollievo capire che non sono sola,che non siamo soli a vivere questi moemnto difficilissimi!!!!!

Domanda:voi siete fumatori? Vi capita di desiderare di fumare quando iniziate a sentire che l'ansia sta arrivando? Chiaro che in piena crisi non venga nemmeno in mente..

robi

Utente Avanzato

  • "robi" è un uomo

Posts: 906

Activity points: 2.760

Data di registrazione: mercoledì, 11 luglio 2007

Località: marotta

Lavoro: pensionato

  • Invia messaggio privato

78

mercoledì, 02 aprile 2008, 05:59

Citato da "patrizia"

Non so ha l'impressione che questa malattia abbia delle cadenze, forse mi sbaglio, sto un pò meglio per 4-5 giorni e poi giù per 7-8 giorni. Ditemi se è vero. E poi ho un senso di oppressione al torace con fitte alle volte sembra bronchite, e dolore allo sterno. Non so cosa pensare. Spero di uscirne.

Patty,
sono solamente picchi d'ansia attualmente incontrollati , ma che lentamente rientreranno nei giusti binari !!!!
Robi ;);););)

ed

Giovane Amico

Posts: 161

Activity points: 497

Data di registrazione: sabato, 08 marzo 2008

  • Invia messaggio privato

79

mercoledì, 02 aprile 2008, 09:51

Ciao happyness,

quello che senti tu nei negozi capita anche a me.
Pensa... li ho evitati per ben due mesi; da qualche giorno ho ricominciato coi negozi piccoli e vuoti, poi ho fatto la prova al supermercato, dove la lunga fila mi ha fatto sudare e mi ha dato le vertigini.
Ho atteso pazientemente (faccio per dire) concentrandomi su altro.

Il fumo?
Dopo un lungo stress permetta di scaricarti; e io la mia sigaretta la fumo dopo essere stato in tensione.
Sempre e soltanto se ne sento il bisogno.

Lascia perdere la schizofrenia; è tutt'altra cosa (brrr!....)
Figurati: a me capitava di sentire voci dentro la testa, voci che si accavallavano velocissime e mi dettavano azioni diverse da quelle che facevo.
Non mi sono mai spaventato, giacché avevo desunto da subito che si trattava di stanchezza (quella che i medici chiamano distonia neuro-vegetativa).
Sbagliavo? Non so. So che il fenomeno è scomparso. Ed è questo ciò che conta.

Sarò ripetitivo: prova con la respirazione da training autogeno. Un aiutino te lo dà.

Se poi, da sola, non riesci a scavare dentro di te (non è facile) per trovare qualche conflitto psichico irrisolto, rivolgiti a uno specialista.
Io, quando cinque anni fa stetti malissimo (alla Pat, per intenderci), fui in cura presso ben due psichiatri.
Poiché mi dissero cose che ho memorizzato, oggi coltivo l'ambizione di fare da me (con l'aiuto della scienza scritta nei libri).

Prova a star serena. Passerà.

ed

Giovane Amico

Posts: 161

Activity points: 497

Data di registrazione: sabato, 08 marzo 2008

  • Invia messaggio privato

80

mercoledì, 02 aprile 2008, 10:21

Ciao PAT,

anzitutto leggi con attenzione quanto scrive ROBY; e credigli.
Lui sa tante cose, essendoci passato.

Per le fitte al torace, ho concluso che si tratta di contrazioni muscolari.
Pertanto, non spaventarti.

Devi sapere che l'ansia gioca proprio su questo:
arriva, ti spaventi, aumenta, ti spaventi, aumenta ancor più. E così via, con un crescendo irrefrenabile.
(E io cinque anni fa - scemo com'ero - ci cascavo. Pensa che addirittura una sera vedevo le facce delle persone cambiar colore!!!!)
Se, invece, parti dal presupposto che conosci il suo comportamento, arriverai a sentirla e a non spaventarti. In tal caso, l'avrai, ma i suoi sintomi saranno meno forti.
Se, invece, ti preoccupi, ti lasci prendere dal terrore, allora essa raggiunge picchi incredibili.

Una domanda, rivolta a te, a me e a tutte le amiche e gli amici che scrivono su questo Forum:

insomma, l'ansia deve essere più forte di noi, oppure siamo noi a dovere essere più forti dell'ansia?
nel primo caso, siamo fritti, poiché ne diventiamo vittime;
nel secondo, proviamo a domarla.
E dobbiamo domarla. Ne va della nostra vita, delle nostre giornate.


Lo so, paiono parole vuote; ma non è così.
Certo, abbiamo bisogno di aiuto: medicinali (ansiolitici ecc.) e qualcuno con cui aprirci, parlare, confessare le nostre paure, sia esso un medico (meglio) o una persona qualunque, che ne soffra; oppure che ci ascolti davvero, non per finta.


Veniamo al dunque.
Scrivi di aver provato con la musicoterapia e la respirazione.
Ho l'impressione che tu voglia far le cose di fretta.
O l'una o l'altra, lentamente e pazientemente.
E poi, non è che queste facciano miracoli. Si comincia pian piano, con la certezza intima di ricevere beneficio.
E già, perché se non sei convinta di ciò, musica, respirazione o altro non sortiscono effetti.

Sei sicura che ascoltando musica non hai teso l'orecchio al battito cardiaco, con la paura che aumentasse?
Sei sicura che respirando lentamente e profondamente una vocina dentro non ti abbia suggerito "adesso arrivano i disturbi, adesso arrivano" ?
Perché, vedi, il segreto è tutto lì:
quando si decide di rilassarsi, anzitutto si sgombra la testa da un qualunque pensiero; e, se arriva, lo si ricaccia indietro. Con determinazione, forza, cocciutaggine.

Poi avrai quelli che giustamente Roby chiama "picchi".
Ma, se sai che sono picchi, sai pure che poi passano.
E il pensiero che passino deve accompagnarti; non il pensiero che aumentino, o ritornino.
Capito?

Accidenti che testaccia dura che sei!
Meriteresti proprio una bella sculacciata, di quelle che fanno il tuo sederino rosso come un peperone forte; di quei peperoncini che, masticati, "appicciano" lingua e palato. Scommetto che il bruciore insopportabile non ti farebbe più pensare all'ansia.
Ma che aspetta tuo marito ad applicare la cura?

Scherzo, eh! E spero che tu mi perdoni se mi permetto.
Ma qualche volta una risatella può più di tanti pastigliaggi.

Comunque, insisti con l'ansiolitico: se dieci gocce non danno l'effetto sperato, prendine altre dieci (dopo aver chiesto al medico, si capisce. NON fare da te, ok?); oppure domandane uno più potente.

Ogniqualvolta ti prende il terrore di star morendo, distenditi, respira lentamente e ripetiti venti, trenta volte:
SONO CALMA E TRANQUILLA....
e
CALMA... FRA POCO PASSA.... CALMA...

Spero tanto di esserti di aiuto, seppur solo un pochino.

Prova a star serena; pensa che un giorno o l'altro i disturbi li sentirai sempre meno, fino a quando... voilà!, saranno, come per magia, scomparsi.

Un abbraccio

ed

Giovane Amico

Posts: 161

Activity points: 497

Data di registrazione: sabato, 08 marzo 2008

  • Invia messaggio privato

81

mercoledì, 02 aprile 2008, 10:27

Scusatemi se scrivo a lungo, ma è una sorta di terapia per me.

Ci si aiuta anche così, spero: l'egoismo che diventa una sorta di "mano invisibile" la quale, aiutando sé stessi, aiuta pure gli altri.
(Ho pasticciato rubando da Adam Smith che non c'entra un cavolo con l'ansia... boh!)

Se sbaglio, ditemelo (soprattutto tu, paziente e saggio ROBY).

Grazie


Ciao, GAILA

Come te la passi? Stai bene?

Un abbraccio

Edoardo

patrizia

Animo inquieto

  • "patrizia" è una donna
  • "patrizia" ha iniziato questa discussione

Posts: 5.560

Activity points: 18.612

Data di registrazione: giovedì, 13 marzo 2008

Località: sicilia

  • Invia messaggio privato

82

mercoledì, 02 aprile 2008, 14:41

Ciao Ed,
In tanti mi dicono che mio marito è troppo paziente e che dovrebbe riprendermi invece di assecondarmi.Ma quando io sono terrorizzata di star per morire anche lui si spaventa e mi porta in ospedale. Dopo quello che abbiamo passato con papà.
Non lo so certe volte sono serena (o quasi ) come ero prima, ma poi qualcosa scatta nella testa e ritorno alla realtà o all'incubo e ricominciamo di nuovo la trafila.E che in famiglia siamo tutti spaventati. Alle volte sono così stanca di soffrire e lottare col mio corpo che spero di dormire per due anni per poi svegliarmi come nuova, senza problemi di questo tipoQuando sono troppo agitata non riesco a stare ferma figurarsi fare la respirazione. Lo so che dipende da me ( a parole) ma proprio non mi controllo, e la paura vince sempre. Spero un giorno di potere raccontare questo pezzo della mia vita , il più brutto, come fai tu,con il distacco di chi ha superato tante difficoltà ma alla fine ne è uscito.Ti ammiro molto per quello che fai per me, ma io sono testarda e le cose devo metabolizzarle da sola con sforzo se ci riesco. Stavolta la vedo dura. Sono stanca di tutto questo incubo. Vorrei riposarmi. A presto. Ciao
I giorni e le notti suonano in questi miei nervi di arpa, vivo di questa gioia malata di universo e soffro di non saperla accendere nelle mie parole.

Gaila

Giovane Amico

Posts: 175

Activity points: 560

Data di registrazione: lunedì, 18 febbraio 2008

Località: livorno

  • Invia messaggio privato

83

mercoledì, 02 aprile 2008, 18:01

Sono stanca di tutto questo incubo. Vorrei riposarmi.


Leggendo queste tue parole Pat mi è salito un brivido nella schiena....

non perchè siano toccanti o perchè siano profonde e cos'altro ma perhè è quello che dico sempre io....e cerco di diore ai miei familiari

perchè mi sembrano le parole piu' adatta per descrive lo stato d'animo non quando hai l'attacco....che non necessita di spiegazioni....

ma quando ti rendi conto di razza di momento stai vivendo......

Io ho vissuto nella stanchezza tanto tempo con quel groppo nel cuore e nello stomaco che pesa come un macigno e so cosa vuoi dire con queste semplici parole....

Io a differenza vostra non ho mai manifestato la mia malattia(io la chiamo cosi') con disagi tipo aver paura di andare in un negozio....oppure

in palestra....o che so in qualunque posto....io apparentemente sono sempre stata "normale"......

la mia lotta me la sono vissuta tutta dentro.......talmente dentro che quando rivelavo a qualcuno che avevo questi problemi mi rideva in faccia

non sembrava possibile......non sembra possibile.......e invece è cosi'.......

mi sono logorata dentro come una stoffa troppo usata....che basta tirarla che si rompe.....mi sono tenuta tutto il male x me.....

per non intaccare nessuno.....per non ingigantire la cosa....perchè ammetterlo era un po' come accettarlo.....

ho perso il ragazzo che amavo per non essere stata capace di ammettere di soffrire come una bestia.....l'ho lasciato andar via cosi'.....

lui ancora oggi di distanza di anni non sa il vero motivo per cui la sua ragazza lo lascio'......credo che alla fine abbia sempre creduto che avevo un'altro

ma non era cosi'.....assolutamente.........non ce la facevo......non c'e la facevo a dichiarare che avevo bisogno di aiuto....e cosi' ho pagato il conto....




Scusate la lungagnata che vi siete dovuti leggere ma oggi mi è presa cosi'......o meglio le parole di pat mni hanno suscitato tutto questo

e volevo condividerlo con voi!!!!!!

Vorrei raccontarvi tutto di me e piano piano lo faro'......vi meritate la sincerità....quelle che ho fatto tanta fatica trovare e ancora oggi un po' mi ostacola!!!!!


Per il resto caro ED e cara Pat direi che sono in momento.....non so come definirlo....mi sento meglio per quanto riguarda l'ansia(non tutti i giorni) ma quello che

spaventa e che insieme all'ansia non sento neanche piu' tutti gli altri sentimenti.....mi sento un po' di ghiaccio....e la cosa mi spaventa.....perchè quando sto cosi'

alla fine parte sempre l'attacco.....e di quelli tosti!!!!!!

ma non potendo prevederlo me ne sto qui a fare la mia vita giorno per giorno....ora per ora....minuto per minuto....

l'rganizzazione non fa piu' parte della mia vita.....VIETATO ORGANIZZARE!!!!!!

cmq sempre meglio che un po' di tempo fa' è......


ED

Sono daccordo con i tuoi consigli e a questo punto della mia malattia li capisco e riesco anche a farli (esercizi e respirazione) ma credo che la nostra amica Pat sia

ancora in momento di picco del problema e sai bene chein quell momento non si è in grado di fare nulla ti affidi totalmente alla speranza che passi presto

e la senti una cosa totalmente non gestita da te...quindi magari PAT aspetta un attimo che la cura faccia un po' effetto e vedrai che appena ti sentirai un

pelino meglio potrai anche usare tecniche alternative per curare l'ansia....ma ora cerca sola di pensare che l'ansia ha un inizio ed una fine che piu' di li' non

va e che come vedi, tante altre persone ci sono passate prima di te e non sono morte!!!!

E' dura tesoro lo so.....stringi i denti e mettiti in testa che passera' e che è un problema come un'altro non sei diversa da tutto il resto del mondo

noi ne siamo la prova no??????

Non so se sono buoni consigli o meno i miei ma ti assicuro che te li do' con il cuore.....


Vi mando un bacio grosso e scusate se per qualche giorno non ce l'ho fatta a connettermi ma a volte le giornate volano!!!!



VI VOGLIO BENE!!!!! A TUTTI!!!!

e ricordatevi che la condivisione è alla base dell'umanita' perchè......

in due la gioia raddioppia ma il dolore si dimezza!!!!



Gaila

patrizia

Animo inquieto

  • "patrizia" è una donna
  • "patrizia" ha iniziato questa discussione

Posts: 5.560

Activity points: 18.612

Data di registrazione: giovedì, 13 marzo 2008

Località: sicilia

  • Invia messaggio privato

84

mercoledì, 02 aprile 2008, 18:42

Ciao Gaila,
grazie per i consigli. ti voglio bene. Mi fai piangere tu. E' vero che forse ancora non mi gestisco perchè per me è tutto nuovo e inaspettato, e poi questi cavolo di sintomi cambiano sempre a peggiorare come un virus mutante, non so appena supero un pò la paura del braccio sx che mi fa male , inizia la tachicardia che prima era solo a 80-85 batt. al min. ora va aumentando fino a toccare i 110., e più sale più ho paura. I medici mi hanno detto così il cuore si affatica e io di nuovo nall'abisso. Vivacchio e non mi sta bene.Mi sto tirando dietro una famiglia. I miei figli hanno iniziato ad andare male a scuola, io non riesco più a seguirli, non controllo più neanche se mangiano o se si sono lavati, appena lo chiedo mi dicono si e mi evitano. Sono una mamma da schifo! Nessuno vorrebbe avermi come mamma. Mio figlio un giorno mi ha detto "non prendo ordini da te che non sei lucida" e poi "Siamo stati i più sfortunati ad avere te come mamma, perchè le tue sorelle sono serene e non fanno soffrire i loro figli". Sentirsi dire queste cose dai propri figli è terribile. Non sono degna di loro. Non li merito. Sto mandando a rotoli la mia famiglia.Ma che ci posso fare se sto soffrendo da cani. Il mio cuore è spezzato, non riesco a fermarmi. Scusate mi sono un pò sfogata con voi , con loro non posso farlo, hanno paura di vedere la mamma soffrire e piangere, mi evitano e hanno ragione, ho fatto anch'io così quando mio papà stava male.Mi voglio sforzare di essere apparentemente normale, a volte ci riesco avolte , spessono. Ma i bambini sembrano stupidi ma non lo sono, capiscono tutto anche quello che non dici o non vuoi far vedere. Ho capito oggi di non avere più fiducia in me stessa (io ero piena di me) non mi fido delle mie sensazioni, delle reazioni del mio corpo, sono esagerate e io non le gestisco ne ho paura, paura che mi possano procurare qualcosa di serio e irrimediabile. Grazie per lo sfogo, e perchè so che mi leggerete e mi darete qualche buon consiglio. Comincia a fare buio e comincio a pensare alla notte che prima adoravo e ora mi fa paura, paura di andare a letto e non svegliarmi, paura di svegliarmi come tante volte nel cuore della notte ae avere attacchi di panico spaventosi come vi ho raccontato sopra, paura di tutto, di sentire battere troppo forte il cuore nel silenzio della notte fino a scoppiare e paura che batta troppo piano fino a fermarsi, paura di questo senso di oppressione e soffocamento che mi prende, paura di tutto, di tutto. Vorrei svegliarmi da questo incubo, datemi un pizzicotto vi prego!
I giorni e le notti suonano in questi miei nervi di arpa, vivo di questa gioia malata di universo e soffro di non saperla accendere nelle mie parole.

Gaila

Giovane Amico

Posts: 175

Activity points: 560

Data di registrazione: lunedì, 18 febbraio 2008

Località: livorno

  • Invia messaggio privato

85

mercoledì, 02 aprile 2008, 19:57

Pat


Frena frena frena......

Alt!!!!! Razionaliziamo un attimo......innanzi tutto non hai cercato te questo malessere....e fino a prova contraria quella che soffre sei te!!!!

Capisco il caos che si genera in queste situazioni.....non sai il casino che ho fatto io a volte....

la famiglia purtoppo subisce dei traumi che spesso sono difficili da gestire......ma ti ripeto TU NON NE HAI COLPA!!!!!

Pensa che per un bel tot e un po' ne sono sempre convinta....ho imputato a me il rapporto tormentato di miei genitori.....mi sentivo colpevole di aver creato dei problemi

e credevo che il fatto che si dedicassero in modo particolare a me imputasse che tra loro non andava piu'......

poi piano piano l'ho confessato e con le lacrime agli occhi mi ha rassicurato sul fatto che il loro rapporto non centrava nulla con me e che dovevo stare tranquilla,

non era colpa mia!!!! ti confesso che ancora oggi un po' mi tormenta questa cosa ma devo farmene una ragione anche se cosi' fosse non me lo direbbero mai!!!


Tutto questo per dirti che sicuramente i tuoi figli sentono che la loro mamma è un po' strana ultimamente e non sapendo come darti una mano cercano di capire cosa ti succede

il loro modo ovviamente è un po' crudele e cruento ma ti assiciro (con i bimbi c'ho lavorato molto) che lo fanno perchè hanno tanta paura dentro e non sapendo come dominarla

lanciano giudizzi spietati su di te.......io fossi in te in quei momenti non mi farei vedere debole....cioe' accondiscendente mostrerei un po' i denti....per fargli capire che la mamma

sara' anche un po' depressa ultimamente ma non scema!!!! Hai bambini piace essere sgridati a volte perchè sentono che ti prendi cura di loro e molto probabilmente in questo

periodo lo hai fatto poco.....è capibile se lo hai fatto tesoro...in questi momenti non si ha la capacita' di fare nulla!!!!


Tesoro devo andare perchè ho gente a cena..............

se ce la faccio ti riscrivo qualcosa dopo....

STAI TRANQUILLA SEI UNA MAMMA ADORABILE.........LA SENSIBILITA' E UNA DOTE....NON UN DIFETTO!!!!

Gaila

ed

Giovane Amico

Posts: 161

Activity points: 497

Data di registrazione: sabato, 08 marzo 2008

  • Invia messaggio privato

86

giovedì, 03 aprile 2008, 09:39

Ciao, PAT,

anzitutto mi auguro che oggi tu stia meglio.

Mi lascia perplesso la reazione in famiglia.

Tuo marito, poverino, si preoccupa; quello che non capisco è il modo di comportarsi dei tuoi figli.

Ma hanno imparato il rispetto nei confronti di chi soffre?

Ha ragione GAILA: prova a essere un pochinino dura. Sei in un momento no, ma non sei fuori di testa.
Stai soffrendo; e loro hanno il dovere, ripeto: il dovere, di portarti rispetto e di non pronunciare mai più frasi del tipo "non prendo ordini da te che non sei lucida".
Anche perché - e qui mi incavolo non poco - tu sei lucidissima; e non riuscire a controllare le reazioni del proprio organismo non indica assenza di lucidità. Nell'ansioso di lucidità, forse, ve n'è anche troppa.

Parla con loro usando un mix di dolcezza e di autorità. Capiranno. Dovranno capire, vogliono o non vogliono.
Ma che faccio? Ti do consigli, quando non ne hai bisogno? Scusami.

Seconda perplessità:
quando ebbi la crisi tachicardica e un eccessivo aumento pressorio, telefonai al mio medico.
Mi disse che avremmo aspettato due, tre giorni; se la crisi fosse continuata, mi avrebbe prescritto un leggero betabloccante che avrei assunto in dose minima per dieci, max quindici giorni. E tutto sarebbe tornato a posto.

Ed ecco la perplessità mia: come mai il tuo medico non te lo ha prescritto?

E poi: che il cuore si affatichi è una balla.
Il cuore, a un'età giovane come la tua, può battere veloce e a lungo senza che questo comporti conseguenza alcuna.
Mi dici altrimenti come farebbero alcuni atleti a tenerlo per ore sotto pressione e a non ammalarsi?

Forse - e qui GAILA ha ragione - ho insistito troppo con la respirazione ecc. Scusami; ho solo provato ad aiutarti.

Quello che posso dirti, e te lo dico, è di non aver paura. Essa fa da ostacolo alla tua guarigione.

Buona giornata.

ed

Giovane Amico

Posts: 161

Activity points: 497

Data di registrazione: sabato, 08 marzo 2008

  • Invia messaggio privato

87

giovedì, 03 aprile 2008, 09:50

Ciao, GAILA

Vietato organizzare.
Brava!
Siamo sulla stessa lunghezza d'onda.

Scrivi che insieme all'ansia non senti più neanche gli altri sentimenti.
E ti meravigli? Credi forse di esser diventata d'un tratto strana?

No, cara mia, non è così.
Hai lavorato, e lavori, duramente, su te stessa.
E, cosa da non sottovalutare, la tua ansia non dava segni esterni.

Il risultato è che il tuo inconscio sta semplicemente prendendo le distanze da tutto ciò che potrebbe turbare l'equilibrio psichico che con la lotta stai raggiungendo. Si sta difendendo. E ti difende.
Vado a lume di naso, sia chiaro.

Non hai ammesso per lungo tempo la tua debolezza (hai una personalità fortissima); adesso la ammetti.
E ti pare poco?

Sei sulla via - a mio modestissimo parere - giusta: stai rimodellando la tua personalità.

Pertanto, non farti venire idee che a questo punto potrebbero risultare malsane, in rapporto a quell'equilibrio che ti stai conquistando con i denti.

Passa una giornata serena.

Mario

Utente Avanzato

  • "Mario" è un uomo

Posts: 802

Activity points: 2.476

Data di registrazione: lunedì, 30 luglio 2007

Località: Pisa

Lavoro: IT Manager

  • Invia messaggio privato

88

giovedì, 03 aprile 2008, 11:32

Cara Patrizia,
non ho letto tutti i post successivi al tuo per cui rispondo solo a quello iniziale. Direi che per fortuna te ne sei resa conto perché il peggio è quando la nostra mente si accanisce su noi stessi e non ce ne accorgiamo. Quella depressione latente, insidiosa, infima che ti corrode l'anima, mentre a te sembra che invece la vita sia del tutto normale.

Sai, una cosa? sono stato anni senza piangere; pensavo addirittura di non esserne più capace. Eppure, quando ero bambino, mi chiamavano "lacrima facile" perché piangevo per un niente. Io mi dicevo inventandomi che avevo una disfunzione alle sacche lacrimali, ma non era vero: in realtà ero un bambino soltanto più sensibile di tanti altri.

Ora ho oltre 50 anni ed in questi ultimi anni ho ritrovato il "piacere" di piangere. Ho ritrovato la mia sensibilità, ho nuovamente trovato la capacità di ascoltare il mio cuore. Ho passato un periodo di forte depressioni, dal quale (anche grazie a questo sito) sono riuscito a venirne fuori. Ora mi sento "libero", con tutti i miei problemi, ma felice di questa vita e, ti ripeto, libero di viverla e di assaporarla in tutti i suoi aspetti...

un bacio

mario
"Non sempre è amore quello che ci spinge ad attaccarci a chi ci rifiuta... quanto un misto di insicurezza, bisogno di protezione e di accettazione"

TATY66

Utente Attivo

  • "TATY66" è una donna

Posts: 77

Activity points: 259

Data di registrazione: mercoledì, 13 febbraio 2008

Località: ROMA

  • Invia messaggio privato

89

giovedì, 03 aprile 2008, 12:10

non prendo ordini da te che non sei lucida

CIAO pat, sono molto dispiaciuta del comportamento dei tuoi figli ma quanti anni hanno?

Un bel ceffone non glielo levava nessuno! Non permettere mai a nessuno di trattarti così: primo perchè sei perfettamente normale e secondo perchè sei un essere umano molto sensibile.

Ti prego non ti abbattare per queste indelicatezze,, i tuoi figli, quando saranno grandi (?) capiranno.

Toglimi una curiosità sono maschi? :confused:
L'amore conosce ragioni che la ragione non conosce

Gaila

Giovane Amico

Posts: 175

Activity points: 560

Data di registrazione: lunedì, 18 febbraio 2008

Località: livorno

  • Invia messaggio privato

90

giovedì, 03 aprile 2008, 13:53

Buon Giorno a tutti!!!!


Pat

Come va oggi???? spero un po' meglio il massimo sarebbe BENE.....ma so che ancora non te lo sentiro' dire.....ci accontentiamo del un po' meglio vero????

Se ti puo' copnsolare oggi sono io che non vado....

mi sono svegliata benissimo e dentro di me ho anche pensato di aver fatto quel saltino che ti fa allontanare sempre di piu'0 dall'ansia.....ma....

il sogno è durato poco dopo un'oretta mentre rigovernavo....eccola......dallo stomaco....al petto....alla testa.....è arrivta la mia amica.....

L'ANSIA!!!!!!! ero incredula....ho detto "NOOOO, NON CI CREDO STAVO BENE E NON è SUCCESSO NULLA CHE MI ABBIA TOCCATO...MA ALLORA CHE C____O

VUOLE DA ME....COSA VUOLE???????"

poi mi sono prese le mie 4 gocce di rescue remedy ed è adata un po' via ma mi è rimasta la testa vuota e le gambe molli......che bello è.....

volevo andare a camminare....ero pronta....e ora non me la sento piu'....mi sembra che le gambe non mi tengano!!!!! CHE PALLE!!!!!!

Non sopporto stare cosi'.....in queste giornate vorrei andare a letto e svegliarmi tra 6 giorni........

Va bè scusa non è il momento x te di ascoltare gente come me con le sue stupide paranoie.....ma come vedi non si finisce mai di lottare!!!!


A presto tesoro e sappi che con il pensiero ti penso anche quando spengo il pc!!!!!

Bacio

gaila

1 utente a parte te sta visitando questo thread:

1 ospite