Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

bolita1

Nuovo Utente

Posts: 12

Activity points: 43

Data di registrazione: martedì, 26 febbraio 2008

  • Invia messaggio privato

16

giovedì, 28 febbraio 2008, 22:38

cara gaila
hai perfettamente ragione è più facile riderci sopra quando tutto è passato e si è sopravvissuti!!!
e soprattutto non è facile reagire quando si è con degli sconosciuti... anche a me è successo un sacco di volte... dover far finta di niente quando dentro ti senti esplodere... a me di solito viene voglia di scappare via piangendo!
non sai quante volte al lavoro ho lasciato clienti in attesa al telefono e sono corsa in bagno.. giuro che stavo per morire... e cosi molte volte sono scesa da autobus, treni... ho abbandonato vacanze e serate...
solo a pensarci mi sento stressata!
per non parlare delle persone che ti stanno accanto e nn ti capiscono... io ho avuto amici che per un sacco di tempo mi hanno abbandonata... dicevano di non condividere le mie ansie perchè non hanno senso.. chi sta male sono altri....

prima mi arrabbiavo ora ho imparato a fregarmene e sentirmi superiore a loro perchè penso che noi che abbiamo questi problemi siamo più sensibili... molto di più.... e pronti ad aiutare chi ha bisogno di noi...

purtroppo sono poche le persone che pur non soffrendo d'ansia ti capiscono... io le posso contare sulla punta delle dita...
ma per fortuna ci siete voi.. che mi fate forza e spesso anche sorridere..
se mi volete mi aggiungo anche io al pic nicin ascensore... sarà divertentissimo!!! io porterò una bella torta al cioccolato.. vi va?

17

giovedì, 28 febbraio 2008, 23:47

allora cari amici giusto per rimanere in tema io potrei portare le tisane,adesso per l'appunto ne sto bevendo una distensiva a base di melissa,passifloa...ho visto al cinema:il paese dei vecchi,ho stritolato la mano a mio marito,ho visto il film ad occhi chiusi,facevo i salti dalla poltrona alla vista del sangue,ma la cosa più bella ,che nè io nè mio marito abbiamo capito com'è finito(annzi se qualcuno l'ha visto,mi può dire se la ragazza è morta?).

l'infarto non mi è venuto ma ci sono andata vicino,molto vicino:)

Gaila

Giovane Amico

  • "Gaila" ha iniziato questa discussione

Posts: 175

Activity points: 560

Data di registrazione: lunedì, 18 febbraio 2008

Località: livorno

  • Invia messaggio privato

18

venerdì, 29 febbraio 2008, 11:17

Grazie grazie a tutti......state diventando i miei migliori amici.........
non speravo di trovare un cosi' grande appoggio.........vorrei incontrarvi a tutti e chiaccherare
per ore e ore.....sarebbe bello'!!!!!!!chissa' magari un giorno!!!!!!!


Cmq è aperta l'inscrizione al pic-nic in ascensore........

Gaila: PANINI
Bolita1: TORTA AL CIOCCOLATO
Vivere: TISANE
lottaefuga: BIRRA!!!


e te che porti???????se avete un'idea e vi volete aggiungere fate pure.....piu' siamo e meglio è!!!!

BACIOOOOOO!!!!!

manu1-ansia0

Utente Attivo

Posts: 33

Activity points: 127

Data di registrazione: domenica, 24 febbraio 2008

  • Invia messaggio privato

19

venerdì, 29 febbraio 2008, 11:46

ma io direi che porto un altro ascensore dato che siamo già in tanti.

l'ansia secondo me è una distorsione della realtà
è come entrare in una stanza che conosci bene e non riconoscerla.

Secondo me dovremmo riuscire a marcare queste situazioni con dei paletti o che ne sò in modo da renderci conto quando ci siamo dentro e poter a nostra scelta uscirne.

Oggi guardo ieri e mi sembra assurdo essermi sentito male ed aver rinunciato ad un viaggio, ma sò che l'ansia è dietro l'angolo.

ma famoci sto pic nic.

*Strega*

Utente Fedele

Posts: 560

Activity points: 1.732

Data di registrazione: giovedì, 18 ottobre 2007

  • Invia messaggio privato

20

venerdì, 29 febbraio 2008, 14:40

Ciao Gaila,penso che tutte quelle sensazioni spiacevoli siano somatizzazioni dell'ansia e non un infarto!Cerca di pensare che ciò che senti è solo l'ansia che ti sta facendo uno dei suoi scherzetti!E non ti preoccupare,di ansia non si muore..Hai presente gli attacchi di panico?Si crede davvero che si sta per morire,e più ques'idea terrorizzante cresce e più cresce l'affanno,la tachicardia...Poi però non muore mai nessuno! :) Io stessa dopo un attacco di panico,pensavo,"ma che cretina,vedi che anche stavolta non hai tirato le cuoia,la prossima volta non farti fregare!" :)
Credo sia però importante indagare il perchè di queste tue somatizzazioni e forse una visita specialistica da un cardiologo potrebbe tranquillizzarti.Io l'anno scorso credevo di avere una brutta malattia all'apparato digerente,ma poi dopo varie analisi e visite mi sono dovuta arrendere e capire che il mio problema era l'ansia e che il mio corpo era sano.Così ho deciso di fare una psicoterapia ed ora va decisamente meglio,gli attacchi di panico per esempio sono spariti.
Si guarisce da una sofferenza solo a condizione di sperimentarla pienamente.(M. Proust)

cambi24

Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile. (San Francesco)

  • "cambi24" è una donna

Posts: 4.216

Activity points: 14.969

Data di registrazione: venerdì, 05 dicembre 2008

Località: Modena

Lavoro: impiegata

  • Invia messaggio privato

21

venerdì, 05 marzo 2010, 18:15

Noi siamo ansiosi e siamo toccati + degli altri da notizie brutte,ma dobbiamo iniziare a essere + sensibili alle notizie belle!!


Sono completamente d'accordo :thumbsup:

doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" è un uomo

Posts: 8.829

Activity points: 26.920

Data di registrazione: sabato, 28 marzo 2009

Località: Italia

Lavoro: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Invia messaggio privato

22

venerdì, 05 marzo 2010, 18:59

mi sa che arrivi in ritardo di un paio d'anni.
Per leggere questa storia clicca sul titolo.

:hmm: Il lungo viaggio di Anomimus alla ricerca dell'amore perduto... :thumbsup: