Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

Michel@

Utente Attivo

  • "Michel@" ha iniziato questa discussione

Posts: 33

Activity points: 162

Data di registrazione: lunedì, 28 luglio 2008

Località: La Spezia

  • Invia messaggio privato

1

lunedì, 27 ottobre 2008, 18:15

cry:
Ciao a tutti,
ho scritto pochissime volte nel forum ma vi leggo sempre, ogni giorno.
Ho bisogno di un consiglio.
Soffro di ansia e depressione da parecchio tempo, sono in cura da un bravo psichiatria che mi segue regolarmente.
Nel corso di questi anni l'ansia mi ha portato a vari tipi di somatizzazione con conseguenti visite specialistiche e analisi di vario genere.
Beh ci risiamo... e io sono tanto stanca.
Ho sempre i battiti del cuore accelerati anche quando mi sembra di non essere agitata. Misuro la pressione è ok ma i battiti sono sempre alti (dai 90 ai 100)... a volte credo di avere anche delle extrasistole...... le persone che mi vogliono bene ormai non mi credono piu' pero' io sono preoccupata... è un circolo vizioso. :confused:
Ho il numero del cardiologo nella borsa, penso e ripenso se prendere appuntamento oppure cercare di superare da sola questa periodo.
Sono un po' stanca di visite dai medici, e poi nel corso degli anni ho già fatto delle visite cardiologiche dove tutto era a posto. Boh non so' che fare..... ho 36 anni ma quasi 10 anni li ho persi nel mondo dell'ansia, della depressione dell'ipocondria.
Scusate lo sfogo.... :!:
Vi abbraccio forte forte. Michela.

Annalisa

è guarita!

  • "Annalisa" è una donna

Posts: 423

Activity points: 1.465

Data di registrazione: sabato, 26 luglio 2008

Località: Roma

  • Invia messaggio privato

2

lunedì, 27 ottobre 2008, 18:26

Purtroppo la paura di un male incurabile o dell'infarto è un effetto collaterale dell'ansia e della depressione. Io a volte vado dagli specialisti, così per qualche giorno mi sento serena, altre volte, invece, resto in attesa, sperando passi, e intanto vivo con la paura folle di morire. Hai parlato allo psichiatra di questa tua paura? E’ con lui che devi affrontare il problema. Un abbraccio,
annalisa
Sono una piccola goccia nell'oceano della vita

DarkAngel

Amico Inseparabile

Posts: 1.027

Activity points: 3.347

Data di registrazione: martedì, 12 agosto 2008

  • Invia messaggio privato

3

lunedì, 27 ottobre 2008, 19:29

ultimamente il mio sembra uscire dalla "gabbia toracica"...soprattutto la sera quando vado a dormire..e quando esco di casa.

Mi sa che sto diventando anche agorofobica..., uscire di casa è diventato un incubo e devo sempre prendere un tranquillante...

...ma che vita ragazzi...!! Questa non è vita...

Aprikose

Forumista Incallito

  • "Aprikose" è una donna

Posts: 4.776

Activity points: 14.783

Data di registrazione: martedì, 05 giugno 2007

Località: il pianeta delle Fate

  • Invia messaggio privato

4

martedì, 28 ottobre 2008, 07:37

L'acceleramento del battito fa parte dei sintomi di ansia, e spesso coglie in momenti in cui ci si sente tranquilli...in ogni caso se ti può far sentire meglio puoi chiamare il cardiologo e farti vedere da lui, non c'è niente di male ;)
Viviamo in un mondo in cui l'uomo è l'abito che indossa. Meno c'è l'uomo, più è necessario l'abito.

5

martedì, 28 ottobre 2008, 09:12

Ciao Michela...
eh già...come ti capisco...avevo la tachicardia ogni giorno...e ancora adesso ogni tanto torna a farmi visita...

Per prima cosa cerca assolutamente di non fare brutti pensieri...ripetiti più volte che non hai nulla...tu stai bene...nessun problema al cuore...nessun infarto...ripetitelo...sempre...finchè non te ne convinci...a me serve molto...E' SOLO L'ANSIA... e lo sai bene...

Quando ti capita di avere la tachicardia fai qualche esercizio???respirazione...rilassamento???

Bene se così non fosse ti consiglio di farlo...
Dopo un pò se sei brava la tachicardia va via...da sola...

Io ad esempio metto un pò di musica rilassante...suoni della natura...o musica classica...colonne sonore...fai tu...

Siediti comoda ad occhi chiusi...Inspira profondamente dal naso e riempi i polmoni. Trattieni il respiro il più a lungo possibile, e poi espira dalla bocca dolcemente e tieni i polmoni vuoti più a lungo ti è possibile...ripetilo più volte...
Dopo 10-15 minuti sdraiati...e continua a respirare...non pensare a niente...

Michel@

Utente Attivo

  • "Michel@" ha iniziato questa discussione

Posts: 33

Activity points: 162

Data di registrazione: lunedì, 28 luglio 2008

Località: La Spezia

  • Invia messaggio privato

6

martedì, 28 ottobre 2008, 09:51

[style=monotype corsiva]Intanto grazie per le vostre risposte e consigli.... :)
Faro' tesoro di quello che mi avete detto, non dico che il problema sia sparito ma sapere di "non essere sola" è molto importante... a volte parlarle e confidarsi vale piu' di qualsiasi farmaco.
Cercherò di non pensare troppo e di rilassarmi un po', poi se proprio non riesco a togliermi il dubbio dalla testa faro' il numero del cadiologo, visita in piu' visita in meno .... :rolleyes:
Vi auguro una buonissima giornata!
Un abbraccio, Michela.[/style]

marsupiale

in fase di risveglio

  • "marsupiale" è un uomo

Posts: 242

Activity points: 838

Data di registrazione: venerdì, 26 settembre 2008

Località: roma

Lavoro: impiegato

  • Invia messaggio privato

7

martedì, 28 ottobre 2008, 10:14

Già da 10 anni convivevo con la tachicardia e ad ogni visita mi dicevano che era tutto ok e che dovevo solo stare calma. Così sono trascorsi 10 anni. Ad un certo punto, un paio di giorni fa, ho detto stop nel momento in cui mi sono accorta che in piena notte, in stato di riposo, il cuore sembrava volesse scappare via. Sono andata da un altro cardiologo e lui non ha perso tempo a prescrivermi una mezza pillola che rallenta i battiti. Ora i miei battiti sono scesi da 100 a 88 circa (la dose della pillola è molto blanda) e va moooolto meglio.
Ciao

darklady

Non registrato

8

martedì, 28 ottobre 2008, 11:20

anche mio padre prende delel gocce per abbassare i battiti ma piuttosto... non è meglio tentare con delel gocce di valeriana?

Non so, dico io...

Anche io ogni tanto ho attacchi di tachicardia, ma per ora riesco a vincerla... piangendo! Mi chiudo in bagno e piango finché non butto fuori tutto e mi calmo.

Ma io so qual è il problema. forse la differenza sta nell'identificare cosa provoca l'ansia che provoca la tachicardia, non so...

Michel@

Utente Attivo

  • "Michel@" ha iniziato questa discussione

Posts: 33

Activity points: 162

Data di registrazione: lunedì, 28 luglio 2008

Località: La Spezia

  • Invia messaggio privato

9

martedì, 28 ottobre 2008, 11:55

piangere... magari... io piuttosto non riesco mai a piangere.
A volte ho come l'impressione che se riuscissi a sfogami un po' starei meglio.... eppure sono bloccata :cry:... chissà perchè poi?

darklady

Non registrato

10

martedì, 28 ottobre 2008, 12:26

... vai solo dallo psichiatra o hai anche uno psicologo? Perchè lo psichiatra è un medico e cerca di curarti dalla sua parte, ma lo psicologo, se in gamba, scardina alcuni meccanismi interni rigettandoti addosso cose che tu stesso dici senza dire. Ti fa vedere cose che non vuoi vedere... e questo prima o poi, per rabbia o per tristezza esplode in un pianto...

A volte noi (mi ci metto anche io) ioiamo ingoiamo ingoiamo e ci abituiamo a situazioni che fanno male ma le iglobiamo senza ribellarci...

Michel@

Utente Attivo

  • "Michel@" ha iniziato questa discussione

Posts: 33

Activity points: 162

Data di registrazione: lunedì, 28 luglio 2008

Località: La Spezia

  • Invia messaggio privato

11

martedì, 28 ottobre 2008, 17:15

[style=lucida calligraphy]Ho 36 anni e ho cominciato a soffrire di disturbi d'ansi associate a depressione nell'adolescenza con inizio dicura con psicofarmaci dopo i 20 anni. :cry:
Nel corso di tutto questo tempo ho provato anche con i psicologi ma non sono stata fortunata, insomma non risolvevo nulla e spendevo parecchio.
Ho sentito parlare che in questi casi sarebbe adatta una terapia cognitivo comportamentale ma vivo in un piccolo paese di provincia ed è difficile trovare psicologi che pratichino questa terapia.
Ho cambiato molti psicologi ma oltre a farmi raccontare la mia quotidianità nessuno si spingeva oltre...... non so'. :?:
Forse ovrei nuovamente prendere in considerazione una nuova terapia psicologica ma non è facile muoversi qui da me.
Finalmente un forum dove si possono scambiare consigli e opinioni, grazie davvero :D[/style]

Michel@

Utente Attivo

  • "Michel@" ha iniziato questa discussione

Posts: 33

Activity points: 162

Data di registrazione: lunedì, 28 luglio 2008

Località: La Spezia

  • Invia messaggio privato

12

mercoledì, 29 ottobre 2008, 12:03

scusate se vi disturbo nuovamente, ma questa mattina non sto' proprio bene. :cry:
Il mio cuore continua a fare capricci, non so' come spiegare quello che sento.
E' tutta la mattina che il cuore mi dai come dei colpi nel petto, a livello della bocca dello stomaco e poi percepisco proprio il battito.
Sono un po' preoccupata, cosa potrebbe essere? :?:

Aprikose

Forumista Incallito

  • "Aprikose" è una donna

Posts: 4.776

Activity points: 14.783

Data di registrazione: martedì, 05 giugno 2007

Località: il pianeta delle Fate

  • Invia messaggio privato

13

mercoledì, 29 ottobre 2008, 14:26

Potrebbe essere il momento giusto per chiamare il cardiologo e così stare più tranquilla, sapendo che qualcuno si prenderà cura di te...
Viviamo in un mondo in cui l'uomo è l'abito che indossa. Meno c'è l'uomo, più è necessario l'abito.

Annalisa

è guarita!

  • "Annalisa" è una donna

Posts: 423

Activity points: 1.465

Data di registrazione: sabato, 26 luglio 2008

Località: Roma

  • Invia messaggio privato

14

mercoledì, 29 ottobre 2008, 19:46

Cara Michela,
puoi andare dal tuo medico curante, raccontargli tutto quello che senti e i tuoi timori e, se lui lo riterrà necessario, ti farà la richiesta per una visita cardiologica. Nel frattempo metti su un cd, ascolta la musica, e cerca di spostare l’attenzione su qualcosa che ti piace.
Sono una piccola goccia nell'oceano della vita

moni

Amico Inseparabile

  • "moni" è una donna

Posts: 1.154

Activity points: 3.728

Data di registrazione: domenica, 25 maggio 2008

Località: Malo (Vicenza)

Lavoro: Impiegata

  • Invia messaggio privato

15

mercoledì, 29 ottobre 2008, 23:40

Ciao Michela leggo del tuo problema..... Io ci sono passata qualche anno fa ed ho fatto tante visite perchè credevo ogni momento di avere un infarto perchè il cuore mi batteva forte.... ma tutti gli esami davano lo stesso risultato: stai bene, non hai niente... Poi quando ho capito di soffrire di crisi d'ansia e attacchi di panico, improvvisamente è scomparsa anche la paura dell'infarto ( o cmq passata molto in secondo piano)....

Se vuoi fare l'ennesimo esame per nulla, male non fa.... ma secondo me se provi a parlare con un psicologo e a capire cosa ti provoca tutta questa tachicardia.... forse è meglio.... Anche se non ce la fai ad andare spesso però almeno avresti un sostegno, qualcuno che ti martella e ti aiuta a capire che non c'è niente di cui soffri fisicamente ma è "solo" tanta paura.... ma devi scoprire di cosa però.... altr questo battito non si calmerà mai visto che è un problema psicologico...

Ti abbraccio, spero di essere stata abb chiara