Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

cometa2010

Unregistered

1,861

Thursday, December 23rd 2010, 12:04pm

@Martina e Laura
E' proprio vero... è nel timore che gli altri ci possano giudicare che noi ci sentiamo ancora peggio...
io quando uscivo, ovviamente la persona che stava con me si preoccupava, mi chiedeva, ma cosa succede? vai dal dottore... si ma io sapevo che non era nulla di fisico! sapevo che dipendeva dalla mia mente... solo quando accettavano questa mia "cosa" mi sentivo meglio e rilassata...

carlo1981

Utente Attivo

  • "carlo1981" is male

Posts: 38

Activitypoints: 121

Date of registration: Dec 13th 2010

Location: Bari

  • Send private message

1,862

Thursday, December 23rd 2010, 1:18pm

@Martina e Laura
E' proprio vero... è nel timore che gli altri ci possano giudicare che noi ci sentiamo ancora peggio...
io quando uscivo, ovviamente la persona che stava con me si preoccupava, mi chiedeva, ma cosa succede? vai dal dottore... si ma io sapevo che non era nulla di fisico! sapevo che dipendeva dalla mia mente... solo quando accettavano questa mia "cosa" mi sentivo meglio e rilassata...


Ciao a tutti ragazzi, è propio vero....ci preoccupiamo molto del giudizio deglio altri, di essere visti come dei diversi o deboli...ma penso che sia normale porsi certi problemi....come è normale che la gente che non ha mai sofferto di ansia e crisi di panico non potrà mai comprenderci!!!! Io a volte mi isolo propio perche non sopporto i consigli scontati o le frasi fatte che ci dicono gli amici(anche se lo fanno con il cuore)...!!! L'unica cosa da fare è cercare di capire la causa che li scatena e dopo cercare di trovare una equilibrata serenità interna(ritrovare noi stessi)..e solo cosi possiamo superare tutto(naturalmente anche con l'aiuto di pricoterapia e farmaci)!!!! Un abbraccio a tutti.....CARLO :friends:

martina86

Utente Avanzato

Posts: 784

Activitypoints: 2,401

Date of registration: Jun 10th 2010

  • Send private message

1,863

Thursday, December 23rd 2010, 2:34pm

Purtroppo il giudizio degli altri ci pesa tanto.. infatti proprio in una delle ultime sedute con il mio terapeuta abbiamo parlato di questa cosa. Di come dobbiamo riuscire a fregarcene, a pensare a noi.. ci viene un attacco d'ansia? Ci sentiamo male per strada? Non stiamo mica ammazzando nessuno, non siamo mica pazzi.. può succedere.. il problema, secondo me, sta anche nel fatto che di ansia, di panico, poco se ne parla.. un altro utente ha aperto un thread a questo proposito, interessante secondo me. Di queste cose non se ne parla in giro.. e questo ci fa sentire ancora più anormali..

briscola

Unregistered

1,864

Thursday, December 23rd 2010, 4:28pm

Giornata pesante!!!

Ciaooooo ragazzi in questi gg ho disertato un po perche nn stavo bene un po perche stavo studiando per la patente
vi racconto:
L'esame era stamattina alle otto e trenta, naturalmente io dalle tre del mattino sveglia con un gran mal di stomaco
e ansia...mi alzo dal letto alle sei, faccio colazione e dall'agitazione rigetto tutto, avevo vertigin, agitazione paura di tutto ragazzi, cmq mi faccio forza mi preparo e penso dai fra un ora è tutto finito, arrivo li alle otto e venti, sintomi d'ansia a go go, mi sentivo morire, cercavo di calmarmi, a tratti saliva a tratti scendeva, mezzora dopo di attesa ci comunicano che c'è un problema e che bisogna attendere...ho aspettato dalle otto e venti fino alle 11 li in piedi con l'ansia a mille...ad un certo punto ci chiamano, entro, dico dai è fatta, mi siedo, altro problema e altra attesa di mezzora, poi iniziamo il test, ci metto circa 15 minuti, cercavo di non dar peso all'ansia e fare bene il test, dopo 15 minuti esco, ancora tesissima e dopo un po mi danno l'esito IDONEAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA non potete capire la mia felicita in quel momento tremavo di gioia agitazione, non so nemmeno io...vado via dalla motorizzazione e riesco anche ad andare in due centri commerciali stracolmi di gente per fare gli ultimi acquisti natalizi, insomma mattinata inntesa...felicissima per il risultato:)ora natiralmente sono un po stanca, e ho le vertigini per via di tutta la tensione accumulata...ma va bene...ora vedo un oretta le amiche e poi torno a casa a preparare il tiramisu col pandoro per domani notte:)
Martyyy Fabri e carlo non sapete quanto vi ho pensato mentre aspettavo e credevo di non potercela fareeee,soprauttto te fabry che sei fresco di patente:)):)
Vi abbraccio tutti ragazzi..e se per domani non ci si sente buon natale a tuttiiiiii

Fabry90

Amico Inseparabile

Posts: 1,011

Activitypoints: 3,040

Date of registration: Aug 30th 2010

  • Send private message

1,865

Thursday, December 23rd 2010, 9:32pm

Briscola, sei stata grande! : ) complimenti per l'esame, e per come hai gestito l'ansia.. : ) hai visto, dopo che si fa qualcosa di grande il resto sembra tutto più semplice..
Brava, ora hai capito una cosa importante.. che nonostante l'ansia, puoi fare lo stesso tutto.. e anche bene, visto che sei passata! ; )
Speriamo d sentirci, in ogni caso grazie! Buon Natale anche a te Briscola! : )

Marti, non hai scritto com'è finita però la vicenda dell'hot dog.. xD anche se immagino sia andata come per le pizze qualche giorno fa.. : )
come va? all'ikea com'è andata?
comunque non devi pensare che le cose che stai facendo senza problemi perchè sei in un ambiente che ti rassicura, non siano importanti.. sono cose che ti fanno piacere, le stai facendo per te, e sono importanti per questo.. ;)

Laura, non volevo dire che i tuoi problemi di cervicale non siano importanti.. sicuramente le due cose si rinforzano a vicenda.. e gran parte dei disagi che hai saranno dovuti alla cervicale sicuramente..
però non sono d'accordo su una cosa.. io non credo che se tu non avessi problemi fisici concreti ( cervicale ) e non fossi stressata per altre cose, non ci sarebbe neppure l'ansia.. perchè è un po' come dire che l'ansia dipenda da questi fattori esterni ( cervicale e cose varie che ti stressano )..
in realtà l'ansia non dipende da qualcosa di esterno, ma da un disagio interno.. non è la situazione esterna in sè che ci crea ansia..
l'ansia viene per dirci che stiamo vivendo le cose in un modo che non ci fa bene fondamentalmente.. non sono i problemi esterni in sè, a crearci l'ansia, ma piuttosto i modi di interpretare le cose che abbiamo noi.. i preconcetti e gli schemi mentali su cui ci basiamo sempre.. le paure.. i timori.. i blocchi mentali, ecc.. è tutto sempre dentro di noi..
quindi, non pensare che il tuo benessere sia non avere più questo problema fisico, o non avere più cose ch ti stressano.. molti pensano, starò bene quando il lavoro andrà bene, o quando avrò una bella casa, o una bella famiglia.. ma non è affatto così..
in realtà puoi cercare il tuo benessere quanto vuoi all'esterno, nelle situazioni e realtà che vivi, ma non lo troverai mai, perchè non dipende da quello..
il nostro benessere dipende soltanto dal rapporto che abbiamo con noi stessi, all'interno.. da come ci poniamo con quello che sentiamo dentro.. e se non migliora questo rapporto, potremo trovare anche il paradiso all'esterno, ma troveremo sempre qualcosa che prima o dopo ci tornerà a far soffrire allo stesso modo di prima..
nel nostro caso questa sofferenza, o disagio, si manifesta con l'ansia, ma il discorso vale in generale.. quindi, non pensiamo che per stare bene dobbiamo cambiare quello che facciamo, le persone che frequentiamo, i luoghi in cui viviamo, ecc.. se vogliamo star bene dobbiamo essere in sintonia con noi stessi prima di tutto.. con quello che ci dice la nostra parte più profonda.. la stessa che ci manda l'ansia.. e questo vuol dire che quando un disagio ( come può essere l'ansia ) arriva, dobbiamo prima di tutto imparare a non combatterlo.. a non scappare.. a non averne più paura, e a lasciarci andare ad esso.. dobbiamo imparare ad osservare e percepire gli stati d'animo, mentre quello che facciamo in genere è l'esatto opposto, tendiamo a distogliere l'attenzione dalla sofferenza, oppure a "commentare" i disagi, cercando di capire il perchè e per come, e pensando così di risolvere il problema..
se riesci ad essere in sintonia con te stesso, allora impari a star bene con te stesso, e stai bene indipendentemente da quello che succede fuori..

martina86

Utente Avanzato

Posts: 784

Activitypoints: 2,401

Date of registration: Jun 10th 2010

  • Send private message

1,866

Friday, December 24th 2010, 9:44am

briscola auguriiii!! complimenti, hai passato secondo me la parte più difficile del test! Anche a livello di ansia.. anche io quando l'ho fatto sono andata alle 8, ma poi l'ho fatto all'una :S quindi capisco benissimo come ti sei sentita :) però nota quello che hai fatto dopo... hai visto.. quando siamo cariche di tensione, ma nonostante questo rimaniamo, perchè dobbiamo o perchè vogliamo, poi dopo ci sentiamo più leggere, ci sentiamo in grado di scalare una montagna.. ecco quando ti risentirai di nuovo giù, pensa a questa giornata, al fatto che se vuoi, ce la puoi fare! che nulla è impossibile.. :)

fabry ma non mi racconti più nulla di te? :(
Per la faccenda dell'hot dog poi è finita tutto ok.. dopo un po' l'ansia è passata.. ripeto, siamo andate pure a prendere il gelato dopo xD
E ieri all'ikea è stato un po' più difficile, però istruttivo.. e cioè che come sono arrivata all'ikea così ho cominciato ad avere la sensazione di dover andare al bagno. E ho cominciato a pensare subito: se ti scappa, il bagno c'è cavolo! Insomma, non è che mi sia goduta tanto il giretto, che tra l'altro è durato un'ora, poco, perchè dovevamo solo prendere una cosa.. però cavolo.. alla fine indovina un po'? Al bagno non ci sono andata -.- cioè nemmeno quando sono arrivata a casa -.- ancora una volta, la testa mi ha fatto immaginare cose che non c'erano.. assurdo guarda.. io sono stata tutto il tempo all'ikea "male". Però dentro di me sapevo che erano solo sensazioni, per questo non provavo ad andare al bagno e dimostrarmelo.. e sono stata male tutto il tempo perchè per dimostrarmi che non era vero che dovevo andare al bagno, mi ripetevo: no non vai al bagno. Nel mentre che mi ripetevo questo la sensazione aumentava perchè praticamente io in quel momento era come se mi stessi negando la possibilità del bagno.. mamma mia che casino, non so se mi sono spiegata...

Cmq ragazzi.. se non ci sentiamo.. tanti auguri a tutti di buona vigilia e buon natale.. :)

carlo1981

Utente Attivo

  • "carlo1981" is male

Posts: 38

Activitypoints: 121

Date of registration: Dec 13th 2010

Location: Bari

  • Send private message

1,867

Friday, December 24th 2010, 11:00am

@Briscola, auguri per aver superato i QUIZ....scommetto che hai fatto zero errori...ahahhaahaha.....Sei stata davvero forte e ingamba!!!! Sono davvero felice per te....è una piccola vittoria che ti da una carica pazzesca e ti fa molto bene :) !!!!
Approfitto per farvi i miei piu sinceri auguri di Natale, augurandovi di passarlo in assoluta serenità e felicità!!!!
Un abbraccio a tutti CARLO ;)

reneli

Utente Attivo

Posts: 37

Activitypoints: 181

Date of registration: Dec 24th 2010

  • Send private message

1,868

Friday, December 24th 2010, 11:24am

Ciao Alemarvel. Come mai gli incontro con 2 psicoterapeuti non hanno avuto effetto?

kitty79

Nuovo Utente

Posts: 8

Activitypoints: 31

Date of registration: Dec 23rd 2010

  • Send private message

1,869

Friday, December 24th 2010, 1:20pm

martina86...anch io nell'ultima seduta con il mio terapeuta ho affrontato questo argomento e nonostante siano tanti anni che ho qs problema non l ho mai visto sotto questa prospettiva....anche perchè apparentemente non ho nessun problema a relazionarmi con gli altri.....anch io ho la paranoia del bagno!!!! mamma mia ...credo k l'autoionia sia una bella arma in questi casi,,,anche perchè a pensarci bene si creano delle situazioni paradossali. buone feste a tutti....speriamo

martina86

Utente Avanzato

Posts: 784

Activitypoints: 2,401

Date of registration: Jun 10th 2010

  • Send private message

1,870

Friday, December 24th 2010, 2:58pm

Infatti sono io che mi creo questi problemi kitty :) pensa che io sono molto autoironica e per il resto me ne frego di quello che dice la gente.. ma su sta cosa del bagno sono proprio fissata... auguri!!

Fabry90

Amico Inseparabile

Posts: 1,011

Activitypoints: 3,040

Date of registration: Aug 30th 2010

  • Send private message

1,871

Friday, December 24th 2010, 4:55pm

Ciao Raga..
sì Marti ho capito cosa intendi.. che in pratica con quel pensiero, anche se te lo dicevi per tranquillizzarti, però andavi un po' nel senso opposto dell'accettare la possibilità di poter anche andare al bagno senza che succeda niente.. in ogni caso è andata bene.. col tempo riuscirai a spingerti sempre più avanti nell'accettazione della tua paura..

comunque chiedevo com'era andata poi la cosa dell'hot dog perchè in quel post non l'avevi scritto che dopo avevate preso anche un gelato.. : )

Marti non sto raccontando praticamente nulla perhcè non c'è nulla da raccontare.. .-. in questi giorni niente di speciale.. a parte le uscite che ho detto per prendere cose coi miei..
oggi qualcosa da raccontare cel'ho però.. i miei stavano uscendo stamattina per fare spesa e prendere le ultime cose, e mi hanno chiesto se volevo andare anch'io.. sarà un po' perchè mi ero svegliato da poco ed ero un po' stanco, un po' perchè di ficcarmi nel supermercato per fare la spesa in quel carnaio che ci sarebbe stato non ne avevo voglia, son stato a casa.. ma non è stato un evitamento, almeno non mi apre, è che proprio non avevo nessuna voglia e mi sentivo un po' stanco.. non so avevo una strana sensazione.. che già avevo in parte ieri sera.. boh.. non ansia.. un misto di stanchezza e stranezza.. comunque vabbeh sto a casa per conto mio..
quando vanno via sono sceso per chiudere.. poi risalendo ho fatto la scala un po' in fretta, e ovviamente tornato su avevo il battito un po' accelerato.. non per ansia, ma perchè era normale..
quello che invece ho sentito di un po' strano è che sentendo il battito un po' accelerato, gli ho poisto, senza pensarci, un po' l'attenzione per qualche secondo, un attimo.. e in quel momento ho sentito una serie di extrasistole.. tipo 6 o 7.. non è stato tanto piacevole devo dire.. xD infatti per un paio di secondi sentendo così il panico si è affacciato nella mia testa, e mi stava quasi facendo scendere per dire ai miei che non mi sentivo bene ( non erano ancora saliti in macchina ).. però so bene che le extrasistole non sono niente, a parte il fastidio che danno.. quindi suito dopo ho detto, no ma che faccio? così torno indietro.. devo accettare questa cosa.. non so eprchè mi sta venendo, e vabbeh, me la tengo e mi passerà.. allora mi sono lasciato andare.. nel frattempo i miei sono andati.. io ho continuato a fare un paio di cose che stavo facendo, tipo sistemare il tavolo dopo che avevo fatto colazione.. poi vado in camera, sistemo il letto e un paio di vestiti, e boh.. questa sensazione di disagio esce fuori e comincio a piangere.. ma senza volerlo fare, spontaneamente.. non so perchè..
vabbeh.. mi sdraio sul letto e mi abbandono a me stesso.. a sentire quello che provavo e basta.. non era ansia, ma una sensazione di disagio.. non so dire bene..
in ogni caso, nel giro di 2 o 3 minuti è passata, e mi sono rilassato un sacco sul letto lasciandomi andare in quel modo..
penso che pur nel piccolo qualcosa abbia fatto.. non mi sono tirato indietro.. e ho accettando le possibili sensazioni negative.. perchcè comunque per pochissimo ma il panico stamattina si è affacciato.. nel momento in cui ho sentito le extraistole..
sono abbastanza contento del fatto che sono riuscito ad accettarlo.. però che dire, dall'altra un po' mi ha confuso sta cosa.. chissà come mai ho sentito queste cose oggi.. boh.. :|

purtroppo non sto facendo esposizioni per conto mio.. pensavo nei prossimi giorni quando avrò le prossime sedute dalla psicologa e dalla psichiatra, di andarci per conto mio.. però mò sta cosa mi ha un po' scombussolato le idee..
forse qualcosa dentro di me voleva mettermi alla prova e vedere se sono maturato o meno in questo periodo.. vedere se scappavo o meno sentendo quelle cose.. boh..

tu come stai Marti?
e voi raga?
Auguroni a tutti anche da parte mia.. Passate un bel Natale, e che il 2011 ci porti a trovare quello che cerchiamo.. : )
:friends:

This post has been edited 1 times, last edit by "Fabry90" (Dec 24th 2010, 5:01pm)


martina86

Utente Avanzato

Posts: 784

Activitypoints: 2,401

Date of registration: Jun 10th 2010

  • Send private message

1,872

Friday, December 24th 2010, 5:20pm

caro Fabry io direi invece che hai fatto qualcosa di grande oggi.. hai capito innanzitutto che non hai fatto un evitamento e questa è già una cosa, ma soprattutto, come hai detto stesso te, hai accettato il tuo panico iniziale, che poi dopo si è trasformato in disagio. Hai avuto un grande coraggio e una grande forza di volontà nel non andare dai tuoi a dirgli che stavi male, perchè sapevi appunto che non era così o meglio, che avevi delle extrasistole, ma che assolutamente non saresti morto.. che sarebbero passate nel giro di poco e che quello che al max avresti potuto provare e che poi hai effettivamente provato, era solo grande disagio e sensazioni spiacevoli..
sai io credo che il tuo pianto sia stato come un qualcosa di liberatorio. Nel senso.. a me capita che quando faccio qualcosa con moltissima ansia, ma no della serie provo qualche fastidio, ma sto in tensione da morire, io dopo mi sento triste. Perchè per quanto tu capisca e noti che stai bene, che hai passato il momento.. non so, ma dentro ti lasciano qualcosa di spiacevole. A parole è difficile spiegarlo, ma so che mi capirai..
Io credo che tu abbia provato ciò perchè (però bada che è solo un'ipotesi) tu cmq ancora non hai fatto quel passo da gigante che ti sta facendo uscire da questo tunnel.. o meglio, a parte uscire con i tuoi, non ti sei messo davanti ad una sfida grande o per lo meno a un impegno costante.. nel senso.. io provo ad andare all'uni tutti i giorni, poi provo a mangiare lì, quando tornerò a roma proverò a uscire da sola.
Tu, secondo me, hai bisogno di qualcosa di più adesso, che vada oltre l'uscire con i tuoi.. sei partito con il portare giù il cane e questa sfida l'hai vinta.. ora hai bisogno di nuovo di buttarti in qualcosa di meno sicuro e renderlo sicuro.. che so.. uscire ogni giorno in macchina anche solo per 10 minuti,.. capito cosa intendo? ;)
ciao fabry, ti mando un mare di auguri!!

Fabry90

Amico Inseparabile

Posts: 1,011

Activitypoints: 3,040

Date of registration: Aug 30th 2010

  • Send private message

1,873

Friday, December 24th 2010, 10:44pm

Marti, sì, tu hai una strada definita che ti aiuta anche per l'ansia.. nel senso che andare all'uni ti dà la possibilità di metterti ogni volta alla prova.. io una cosa del genere ancora non l'ho intrapresa, anche se ho parecchi progetti del genere su cui sto lavorando.. diciamo che sto cercando di costruire un po' le basi prima.. ovvero di raccogliere alcune conferme facendo prima cose più piccole.. però non devo neppure pensare troppo a questa cosa, se no a seguire questa gradualità obbligata non mi muovo più..
in questi giorni avrei potuto fare di più.. ma ora mi organizzerò per cominciare per esempio ad andare autonomamente alle sedute.. e uscire per conto mio più spesso..
perchè voglio che il nuovo anno sia all'insegna dell'evoluzione..

Grazie mille.. Auguroni anche a te Marti! : )

Fabry90

Amico Inseparabile

Posts: 1,011

Activitypoints: 3,040

Date of registration: Aug 30th 2010

  • Send private message

1,874

Sunday, December 26th 2010, 1:32pm

Ciao ragazzi.. spero abbiate passato bene questi giorni..
io ieri sono andato dai parenti a mangiare, come di consueto.. i pranzi di Natale sono sempre molto lunghi.. e vi dirò che ansia ne ho provata.. a tavola intendo..
sarà anche perchè non mi sono alzato molto presto al mattino, ho fatto colazione abbastanza tardi, e qundi fame non ne avevo ancora quando ero là a tavola..
comunque sia, ho cercato di rilassarmi.. e ho anche capito una cosa importante..
per farvi capire meglio, apro una piccola parentesi su una mia riflessione di questo periodo..
io credo che l'uomo abbia tre paure fondamentali.. che tutti gli esseri umani provano, e che noi ansiosi conosciamo bene perchè legate all'ansia..

la prima è la paura di ciò che non si conosce.. che si concretizza nel suo grado massimo come paura della morte..

la seconda è la paura della solitudine, ovvero di quello che si conosce eccome.. e questa seconda paura si concretizza come paura della sofferenza.. perchè se ci pensiamo bene, la sofferenza ci spaventa così tanto perchè la ssociamo ad una condizione di abbadono - solitudine.. uno stato di diversità rispetto a chi ci circonda.. come se ci tgliasse fuori dagli altri.. e infatti la sofferenza di cui si ha più paura è quella che ci può cogliere quando siamo abbandonati a noi stessi.. senza aiuto o presenza di qualcuno che ci conforti..

la terza, ( sempre secondo me ) è la pura del senso di colpa..
questa è una paura più subdola forse.. perchè sembra meno naturale ed istintiva delle prime due..
per paura del senso di colpa, intendo fondamentalmente la paura di fare qualcosa di sbagliato, e del conseguente giudizio altrui..

ecco io credo che in questo periodo stia superando abbastanza bene le prime due paure.. o melgio..
credo che la prima fondmentalmente l'abbia superata.. nel senso che la morte non mi spaventa più..
la seconda, credo chela stia superando abbastanza.. nel senso che mi sto abituando ad abbandonarmi all'accettazione della sofferenza, quando questa arriva..

quello di cui mi sono davvero reso conto ieri a tavola dai parenti, invece, è quanto l'ultima di queste tre paure ci condizioni nei confronti della nostra ansia..
credo che l'ansia che ho provato ieri, fosse legata principalmente a quest'ultima paura.. al fatto che se non fossi stato bene, sarei stato lì davanti a tutti.. alla vergogna.. al fatto che non vevo fame, e non mi andava di mangiare quasi nulla.. al fatto che era una situazione dalla quale non si poteva uscire, eventualmente, senza dare nell'occhio..

credo che questo tipo di paura, quella del giudizio degli altri, sia molto molto rilevante nel nostro rapporto con l'ansia..

beh, tornando alla situazione di ieri.. alla fine mi sono detto.. bene, non ho fame.. allora non mangio.. devo fare quello ce mi sento, non quello che penso che gli altri vogliano vedere da me..
è interessante vedere come questo tipo di paura ci spinga a fare ciò che non vogliamo davvero, per mantenere una sorta di apparenza agli occhi di chi ci circonda..

insomma, avevo mangiato l'antipasto.. e il primo c el'avevo davanti, ma avevo solo iniziato a mangiarlo.. allora ho aspettato.. ho detto, mangerò quando mi viene fame..
e ho cercato di lasciarmi andare all'ansia di quel momento..
così facendo, nel giro di qualche minuto, l'ansia ha cominciato ad andarsene.. pian piano diminuiva.. e dopo un po' di tempo mi sono sentito anche di continuare a mangiare.. e alla fine mi sono sentito di finire quasi tutto quello che avevo nel piatto.. non solo, ma così facendo poi mi sono sentito anche di mangiare qualcos'altro dopo.. quindi ho mangiato un pezzo di carne di secondo, un po' di contorno, una fetta di hananas di frutta, e poi dopo il dolce..
insomma nel frattempo non dico che mi è venuto l'appetito, ma sicuramente mi si è sciolto il blocco allo stomaco..

per il resto tutto normale..
oggi non so, queste feste mi hanno messo un po' di malinconia - tristezza a dirla tutta..
sono un po' stufo delle solite cose.. sto troppo tempo a contatto coi miei, in casa ecc.. son stufo del solito clima.. ma non è una critica nei confronti dei miei.. semplicemente credo di sentire di aver bisogno di uno spazio più grande..

ora vediamo cosa si riesce a fare in questi ultimi giorni del 2010.. e poi inizia un nuovo anno..
e voglio che sia davvero nuovo..

voi? come state?
vi dirò che mi siete mancati ieri..

martina86

Utente Avanzato

Posts: 784

Activitypoints: 2,401

Date of registration: Jun 10th 2010

  • Send private message

1,875

Sunday, December 26th 2010, 4:56pm

ciao fabry.. quello che hai scritto è davvero interessante ed io credo che siano le paure principali degli esseri umani.. ognuno di noi ha paura di morire, di rimanere solo e di fare qualcosa di vergognoso, chi più chi meno. Ma sicuramente ci sono persone che si fanno, come dire, influenzare da questa cosa, tanto che arrivano a pensare a quello in continuazione. Io per esempio non ho paura della morte.. o meglio, ho paura certo, ma non ci penso costantemente.. quello che penso è che mi spaventa la morte dei miei cari e la mia solo e unicamente perchè morirei con il rimpianto di non aver fatto tutto quello che volevo fare a causa dell'ansia..
La paura della solitudine è quella che mi spaventa di più.. infatti io voglio passare questo periodo per essere indipendente perchè purtroppo un giorno sarò sola, i miei non ci saranno più, il mio ragazzo chissà, mia sorella sarò fortunata se rimarrà nella mia stessa città o paese.. ma in un modo o nell'altro la solitudine la sperimenterò..
per quanto riguarda la terza paura, anche quella è grossa e credo che ci condizioni in gran parte sai.. almeno a me.. ho sempre paura di fare qualcosa di sbagliato e di essere giudicata, ho sempre paura che tutto quello che faccio causi un commento da parte degli altri..
Per quanto riguarda te ieri.. ti sei comportato davvero bene.. il pensiero che dovremmo portare avanti dovrebbe essere proprio questo: faccio quello che mi pare, faccio quello che voglio e mi sento di fare, non quello che gli altri vorrebbero che io facessi. Infatti hai visto che poi ti sei messo più tranquillo e hai mangiucchiato.. senza stress, senza ansia.. che poi molte volte secondo me siamo proprio noi che ci facciamo dei problemi che non ci sono :)
Io sono a Roma, a casa mia.. il mio cane tra poco si opera di nuovo perchè ha avuto una complicazione post-operatoria.. infatti tra 20 minuti devo andare di nuovo alla clinica :(
Per il resto... mah sta settimana è volata e a parte quei due momenti in cui ho provato molta ansia per il resto l'ho vista ben poco.. ma non perchè sia guarita.. semplicemente perchè lì al paese sono piena di sicurezze..
vabbè vedremo sti giorni.. proverò ad uscire, anche da sola magari..

2 users apart from you are browsing this thread:

2 guests