Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

RK581

Giovane Amico

  • "RK581" è un uomo
  • "RK581" ha iniziato questa discussione

Posts: 134

Activity points: 710

Data di registrazione: mercoledì, 26 luglio 2017

Località: Cagliari (Sardegna)

  • Invia messaggio privato

1

domenica, 16 settembre 2018, 13:50

Essere guarito (scalaggio dei farmaci)

Chi è riuscito a scalare i farmaci e non avere più sintomi di ansia? Mi raccontate le vostre esperienze?

2

domenica, 30 settembre 2018, 18:48

Io ci sono riuscito, sono più di quattro anni che per l'ansia e la depressione non assumo più alcuna terapia farmacologica, e sto bene, non è ritornato alcuno stato ansioso o sintomo depressivo. Ma non tutti ci riescono, sono storie altamente personali, alcuni "purtroppo" sono costretti a rimanere sulle terapie farmacologiche a vita, o per lunghissimi periodi di tempo. Intendiamoci se uno sta bene, non ha effetti collaterali, e la sua situazione presenta sostanziali miglioramenti di gran lunga superiori agli eventi avversi del farmaco va benissimo e non c'è niente di male. Però alcuni vorrebbero smetterli ma non ci riescono, e ogni volta che tentano una dismissione ricadono. Non sempre questo è da attribuire al ritorno della pregressa patologia psichiatrica come dicono molti addetti ai lavori. Purtroppo una sindrome da sospensione dagli psicofarmaci può avere sintomi importanti, e non tutti gli psichiatri sanno riconoscerla e appunto a volte, viene liquidato il tutto pensando che è ritornata la precedente patologia, e facendo rimanere sul farmaco a vita. In quel caso secondo me siccome per le più svariate patologie si tende ad ascoltare sempre vari specialisti, ma questo raramente avviene nell'ambito della salute mentale. Sarebbe utile anche ascoltare il parere di altri psichiatri, e cercarne uno che conosce cosa può comporatare in alcuni casi una dismissione dagli psicofarmaci.
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" è un uomo

Posts: 6.663

Activity points: 20.290

Data di registrazione: mercoledì, 05 ottobre 2016

Località: Roma e l'universo

Lavoro: something

  • Invia messaggio privato

3

domenica, 30 settembre 2018, 19:38

Anche io ho smesso ormai da circa due anni dopo quasi un anno di assunzione. Ho seguito un percorso sconsigliabile. Litigai col medico che me li aveva prescritti. Scalai di testa mia leggendo qua e là su internet. Sono stato malissimo, con veri e propri dolori, ma alla fine ho superato e non li riprenderei per nulla al mondo.
Comunque, come giustamente ha detto Adam, è tutto molto individuale.
It doesn’t even matter how hard you try...

Fabregas

Utente Attivo

Posts: 59

Activity points: 226

Data di registrazione: sabato, 27 maggio 2017

  • Invia messaggio privato

4

domenica, 30 settembre 2018, 22:24

Io per vari anni ho provato a dismettere gli psicofarmaci, ma puntualmente poi dopo alcuni mesi ritornavano i sintomi per i quali avevo iniziato la terapia.
Poi leggendo in internet e documentandomi in maniera approfondita ho scoperto che per evitare ricadute la lo scalaggio DOVREBBE ESSERE MOLTO LENTO.
NON BISOGNEREBBE SCALARE PIU' DEL 10% AL MESE. E questo i medici e gli specialisti non lo fanno mai fare ( sono estremamente convinto che non siano in malafede, ma mal indottrinati dalle universita' e dalle case farmaceutiche contente di avere pazienti a vita ).
NB : USO IL CONDIZIONALE PERCHE' IO NON SONO MEDICO E NON VOGLIO CHE SEMBRI CHE IO VOGLIA DARE PRESCRIZIONI . SEMPLICEMENTE IO STO RACCONTANTO LA MIA ESPERIENZA E LE MIE RICERCHE INDIPENDENTI IN MERITO ALLO SCALAGGIO DEGLI PSICOFARMACI
Anche perche' scalare il 10% al mese non e' semplice se lo psicofarmaco non ha la soluzione orale ( liquida ) con il contagocce.
Io attualmente sono in fase di scalaggio e sono a 21 gocce di zoloft ( pari al 45% del dosaggio minimo che assumevo, cioe' una compressa da 50mg ).
Mese per mese togliero' 2 gocce. Quindi a ottobre 21, novembre 19 , dicembre 17 ecc ecc fino ad arrivare a zero.
Contemporaneamente ho smesso di fumare e cambiato completamente alimentazione eliminando prima di tutto GLUTINE E LATTICINI, oltre che a salumi e schifezze di vario tipo.
Mi alimento principalmente di frutta, verdura, come pasta solo grano saraceno. A colazione latte di mandorla e caffe' .Senza eccedere carne e pesce.
Faccio psicoterapia e neurofeedback e tanto sport.
Per quanto riguarda lo scalaggio degli psicofarmaci provate a leggere questo sito : http://www.ansiafarmaci.it/ all'interno troverete il metodo
" tartaruga ".
Un abbraccio a tutti

5

lunedì, 01 ottobre 2018, 08:57

Bravo Fabregas! credo che stai prendendo la strada giusta per il successo nella dismissione. :thumbup:
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

1 utente a parte te sta visitando questo thread:

1 ospite