Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

biohazard

Utente Attivo

  • "biohazard" ha iniziato questa discussione

Posts: 40

Activity points: 155

Data di registrazione: giovedì, 15 novembre 2012

  • Invia messaggio privato

1

mercoledì, 21 novembre 2012, 18:57

esperienze e informazioni utili sulle benzodiazepine

salve....ho letto molto sulle benzodiazepine, sopratutto sulla dipendanza che causano ma volevo sapere da chi ha gia esperienza che cosa provocano a livello emotivo. vorrei sapere dopo quanto fanno effetto dal momento in cui si assumono e se gli effetti si avvertono chiaramente. il loro effetto sedativo è molto invadente durante il giorno? .... l' ansia e i pensieri rallentano dal primo giorno o dopo un po?...grazie

Lissia

Utente Attivo

Posts: 92

Activity points: 297

Data di registrazione: mercoledì, 22 agosto 2012

  • Invia messaggio privato

2

mercoledì, 21 novembre 2012, 19:05

Ciao!
Le benzodiazepine hanno un effetto immediato, quindi dopo pochi minuti da quando le prendi inizi a sentire i muscoli rilassarsi e la sensazione di ansia diventare meno presente, quindi sì direi che gli effetti si sentono in modo chiaro...per quanto riguarda l'effetto sedativo penso dipenda molto dalla dose, ma per me non è stato troppo invadente durante il giorno! L'ansia sparisce subito, ma questo riguarda l'ansia che provi in quel momento e non il disturbo d'ansia; in effetti x curare un disturbo d'ansia le benzodiazepine dovrebbero essere usate all'inizio, nell'attesa che un antidepressivo faccia effetto, proprio perché se prese a lungo con regolarità portano alla dipendenza... è più una cosa da usare al bisogno che una cura, per farti l'esempio:
le benzodiazepine sono come un Moment, o una Tachipirina: hai mal di testa, hai la febbre, e le prendi in quel momento, e agiscono facendoti stare meglio e togliendoti il sintomo
L'antidepressivo che si usa nella terapia invece è come l'antibiotico: non basta prenderlo una volta perchè faccia effetto, ma deve fare parte di una terapia continua..

biohazard

Utente Attivo

  • "biohazard" ha iniziato questa discussione

Posts: 40

Activity points: 155

Data di registrazione: giovedì, 15 novembre 2012

  • Invia messaggio privato

3

mercoledì, 21 novembre 2012, 19:21

ciao lissia, grazie della risposta..... ho capito!....e per esempio da 1 a 10 quanto l ansia si attenua?quanto sei libero momentaneamente e riesci a essere te stessso? quanto dura l effeto?....faccio queste domande perchè ho piu o meno ho capito come la mia ansia mi porta giu e quindi in certi momenti riesco a liberarmene, pero vorrei provare qualcosa che mi aiutasse a mantenere l attenzione su me stesso piu a lungo.la mia fobia è concentrata sulle espressioni del viso e sui miei atteggiamenti(sarebbe come una fobia sociale ingrandita) e ho come paura di mostrare le mie emozioni positive che ormai stanno morendo.

dennys79

Giovane Amico

  • "dennys79" è un uomo

Posts: 295

Activity points: 913

Data di registrazione: sabato, 05 maggio 2012

Località: Ferrara

Lavoro: operaio

  • Invia messaggio privato

4

mercoledì, 21 novembre 2012, 19:36

si, io mi sono ormai abituato a sonirem gocce, in questi giorni sto scalando il dosaggio, ma e' dura, la sostanza mi fa dormire bene e mi toglie l'ansia. Probabilmente ne sono diventato dipendente e soprattutto non mi ha tolto ancora il mio problema principale, l'ansia e il vuoto che crea.

Lissia

Utente Attivo

Posts: 92

Activity points: 297

Data di registrazione: mercoledì, 22 agosto 2012

  • Invia messaggio privato

5

mercoledì, 21 novembre 2012, 19:47

Come ho detto dipende dal dosaggio...l'ansia non è che sparisce del tutto però ti permette di stare rilassato, ti rilassa i muscoli, ti toglie la tachicardia, insomma ti toglie tutti i sintomi fisici dell'ansia quindi ovviamente stai meglio, però a livello mentale devi cmq lavorarci...

madferit

Utente Attivo

  • "madferit" è un uomo

Posts: 120

Activity points: 367

Data di registrazione: venerdì, 02 marzo 2012

Località: carbonia(CI)

Lavoro: operaio

  • Invia messaggio privato

6

mercoledì, 21 novembre 2012, 20:12

guarda, tutt'oggi(a distanza di 7 mesi dall'ultima assunzione dall'ultimo dosaggio di alprazolam)mi chiedo se in me avesse un effetto placebo(stavo male al pensiero di non assumere il farmaco) o reale...se da una parte avevo degli effetti quasi immediati (sonnolenza e sensazione di rilassamento muscolare),dall'altra sintomi come la tachicardia, pensieri ossessivi negativi...e crisi di ansia, proprio non ne volevano saperne di atenuarsi...ok che le dosi non erano elevate(10+10+10 gocce al giorno) ma anche quando sono arrivato a dosaggi piu alti nei momenti piu' critici(20gocce)non ho avuto dei benefici che mi aspettavo...sicuramente il farmaco agisce in maniera molto soggettiva,nel mio caso specifico ha fatto quasi ''cilecca''!
''anche tu sei come me, vediamo cose che gli altri non vedranno mai,io e te dobbiam vivere per sempre''

biohazard

Utente Attivo

  • "biohazard" ha iniziato questa discussione

Posts: 40

Activity points: 155

Data di registrazione: giovedì, 15 novembre 2012

  • Invia messaggio privato

7

mercoledì, 21 novembre 2012, 21:20

aa quindi in base anche al disturbo e la persona gli effetti possono variare...sapete qualcosa del diazepam in pasticche da 5 mg?.... e se si hanno interazioni tra benzodiazepine e alcolici? con la marijuana?

dennys79

Giovane Amico

  • "dennys79" è un uomo

Posts: 295

Activity points: 913

Data di registrazione: sabato, 05 maggio 2012

Località: Ferrara

Lavoro: operaio

  • Invia messaggio privato

8

mercoledì, 21 novembre 2012, 22:11

Guarda ti posso dire che generalmente le benzodiazepine sono sconsigliatissime in associazione all'alcool( devo pero' ancora capire quanto si intende di alcool se un bicchiere di vino o due birre non fanno niente) , con la cannabis mi sa peggio ancora e con le droghe di sintesi, gia' se ci pensi sono droghe pure quelle, ma farmaceutiche. Io non bevo, fortunatamente, mi astengo dal farlo, ho gia' avuto un intossicazione con il serenase ( sintomi distonici e extrapiramidali) e uso molto il sonirem per dormire, nel caso non voglio problemi. Sul foglietto del sonirem o dell'en gocce ( ti posso dire questi due), e' vivamente sconsigliato l'uso proprio perche' l'alcool potenzia gli effetti sedativi e collaterali del farmaco.

sogno2007

Pilastro del Forum

  • "sogno2007" è stato interdetto da questo forum

Posts: 2.629

Activity points: 10.379

Data di registrazione: lunedì, 15 ottobre 2007

  • Invia messaggio privato

9

mercoledì, 21 novembre 2012, 22:56

Io uso saltuariamente nei periodi di ansia xanax da 4 o 5 anni per breve tempo. anche io avevo molti dubbi perché per la mia ansia ho preso pochissime medicine. Tutto dipende dalla gravità dell'ansia e dalla dose dell'ansiolitico e dalla persona come reagisce al medicinale. L'ansiolitico dopo mezzora fa effetto. Se l'ansia è abbastanza forte e continuata l'ansiolitico ci mette a funzionare ma dopo 3/ 4 giorni fa passare l'ansia, normalmente si dovrebbe usare massimo fino a tre mesi, ma di norma nel mio caso dopo 10/15 giorni passa e smetto di prenderlo, compreso lo scalare le gocce. Mi è capitato di prenderlo per alcuni mesi ma non mi creava dipendenza perché forse lo prendevo a basse dosi.A basse dosi non da sonnolenza e non da problemi alla mente.
Se una persona lo prende la prima volta per un periodo può dare qualche effetto indesiderato, ma poi il corpo si abitua. Con l'ansiolitico non si nota se una persona lo prende, non fa cambiare l'espressione, questo accade con gli antidepressivi. Gli effetti principali dell'ansiolitico è che fa subito effetto, smorza o toglie i sintomi, da reazioni positive al corpo e mente. Però bisogna stare attenti a varie cose, a come prenderlo, lo scalare e non prenderlo per molto tempo, non aumentare o diminuire le dosi di botto ma scalare, se una persona non è in grado di gestirlo deve farlo come dice lo specialista. Io curo l'ansia solo con l'ansiolitico e mi passa.
Ma l'ansia va e viene e diventa un pò difficile gestirla perché rende ansiosi e fragili.

Come anche per i psicofarmaci: non bisogna bere alcolici, caffe, coca cola, canne e droga, ecc. perché diventa pericoloso.

10

mercoledì, 21 novembre 2012, 23:41

Ciao, riprendo le domande del tuo primo post. Per esperienza personale ti dico che sì, le benzodiazepine provocano dipendenza fisica ma soprattutto psicologica e a quel punto è un casiono. L'effetto è quasi immediato, non sempre ti fa sentire benissimo ma almeno riporta il tutto ad un livello di sopportabilità. Nella mia esperienza l'effetto sedativo non è stato per nulla invadente (e questo mi ha fregata parecchio, perchè aumentavo aumentavo e non mi rendevo conto): ho studiato, sostenuto esami, tesi, lavorato, guidato... insomma qualsiasi cosa.
Comunque ti sconsiglio caldamente di usarle, prova con la psicoterapia, lo yoga, la meditazione, l'attività sportiva... ma lascia perdere le benzodiazepine, te lo dice una che è nel circolo vizioso da almeno 8 anni e sta facendo una fatica immensa per smettere!

biohazard

Utente Attivo

  • "biohazard" ha iniziato questa discussione

Posts: 40

Activity points: 155

Data di registrazione: giovedì, 15 novembre 2012

  • Invia messaggio privato

11

giovedì, 22 novembre 2012, 01:54

Io uso saltuariamente nei periodi di ansia xanax da 4 o 5 anni per breve tempo. anche io avevo molti dubbi perché per la mia ansia ho preso pochissime medicine. Tutto dipende dalla gravità dell'ansia e dalla dose dell'ansiolitico e dalla persona come reagisce al medicinale. L'ansiolitico dopo mezzora fa effetto. Se l'ansia è abbastanza forte e continuata l'ansiolitico ci mette a funzionare ma dopo 3/ 4 giorni fa passare l'ansia, normalmente si dovrebbe usare massimo fino a tre mesi, ma di norma nel mio caso dopo 10/15 giorni passa e smetto di prenderlo, compreso lo scalare le gocce. Mi è capitato di prenderlo per alcuni mesi ma non mi creava dipendenza perché forse lo prendevo a basse dosi.A basse dosi non da sonnolenza e non da problemi alla mente.
ciao sogno, posso chiederti che tipo di ansia avverti, dipende da una fobia con i rapporti personali o altri motivi? quando interrompi l ansiolitico e continui a stare bene ti senti sollevato e positivo o hai paura che presto riiniziera?
Comunque ti sconsiglio caldamente di usarle, prova con la psicoterapia, lo yoga, la meditazione, l'attività sportiva... ma lascia perdere le benzodiazepine, te lo dice una che è nel circolo vizioso da almeno 8 anni e sta facendo una fatica immensa per smettere!
ciao pollon...se dovessi utilizzare le benzodiazepine lo farei per un brevissimo periodo, solo per prova diciamo...vorrei utilizzarle solo per qualche settimana e a basse dosi per riuscire a rimanere in uno stato positivo anche successivamente.... se non ottengo i risultati desiderati non usero piu le benzodiazepine, non voglio dipendere da niente, vorrei provare a "guarire" con le mie forze, anche se a giorni il peso dei miei pensieri mi schiaccia e non riesco a guardare in faccia nessuno senza sentirmi a disagio. per quanto riguarda la psicoterapia è una soluzione che ho messo in discussione tra me e me, ma non sono ancora pronto, non ho l impulso e il coraggio per decidere di andare da uno psicologo. anche a te, se nn di disturba, posso chiederti di che tipo di ansia soffri( in linee generali)?

sogno2007

Pilastro del Forum

  • "sogno2007" è stato interdetto da questo forum

Posts: 2.629

Activity points: 10.379

Data di registrazione: lunedì, 15 ottobre 2007

  • Invia messaggio privato

12

giovedì, 22 novembre 2012, 15:07

ciao sogno, posso chiederti che tipo di ansia avverti, dipende da una fobia con i rapporti personali o altri motivi? quando interrompi l ansiolitico e continui a stare bene ti senti sollevato e positivo o hai paura che presto riiniziera?

Io soffro di ansia generalizzata da 11 anni però gli attacchi mi vengono solo in certi periodi dell'anno per breve tempo, poi c'è quell'ansia leggera o che sembra quasi quotidiana che però non da molto fastidio e non c'è tanto necessità dell'ansiolitico. Io in 11 anni ho usato pochissimi medicinali per l'ansia e per alcuni anni ero guarita, poi è ritornata e da allora mi trovo bene con l'ansiolitico datemi dal mio medico, che però l'ho preso sempre a basse dosi e per poco tempo, anche con l'ansia forte per massimo 15 giorni e l'ansia passava. Però quando ho l'ansia leggera anche se sembra quasi quotidiana non prendo l'ansiolitico se no va a finire che uno lo deve prendere sempre, facendo così l'ansia passa da sola. Ma a me l'anni in alcuni anni mi era passata per alcuni eventi positivi della vita. L'ansiolitico è come hanno scritto altri nel post, serve per far passare i sintomi.
Per esempio i psichiatri dicono che solo l'ansiolitico non basta che ci vogliono i psicofarmaci, ma con questi bisogna prenderli anche per anni e fanno effetto dopo un bel pò di tempo. Io sono contraria a questi psicofarmaci. Perché ho paura che mi facciamo più male della stessa ansia. Io dopo 4 o 5 ani che uso l'ansiolitico, anche se ogni anno, ma per mesi non ho ansia o solo quella leggera. Così certe volte lo prendo solo al bisogno, solo quando l'ansia è più forte. Invece l'anno scorso lì ho preso per vari mesi consecutivi, perché in certi periodi l'ansia va e viene e il problema degli ansiolitici o psicofarmaci non si fa in tempo di scalarli che può capitare che l'ansia ritorni e si ricomincia daccapo, perché è più il tempo per scalare le gocce che i giorni di effettiva ansia. A me i primi anni che prendevo l'ansiolitico, dopo 3 o 4 giorni mi faceva passare l'ansia o mi faceva reagire bene con l'umore e me ne andavo in giro e uscivo, invece quest'anno che da vari mesi non prendevo l'ansiolitico anche se avevo un pò di ansia, mi è venuta la fobia sociale e non riesco tanto ad uscire.
Mi viene l'ansia ma non ho ancora capito di preciso perché, se per i traumi vissuti in passato o i rapporti con la gente, o lo stress che viene con il tempo. ecc.
Se prendo l'ansiolitico per l'ansia forte poi sto bene e mi passa l'ansia, ma spesso l'ansia sembra di venire spesso o vengono i sintomi somatici fisici, io non ho paura che mi venga di nuovo, in realtà è il cervello che fa tutto e si ha l'ansia, bisogna impegnare il cervello se no si fissa sull'ansia e sembra non passare mai.

Se devi prendere l'ansiolitico ti fai dire dal tuo medico o specialista a che dose secondo la gravità della tua ansia e come scalarlo.

normalmente dicono la base più bassa è di 5 gocce la sera (se è a gocce), oppure 5 la sera e 5 la mattina, o tre volte al giorno per esempio per una settimana e per una settimana o due scalare una goccia ogni tre o quattro giorni, oppure la terapia può durare un mese compreso lo scalare o dipende quanto dura l'ansia. Ma più gocce si prendono e più diventa difficile scalare o ci vuole molto tempo.

Oppure il neurologo mi diede anche le erbe e da allora faccio che quando nei periodi con ansia forte prendo l'ansiolitico, e quando nei periodi che mi viene solo qualche giorno l'ansia o è leggera prendo le erbe, ma anche le erbe anche le contraddizioni.

l'ansiolitico si può provare e prenderlo poi bisogna reagire e farcela da soli.

dennys79

Giovane Amico

  • "dennys79" è un uomo

Posts: 295

Activity points: 913

Data di registrazione: sabato, 05 maggio 2012

Località: Ferrara

Lavoro: operaio

  • Invia messaggio privato

13

giovedì, 22 novembre 2012, 15:23

Il problema sono proprio le dosi. con le gocce aumentare e' facile, io mi sono ritrovato a prenderlo da saltariamente, quando facevo il turno della mattina a sempre, non ti riescia a controllare e' un attimo trovarsi invischiati e non riuscire piu' a dosare il farmaco. Ad esempio io con En gocce non ho mai avuto problemi, mi bastano due tre gocce per sentirmi gia' meglio. E' il sonirem per dormire che l'ho aumentato parecchio, e non vorrei che fosse proprio lui a far persistere il mio malessere enerale che ho al risveglio.Sto pensando a un centro di disintossicazione o a rivolgermi a uno specialista in malattie ansiose del sonno che curi con terapie fitoterapiche o non farmaceutiche, per aiutarmi se non a smettere a ridurre le dosi della sostanza.

sogno2007

Pilastro del Forum

  • "sogno2007" è stato interdetto da questo forum

Posts: 2.629

Activity points: 10.379

Data di registrazione: lunedì, 15 ottobre 2007

  • Invia messaggio privato

14

giovedì, 22 novembre 2012, 18:49

spesso molte persone che hanno l'ansia vengono curate sia con psicofarmaci e ansiolitici, e se si hanno problemi o i malati o i psichiatri danno spesso colpa agli ansiolitici, mentre secondo me o secondo come ho letto molte storie, i psicofarmaci hanno più effetti collaterali o effetti indesiderati, anche perché agiscono più in profondità, e hanno una azione lunga, mentre gli ansiolitici hanno una azione breve, cioé durano anche solo 6 ore ma anche 24 ore, dipende dal tipo. Per smettere i psicofarmaci ci vuole molto più tempo degli ansiolitici.

bisogna sempre stare attenti alle dosi e per quanto tempo si prendono, perché capita che la persona pensa che non facciano effetto e ne prende altre. così facendo si aumentano le dosi e alla fine non fanno più effetto perché si crea dipendenza o il corpo si è assuefatto.

Bisogna diminuire lentamente fino a smettere e semmai pian piano sostituire con altre cose leggere.

biohazard

Utente Attivo

  • "biohazard" ha iniziato questa discussione

Posts: 40

Activity points: 155

Data di registrazione: giovedì, 15 novembre 2012

  • Invia messaggio privato

15

giovedì, 22 novembre 2012, 19:17

grazie delle risposte....speriamo bene, dovrei farmi fare una ricetta per comprarle, poi se in poco tempo otterro i risultati desiderati bene...senno lascio perdere le benzodiazepine. appena ho novita scrivero in questo post...grazie delle risposte