Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


antonietta

Utente Attivo

  • "antonietta" è una donna
  • "antonietta" ha iniziato questa discussione

Posts: 50

Activity points: 185

Data di registrazione: martedì, 17 aprile 2012

Lavoro: laureata casalinga

  • Invia messaggio privato

1

sabato, 28 aprile 2012, 15:05

e mai successo a voi?

Non so se a qualcuno di voi è successo qualcosa di simile. mi spiego meglio: mio marito prende da 10 gg le gocce di entact a dosaggio ridotto via via crescente. Da due giorni presenta i seguenti sintomi: tremore al braccio destro, mal di testa e cosa strana quando la mattina si sveglia vede vicino a se suo padre (morto quasi 25 anni fa) ke gli tiene la mano e gli sorride senza dire nulla....cioè non lo sogna ma dice di vederlo realmente...non come presenza fissa ma solo brevemente...Cerco di interpretarlo ma non so se è una causa del farmaco oppure è solo paura di quello ke sta provando e quindi immagina suo padre ke lo aiuta...non lo so...la cosa spaventa ma poi la visone sparisce...Suo padre è morto ke lui era ragazzino e ricorda sempre ke prima di morire lo ha guardato e sorriso...così come adesso, una persona tacita e silenzisa ke gli tiene la mano come in segno di aiuto..all'inizio ne ha paura poi si rilassa e la visone sparisce. Mi sono informata se il farmaco può causare allucinazioni ma tutti quelli a cui lo chiesto ritengono ke il farmaco da quel punto di vista è innocuo...dieci giorni non sono nulla...dicono ke i benefici si avranno a lungo termine ma questo non mi aiuta a stare tranquilla...non riesco a immaginare cosa provochi questa reazione, se è un bene oppure no..io gli dico ke suo padre ovunque si trovi ci sta aiutando a superare questo momento difficile e ke deve semplicemente rilassarsi...vediamo come si evolve la situazione ma mi piacerebbe sapere se a qualcuno è capitato qualcosa di simile...

bakuny

Giovane Amico

Posts: 210

Activity points: 644

Data di registrazione: giovedì, 12 aprile 2012

  • Invia messaggio privato

2

domenica, 29 aprile 2012, 12:35

ma andare dal medico?
Era un inizio, un ridestarsi dalla nostalgia di me stesso.
(Hermann Hesse)

antonietta

Utente Attivo

  • "antonietta" è una donna
  • "antonietta" ha iniziato questa discussione

Posts: 50

Activity points: 185

Data di registrazione: martedì, 17 aprile 2012

Lavoro: laureata casalinga

  • Invia messaggio privato

3

lunedì, 30 aprile 2012, 10:26

già fatto... e la risposta è stata non c'è nessun problema neurologico, solo ansia ke viene somatizzata in questo modo..e sopratutto non è una reazione al farmaco xkè non da questo genere di reazioni. Solo la stramaledetta ansia.......infatti oggi la situazione è più tranquilla...il fenomeno è meno accentuato con episodi meno frequenti....

uffa

Utente Fedele

  • "uffa" è una donna
  • "uffa" è stato interdetto da questo forum

Posts: 339

Activity points: 1.066

Data di registrazione: martedì, 14 febbraio 2012

Località: Rivoli (Torino)

Lavoro: medico ma non faccio il medico....

  • Invia messaggio privato

4

lunedì, 30 aprile 2012, 12:26

non si può escludere che sia un effetto del farmaco, perchè ognuno reagisce a modo suo. Io ho usato l'entact per 6 mesi ma gli unici effetti che ho avuto erano gli attacchi di panico ancora più forti e quasi totale assenza di sonno...
per la pseudo-allucinazione, potrebbe essere l'inconscio che la crea per sentirsi "accudito", oppure ci sarebbero altre spiegazioni, alle quali io personalmente credo perchè ne ho fatto spesso esperienza...ma esulano dallo scopo di questo sito...
Dana

antonietta

Utente Attivo

  • "antonietta" è una donna
  • "antonietta" ha iniziato questa discussione

Posts: 50

Activity points: 185

Data di registrazione: martedì, 17 aprile 2012

Lavoro: laureata casalinga

  • Invia messaggio privato

5

lunedì, 30 aprile 2012, 18:02

per la pseudo-allucinazione, potrebbe essere l'inconscio che la crea per sentirsi "accudito

lo credo anke io...infatti dopo 2 giorni ke lo vedeva la sensazione è sparita come è venuta...sta meglio..x la cronaca oggi al lavoro non ha avuto problemi xkè mancavano le persone ke innescavano la tensione

robi

Utente Avanzato

  • "robi" è un uomo

Posts: 906

Activity points: 2.760

Data di registrazione: mercoledì, 11 luglio 2007

Località: marotta

Lavoro: pensionato

  • Invia messaggio privato

6

lunedì, 30 aprile 2012, 18:17

Anto,
il problema non è quindi lo "psicofarmaco", ma l'ambiente di lavoro
che per esseci passato è maledettamente più serio.
Robi

antonietta

Utente Attivo

  • "antonietta" è una donna
  • "antonietta" ha iniziato questa discussione

Posts: 50

Activity points: 185

Data di registrazione: martedì, 17 aprile 2012

Lavoro: laureata casalinga

  • Invia messaggio privato

7

martedì, 01 maggio 2012, 11:14

si il lavoro lo condiziona molto...ma possono solo 2 persone di cui non ci importa nulla condizionare talmente le giornate ? così non vivi se gli altri ti governano.. Ultimamente applico la teoria del grande "capo e sti cazzi" della trasmissione 610, non so se la conoscete, non si possono eliminare eliminare fisicamente quelli ke non sopportiamo altrimenti nel mondo non esisterebbe nessuno.....

robi

Utente Avanzato

  • "robi" è un uomo

Posts: 906

Activity points: 2.760

Data di registrazione: mercoledì, 11 luglio 2007

Località: marotta

Lavoro: pensionato

  • Invia messaggio privato

8

martedì, 01 maggio 2012, 11:58

Opinioni

Anto,
purtroppo possono, non è una novità, ma non chiamarlo "mobbing" è unicamente un carattere mite, disponibile ed arrendevole che si scontra (perdendo)
contro due avvoltoi, magari anche piuttosto esperti nel rifilare al più debole anche i compiti che dovrebbero essere di loro competenza, avendo ovviamente
sempre il tempo per il "cazzeggio quotidiano".
Le società sono piene di questi "elementi" che non è cambiando Società o settore nella stessa le Sue condizioni di lavoro possono migliorare, cambieranno unicamente quando Lui inizierà ad essere diverso, affrontando questi "inutili" sullo stesso piano, senza cattiveria, ma trattandoli con superficialità e tenendoli a debita distanza.
Insisteranno, questo lo deve mettere in preventivo, ma l'importante è non scivolare nel loro trabocchetto della provocazione, smetteranno prima o poi e di conseguenza essendo personaggi con poca se non inesistente materia grigia cercheranno altri deboli con cui divertirsi.
L'amara conclusione Anto è che questi "nullafacenti" riscuotono pure uno stipendio.
Robi

antonietta

Utente Attivo

  • "antonietta" è una donna
  • "antonietta" ha iniziato questa discussione

Posts: 50

Activity points: 185

Data di registrazione: martedì, 17 aprile 2012

Lavoro: laureata casalinga

  • Invia messaggio privato

9

mercoledì, 02 maggio 2012, 10:13

quanto hai ragione robi...sono due avvoltoi...quello ke dico sempre è lasciale perdere, fai il tuo lavoro e non pensare ODDIO ADESSO SBAGLIO...non farsti rovinare la giornata dalla loro presenza...ignorale...tira fuori le palle ke ce le hai e fatti rispettare... ma si sa oggi vige sempre la regola del più stronzo...