Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

pilaretti

Utente Attivo

  • "pilaretti" ha iniziato questa discussione

Posts: 11

Activity points: 103

Data di registrazione: venerdì, 28 luglio 2017

  • Invia messaggio privato

1

sabato, 12 maggio 2018, 20:48

Dubbi su terapia

Ciao a tutti, ho 20 anni e da circa due anni soffro di pensieri ossessivi sul poter perdere il controllo, impazzire, fare de male agli altri e chi piu ne ha piu ne metta.. Ho provato da subito a rivolgermi a degli specialisti ma fino ad ora mi pare che mi abbiano fatto piu male che bene : ho scartato gia due medici, il primo specializzato in psicanalisi (inutile per il mio tipo di problema) e il secondo per mancanza di professionalitá. Ora é da 3 mesi che vado da una psichiatra specializzata in terapia cognitivo-costruttivista, una sorta di ibrido tra terapia comportamentale e psicoanalisi da cui peró non ho ancora giovato abbastanza per poter dire che ne sta valendo la pena. Il fatto é che sono molto indeciso sul continuare con lei (con cui mi trovo molto bene a livello umano) o se iniziare una volta per tutte una psicoterapia cognitivo comportamentale che ho letto sia la piu adatta. Capite che dopo 3 terapisti e migliaia di euro “buttati” non sia una decisione facile da prendere e quindi volevo avere anche un vostro parere soprattutto per quanto riguarda la terapia costruttivista.

Daffodil90

Utente Attivo

Posts: 64

Activity points: 241

Data di registrazione: sabato, 16 dicembre 2017

  • Invia messaggio privato

2

sabato, 12 maggio 2018, 23:22

La prima cosa sopra la scuola, è l’alleanza terapeutica. Se non ti trovi bene, anche se vai dal miglior luminare del mondo, non trarrai efficacia. Inoltre, se pensi che in 3 mesi tu possa risolvere i tuoi problemi a mo’ di bacchetta magica, ti sbagli! La terapia è un “lungo” percorso. Pazienta! Se scalpiti al pensiero di andare da una cognitivista comportamentalista allora vacci! :) un bacione

windrew

La vita è attaccata ad un filo sottile che va tenuto stretto.

  • "windrew" è un uomo

Posts: 1.099

Activity points: 3.367

Data di registrazione: domenica, 26 giugno 2016

Località: emilia-romagna

Lavoro: una volta

  • Invia messaggio privato

3

domenica, 13 maggio 2018, 18:14

Se esistesse la pillola della felicità, non saremmo quì. I medici, pur bravi, non fanno i miracoli, bisogna portare pazienza e ci vogliono da mesi a molti anni per vedere risultati, a volte poi si sta meglio e a volte peggio. Tante volte ho ritenuto di avere perso tempo dagli psicologi e dallo psicoterapeuta. Dopo oltre 4 anni lo psicoterapeuta mi ha detto che per adesso basta. Adesso è stato analizzato tutto ed il cambiamento non dipende più da me. Figurati che l'ultima volta siamo andati a fare spesa al supermercato, non serviva sedersi in uno studio perché non vi era più nulla da sviscerare. Va dove ti porta il cuore ma datti tempo.
se vi è un problema, in quanto tale, ha una soluzione, altrimenti è un dato di fatto con cui convivere

emmesse

Utente Attivo

  • "emmesse" è una donna

Posts: 11

Activity points: 54

Data di registrazione: sabato, 12 maggio 2018

  • Invia messaggio privato

4

mercoledì, 16 maggio 2018, 16:16

Concordo con le altre risposte, non so molto di terapia costruttivista, ma posso solo consigliarti di parlare apertamente dei tuoi dubbi con la tua psichiatra. Anche io, dopo molti mesi di terapia, quando non mi sento in forma, penso che l'analisi non stia funzionando, ma la cosa migliore è affrontare proprio lì questi tuoi dubbi. Trovare un analista con cui ci si trova bene non è sempre facile, quindi rifletti molto prima di decidere :)

pino33bis

Giovane Amico

Posts: 150

Activity points: 492

Data di registrazione: venerdì, 28 giugno 2013

  • Invia messaggio privato

5

giovedì, 17 maggio 2018, 11:02

la cognitivo comportamentale è molto valida, ma bisogna

trovare un bravo terapeuta con esperienza, l'altra

"costruttiva" non conosco!!

corman

Nuovo Utente

Posts: 8

Activity points: 31

Data di registrazione: sabato, 19 agosto 2017

Località: roma

  • Invia messaggio privato

6

sabato, 19 maggio 2018, 14:00

Ciao
non è che il metodo della terapia faccia una vera differenza. Quello che conta è se il professionista è bravo, niente altro.
L'allenaza terapeutica è tutto e si costruisce solo se anzitutto lo sa fare il medico o lo psicologo.
Quanto ai miglioramenti, certo, ci vuole tempo, ma se non si vede qualcosa abbastanza presto, direi che la strada è sbagliata.
Il mio mi ha detto sempre che non sapeva quanto tempo ci sarebbe voluto, ma che comunque avrei dovuto vedere qualcosa a breve e comunque lui non teneva mai un paziente in terapia oltre un anno.
Non è che scadesse un termine, i pazienti miglioravano oppure lui stesso li consigliava di tentare altre strade.
Un abbraccio
Sento di aver scavalcato una montagna, ma la belva è sempre lì in agguato.


Tags usati

ansia, dubbio, incertezza, paura