Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

Ginevra*

Giovane Amico

  • "Ginevra*" è una donna
  • "Ginevra*" ha iniziato questa discussione

Posts: 157

Activity points: 625

Data di registrazione: mercoledì, 28 ottobre 2009

Località: milano

Lavoro: studentessa

  • Invia messaggio privato

1

giovedì, 25 febbraio 2010, 13:47

Dolori e ansia...

Ciao a tutti,

scrivo perchè ho bisogno di sfogarmi un po'...nelle ultime settimane ho avuto oggettivi problemi di salute, un ricovero per accertamenti, terapie medicinali. C'è un problema, ma non si trova, i dottori non riescono a capire che cos'ho. Questa situazione mi crea moltissime angosce. Non riesco a vivere serenamente, l'ansia in questo periodo è più forte che mai. A causa dei miei problemi di salute non riesco a vivere la vita normalmente, già prima mi era difficile a causa dell'ansia (avevo imparato a conviverci ma da settembre-ottobre ci sono ricascata) , ma ora la situazione è peggiorata. Ho ancora più paura a muovermi da sola, sopratutto se devo allontanarmi da casa, ho paura dei miei dolori che mi colgono all'imporvviso, la paura di star male fisicamente mi blocca in moltissime situazioni. Anche prima fare certe cose era difficile, ma nella mia testa mi dicevo " è solo ansia" e con questa consapevolezza tiravo avanti...ora non è più così...tento di sforzarmi, guido lo stesso anche se solo per tragitti brevi, esco ogni tanto da sola a fare commissioni e quando mi accompagna qualcuno esco il più possibile...a rinchiudermi in casa non ci penso neanche, so che sarebbe peggio. Ma mi sento sempre più una nullità . I miei e il mio ragazzo sono comprensivi, in questa sessione non ho dato nemmeno un esame e nessuno mi ha detto niente, sanno che non sto bene e non mi vogliono forzare, ma io mi sento tremendamente in colpa, sento di perdere tempo prezioso, vedo gli altri andare avanti e io rimanere ferma. Mi dico che è colpa mia, perchè se fossi meno ansiosa probabilmente certe cose le farei lo stesso, nonostante il timore del dolore. Rimugino in continuazione. Ho quasi 22 anni, vedo i miei coetanei pieni di energia e di vita mentre io mi sento bloccata. Secondo voi cosa dovrei fare? Quando vi sentite bloccati da qualcosa sia che esso sia un problema a livello psicologico o fisico che fate?

Un saluto a tutti.

damian88

Giovane Amico

  • "damian88" è un uomo

Posts: 142

Activity points: 545

Data di registrazione: lunedì, 01 febbraio 2010

Località: Toscana

Lavoro: Studente Universitario

  • Invia messaggio privato

2

giovedì, 25 febbraio 2010, 14:28

Mi sento anche io cosi il piu delle volte, bloccato in tante cose che fino a qualche mese fa facevo tranquillamente come tutti gli altri; sto cercando di conviverci il piu possibile e tentare di pensarci poco ma so e mi accorgo che non è facile, e gia avere qualcuno che ti comprende, che ti sta vicino come succede a te è un buon punto da cui partire ... Non sentirti in colpa, prima viene la salute, il proprio benessere, poi tutto il resto. Non muore nessuno se dai in ritardo qualche esame ;)

Per quanto riguarda il dolore, o comunque quello che provi fisicamente cerca di capire, attraverso le visite e parlandone con i tuoi medici se ci potrebbe veramente essere qualcosa, se loro sono dubbiosi, o se veramente puo essere qualcosa derivato dalla situazione che stai passando; lo dico perchè anche io ci sto passando, e allo stesso modo i medici non hanno trovato nulla, e sono apparsi tranquilli.

In bocca al lupo.

Ginevra*

Giovane Amico

  • "Ginevra*" è una donna
  • "Ginevra*" ha iniziato questa discussione

Posts: 157

Activity points: 625

Data di registrazione: mercoledì, 28 ottobre 2009

Località: milano

Lavoro: studentessa

  • Invia messaggio privato

3

giovedì, 25 febbraio 2010, 19:57

Ciao damian,

la prima cosa a cui hanno pensato i miei genitori e il mio medico di famiglia sono stati lo stress e l'ansia...poi però la cosa non aveva molto senso perchè il tutto è successo pochi giorni prima di Natale, in un periodo in cui avevo finito l'uni ed ero felice e tranquilla perchè finalmente ero in vacanza. Il medico di famiglia, un incompetente, c'è andato molto cauto, mi ha prescritto esami senza bollini verdi, non mi ha fatto fare analisi del sangue e ha sbagliato completamente diagnosi. Sono andata da una dottoressa privata che mi ha indirizzato nel posto giusto e come ci sono arrivata i neurologi mi hanno ricoverato d'urgenza perchè si sono resi conto che la cosa avrebbe potuto essere grave...mi hanno dimesso con accertamenti negativi ma i sintomi dopo quasi un mese e mezzo di cura non passano. Questa cosa mi sta creando un'ansia fortissima, perchè quando vado in giro ho paura si intensifichino i dolori (lo sforzo fisico li rende più forti) e di stare male.Non è una bella situazione...Ti capisco quando dici che ti senti bloccato in cose che prima facevi normalemnte...quando poi penso che gli altri continuano a farle normalmente quelle cose mi viene un nervoso e comincio a pensare che il problema sia io...

Un saluto!

damian88

Giovane Amico

  • "damian88" è un uomo

Posts: 142

Activity points: 545

Data di registrazione: lunedì, 01 febbraio 2010

Località: Toscana

Lavoro: Studente Universitario

  • Invia messaggio privato

4

giovedì, 25 febbraio 2010, 21:04

Guarda, personalmente, per quanto i miei siano veri e propri disagi, non sono dolori quindi per questa cosa non posso darti una risposta certa; nel senso che dolori non ne ho mai avuti da quando ho iniziato a stare poco bene, pensa che, faccio tranquillamente palestra, pesi etc ... Mio padre è medico e quindi ho avuto una certa fortuna di aver fatto tutti gli accertamenti giusti credo, anche merito dei suoi colleghi di lavoro.
Di mio ho fatto due esami neurologici, una risonanza magnetica ( che a detta dei due neurologici era praticamente inutile ma è stata fatta per tentare di tranquillizzarmi ), esami del sangue e vari, due ecografie all'addome, una visita da uno specialista di gastroenterologia, un eco ai muscoli addominali, una gastroscopia, e poi non ricordo :) tutto negativo eppure ancora sto in pena. Chiederei altri esami ma mio padre mi blocca :P

posso dirti che, il fatto che ti sia iniziato tuitto all'improvviso, in una situazione "felice" dice poco. Anche a me è iniziato tutto così, prima di pranzo non avevo nulla, poi lo avevo, ero in vacanza, avevo dato tutti gli esami .. avevo un problema con un familiare, cosa che poi si è trasformata di rrecente in lutto, ed è quindi possibile che possa avere scatenato in me tutta auna serie di angosce e paure... ma era per dire che a volte, anche se tutto sembra apposto, dentro di noi scattta qualcosa di incosncio che nemmeno pensavamo esistesse...


Spero di essere stato chiaro e di aiuto :) ... So quanto puo essere difficile rimanere tranquilli, anche dopo esami negativi, specie se in un primo momento ti hanno ricoverata.

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "damian88" (25/02/2010, 21:09)


Bettyboop

Amico Inseparabile

  • "Bettyboop" è una donna

Posts: 1.480

Activity points: 4.617

Data di registrazione: giovedì, 30 luglio 2009

Lavoro: Studentessa di Psicologia Clinica

  • Invia messaggio privato

5

venerdì, 26 febbraio 2010, 19:18

Ragazzi è plausibile che l'ansia ci colga proprio in un momento felice e di riposo!! ficnhè dobbiamo "tirare avanti" x l'uni o il lavoro dobbiamo sentire una tensione costante che ci manda avanti...quando ci fermiamo d botto (le vacanze) scoppia l'ansia che era latente!! Capita cosi quasi sempre!!

Ginevra che sintomi fisici accusi? E cos'hanno detto i neurologi? Che esami medici hai fatto? Baci
"La Paura bussò alla porta...la Speranza andò ad aprire e .. non c'era nessuno" [M.L. King]

Ginevra*

Giovane Amico

  • "Ginevra*" è una donna
  • "Ginevra*" ha iniziato questa discussione

Posts: 157

Activity points: 625

Data di registrazione: mercoledì, 28 ottobre 2009

Località: milano

Lavoro: studentessa

  • Invia messaggio privato

6

venerdì, 26 febbraio 2010, 22:32

Ciau Bettyboop...

i miei sintomi sono formicolio, crampi e dolori solo ed esclusivamente nella parte destra del copro, sopratutto negli arti ma anche nel collo, nel seno...debolezza alla parte destra del corpo...problemi all'apparato urinario ( da 5 anni, prima dell'ansia!), episodi di vertigini, sensazione di insettti che camminano, sensibilità incredibile al caldo e al freddo...arti destri più freddi rispetto ai sinistri...i neurologi non hanno nemmeno considerato come possibile causa dei sintomi l'ansia e lo stress, pur sapendo che soffro d'ansia (prendevo le goccine in ospedale prima di dormire...). Gli esami che ho fatto sono due risonanze magnetiche e potenziali evocati, oltre che esami del sangue, delle urine, urinocultura...sospettavano sclerosi multipla ma gli esami sono tutti negativi. Boh! Non so cosa pensare...tra un po' ho la prossima visita neurologica...i sintomi persistono iperterriti e bisogna indagare ulteriormente...secondo voi che devo pensare?

Un saluto...

Bettyboop

Amico Inseparabile

  • "Bettyboop" è una donna

Posts: 1.480

Activity points: 4.617

Data di registrazione: giovedì, 30 luglio 2009

Lavoro: Studentessa di Psicologia Clinica

  • Invia messaggio privato

7

sabato, 27 febbraio 2010, 14:11

Inutile dirti di star calma. Mi sembrerebbe una banalità. Anche io, come te sarei preoccupata. MA!!!!! Ma i neurologi x ora dopo 2 RM e i potenziali evocati (somato-sensoriali? Uditivi?) ti dicono che è tutto negativo.

ORa ti faranno fare altri accertamenti, sicuramente andrai a fondo della questione! So che è un periodo di merda e mi dispiace un sacco ma...come si dice: finchè non c'è niente di certo, inutile fasciarsi la testa... purtroppo (e per fortuna) è cosi. Ti sono molto vicina

Un bacio

P.s. "la paura bussò alla porta, la speranza andò ad aprire...e non c'era nessuno"........ (M.L.King)
"La Paura bussò alla porta...la Speranza andò ad aprire e .. non c'era nessuno" [M.L. King]

Ginevra*

Giovane Amico

  • "Ginevra*" è una donna
  • "Ginevra*" ha iniziato questa discussione

Posts: 157

Activity points: 625

Data di registrazione: mercoledì, 28 ottobre 2009

Località: milano

Lavoro: studentessa

  • Invia messaggio privato

8

domenica, 28 febbraio 2010, 11:00

Grazie molte betty...spero davvero che vada a finire tutto bene!! Questo periodo è davvero massacrante... :(
Un bacio..

Ps. (ho fatto sia i potenziali uditivi che quelli visivi che quelli somatoqualcosa)

Bettyboop

Amico Inseparabile

  • "Bettyboop" è una donna

Posts: 1.480

Activity points: 4.617

Data di registrazione: giovedì, 30 luglio 2009

Lavoro: Studentessa di Psicologia Clinica

  • Invia messaggio privato

9

domenica, 28 febbraio 2010, 11:25

EH...allora hai fatto proprio dei bei controlli approfonditi. Cerca (x quanto durissima) di stare calma x il momento. Hai fatto una miriade di esami specifici e sono tutti risultati a posto. Ora aspetta il da farsi...immagino sarai seguita in questo periodo dagli specialisti..il che sicuramente da un lato ti farà aumentare l'ansia, ma dall'altro potrebbe esser visto anche come rassicurante, visto che cmq sono appunto "specialisti".

Un grossissimo in boccca al lupo!
"La Paura bussò alla porta...la Speranza andò ad aprire e .. non c'era nessuno" [M.L. King]

jex

Nuovo Utente

  • "jex" è una donna

Posts: 9

Activity points: 34

Data di registrazione: domenica, 28 febbraio 2010

Località: torino

Lavoro: studentessa

  • Invia messaggio privato

10

giovedì, 04 marzo 2010, 23:12

anche io ho un probleme simile al tuo....

è da circa due settimane che non esco di casa se non per andare da una mia amica che abita a 500 metri da me.. e faccio veramente fatica a farli sti dannati 500 metri da sola....Certe volte mi capita di non farcela xke inizio a sentirmi male(mi sento svenire, ho le vertigini e male alla testa, dolori al petto e paura di star male), così sono costretta a tornarmene a casa.....

di sta situazione non ne posso più xke più sto a casa più mi deprimo xke vorrei uscire e fare tutte quelle cose che normalmente prima facevo ed ora non riesco più a fare!! anche io non sono riuscita a dare gli esami..... proprio non riuscivo a concentrarmi sullo studio!!

per ora gli infermieri del pronto soccorso mi hanno prescritto il valium, e a breve inizierò le sedute da uno psichiatra!!

tu pensi di sapere qual' è il motivo della tua ansia?

:wasted:

Ginevra*

Giovane Amico

  • "Ginevra*" è una donna
  • "Ginevra*" ha iniziato questa discussione

Posts: 157

Activity points: 625

Data di registrazione: mercoledì, 28 ottobre 2009

Località: milano

Lavoro: studentessa

  • Invia messaggio privato

11

venerdì, 05 marzo 2010, 13:40

anche io ho un probleme simile al tuo....

è da circa due settimane che non esco di casa se non per andare da una mia amica che abita a 500 metri da me.. e faccio veramente fatica a farli sti dannati 500 metri da sola....Certe volte mi capita di non farcela xke inizio a sentirmi male(mi sento svenire, ho le vertigini e male alla testa, dolori al petto e paura di star male), così sono costretta a tornarmene a casa.....

di sta situazione non ne posso più xke più sto a casa più mi deprimo xke vorrei uscire e fare tutte quelle cose che normalmente prima facevo ed ora non riesco più a fare!! anche io non sono riuscita a dare gli esami..... proprio non riuscivo a concentrarmi sullo studio!!

per ora gli infermieri del pronto soccorso mi hanno prescritto il valium, e a breve inizierò le sedute da uno psichiatra!!

tu pensi di sapere qual' è il motivo della tua ansia?

:wasted:


Il punto è che l'ansia questa volta credo non c'entri proprio niente...i sintomi come i tuoi sono sintomi da attacchi di panico e li ho testati molte volte, sopratutto in passato. Quello che ho adesso è qualcosa di totalmente diverso. Io ho dolori anche quando sono tranquillissima. I sintomi non sono correlati a situazioni ansiose...i medici quando mi hanno ricoverato pur sapendo dei miei problemi non hanno ritenuto necessaria una visita psicologica. Più che altro avrei bisogno di un neurologo competente che mi segua e questo non accade, sono stata abbandonata a me stessa dai medici...

Un consiglio...fatti accompagnare piuttosto ma supera quei 500 metri! Chiudersi in se stessi e in casa non fa di certo bene...io cerco di ignorare i miei fastidi e di uscire il più possibile, da sola o in compagnia! Stare fuori mi aiuta...molto! Almeno mi distraggo e non penso ai miei problemi...

Per Betty, facendo la visita da un altro neurologo ho scoperto che la mia risonanza magnetica è incompleta, manca un pezzo esteso del midollo... -,-" Ma si può?
Un saluto a tutti...