Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

Rickyes

Utente Attivo

  • "Rickyes" è un uomo
  • "Rickyes" ha iniziato questa discussione

Posts: 19

Activity points: 92

Data di registrazione: venerdì, 23 aprile 2010

Località: Cagliari

Lavoro: Agente Marittimo

  • Invia messaggio privato

1

giovedì, 20 maggio 2010, 17:17

DOC e Depersonalizzazione + Derealizzazione. Curiosità!!!

Ciao a tutti.

Leggendo tanti post non sono riuscito a venirne a capo. Vorrei sapere se il disturbo ossessivo compulsivo può causare la Depersonalizzazione e la Derealizzazione. Cioè se può essere un disturbo che alimenta la Depersonalizzazione e la Derealizzazione. Tutto questo perché leggevo un post su il disturbo ossessivo compulsivo e mi ci sono trovato in tantissime cose e forse così riesco a spiegarmi molte più cose.
Chi di voi né ha esperienza può rispondere al mio quesito?

Bettyboop

Amico Inseparabile

  • "Bettyboop" è una donna

Posts: 1.483

Activity points: 4.617

Data di registrazione: giovedì, 30 luglio 2009

Lavoro: Studentessa di Psicologia Clinica

  • Invia messaggio privato

2

giovedì, 20 maggio 2010, 18:14

Per quanto riguarda me, posso dirti che la derealizzazione è un sintomo dell'ansia e viene alimentato da essa. E' anche vero che la derealizzazione essa stessa alimenta l'ansia. E' un circolo vizioso. Inoltre, la derealizzazione se dura da tempo e se sotto c'è una personalità 1po' ossessiva puo' diventare un'ossessione...quindi direi che si dovrebbe cercare di spezzare il circolo vizioso con una psicoterapia che aiuti a risolvere il problema di fondo (ansia o doc come vuoi chiamarlo) e poi di conseguenza i sintomi (e la dere/depers) andranno a scomparire!
"La Paura bussò alla porta...la Speranza andò ad aprire e .. non c'era nessuno" [M.L. King]

kimberly

Amico Inseparabile

Posts: 1.385

Activity points: 4.386

Data di registrazione: mercoledì, 03 marzo 2010

  • Invia messaggio privato

3

giovedì, 20 maggio 2010, 22:17

Ciao secondo me il DOC non porta a derealizzazione e depersonalizzazione.Io non sono un dottore,chiaramente sono un paziente affetto da DOC ma nelle mie ricerche personali su questa malattia io non l'ho mai letto e in base alla mia sintomatologia io non credo che il doc porti a queste cose,anzi le ossessioni,almeno le mie sono sempre le stesse e si innesca un meccanismo ripetitivo di compulsioni,una serie di rituali da svolgere e le tematiche delle ossessioni sempre le stesse in base alla categoria di cui si soffre.Tuttavia il doc puo' essere un disturbo secondario a un altro .èdisturbo,cioè una sintomatologia ad esempio della bipolarità o di un disturbo in genere di personalità-

Rickyes

Utente Attivo

  • "Rickyes" è un uomo
  • "Rickyes" ha iniziato questa discussione

Posts: 19

Activity points: 92

Data di registrazione: venerdì, 23 aprile 2010

Località: Cagliari

Lavoro: Agente Marittimo

  • Invia messaggio privato

4

venerdì, 21 maggio 2010, 12:03

Effettivamente penso di essermi espresso male. Depersonalizzazione e Derealizzazione si manifestano con l'ansia e gli attacchi di panico (detto così a grandi linee). Tuttavia penso che chi soffra di DOC porti all'ossessione determinati sintomi. Ovvero li sente perché lui stesso si fissa di averli. E' secondo Voi possibile? Secondo me si. Visto che chi soffre di DOC le ossessioni se le crea.

Bettyboop

Amico Inseparabile

  • "Bettyboop" è una donna

Posts: 1.483

Activity points: 4.617

Data di registrazione: giovedì, 30 luglio 2009

Lavoro: Studentessa di Psicologia Clinica

  • Invia messaggio privato

5

venerdì, 21 maggio 2010, 14:31

Si Ricky yes è possibile PEr me, almeno, è cosi.
Derealizz e depersonalizz altro nn sono che sintomi dell'ansia. Il DOC è un disturbo d'ansia. La base è la stessa, i sintomi sono diversi. Ci puo' stare che uno abbia entrambe le cose.
Una psicoterapia e una cura farmacologica possono esserti utili..

P..s il DOC puo' anche manifestarsi senza compulsioni, con ossessioni pure. La definizione, a mio avviso, cambia poco. E' la sintomatologia, che un minimo puo' variare da persona a persona, che puo' indirizzarti su come curare il disturbo!
"La Paura bussò alla porta...la Speranza andò ad aprire e .. non c'era nessuno" [M.L. King]

kimberly

Amico Inseparabile

Posts: 1.385

Activity points: 4.386

Data di registrazione: mercoledì, 03 marzo 2010

  • Invia messaggio privato

6

venerdì, 21 maggio 2010, 21:13

Bettyboop tu non hai nemmeno il doc,dubito tu possa esprimere o capire sintomi che non hai dato che il doc è una cosa e il dap è un'altra che poi uno abbia delle opinioni, spesse volte formulate da nozioni sbagliate, è un altro paio di manico ma gli affetti,quelli veri, possono capire come ci si sente veramente ad avere il doc. La depersonalizzazione,se non sbaglio, dato che medico non sono, è una mancanza di coerenza sui propri valori e modi di agire che secondo me il doc non determina. Certo le ossessioni sono diverse ma appartengono a gruppi ad esempio chi è affetto da doc di contaminazione puo' essere un giorno ossessionato dalla polvere,un giorno dai batteri, un giorno da una malattia e un giorno da un'altra malattia ma la sostanza dell'ossessione riguarda comunque sia la contaminazione. Ci sta anche che uno possa soffrire di contaminazione in concomitanza al gruppo inerente alle ossessioni di fare male agli altri ma da qui a che si cambino i valori ,indi depersonalizzazione secondo me ne passa di acqua sotto i ponti. Se io credo fermamente in un valore non cambiero' il mio modo di pensare perchè ho il doc e anzi diro' di piu' io ho il doc da 18 anni e la mia ossessione è sempre riguardata all'hiv indi siringhe infette, contaminazione mia e degli altri attraverso i rapporto sessuali, somatizzazione di sintomi di una malattia per me immaginaria e via discorrendo.La sintomatologia varia in base al disturbo che si ha chi ha il doc prova il doc chi un'altra cosa,un'altra ancora. Certo è chiaro che il doc puo' manifestarsi nella bipolarità o in altri disturbi di personalità oppure una persona puo' avere un disturbo in concomitanza al doc ma che il doc porti a depersonalizzazione io lo dubito caldamente.

Blanca

utente instabile

  • "Blanca" è una donna

Posts: 152

Activity points: 470

Data di registrazione: lunedì, 19 aprile 2010

  • Invia messaggio privato

7

venerdì, 21 maggio 2010, 21:48

Depersonalizzazione

La depersonalizzazione è l'esperienza di essere come in un sogno, di sentirsi distaccato, oppure di sentirsi un osservatore estraneo del proprio corpo o dei propri processi mentali.

L'esame di realtà viene mantenuto in modo adeguato, ma tale esperienza è spiacevole e viene accompagnata da ansia, panico, senso di vuoto.
La depersonalizzazione può manifestarsi con differenti sintomi, come avere il corpo intorpidito o privo di vita, di avere i piedi, le mani o altre parti non collegate al resto del corpo, la sensazione di osservarsi da distante (piuttosto rara).
In passato si considerava la depersonalizzazione come un sintomo correlato a disturbi psicotici, ma successivamente è stato appurato che tale esperienza può manifestarsi in persone sane, specialmente in età adolescenziale.

http://ascoltopsicologico.it/site/artico…id_articolo=478

La depersonalizzazione fu descritta per la prima volta da Dugas Ludovic (uno psichiatra francese) intorno agli anni '50. Oggi va compendiata con il concetto di derealizzazione. La differenza fra i due stati è solo relativa al focus dell'attenzione: la depersonalizzazione implica un appannamento del senso del sè (persona); la derealizzazione un appannamento del senso della realtà.
I due fenomeni possono essere estemporanei e passeggeri o possono accompagnare stabilmente precise sindromi psicopatologiche come ansia generalizzata, attacchi di panico (D.A.P.), stress, disturbi ossessivo-compulsivi.
Talvolta possono essere prodotti artificialmente mediante assunzione di droghe come la canapa e l'extasy.
Genericamente i due fenomeni possono essere descritti come episodi occasionali o persistenti di distacco o estraneamento da se stessi o dal mondo esterno. La persona che li sperimenta riferisce spesso frasi di questo genere: "Mi sembra di comportarmi come un automa", "E' come se fossi in trance ma facessi normalmente tutte le cose quotidiane", "E' come se una parte di me, del mio pensiero, fosse assente...". La ricorrenza, in tali descrizioni, del "Mi sembra" e del "Come se..." è tipica di chi vive uno stato di ansia "dispercettiva" (che altera le percezioni) e cerca di descriverlo.
Un altra nota: gli esami elettroencefalografici e psicologici (T.A.T., M.M.P.I.) e i colloqui clinici psichiatrici, forniscono di solito risultati nella "norma. Dunque, i due fenomeni, presi in se stessi, non sono in alcun modo da intendersi come neuropatologici o di rilevanza psichiatrica.

Se vi puo' interessare...http://www.psyche.altervista.org/depersonalizzazione.htm
A volte Itchy a volte Scratchy ?(

Questo post è stato modificato 2 volta(e), ultima modifica di "Blanca" (21/05/2010, 21:59)


kimberly

Amico Inseparabile

Posts: 1.385

Activity points: 4.386

Data di registrazione: mercoledì, 03 marzo 2010

  • Invia messaggio privato

8

sabato, 22 maggio 2010, 00:20

Grazie Blanca,
hai tolto un dubbio che qui avevamo.Spesse volte la mancata informazione,accompagnata dalla ignoranza in materia crea delle opinioni sbagliate formulate da concetti erronei in partenza.Forse e dico forse non è un aspetto molto diffuso a persone che hanno il doc,chi lo sa ma come qui dice ci sono persone col mio disturbo che soffrono anche di depersonalizzazione per cui buono a sapersi ed aggiungo anche che almeno questo io non ho che già di per se combatto fin troppo da sola per questo doc che da filo da torcere e il braccio da piegare è durissimo e per il momento non si vuole piegare.

Blanca

utente instabile

  • "Blanca" è una donna

Posts: 152

Activity points: 470

Data di registrazione: lunedì, 19 aprile 2010

  • Invia messaggio privato

9

sabato, 22 maggio 2010, 09:25

Grazie Blanca,
hai tolto un dubbio che qui avevamo.Spesse volte la mancata informazione,accompagnata dalla ignoranza in materia crea delle opinioni sbagliate formulate da concetti erronei in partenza.Forse e dico forse non è un aspetto molto diffuso a persone che hanno il doc,chi lo sa ma come qui dice ci sono persone col mio disturbo che soffrono anche di depersonalizzazione per cui buono a sapersi ed aggiungo anche che almeno questo io non ho che già di per se combatto fin troppo da sola per questo doc che da filo da torcere e il braccio da piegare è durissimo e per il momento non si vuole piegare.


Secondo me essere combattivi vuol dire essere pieni di vita. E tu lo sei. :)
A volte Itchy a volte Scratchy ?(

Bettyboop

Amico Inseparabile

  • "Bettyboop" è una donna

Posts: 1.483

Activity points: 4.617

Data di registrazione: giovedì, 30 luglio 2009

Lavoro: Studentessa di Psicologia Clinica

  • Invia messaggio privato

10

sabato, 22 maggio 2010, 12:37

Kimberly, io sinceramente non capisco xche continui a dire cosa ho e cosa non ho. Io psicologia l'ho studiata, quindi so di cosa parlo e so anche che spesso le categorizzazioni stanno in poco posto.
Il mio disturbo mi porta attacchi di panico, ossessioni ipocondriache (paura di malattie mentali e fisiche) e ossessioni pure di altra natura (paura di poter far male a qualcuno, paura di fissarmi a contare numeri, ecc.). Non ho xo' compulsioni.
Tu nn sai niente di me, di quello che ho passato nella mia vita, di quello che provo o non provo. Ti invito, x tanto a smetterla una volta buona a dirmi cos'ho cosa non ho, cosa capisco e cosa no.
La derealizzazione e la depersonalizzazione sono stati di alterata percezione cognitiva, coi valori non c'entrano nulla! E' il sentirsi staccati dalla realtà circostante, vivere come se si fosse in un sogno e non avere la certezza se quello che si sta vivendo è reale o meno (derealizzazione); la depersonalizzazione è il sentirsi estranei al proprio corpo o non percepire parti del corpo come proprie..ad esempio le mani, le gambe. E' il non riconoscersi allo specchio, pur sapendo chi si è.
Io ho provato tutte queste cose e sinceramente non sei nessuno per dirmi che la tua sofferenza è + grande della mia. Sono considerazioni inutili e sterili. Spero che tu trovi una cura e ti invito, veramente, ad abbandonare il tuo atteggiamento di superiorità e arroganza, anche xche qui siamo tutti in un forum xche qualche problema lo abbiamo e speriamo solo di risolverlo nel migliore dei modi! auguri a tutti!
"La Paura bussò alla porta...la Speranza andò ad aprire e .. non c'era nessuno" [M.L. King]

kimberly

Amico Inseparabile

Posts: 1.385

Activity points: 4.386

Data di registrazione: mercoledì, 03 marzo 2010

  • Invia messaggio privato

11

sabato, 22 maggio 2010, 13:03

Bettyboop:
tu stessa quando ti ho chiesto qual'era la tua diagnosi,fatta dal tuo specialista hai detto che soffri di dap anche se in qualche altro topic scrivi di avere un disturbo ossessivo compulsivo ma che la diagnosi rimane comunque sia dap su base ipocondriaca.Non ho mai detto che la tua sofferenza sia maggiore e minore della mia per cui non accreditarmi parole che non ho detto,per cortesia.Ti ho solo detto e qui è scritto che tu non soffri di doc perchè comunque sia il disturbo ipocondriaco non ha gli stessi sintomi del doc e visto che hai studiato psicologia ,penso che tu abbia imparato a coglierne le differenze che saprai sicuramente meglio di me.Io non metto in dubbio che tu soffra per i tuoi disagi ma qui si sta parlando di doc e depersonalizzazione e non di ipocondria o dap! Le tue contraddizioni,inoltre dato che un giorno dici di avere il doc,un altro l'ipocondria e dap e un altro ancora dap portano a che la gente possa confondersi abbi pazienza ma sono parole tue,facilmente verificabili attraverso gli scritti che restano nel forum dato che tu intervieni sempre quando si parla di doc e ribadisco in base alle tue parole,nnon di certo le mie,che visto che hai il Dap non provi gli stessi sintomi del Doc.Resta comunque sia una certezza che non ci conosciamo personalmente per cui io posso solo fare delle considerazioni su quello che scrivi sul forum anche se un giorno scrivi di avere una cosa,un giorno un'altra per cui deciditi e abbi pazienza!

Bettyboop

Amico Inseparabile

  • "Bettyboop" è una donna

Posts: 1.483

Activity points: 4.617

Data di registrazione: giovedì, 30 luglio 2009

Lavoro: Studentessa di Psicologia Clinica

  • Invia messaggio privato

12

sabato, 22 maggio 2010, 19:53

Non mi va di fare polemica oltre...sembri davvero non voler capire! L'ipocondria, il DAp, il doc sono tutti disturbi d'ansia. L'ipocondria a dire il vero no, ma diciamo che glielo si fa rientrare x convenzione.
Ossessioni legate alle malattie, ossessioni legate alla contaminazione, sono due cose iverse per il CONTENUTO Dell'ossessione ma il meccanismo non cambia. La compulsione del DOC da contaminazione puo' essere un rituale di lavaggio x esempio (ipotizzo), quella della paura di ammalarsi x una malattia mentale o fisica (non contaminazione, ma ammalarsi di una malattia) puo' essere cercare una rassicurazione su internet o far mille visite mediche.
Sempre un disturbo su base ossessiva è.
Rimuginazioni, pensieri fissi, preoccupazioni. Simili.
Non dicono che sia LO STESSO disturbo ma hanno un meccanismo simile. Poi, io ho avuto anche altri tipi di ossessioni: far male a qualcuno, contare, ecc. La diagnosi resta Ipocondria ma sempre un disturbo ossessivo è.
Non capisco questo bisogno di puntualizzare che non è DOC! ho semplicemente spiegato il mio disturbo..inoltre non ho mai detto di soffrire di DOC, ma di ossessioni senza compulsioni! tutto qua!
"La Paura bussò alla porta...la Speranza andò ad aprire e .. non c'era nessuno" [M.L. King]

kimberly

Amico Inseparabile

Posts: 1.385

Activity points: 4.386

Data di registrazione: mercoledì, 03 marzo 2010

  • Invia messaggio privato

13

domenica, 23 maggio 2010, 23:59

Bettyboop,
io capisco benissimo e non cerco di tergiversare i concetti,tanto piu' che si possono andare a rileggere.Io so bene che sia il dap che ildoc sono dei disturbi dell'ansia ma hanno sintomatologie diverse per cui non capisco come tu possa comprendere chi soffre di doc dato che qui stiamo parlando di doc e non del tuo disturbo che comunque sia in alcuni posti definisci DOC e in altri DAP.Le parole volano ma gli scritti restano per cui facilmente si puo' andare a rileggere per capire bene i concetti in modo da evitare di tergiversare poi i concetti.Oltre a questo la educazione è uguale per tutti e non capisco come alcuni personaggi pensano di poter giudicare gli altri senza nemmeno conoscerli a fondo emettendo delle sentenze che spesso sono sinonimo di illazioni sorte da maleducazione di alcuni nei confronti di terzi.
Certamente non sono medico e spesse volte come dissi a Blanca,la ignoranza in materia crea delle opinioni formulate su concetti sbagliati come chi studia la materia di psicologia in università frequentando la facoltà di diritto non puo' avere le competenze di uno specialista nell'ambito psicologico sebbene la intelligenza permetta di comprendere i concetti che ci vengono spiegati,indipendentemente dal nostro ambito di azione.L'ipocondria non appartiene dunque ai disturbi di ansia dunque dico bene nel dire che non provi gli stessi sintomi del doc e qui stiamo parlando di doc e non di altri disturbi dell'ansia.Il doc è vero puo' avvenire senza compulsioni ma sempre di doc di tratta.ciao,ciao

Bettyboop

Amico Inseparabile

  • "Bettyboop" è una donna

Posts: 1.483

Activity points: 4.617

Data di registrazione: giovedì, 30 luglio 2009

Lavoro: Studentessa di Psicologia Clinica

  • Invia messaggio privato

14

lunedì, 24 maggio 2010, 15:12

Ok :) mi arrendo! pensa come preferisci !in bocca al lupo per tutto!
"La Paura bussò alla porta...la Speranza andò ad aprire e .. non c'era nessuno" [M.L. King]

anna85

Utente Attivo

  • "anna85" è una donna

Posts: 19

Activity points: 57

Data di registrazione: domenica, 27 giugno 2010

Località: frosinone

Lavoro: educatore professionale

  • Invia messaggio privato

15

lunedì, 28 giugno 2010, 01:39

ciao a tutti! volevo sapere se la derealizzazione, quando si associa ad eventi improvvisi e stressanti, in cui si innesca il comune meccanismo ansioso di attacco/fuga, sia "normale" o sia indice di un soggiacente problema di dag...perchè mi capita di non riuscire a rendermi conto, a mentalizzare subito l'accaduto, ma solo in situazioni non programmate, impreviste e molto stressanti, e che mi coinvolgono in prima persona e non come spettatore (in questo secondo caso mantengo la calma)... ringrazio in anticipo chi mi risponderà :)