Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

Augia

Utente Attivo

  • "Augia" ha iniziato questa discussione

Posts: 23

Activity points: 90

Data di registrazione: giovedì, 10 agosto 2017

  • Invia messaggio privato

1

giovedì, 10 agosto 2017, 12:05

Derealizzazione

Volevo chiedere una cosa a chi soffre di derealizzazione e depersonalizzazione... Pure voi avete una percezione strana dei sognj?non lo spiegare..

subhuti

Utente Attivo

Posts: 49

Activity points: 154

Data di registrazione: sabato, 05 agosto 2017

  • Invia messaggio privato

2

giovedì, 10 agosto 2017, 19:43

Premesso che non sono diagnosticato, quindi il mio è solo un sospetto.
La mia depersonalizzazione va e viene in modo ormai cronico da anni. Mi sento sconnesso da tutto e talvolta la sensazione è abbastanza pesante.

Per quanto riguarda sogni o fenomeni affini le notti in cui sono molto ansioso avviene che faccio molte allucinazioni ipnagogiche e ipnopompiche (che sono peraltro fenomeni normalissimi ma spaventano un sacco la prima volta che li si prova). Non ho invece avvertito grandi differenze quando sogno. In ogni caso sospetto che il sogno venga molto influenzato dall'umore e dalla presenza o meno di ansia. Quindi visto che la depersonalizzazione e l'ansia hanno molta comorbidità è possibile che la tua "strana percezione" sia dovuta all'ansia (la quale può avere effetti assurdi).

Augia

Utente Attivo

  • "Augia" ha iniziato questa discussione

Posts: 23

Activity points: 90

Data di registrazione: giovedì, 10 agosto 2017

  • Invia messaggio privato

3

venerdì, 11 agosto 2017, 09:55

Premesso che non sono diagnosticato, quindi il mio è solo un sospetto.
La mia depersonalizzazione va e viene in modo ormai cronico da anni. Mi sento sconnesso da tutto e talvolta la sensazione è abbastanza pesante.

Per quanto riguarda sogni o fenomeni affini le notti in cui sono molto ansioso avviene che faccio molte allucinazioni ipnagogiche e ipnopompiche (che sono peraltro fenomeni normalissimi ma spaventano un sacco la prima volta che li si prova). Non ho invece avvertito grandi differenze quando sogno. In ogni caso sospetto che il sogno venga molto influenzato dall'umore e dalla presenza o meno di ansia. Quindi visto che la depersonalizzazione e l'ansia hanno molta comorbidità è possibile che la tua "strana percezione" sia dovuta all'ansia (la quale può avere effetti assurdi).

Grazie ti giuro ho una paura tremenda di uscire pazza ho paura che avanti che settembre che devo andare dallo psichiatra i sintomi diventano troppo gravi e non si potrà fare nulla ho 19 anni e nom ce la faccio più a vivere così..

Augia

Utente Attivo

  • "Augia" ha iniziato questa discussione

Posts: 23

Activity points: 90

Data di registrazione: giovedì, 10 agosto 2017

  • Invia messaggio privato

4

venerdì, 11 agosto 2017, 09:59

È da fine maggio che sto così e peggiora sempre più..

Piccolagrandeansiosa

Utente Avanzato

Posts: 754

Activity points: 2.577

Data di registrazione: venerdì, 30 settembre 2016

Località: Marshmellow

Lavoro: Studentessa

  • Invia messaggio privato

5

venerdì, 11 agosto 2017, 18:50

Io ne soffro da 8 mesi
Ho un gruppo su whatsapp con chi ne soffre.
Se ti va di entrarci fammi sapere
Ho 18 anni, causa ansia
"Ah, ecco l'ansia, mi stavo preoccupando". :girl:

Augia

Utente Attivo

  • "Augia" ha iniziato questa discussione

Posts: 23

Activity points: 90

Data di registrazione: giovedì, 10 agosto 2017

  • Invia messaggio privato

6

venerdì, 11 agosto 2017, 19:07

Si mi farebbe piacere

subhuti

Utente Attivo

Posts: 49

Activity points: 154

Data di registrazione: sabato, 05 agosto 2017

  • Invia messaggio privato

7

venerdì, 11 agosto 2017, 19:18

La derealizzazione/depersonalizzazione è orribile ma non è psicosi (è un distacco dalla realtà e non una perdita della realtà). Ma non stai impazzendo - anzi la stessa sensazione di "essere sul punto di diventar pazzi" è un tipico sintomo dell'ansia. A me l'intensità varia anche nello stesso giorno e si aggrava se continuo a farci caso. Certamente in un mondo come il nostro dove si rincorre l'ideale di essere sempre "brillanti", avere successo sia nella famiglia e nella carriera (e aggiungo con gli amici), essere competitivi ecc chi si fa "problemi" o chi cerca la tranquilità è facile che cada nell'ansia e nelle sue trappole. Purtroppo questo "idolo" è talmente entrato nella nostra mente che (1) continuiamo a essere preoccupati di "fallire", (2) ci sentiamo in colpa se non siamo "brillanti" o "di successo", (3) il fatto che si è presi in considerazione a seconda della capcità di essere "competitivi" crea ancora più ansia (e questo in sostanza non è altro che un "idolo" che l'uomo si porta avanti da molto tempo - ossia che dobbiamo essere "grandi guerrieri") ecc. Poi è chiaro che uno si dissocia, chi si sente al sicuro quando ogni momento deve "competere"? (Risposta che secondo me è: o il folle, o chi ha la (s)fortuna di essere predisposto alla competizione...)

Per Augia (in particolare): non ho idea di quali sensazioni tu possa avere nel sogno. Ma un sintomo comune della derealizzazione è che la realtà ti sembra tipo un sogno. In ambo i casi cerca di non prestare troppa attenzione a queste esperienze e queste sensazioni. Se continui a pensarci finisci per agitarti ancora di più e questa agitazione peggiora la dissociazione. Piuttosto (magari con un aiuto) cerca di capire cosa ti crea ansia.

Nel MIO caso ha un po' funzionato la lettura delle filosofie orientali del taoismo, induismo e buddismo e un minimo di pratica di meditazione buddista. Sono tutte filosofie che hanno come obbiettivo di raggiungere la pace, la calma, l'immobilità (pensate alla "frenesia" del mondo moderno ahah), svuotare la mente e quindi combattono sia l'ansia sia la volontà di "competere"! Nel mio caso l'ansia è anche di tipo "filosofico-esistenziale" e ahimé credo che sia una dei tipi peggiori. Ci farei un pensierino su queste tecniche ma se non funzionano o non vi interessano forse è meglio lasciar perdere.

P.S.
Siete entrambe più giovani di me (io ne ho 23 e faccio l'ultimo anno di università) quindi prendetevi del tempo il prima possibile per decidere cosa fare e non abbiate paura di prendervelo: d'altronde se non lo prendete adesso quando lo prendete? Quello che ho imparato è che più si va avanti più si perde la libertà di scelta (o più precisamente: più è difficile cambiare) e più si perde anche il tempo per "conoscere se stessi". Ma per incoraggiarvi vi dico che questa vostra ansia non è debolezza e non dovreste vederla come tale. Diciamo che è anche un grande potenziale, un indice di responsabilità, di voler vivere bene la vita, di preferire la pace alla competitività ecc. Non posso darvi veri consigli o spiegarvi il motivo di questa esperienza ma non vedete questa cosa come se fosse solo negativa. Ritengo che se adesso vi prendete un po' di tempo riuscirete in prospettiva a guadagnare molto.

Augia

Utente Attivo

  • "Augia" ha iniziato questa discussione

Posts: 23

Activity points: 90

Data di registrazione: giovedì, 10 agosto 2017

  • Invia messaggio privato

8

venerdì, 11 agosto 2017, 20:00

Grazie davvero...beh si ammetto che fin d piccola sono sempre stata una bambina che dove mi mettevi stavo...cerco sempre di accontentare tutti e ho sempre paura di essere anormale rispetto agli altri...ho avuto episodi di derealizzazione ma duravano pochi minuti e poi tutto come prima ma probabilmente anche a causa della infanzia non molto facile che ho vissuto...cmq grazie davvero????

Piccolagrandeansiosa

Utente Avanzato

Posts: 754

Activity points: 2.577

Data di registrazione: venerdì, 30 settembre 2016

Località: Marshmellow

Lavoro: Studentessa

  • Invia messaggio privato

9

venerdì, 11 agosto 2017, 20:09

È da fine maggio che sto così e peggiora sempre più..


Scrivimi in privato.
"Ah, ecco l'ansia, mi stavo preoccupando". :girl:

Piccolagrandeansiosa

Utente Avanzato

Posts: 754

Activity points: 2.577

Data di registrazione: venerdì, 30 settembre 2016

Località: Marshmellow

Lavoro: Studentessa

  • Invia messaggio privato

10

venerdì, 11 agosto 2017, 20:10

Si mi farebbe piacere


Anzi, non hai punti sufficienti per poter ricevere messaggi, lascia qualche recapito qua allora
"Ah, ecco l'ansia, mi stavo preoccupando". :girl:

Augia

Utente Attivo

  • "Augia" ha iniziato questa discussione

Posts: 23

Activity points: 90

Data di registrazione: giovedì, 10 agosto 2017

  • Invia messaggio privato

11

venerdì, 11 agosto 2017, 20:21

Poi non so se capita pure a voi ma anche quando magari sono tranquilla continuo ad averla...e a volte mi sembra quasi di non vedere e pure i ricordi sono sfocati ad esempio una cosa che ho fatto stamattina lo so che è successo veramente ma è come se l avessi sognata no so come spiegarlo ho i ricordi sfocati..

subhuti

Utente Attivo

Posts: 49

Activity points: 154

Data di registrazione: sabato, 05 agosto 2017

  • Invia messaggio privato

12

venerdì, 11 agosto 2017, 22:31

La questione dei ricordi sfuocati è probabilmente una questione d'ansia dato che l'ansia causa confusione mentale. A me causa oltre alla confusione causa difficoltà nel ragionamento e nella concentrazione e questo per in particolar modo durante le situazioni stressanti tipo gli esami (specie orali che da due anni li considero una tortura). Quindi l'ansia, specie se cronica, unita magati alla "depressione" (ma anche all"'euforia") ti fa perdere la concentrazione. Sui ricordi non mi preoccuperei comunque... visto che più ci pensi, più di sembra di non ricordare niente e poi in fin dei conti questa apparenza diventa realtà (è un po' come quando non trovi le cose in tasca :D ). Durante l'ultimo esame a me è capitato di non ricordarmi più NIENTE (c'è anche da dire che la qualità del mio studio è peggiorata di molto negli ultimi anni).

Sul discorso del "non vedere", di nuovo non capisco cosa intendi. La derealizzazione può far sembrare tutto sfuocato, confuso ecc. Sul discorso della tranquillità... d'altronde la dissociazione in generale deriva dal voler "scappare" dalla realtà che provoca ansia/paura/stress ... è come se "fuggi via dalla realtà" (è un modo per isolarsi). Ma come ti dicevo prima a volte è proprio il nostro "dar importanza al sintomo" che lo peggiora: in sostanza ti viene il sintomo, ti spaventi, ti ritorna, ti spaventi ancora di più, ti ritorna e lo senti ancora peggiore...

Comunque ho letto e sentito parlare di esperienze che se capitassero a me mi manderebbero nel panico più assoluto. Ma in realtà anche queste sono piuttosto normali (non te le dico perchè ho paura di impressionarti...). Anche a me in questi anni mi sono capitate sensazioni stranissime ma anche queste sono normali.

Ti auguro ogni bene e ricordati che NON sei sola!

P.S. Il discorso "motivazionale" l'ho fatto perchè generalmente si tende a vedere gli individui ansiosi come "deboli" o "malati" o addirittura "pazzi". In realtà quando dici "cerco sempre di accontentare tutti" è chiaro che ci tieni al tuo comportamento (cosa giustissima che purtroppo non è da tutti) ma talvolta questa può diventare un'ossessione di "iper-responsabilità" creando pensieri intrusivi e sensi di colpa. Ma sinceramente preferisco uno che è ossessionato da come si comporta rispetto a chi non riflette sulle sue parole e le sue azioni. Anzi ritengo che questa normalissima attenzione che si da al nostro comportamento diventi ossessione a causa del fatto è una cosa che isola (visto che a mio giudizio in pochi ci tengono). Poi sinceramente vedi i "normali", quelli che non hanno "problemi" andare ai 200 in autostrada, far casino ecc. Va bene l'aiuto psicologico (o anche farmacologico) - ci mancherebbe - ma dire che gli ansiosi sono "malati" mi pare un'assurdità dovuta al fatto che si idealizza un determinato individuo ideale...

Piccolagrandeansiosa

Utente Avanzato

Posts: 754

Activity points: 2.577

Data di registrazione: venerdì, 30 settembre 2016

Località: Marshmellow

Lavoro: Studentessa

  • Invia messaggio privato

13

sabato, 12 agosto 2017, 01:36

Si, è normale.
"Ah, ecco l'ansia, mi stavo preoccupando". :girl:

Augia

Utente Attivo

  • "Augia" ha iniziato questa discussione

Posts: 23

Activity points: 90

Data di registrazione: giovedì, 10 agosto 2017

  • Invia messaggio privato

14

sabato, 12 agosto 2017, 09:55

Grazie mi sono sentita meno sola e meno anormale, io comunque da giugno sto andando dalla psicologa però ancora non ho avuto molti riscontri, si lei mi tranquillizza e rassicura..ma ancora non ho capito il motivo di questa mia "fuga" anche per questo ho deciso a settembre di andare anche a sentire il parere di uno psichiatra..vedremo

Augia

Utente Attivo

  • "Augia" ha iniziato questa discussione

Posts: 23

Activity points: 90

Data di registrazione: giovedì, 10 agosto 2017

  • Invia messaggio privato

15

sabato, 12 agosto 2017, 09:56

Non avrei mai creduto che l'ansia potesse fare tutto questo davvero