Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

dama891

Utente Fedele

  • "dama891" started this thread

Posts: 373

Activitypoints: 1,210

Date of registration: Jan 5th 2008

  • Send private message

91

Friday, May 16th 2008, 10:36pm

cioè la cosa che mi spaventa in assoluto di più è il fatto di pensare di non avere un problema e quindi di non curarmi, cioè vedo la realtà diversa e penso a nn curarmi, questo mi spaventa un sacco veramente, insieme all'irrealtà ovvio

marco8282

Utente Attivo

  • "marco8282" has been banned

Posts: 15

Activitypoints: 52

Date of registration: Apr 28th 2008

  • Send private message

92

Friday, May 16th 2008, 10:39pm

Scusami ma non stai prendendo dei farmaci?

dama891

Utente Fedele

  • "dama891" started this thread

Posts: 373

Activitypoints: 1,210

Date of registration: Jan 5th 2008

  • Send private message

93

Saturday, May 17th 2008, 2:37pm

sisi eppure continuo a pensare di smetterli perchè nn ho un problema che sono normale chè è davvero tutto cosi, eppure li prendo lo stesso, non parlo + dei miei problemi a nex, tranne alla psico, perchè mi sento stanco triste nn ho voglia di parlare anche perchè ho tutti sti pensieri che mi affollano la testa e poi gli chiedo sempre alla psico se è grave e lei mi dice di nooooo, a me pare tutt'altro.

teodora

Utente Attivo

Posts: 17

Activitypoints: 58

Date of registration: May 16th 2008

  • Send private message

94

Saturday, May 17th 2008, 2:47pm

Io concordo con gli utenti importanti.Non so se hai letto la mia storia in un post precedente.A me avevano detto ke soffrivo di skizzofrenia.X questa diagnosi sbagliata,stetti talmente tanto male,ke mi ero convinta davvero di esserlo.Invece i miei erano solo incubi,ke purtroppo erano + forti di quelli normali.causati anke dall'ansia.xkè il mio reale problema è questo.
MOLTE VOLTE O SPESSO TUTTI CI SENTIAMO FUORI ED ESTRANEI AL MONDO,COME SE LA REALTA' KE VIVESSIMO O LE XSONE KE CI SONO ACCANTO NON CI APPARTENNESSERO,XKE' CI SENTIAMO IN QUALKE MODO DIVERSI,CON DEI NOSTRI PROPRI VALORI,CON DELLE NOSTRE IDEE, DISTACCANDOCI XKè LA SOCIETA' E IL MONDO LOVORREMMO VEDERE E VIVERE DIVERSAMENTE.
Già il fatto ke tu prenda coscienza di avere un problema,ke secondo me, è SOLO UNA PAURA...Non accentuarla,facendola diventare tragica.Molte volte bisogna prendere le cose come un gioco.Cerca di trovare le tue fonti di piacere,facendo sport,ascoltando musica,scrivere,stare con gli amici,Pensando x un attimo solo a te stessa,e a divertirti.

dama891

Utente Fedele

  • "dama891" started this thread

Posts: 373

Activitypoints: 1,210

Date of registration: Jan 5th 2008

  • Send private message

95

Saturday, May 17th 2008, 2:50pm

cioè teodora io mi rendo conto di non essere normale ma allora perchè penso di esserlo di nn essere almmalato che tutto è veramente cosi??
io ho letto tanto sulla schizofrenia, ma tanto veramente può essere autosuggestione?
poi vorrei chiederti una cosa se nn sono troppo indiscrito, cosa ha portato i medici a fare una diagnosi cosi pesante come la schizofrenia, ti va di dirmi un pò la tua storia???

teodora

Utente Attivo

Posts: 17

Activitypoints: 58

Date of registration: May 16th 2008

  • Send private message

96

Saturday, May 17th 2008, 3:11pm

Tu non devi pensare di essere malata o di avere quale disturbo ke non si può curare.Io sin da piccola a causa di una situazione familiare davvero difficile e inaccettabile,ho assorbito come una spugna tutti gli avvenimenti ke mi accadevano in una maniera tale, ke tutto ciò si è ripercosso a livello inconscio,sia suisogni,ke sulle allucnazioni, sul sonnambolismo e sulla grida ke emettevo di notte mentre dormivo senza rendermene conto.Poi parlando con una psicologa mi disse ke io soffrivo diskizzofrenia.Mi buttò in un'angoscia totale ke nemmeno immagini,piangevo,non vivevo +.Poi una volta diplomata decisidi iscrivermi all'università studiandopedagogia dall'infanzia,xkè a lecce non esiste la facoltà di psicologia.Ma in pedagogia ci sono circa una quindicina di esami di psicologia.
Partendo da quella generale alla psicoanalisidi Freud,hopotuto capire tantocose,venire a capo x una buona xcentuale del mio problema e cercare di risolverlo.sempre da sola.Poiparlando con la mia docente dipsicologia dello sviluppo,mi disse ke era ovvio ke io vivessi queste cose,ma ke erano incubi all'ennesima potenza e con il corso del tempo tutto sarebbe scomparso.Di non prendere ansiolitici e di vivere la vita in maniera meno seria e di essere ironica anke su me stessa e sulle cose ke mi accadno.
Ricorda una cosa,come diceva Freud,tutto prviene dall'infanzia,scava nel tuo passato,cerca di capire cosa ti ha segnato particolarmente.Fai un percorso di introspezione, e cerca di essere serena e capire davvero come ne puoi uscire,senza farti suggestionare da quello ke ti dicono gli altri.Xkè gli altri non ti conoscono bene,come tu conosci te stessa.La vita è solo una,ricordalo,non la sprekiamo,alla ricerca di cose ke ci fanno xdere tempo.Cerca diessere felice.Io lo sto facendo.Metto la mia esperienza a disposizione degli altri,x far capire ke si puòuscire da un tunnel in cui non sivede la luce.IO MI VOGLIO BENE,MI ACCETTO X QUELLO KE SONO E SO DI ESSERE E DI ESISTERE,FALLO ANKE TU.

dama891

Utente Fedele

  • "dama891" started this thread

Posts: 373

Activitypoints: 1,210

Date of registration: Jan 5th 2008

  • Send private message

97

Saturday, May 17th 2008, 6:02pm

grazie teodora quindi tu sei uscita da una situazione difficole senza assumere farmaci?? cavolo vorrei anch'io non prenderli più soltanto che temo solo di peggiorare la situazione

98

Saturday, May 17th 2008, 6:14pm

ciao dama come stai??è tanto tempo che non ci sentiamo,ma lo sai che poco fa ho fatto il tuo nome in un altro post.........per ringraziarti !!!!

dama891

Utente Fedele

  • "dama891" started this thread

Posts: 373

Activitypoints: 1,210

Date of registration: Jan 5th 2008

  • Send private message

99

Saturday, May 17th 2008, 6:28pm

ciao vivere ho sempre i soliti pensieri... non parlo più dei miei problemi mi tengo un pò tutto dentro e i pensieri sono molto forti in più cosi sono macigni... uff non ho letto....

100

Saturday, May 17th 2008, 6:45pm

ciao di nuovo sai ti ho citato per una cosa che tempo fa hai fatto per me,il post è di hachi e si trova sempre in questa sezione delle ansie....

si stefano posso immaginare come ti senti perchè ne abbiamo parlato tanto.........ma non credere che il fatto che tu non ne parli più sia negativo perchè in questa maniera le persone intorno ti trattano tranquillamente e questo non può farti altro che bene!!

un abbraccio...........uè io ci sono sempre ,ti seguo a distanza ma ci sono!!!

  • "pollicino" is male

Posts: 5,437

Activitypoints: 17,312

Date of registration: Dec 30th 2007

Location: Sixth Saint John

  • Send private message

101

Sunday, May 18th 2008, 1:57pm

Quoted from "dama891"

ciao vivere ho sempre i soliti pensieri... non parlo più dei miei problemi mi tengo un pò tutto dentro e i pensieri sono molto forti in più cosi sono macigni... uff non ho letto....

Ciao Stefano

Queste parole mi ricordano qualcosa.
Il tenere dentro perchè chi è fuori non ha voglia di sentirsi ripetere le stesse cose, cose che parlano di problemi.
La gente (familiari anche) spesso non hanno pazienza e forza per immedesimarsi nei problemi altrui.

Beh questi tuoi pensieri devi esternarli e se non sono i familiari che hanno voglia di ascoltarti, vieni pure qui.
Non siamo una categoria diversa di persone, ma quando prendi coscienza di alcuni problemi, è più facile capire chi soffre di problemi con la psiche.

Vorrei riprendere comunque quello che tu dici inerentemente al fatto che tutto ti sembra così normale che non devi curarti.

Anche io quando faccio il TA (Training Autogeno) ad es. spesso non vedo un miglioramento a breve termine e smetto di farlo come se non possa uscire da questa situazione e preferisco buttarmi sui farmaci. Mi sono accorto invece che facendolo spesso prima o poi sento i picchi dell'ansia scemare pian piano.

Tu hai questo stesso pensiero sui farmaci e in parte non vedendone i risultati e in parte essendoti abituato alla realtà attuale (sfocata) tendi a non volerti curare (o lo pensi o hai incominciato a farlo....non saprei).
Noto però che sei AUTOCOSCIENTE che qualcosa non va, altrimenti non scriveresti.
I farmaci ti serviranno cmq ad attenuare il dusturbo, e la cosa che più è importante è che se ti sembra tutto normale ma vedo che la tua inquetudine prosegue allora non avere dubbi: continua con la psicologa il percorso affrontato finora.

Un consiglio che ti do io alla luce di un po' di esperienze fatte, non andare contro quello che ti dice lei (nemmeno mentalmente), anche se le sue parole possano non sembrarti coerenti con i tuoi sintomi, quello che fa lei e che devi fare tu è di mettere i pensieri negativi in un angolino.
Focalizzati su tutto il resto, se la psicologa dice qualcosa, falla tua, usala come spunto di riflessione su di te. Se te lo dice c'è un motivo.
Trova questo motivo e ne verrai a capo.

Ciao
Simone

dama891

Utente Fedele

  • "dama891" started this thread

Posts: 373

Activitypoints: 1,210

Date of registration: Jan 5th 2008

  • Send private message

102

Sunday, May 18th 2008, 6:12pm

grazie a tutti per le vostre parole ... si simo è difficile parlarne con gli altri a volte nn ho neanche voglia di farlo è come se dicessi si dai va bè... perdo un pò le speranza e anche quando tipo parlo con una persona che tipo ha avuto dei problemi io e come se avessi un blocco mentale come se sentissi lontane le sue parole, come se nn capissi e come se lei mi parlasse e io invece sono li fisicamente ma metalmente chissa dovè... la psicologa mi dice che guarisco e io nn ci riesco a capire come anche perchè vedo le cose il cibo i vestiti e mi sembra tutto irreale come se fosse tutto finto come se tutto fosse una creazione della mia testa e non riesco ad andare oltre sono fermo a questo pensiero

  • "pollicino" is male

Posts: 5,437

Activitypoints: 17,312

Date of registration: Dec 30th 2007

Location: Sixth Saint John

  • Send private message

103

Monday, May 19th 2008, 10:33am

Io credo sia parte della derealizzazione il fatto che mentalmente ti senta distante.
Una volta avviato questo processo di distacco le sfaccettature sono multiple.
Riguardano la tua mente, i tuoi sensi, i tuoi pensieri.
Tutto è ovattato, tutto è distante. La tua mente ha creato questa difesa.

Se ci butti la testa contro non ne vieni cmq a capo. Non è sforzandoti mentalmente di rivedere tutto in maniera reale che ritornerà la percezione che avevi prima.

Devi aggirare l'ostacolo con stratagemmi e astuzie, che generalemente gli psicologi conoscono.
Sanno loro indirizzarti a creare pensieri "anticorpi", atti a far abituare il tuo inconscio ad accettare la realtà e non ad allontanarla.

Se ti è lontana c'è un motivo. Prova a trovarlo con LEI.
Parla con lei di questo, di tutto ciò che può essere stata causa della tua derealizzazione.
I sintomi ormai li conosce. Devi fare un lavoro andando a scavare a ritroso nel tuo passato.
Ti ha parlato di questo la psicologa?

Ciao
Simone

teodora

Utente Attivo

Posts: 17

Activitypoints: 58

Date of registration: May 16th 2008

  • Send private message

104

Monday, May 19th 2008, 2:44pm

Io non ho voluto mai prendere ansiolitici e cose altre cose, xkè un giorno le provai x gli attakki di panico e mi sono sentita tutto il giorno come drogata,avevo sempre sonno e non riuscivo a fare niente.E ho detto quà se non me la risolvoda sola la cosa,finisco ke mi kiudono in un manicomio...E da quel giorno ho preso tutte le mie forze e vado avanti da sola....Io propriocon lemedicne non vado x niente daccordo.Anke se mi sono informata,ke xsone come noi,ke soffrono di questi tipo di disturbo x potersi sentire meglio potrebbero farsi le saune liberando le tossine o ancora meglio dei massaggi .Non è cattiva come idea..O lo yoga, o il training autogeno...

  • "pollicino" is male

Posts: 5,437

Activitypoints: 17,312

Date of registration: Dec 30th 2007

Location: Sixth Saint John

  • Send private message

105

Monday, May 19th 2008, 4:04pm

Ciao Teodora, io credo che le altrenative che hai citato sono validissime, ma a volte non si può far a me no di arrestare l'ansia acuta con qualche farmaco.

Poi del fatto che ti sei sentita piena di sonno, può essere dovuto anche al dosaggio. C'è chi ha scoperto che le dosi consigliate a volte non sono adatte. Il fisico di una persona reagisce diversamente da un'altro. Spesso bisogna fare qualche verifica e se succede che il farmaco è troppo forte bisogna diminuire la dose.
Sempre sotto consiglio dello specialista.