Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

aligusta

Nuovo Utente

  • "aligusta" ha iniziato questa discussione

Posts: 3

Activity points: 16

Data di registrazione: domenica, 17 febbraio 2008

  • Invia messaggio privato

1

domenica, 17 febbraio 2008, 16:40

ciao a tutti..dopo varie peripezie era da circa 2 anni che non soffrivo più d'ansia....settembre 2007 si è riaffacciato il problema e cosi mi sono rivolta nuovamente ad una psichiatra però dopo circa 4 mesi di cura qualcosa dentro di me è cambiato (oltre all'aspetto fisico)ed in un momento di sospensione causa cambio cura ho deciso di sospendere definitivamente i farmaci e di rivolgermi ad un omeopata..risultato?
sono 7 gg che ho cominciato la cura.. sto male più delle altre volte ma soprattutto la cosa che mi spaventa di più che non ho più la determinazione di un tempo.. sono sgomenta di non riuscire più a uscirne...qualcuno di voi si fa avanti per farmi capire?

amri

Amica del Forum

Posts: 1.259

Activity points: 4.099

Data di registrazione: lunedì, 02 luglio 2007

  • Invia messaggio privato

2

domenica, 17 febbraio 2008, 16:52

Ciao cara aligusta,

è abbastanza normale che tutti gli psicofarmaci per i primi 15 giorni facciano quasi l'effetto contrario, ma non conosco l'omeopatia.
Ne hai parlato allo psichiatra delle tue intenzioni? Sei seguita dallo psicologo?
Poi è anche naturale lo sconforto che si sta impadronendo di te, dopo due anni ci sta lo scoramento, ma contiunua la battaglia e cerca di parlare a degli specialisti la tua intenzione riguardo i farmaci (come stavi quando prendevi gli antidepressivi?).

Ciao Amri

aligusta

Nuovo Utente

  • "aligusta" ha iniziato questa discussione

Posts: 3

Activity points: 16

Data di registrazione: domenica, 17 febbraio 2008

  • Invia messaggio privato

3

domenica, 17 febbraio 2008, 16:55

ciao....stavo meglio da un lato però mi sentivo stanca, pesante...ma da un punto di vista ansioso e d'umore meglio...

4

domenica, 17 febbraio 2008, 17:45

ciao Aligusta,sai io mi curo da 20 anni con l'omeopatia per una forma reumatica che richiede cure speciali normalmente,ma per evitare di prendere farmaci a vita ho scelto questa strada...considerato che è una malattia cronica,ma per quanto riguarda i disturbi che sono legati alla sfera psichica comunque sono dovuta ricorrere a un psicologo.
mio figlio però ad es.ha curato una forma di psoriasi,che è di origine psicosomatica..,ma il mio consiglio è di avere un dialogo aperto con l'omeopata(che in genere sono medici molto disponibili) e spiegargli quello che ti sta accadendo e sicuramente lui saprà consigliarti se la tua è una crisi di astinenza e se può aiutarti anche una psicoterapia.

aligusta

Nuovo Utente

  • "aligusta" ha iniziato questa discussione

Posts: 3

Activity points: 16

Data di registrazione: domenica, 17 febbraio 2008

  • Invia messaggio privato

5

domenica, 17 febbraio 2008, 18:09

pur avendo sospeso i farmaci da 20 gg circa dici che la mia sia una crisi di astinenza? Vivo il classo stato perenne di allerta per un pericolo che non cè..e la mattina è il momento peggiore...
Per fortuna il cervello mi funziona ancora...m non so ancora per quanto perchè una condizione stressante cmq grazie!!

6

domenica, 17 febbraio 2008, 18:21

cara aligusta telefonalo!!rompigli le scatole sapessi quante volte l'ho fatto io!!!

5-HT

Utente Attivo

Posts: 32

Activity points: 117

Data di registrazione: mercoledì, 09 aprile 2008

  • Invia messaggio privato

7

giovedì, 10 aprile 2008, 01:39

Sarò criticato ma prima di usare l'omeopatia informati bene.. in parole povere viene sfruttato l'effetto placebo e sinceramente non è il massimo specialmente in casi di una certa serietà.
Consulta www.cicap.org/omeopatia

ed

Giovane Amico

Posts: 161

Activity points: 497

Data di registrazione: sabato, 08 marzo 2008

  • Invia messaggio privato

8

giovedì, 10 aprile 2008, 10:03

L'omeopatia non sfrutta solo l'effetto placebo.

Certo, bisogna aver pazienza: la cura omeopatica è lunga, e non sortisce effetto su tutti. Però spesso va bene.

Io ricorsi anni fa a un omotossicologo (non al semplice omeopata) e ancora uso quello che mi prescrisse.
E non ho avuto bisogno dello psichiatra.
Certo lui mi affiancò anche farmaci allopatici; e un fitoterapico.

Insomma dipende dal medico.

Mai comunque lasciare di botto ansiolitici e antidepressivi: l'effetto può essere disastroso.

maperosa

Utente Attivo

Posts: 27

Activity points: 88

Data di registrazione: martedì, 30 ottobre 2007

Località: Costiera Amalfitana(Salerno)

  • Invia messaggio privato

9

giovedì, 10 aprile 2008, 11:12

All'inizio della mia malattia vedevo il buio e una luce mi è stata indicata dall'omeopatia,così ci ho provato. Consulto un centro omeopatico-naturalistico,autorizzato dal Ministero della Salute,che mi aveva indicato un mio amico che soffriva di attacchi di panico e ansia. Nella prima visita il dottore mi ha fatto una foto e mi ha detto che la causa della mia ansia era da ricondurre al mio stato fetale :red: e soprattutto non mi ascolta quando elenco i miei disturbi. Mi prescrive dei rimedi omeopatici :massaggi, erbe e miscugli vari... costi: ogni visita 150 €, massaggi ogni 5 giorni: 400 €, prodotti omeopatici: 800 € (ogni 15 giorni)..il tutto fatturato. Ovviamente i massaggi erano in sede, e mi aveva garantito che per stare meglio dovevano passare 2 anni :evil: :mad: Ho seguito il tutto per 15 giorni ma stavo peggio così mi sono rivolta ad uno psicologo: la mia salvezza... Ho fatto analisi ed ho preso per un periodo psicofarmaci...ora sono finalmente guarita e sono "libera" come prima, mentre il mio amico continua ad andare al centro omeopatico, spende un capitale settimanalmente e non è ancora guarito, non si allontana da casa se non accompagnato da persone fidate e gira sempre con una scorta di rimedi omeopatici,ora oltre all'ansia lui è anche schiavo dell'omeopatia..
Questa è la mia esperienza e questo riporto...
quod me nutrit me destruit

5-HT

Utente Attivo

Posts: 32

Activity points: 117

Data di registrazione: mercoledì, 09 aprile 2008

  • Invia messaggio privato

10

giovedì, 10 aprile 2008, 13:52

infatti per fortuna hai ragionato in modo razionale, per quanto ne so si sta valutando l'ipotesi di togliere per legge l'omeopatia , ma è spiegato tutto in modo dettagliato nel link che ho segnalato, complimenti maperosa per aver fatto la scelta giusta!

11

giovedì, 10 aprile 2008, 14:50

Citato da "5-HT"

infatti per fortuna hai ragionato in modo razionale, per quanto ne so si sta valutando l'ipotesi di togliere per legge l'omeopatia , ma è spiegato tutto in modo dettagliato nel link che ho segnalato, complimenti maperosa per aver fatto la scelta giusta!

su internet c'è tutto quello che "vuoi trovare".

Per cui ci sono siti dove si parla anche bene dell'omeopatia.
Mi spieghi allora come mai funziona sui neonati?Mica si lasciano influenzare.

Funziona anche sugli animali che nn sanno cos'è l'effetto placebo.

Forse le case farmaceutiche temono questo tipo di cura perchè perderebbero i loro guadagni.
Se volevi essere criticato, beh, ci sei riuscito.

5-HT

Utente Attivo

Posts: 32

Activity points: 117

Data di registrazione: mercoledì, 09 aprile 2008

  • Invia messaggio privato

12

giovedì, 10 aprile 2008, 17:49

beh il sito in questione raccoglie informazioni provenienti da più fonti autorevoli , informazioni provate scientificamente da + parti e viene anche spiegata la logica con cui ci si arriva , se mi citi le fonti dove si prova che funziona effettivamente sia che su bambini che su animali ne possiamo parlare...sono disponibile e non ho nulla contro l'omeopatia ma mi piacerebbe sapere come fa a funzionare se non vi è presente il principio attivo, tutto qui.

PS: le stesse case farmaceutiche che producono medicinali convenzionali producono anche medicinali omeopatici , conviene molto di + a loro in quanto non hanno spese di ricerca e pochissimo per produrle...