Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

riccioinletargo

la voce sincera

  • "riccioinletargo" è una donna
  • "riccioinletargo" ha iniziato questa discussione

Posts: 1.268

Activity points: 4.413

Data di registrazione: domenica, 23 novembre 2008

  • Invia messaggio privato

1

sabato, 04 dicembre 2010, 19:51

Cosa fate se...il buio, la notte, il freddo.....

Cosa fate se avete deciso di uscire (riunione con amici) e avete paura? Del buio della notte, delle strade ghiacciate, di tutto, e l'ansia vi prende alla gola e ,invece di cenare, state qui a tirar tardi e rimandare, e vi sembra che fuori casa ci sia il nulla, la morte???
Io mi dico "Piuttosto muoio, ma ci vado". Funziona ma, praticamente, è come se rischiassi la vita tutti i giorni.
Voi come fate? :alien: :alien: :assi: ;( ;(

Hoping

Utente Attivo

  • "Hoping" è un uomo

Posts: 22

Activity points: 66

Data di registrazione: sabato, 07 agosto 2010

Località: Milano

Lavoro: Giornalista

  • Invia messaggio privato

2

sabato, 04 dicembre 2010, 20:16

Cosa fate se avete deciso di uscire (riunione con amici) e avete paura? Del buio della notte, delle strade ghiacciate, di tutto, e l'ansia vi prende alla gola e ,invece di cenare, state qui a tirar tardi e rimandare, e vi sembra che fuori casa ci sia il nulla, la morte???
Ciao e piacere di conoscerti :)

io ho vissuto questa sensazione nel lontano 1999, quando i problemi ansiosi si sono presentati di prepotenza. Ti posso dire che sforzarsi un po' aiuta, nel senso che se ce la fai poi la puoi considerare una piccola vittoria ed essere più forte la prossima volta, ma la cosa fondamentale è capire perchè tu stia così. E lì si apre un mondo...

  • "lea" è stato interdetto da questo forum

Posts: 4.710

Activity points: 14.389

Data di registrazione: domenica, 08 giugno 2008

  • Invia messaggio privato

3

sabato, 04 dicembre 2010, 23:46

Non ho mai provato sensazioni così estreme.
Però...quando qualcosa mi dice "meglio no"....io faccio no, se posso.

E mi sembra che, nel tempo, porti a qualche "sì" più convinto e che si affronta con piacere.

Poi non so , ovviamente posso sbagliare, ma sono piuttosto portata a credere che...quando tutto sembra di ostacolo è ...solo perchè la "meta" non è abbastanza sinceramente sentita appetibile.....altrimenti........si supera tutto.
E dunque : perchè forzarsi?

(lo farei solo se capissi che la meta è realmente desiderabile, per me, e sono mille pretesti ad incaternarmi. Altrimenti no, non lo farei di forzarmi : penserei solo che ...io vero...ha scelto per me, nel modo più realistico. ;)
La cultura è quel che resta........quando hai dimenticato TUTTO! (non è mia, ma non mi ricordo chi l'abbia detta. Cambia qualcosa? :roftl: )

riccioinletargo

la voce sincera

  • "riccioinletargo" è una donna
  • "riccioinletargo" ha iniziato questa discussione

Posts: 1.268

Activity points: 4.413

Data di registrazione: domenica, 23 novembre 2008

  • Invia messaggio privato

4

domenica, 05 dicembre 2010, 01:01

Ciao,Hoping, se non mi sforzassi ogni volta, non uscirei più di casa.
Sono uscita. Varcare la porta è stato, come sempre, un tuffo nel vuoto.Ogni volta per me è come se scoprissi che là fuori c'è il mondo.Superato l'ostacolo, è stato bellissimo.Tra gli amici che non vedevo da tempo (ci troviamo 1 volta al mese ) mi sono sentita del tutto a mio agio e ho pensato "Meno male che sono venuta!".
Lea, qualsiasi cosa io debba fare fuori casa, che mi interessi tanto o poco, devo superare la sensazione estrema che ho descritto. Un disagio terribile, mi pare che fuori di casa ci siano dei lupi mannari, metaforicamente parlando.
Ma poi, superando la prova, trovo la vita e un senso di meraviglia e di esaltazione che altrimenti non avrei.
Tutto questo non è normale :alien: :assi:
Prima di uscire: ;( ;(
Dopo l'uscita: :rolleyes: :love:

tremors

Giovane Amico

  • "tremors" è un uomo

Posts: 159

Activity points: 526

Data di registrazione: lunedì, 15 novembre 2010

Lavoro: studente

  • Invia messaggio privato

5

domenica, 05 dicembre 2010, 22:42

l'importante è che anche se sei a disagio esci quando ne hai voglia!!con l'impegno e la riflessione vedrai che riuscirai a superare anche il disagio...

Ing

utente take it easy

  • "Ing" è un uomo

Posts: 1.154

Activity points: 3.553

Data di registrazione: lunedì, 06 dicembre 2010

  • Invia messaggio privato

6

martedì, 07 dicembre 2010, 19:11

Lea, qualsiasi cosa io debba fare fuori casa, che mi interessi tanto o poco, devo superare la sensazione estrema che ho descritto. Un disagio terribile, mi pare che fuori di casa ci siano dei lupi mannari, metaforicamente parlando.
Ma poi, superando la prova, trovo la vita e un senso di meraviglia e di esaltazione che altrimenti non avrei.
Tutto questo non è normale

E' normalissimo: l'ansia cerca di farti restare a casa ma alla fine noti che non c'è motivo di aver paura, niente lupi mannari :)
La cosa importante è trarne l'insegnamento: perchè caricarsi di paura quando poi mi trovo bene e mi diverto anche?!
Pensa positivo ;)
Tutto sembra impossibile fino a quando non arriva un folle e dimostra che si può fare ;)

Sono tutti bravi quando si sta bene...ma, quando si sta male, solo i migliori superano il momento!!!

Threads simili