Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

michi

Giovane Amico

  • "michi" ha iniziato questa discussione

Posts: 181

Activity points: 592

Data di registrazione: lunedì, 12 maggio 2008

Località: Puglia!!!!!

  • Invia messaggio privato

1

lunedì, 12 maggio 2008, 16:40

Ciao a tutti, io sono nuova e mi sono iscritta a questo forum perchè credo di essere in preda all'ansia e ai conseguenti attacchi di panico. Io sto benissimo per tutto il giorno, ma verso sera, quando devo tornare a casa dal lavoro comincio ad evvertire dei capogiri fastidiossisimi che mi sorprendono ovviamente per strada e nei supermercati o luoghi affollati. la paura di perdere il controllo o di svenire così. come una pera cotta in mezzo alla gente fa scattare l'attacco di panico!! Dopo questa odissea, quando finalmente varco la soglia di casa ....tutto finito!! A qualcuno di voi è mai successa una cosa del genere? Il medico mi ha prescritto degli ansiolitici che io non voglio prendere. Credo che il disturbo sia passeggero perchè sono reduce da 2 traslochi: casa, ufficio e città e sono andata a convivere con il mio ragazzo!! Direi che nel giro di pochi giorni la mia vita è stata stravolta.....passerà ma nel frattenpo cosa fare? Grazie
Michela

hachi_82

Colonna del Forum

  • "hachi_82" è una donna

Posts: 2.412

Activity points: 7.362

Data di registrazione: domenica, 27 aprile 2008

  • Invia messaggio privato

2

lunedì, 12 maggio 2008, 20:52

Mi sembra che tu abbia già capito a cosa siano dovuti i tuoi capogiri: hai appena passato un periodo fortemente stressante, e adesso sei nella situazione di dover riorganizzare tutta la tua vita sotto molteplici aspetti: il lavoro, la casa, la nuova convivenza con il tuo ragazzo, il fatto di doversi riambientare e trovare nuovi amici, nuovi punti di riferimento, e chi più ne ha più ne metta!!! Ti capisco perchè io ho cambiato città spesso, e adesso sto per farlo di nuovo, ma poichè non sono più una bambina sto vivendo il cambiamento (che a dir la verità sto aspettando da tempo) con tutte le ansie e le preoccupazioni di una persona adulta... e questo (e altre cause) hanno influito molto sul mio umore e la mia capacità di "reggere" la tensione.

I luoghi affollati, come i supermercati ad esempio, dove tutti corrono senza guardare in faccia a nessuno, ognuno per i fatti propri... non fanno altro che aumentare il tuo senso di smarrimento, solitudine e insicurezza. Credo che le tue reazioni siano normalissime.
E' bello però il fatto che quando arrivi a casa passi tutto: significa che in fondo, nonostante il cambiamento, la tua casa e insieme il tuo ragazzo, rappresentano un punto fermo, una sicurezza, un rifugio in cui star bene.

Non posso consigliarti nulla sugli ansiolitici, non ne ho mai presi. Però se puoi farne a meno è meglio, secondo me. Leggendo qui nei vari post del forum mi pare quasi che i medici a volte prescrivino gli ansiolitici con troppa leggerezza (non sto parlando dei casi di attacchi di panico più gravi, ovviamente).

Perchè non provi ad andare per gradi? Cioè, invece di andare nei supermercati (che io non amo molto...) perchè non fai la spesa in qualche negozietto più piccolo, così conosci anche le persone del posto? Ora non so se abiti in un centro piccolo o grande... ma cerca di prendere confidenza con i dintorni di casa tua o del posto in cui lavori, così ti crei una tua "isoletta urbana" in cui sentirti al sicuro. Invece di scappare via, osserva le vetrine, guardati bene intorno... a poco a poco ti diventerà tutto più familiare!
Spero di averti dato qualche idea... comunque cerca di star serena, come hai detto anche tu, è una cosa che passerà presto, ne sono sicura! E' tutta questione di adattamento. Quando io arrivavo in una città nuova, all'inizio mi capitava di confondermi con i nomi delle vie oppure a volte mi sembrava di stare nella città dove vivevo prima, nel tentativo di trovare qualcosa di familiare che mi ricordasse la città precedente... i suoni, gli odori... qualsiasi cosa mi riportava al passato! Ognuno vive i cambiamenti a modo suo, insomma.
Non pensarci troppo e goditi quest'esperienza!!!

In bocca al lupo per la tua nuova vita!!!!
...se ci credi ti basta perché
...poi la strada la trovi da te (E.B.)

michi

Giovane Amico

  • "michi" ha iniziato questa discussione

Posts: 181

Activity points: 592

Data di registrazione: lunedì, 12 maggio 2008

Località: Puglia!!!!!

  • Invia messaggio privato

3

martedì, 13 maggio 2008, 09:35

Grazie mille per il conforto! Tra l'altro credo che io e te oltre a condividere l'esperienza del cambiamento condividiamo la passione per HELLO KITTY!! In effetti ho vissuto un mese quasi sospesa nel vortice degli eventi!! C'era sempre da fare a casa scatoloni, in ufficio scatoloni e io mettevo in ordine come una macchina perchè non vedevo l'ora si AGGIUSTASSE tutto e nel frattempo mi dicevo: "Cavoli come sono forte, sto andando come un treno!". Il crollo è avvenuto dopo, quando credevo di essermi finalmente sistemata!! Com'è strano il nostro cervello! La mia grande fortuna è quella di trovarmi molto bene nella nuova casa e nel nuovo paese ! Sai ho deciso che quest'estate rinuncio alla vacanza all'estero perchè credo che anche possa stravolgere il mio equilibrio e me ne vado al mare dai miei, così mi faccio coccolare e riprendo un pò i contatti con le RADICI che non fa ma male. Ti ringrazio ancora per la tua confortante risposta e mi raccomando se avessi bisogno scrivimi pure. Ciao Michela
Michela

Amelie884

Utente Attivo

Posts: 15

Activity points: 59

Data di registrazione: lunedì, 12 maggio 2008

  • Invia messaggio privato

4

martedì, 13 maggio 2008, 09:57

Beh....che dirti Michela, sei una persona forte e da quello che dici mi sembri anche molto equilibrata. Ovviamente non siamo macchine, nessuno di noi è perfetto....quindi tu adesso stai in un periodo di forte stress dato il trasferimento sotto tutti i fronti (addirittura hai cambiato anche città! e vivi con il tuo ragazzo...magari per la prima volta! a me altro che attacchi di panico...omicidio premeditato ehehe).
Cerca di rilassarti il più possibile nei momenti liberi, magari torna in quei stessi luoghi affollati in momenti di calma (se è una piazza vacci di domenica, se è una metropolitana idem, se è un supermercato l'ora di pranzo che non ci sta nessuno) così da renderti conto che quelli sono solo "momenti".
Vedrai, tra massimo un mesetto o due andrà molto meglio, e se così non dovesse essere torna qui da noi e ne parleremo :-)

Un abbraccio!

michi

Giovane Amico

  • "michi" ha iniziato questa discussione

Posts: 181

Activity points: 592

Data di registrazione: lunedì, 12 maggio 2008

Località: Puglia!!!!!

  • Invia messaggio privato

5

martedì, 13 maggio 2008, 11:37

Ringrazio anche te Amelie.
Essere capiti è davvero confortante. Uno dei problemi più gravi comportanti dall'ansia o dagli attachi di paico è che è molto difficile spiegare la propria condizione alle persone che ti stanno vicine e che magari, per loro fortuna, non hanno mai provato nulla del genere! Il mio ragazzo spesso mi dice: "dai devi riprenderti è una questione psicologica!" Questo è vero in parte perchè alla fine gli attacchi ti sorprendono quando meno te lo aspetti, spesso invece ci pensi e te li induci da solo....cmq sono stata fortunata ad essermi imbattuta su questo sito...ho trovato della gente affettuosa e comprensiva !
Ciao
Michela

cometina

Utente Attivo

Posts: 39

Activity points: 159

Data di registrazione: giovedì, 08 maggio 2008

  • Invia messaggio privato

6

martedì, 13 maggio 2008, 12:57

Ciao Michela, mi capitano le stesse cose! Solo che spesso mi capita che anche se torno a casa non ho miglioramenti, forse perché l'origine delle mie ansie é....proprio lì!!!! Le sensazioni peggiori le ho in mezzo alla gente, al supermercato, o negozi vari, oppure in ufficio se il numero dei presenti é superiore a tre/quattro....oppure la scorsa settimana ho accompagnato mio figlio in palestra, quando é uscito mi sono trovata in mezzo a mamme e ragazzini vocianti e......voilà, ecco il capogiro....Per fortuna é passato subito perché la palestra é a 8 km da casa e guidavo io. Domani sera inizio ad andare da uno psicologo, avrei già dovuto cominciare sabato scorso ma ha avuto un contrattempo e mi ha rimandato l'appuntamento.
Speriamo passi presto, lo auguro di cuore anche a te, ti capisco si sta malissimo!
Un abbraccio
Laura

michi

Giovane Amico

  • "michi" ha iniziato questa discussione

Posts: 181

Activity points: 592

Data di registrazione: lunedì, 12 maggio 2008

Località: Puglia!!!!!

  • Invia messaggio privato

7

martedì, 13 maggio 2008, 13:03

Ciao laura,
io non accettato di prendere gli ansiolitici perchè ho trent'anni e non ho ancora figli e credo fermamente di non aver ancora affrontato le vere dure prove a cui ci sottopone la vita! La prima cosa che ho pensato quando il medico mi ha dato il farmaco è stata: Ma quando avrò bambini come farò??
Ecco la tua esperienza mi convince ancora di più a continuare con i metodi omeopatici: assumo 150 gocce al giorno di un mix di erbe e devo dire che mi sento meglio, almeno quando scatta il panico riesco a contenerlo! ma tu da quanto tempo soffri di questo fastidio?
Ti abbraccio anch'io e grazie
Michela

cometina

Utente Attivo

Posts: 39

Activity points: 159

Data di registrazione: giovedì, 08 maggio 2008

  • Invia messaggio privato

8

martedì, 13 maggio 2008, 14:21

Ciao Michi.
Io soffro da diversi mesi ma mi é stato riconosciuto soltanto ora, dopo vari esami clinici per escludere altro (io ero convinta di avere un tumore al cervello...). Poi,circa un mese e mezzo fa, ero in ufficio e mi é preso un capogiro poi la sensazione di svenire che non passava, mi sono fatta venire a prendere da mio papà perché non mi sentivo di guidare fino a casa. Sono rimasta chiusa in casa per diversi giorni, stesa sul divano col pensiero fisso che da un momento all'altro potesse venirmi un attacco. I miei genitori si sono spaventati e così ogni giorno mio papà veniva a prendermi e mi portava a casa loro, poi andava a prendere mio figlio a scuola e ci riportava a casa all'ora in cui tornava mio marito. Pian pianino ho cominciato a stare un pochino meglio, dopo circa tre settimane ho ricominciato a guidare per brevi tragitti. Ho ripreso a lavorare anche perché in ufficio mi reclamavano, anche se ho avvertito che avrei provato ma non promettevo di rimanere...per ora va abbastanza bene. Ho sempre in borsa le gocce di Lexotan, anche se ne prendo già 10 al mattino e 10 la sera, oltre a 5 gocce di cipralex sempre al mattino. Spero tanto che lo psicologo mi possa aiutare perché, comunque, le paure sono sempre tante, quella di svenire ce l'ho quasi sempre, per tutta la giornata....!!! Vado avanti a caramelle alla menta forte e bevo tanta acqua fresca, in auto accendo già il condizionatore, ho sempre caldo e la sensazione che mi manchi l'aria...!!!
Ora chiudo anche perché sono al lavoro...!!!!
Ciao, in bocca al lupo!!!

Laura

michi

Giovane Amico

  • "michi" ha iniziato questa discussione

Posts: 181

Activity points: 592

Data di registrazione: lunedì, 12 maggio 2008

Località: Puglia!!!!!

  • Invia messaggio privato

9

martedì, 13 maggio 2008, 14:44

caspita!!! Bè a questo punto credo che lo psicologo ti darà un sostegno e spero ti aiuti soprattutto a capire la causa dell'ansia!Io in un primo momento ho pensato si trattasse di sideremia bassa, di cui soffro, quando poi ho constatato che il disturbo persiteva(sarà circa un mese) allora mi sono decisa ad andare dal medico il quale mi ha istantaneamente prescritto il LEXOTAN, pensa l'ho anche comprato ma sono testarda e mi sono convinta che se si tratta di ansia (perchè attendo ancora i risultati dell'esame del sangue) devo vincerla da sola!!
Per il momento non guido, perchè non ho la macchina ma a breve mia suocera mi lascerà la sua....e chissà!!
Sappi comunque che ti sono vicina perchè ti capisco alla perfezione: è un disturbo invalidante al massimo, ti senti a metà, io non vado più a fare la spesa da sola così come le passeggiate sono diventate un incubo, mi aggrappo alla mano del mio ragazzo come se dovessi cadere da un momento all'altro e non vedo altra meta se non una SEDIA!!
Sai a cosa penso per sentirmi meglio? al fatto che fino adesso in realtà NON SONO MAI SVENUTA Nè CADUTA!! e questo mi aiuta un pò a superare la crisi!
fammi sapere com'è andata dallo psicologo.
A presto un abbraccio
Michela

hachi_82

Colonna del Forum

  • "hachi_82" è una donna

Posts: 2.412

Activity points: 7.362

Data di registrazione: domenica, 27 aprile 2008

  • Invia messaggio privato

10

martedì, 13 maggio 2008, 15:28

Beh, complimenti michi, mi piace il tuo atteggiamento! Sei molto positiva! Mantieniti così, e finchè resisti, lascia stare i medicinali!
Però posso darti un consiglio? Non evitare del tutto gli ambienti che ti fanno star male, perchè a lungo andare (te lo dico per esperienza) rischi di non riuscire più ad affrontare quelle situazioni.
Non dico che devi forzarti in maniera brutale, assolutamente, però cerca di avvicinarti in maniera graduale.... magari fai una passeggiata di soli 5 minuti, e via via che ti abitui aumenti il tempo, lo stesso per il supermercato.... ti serve per superare la paura ed esercitarti a dominare le tue reazioni. Poi cerca di fare poche cose alla volta... prenditela con calma. E' un periodo delicato di adattamento, non lo sottovalutare.
Un baciotto :)

P.S. Non è adorabile Hello Kitty con il kimono rosa??? :cuori::happy::happy::happy:


michi ho controllato ma non è ancora arrivato niente. Aspetto qualche minuto, ok?

Va bene michi, il tuo messaggio di prova è arrivato!!!! Scrivimi pure, però senti, lo leggo stasera o al massimo domani perchè ora devo andare a studiare,ok?
Ciao!!! Buona giornata!!! :):):)
...se ci credi ti basta perché
...poi la strada la trovi da te (E.B.)

michi

Giovane Amico

  • "michi" ha iniziato questa discussione

Posts: 181

Activity points: 592

Data di registrazione: lunedì, 12 maggio 2008

Località: Puglia!!!!!

  • Invia messaggio privato

11

martedì, 13 maggio 2008, 15:31

Ciao Achi , ti ho scritto un messaggio privato...mi dici se ti è arrivato? grazie Vorrei condividere con te una mia esperienza
Michela

michi

Giovane Amico

  • "michi" ha iniziato questa discussione

Posts: 181

Activity points: 592

Data di registrazione: lunedì, 12 maggio 2008

Località: Puglia!!!!!

  • Invia messaggio privato

12

martedì, 13 maggio 2008, 15:40

Mi sa che ho sbagliato!! Cavoli!!!!Una letterona lunghissima è andata persa!! vabbè poco male, te la riscrivo!
Michela

ed

Giovane Amico

Posts: 161

Activity points: 497

Data di registrazione: sabato, 08 marzo 2008

  • Invia messaggio privato

13

mercoledì, 14 maggio 2008, 11:14

Che l'attacco di panico sia una questione psicologica è ancora tutto da dimostrare.

Non prendere l'ansiolitico quando si è attaccati dall'ansia è un errore grave.

michi

Giovane Amico

  • "michi" ha iniziato questa discussione

Posts: 181

Activity points: 592

Data di registrazione: lunedì, 12 maggio 2008

Località: Puglia!!!!!

  • Invia messaggio privato

14

mercoledì, 14 maggio 2008, 11:46

Ciao ed,
io credo che nella vita bisogna riuscire ad affrontare tutto con le proprie forze, almeno UN TRASLOCO credo sia superabile!!

Nel MIO CASO in cui ho individuato la causa del problema da sola, non credo che l'ansiolitico sia necessario! Tant'è vero che con l'omeopatia sto già molto meglio!
La mia perplessità e paura erano i CAPOGIRI , perchè proprio non sapevo che l'ansia portasse anche questo tipo di disturbo. grazie a questo forum ho scoperto che invece è uno dei tanti sintomi.
A me capita spesso che l'attacco di panico sia indotto da me stessa! Però ripeto, ognuno ha il suo problema e chiaramente deve gestirlo e affrontarlo per quello che è.
L'ansiolitico è lì. l'ho acquistato e spero di non dover mai ricorrere ad esso ma se i capogiri dovessero continuare ad invalidare la mia vita senza passare definitivamente allora stai pur certo che non esiterò a prenderli.
Grazie
Michela

hachi_82

Colonna del Forum

  • "hachi_82" è una donna

Posts: 2.412

Activity points: 7.362

Data di registrazione: domenica, 27 aprile 2008

  • Invia messaggio privato

15

venerdì, 16 maggio 2008, 15:04

michi ti scrivo qua per dirti che ho risposto al tuo messaggio privato! Scusa se ho risposto in ritardo di giorni ma non avevo controllato.....
Ciao un baciotto
...se ci credi ti basta perché
...poi la strada la trovi da te (E.B.)