Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

cocorita

Utente Fedele

  • "cocorita" ha iniziato questa discussione

Posts: 476

Activity points: 1.729

Data di registrazione: sabato, 03 novembre 2007

  • Invia messaggio privato

1

domenica, 11 novembre 2007, 11:30

Vi svegliate mai con un pugno allo stomaco? O con la sensazione che qualcosa di terribile e` successo o sta per succedere? Come prevernirlo? Succede che mi trascino questo peso per tutta la giornata senza sapere il perche`...visto che il giorno prima stavo benissimo. Quando sono cosi` mi sento vuota e abbandonata a me stessa e non ho la forza di fare niente. Non apprezzo il cibo. Non voglio parlare con nessuno ma allo stesso tempo non voglio passare la giornata chiusa in camera mia. La tv non mi distrae affatto. La musica mi aliena ancora di piu`. Mi sento messa in gabbia. E tutto sembra molto grigio.

Aprikose

Forumista Incallito

  • "Aprikose" è una donna

Posts: 4.776

Activity points: 14.783

Data di registrazione: martedì, 05 giugno 2007

Località: il pianeta delle Fate

  • Invia messaggio privato

2

domenica, 11 novembre 2007, 12:03

Le sensazioni di "qualcosa che sta per succedere" sono...sensazioni, appunto. Niente di più di suggestioni che ci forniamo da soli...per combatterle bisognerebbe secondo me essere innanzitutto coscienti di questo.
Per quanto riguarda l'ansia mattutina, è molto comune tra le persone che sono soggette a disturbi d'ansia...un modo utile per fronteggiarla è provare a pensare se c'è qualcosa di irrisolto, qualcosa che dovremo fare in quella giornata che ci disturba e cose del genere...insomma, cercare di circoscriverla ad un evento che ci preoccupa o ad un pensiero particolare, se esistono.
Viviamo in un mondo in cui l'uomo è l'abito che indossa. Meno c'è l'uomo, più è necessario l'abito.

marranza

Utente Avanzato

  • "marranza" è stato interdetto da questo forum

Posts: 808

Activity points: 2.536

Data di registrazione: martedì, 16 ottobre 2007

Località: Milano

  • Invia messaggio privato

3

domenica, 11 novembre 2007, 22:38

Quel pugno allo stomaco si chiama ansia, ed è la stessa ansia che aumenta e ti rompe per tutta la giornata, togliendoti l'appetito, la voglia di parlare ecc...., ti capita spesso?
un abbraccio
:-)
Mai mollare!

donnanomalia

Utente Attivo

Posts: 43

Activity points: 143

Data di registrazione: giovedì, 18 ottobre 2007

Località: Roma

  • Invia messaggio privato

4

lunedì, 12 novembre 2007, 16:03

Mi succede se mi sveglio tardi.
Quel sole già caldo.
Quel mondo già partito.
Io sono fuori,svasata.
Giro senza voglie.

Se mi sveglio presto
e c'è il buio,è più semplice.

So solo di odiare la televisione del mattino.
Vederla mi fa sentire vecchia e anomala.
In senso negativo.
Noi qui dentro si vive in un lungo letargo,
si vive afferrandosi a qualunque sguardo...
...qui dentro il dolore è un ospite usuale,
ma l'amore che manca è l' amore che fa male.

cocorita

Utente Fedele

  • "cocorita" ha iniziato questa discussione

Posts: 476

Activity points: 1.729

Data di registrazione: sabato, 03 novembre 2007

  • Invia messaggio privato

5

lunedì, 12 novembre 2007, 21:46

Dipende dal periodo...in genere non mi succede spesso ma quando capita si ripete per 2 o 3 giorni. Mi colpisce la sua fisicita`...sento proprio un peso nel petto che mi trascina giu`. Per lo meno questa volta non e` durata tutto il giorno. Ho fatto come ha detto Aprikose e mi son concentrata sui compiti (studio giornalismo all'universita`), poi ho cucinato e alla fine mi son distratta...ma non e` sempre cosi` semplice.
Capisco perfettamente la differenza tra tarda mattina e mattina presto. Piu` presto mi sveglio piu` mi sento iperattiva...e fare qualcosa mi distrae. La tv di mattina e` particolarmente nauseante...non so perche`...forse perche` i presentatori sono troppo felici ed eccitati!

Mario

Utente Avanzato

  • "Mario" è un uomo

Posts: 802

Activity points: 2.476

Data di registrazione: lunedì, 30 luglio 2007

Località: Pisa

Lavoro: IT Manager

  • Invia messaggio privato

6

martedì, 13 novembre 2007, 11:00

Io è da qualche settimana che sento una fitta nel petto... Certo che se deve essere un'infarto se la sta proprio prendendo comoda :) Mi piace sdrammatizzare e se continua (ce l'ho anche adesso) prima o poi andrò dal medico.

In fondo la vita dobbiamo prenderla anche in questo modo altrimenti tutto diventa davvero un incubo :)
A presto,

mario


P.S.
...se non mi leggete più su questo forum ora sapete perché :)
"Non sempre è amore quello che ci spinge ad attaccarci a chi ci rifiuta... quanto un misto di insicurezza, bisogno di protezione e di accettazione"

cocorita

Utente Fedele

  • "cocorita" ha iniziato questa discussione

Posts: 476

Activity points: 1.729

Data di registrazione: sabato, 03 novembre 2007

  • Invia messaggio privato

7

martedì, 13 novembre 2007, 11:33

Hai proprio ragione...certe cose bisogna prenderle a ridere. Comunque buona fortuna!!!:)

marranza

Utente Avanzato

  • "marranza" è stato interdetto da questo forum

Posts: 808

Activity points: 2.536

Data di registrazione: martedì, 16 ottobre 2007

Località: Milano

  • Invia messaggio privato

8

martedì, 13 novembre 2007, 12:35

Ciao ti pongo un'altra domanda se non disturbo, quando ti arriva l'ansia, cioè il pugno allo stomaco come lo vuoi chiamare, arriva appena ti svegli, prima che ti svegli, o quando ti alzi dopo poco, e poi un'altra cosa come ti senti verso le 7-8 di sera, fammi sapere mi interessa.
:-)
Mai mollare!

Aprikose

Forumista Incallito

  • "Aprikose" è una donna

Posts: 4.776

Activity points: 14.783

Data di registrazione: martedì, 05 giugno 2007

Località: il pianeta delle Fate

  • Invia messaggio privato

9

martedì, 13 novembre 2007, 13:58

Cocorita, non è sempre seplice distrarsi e dedicarsi ad altro, infatti bisogna comunque ritargliarsi del tempo per cercare le cause dell'ansia, altrimenti distrarsi soltanto non serve a niente ;)
Viviamo in un mondo in cui l'uomo è l'abito che indossa. Meno c'è l'uomo, più è necessario l'abito.

cocorita

Utente Fedele

  • "cocorita" ha iniziato questa discussione

Posts: 476

Activity points: 1.729

Data di registrazione: sabato, 03 novembre 2007

  • Invia messaggio privato

10

martedì, 13 novembre 2007, 17:17

Sai quando ti svegli e pensi che tutto va bene...magari perche` hai fatto un bel sogno...e poi ti rendi conto chi sei, in che situazione sei ed ecco che senti il pugno.. Pero` non e` cosi` razionale come sembra...perche` secondo le regole della logica non mi trovo in una situazione che potrebbe causarmi questa reazione. La mia reazione e` una cosa automatica appena esco dal dormiveglia. Mi perseguta per tutta la giornata, e a quel punto faccio di tutto per distrarmi perche` odio quella sensazione. Quando ci rifletto mi inganno sul fatto che sto cercando le cause, ma in realta` mi crogiolo su quello che mi fa star male come una persona masochista. A volte mi capita di dirmi da sola che sono un fallimento, come se ci fosse una voce dentro di me che me lo detta. E quando mi rendo conto che sono io, sto ancora piu` male perche` mi sento autolesionista.
Sara` pur sbagliato cercare di distrarsi, hai sicuramente ragione..ma non sono sicura di avere gli strumenti per trovarne la causa. Ammetto che quando mi trovo in queste situazioni darei di tutto per svuotarmi la mente. Come ho detto in un altro "post", ho iniziato una sorta di terapia...l'unico problema e` che quando sto meglio sento di non aver niente di cui parlare perche` sono serena.

Aprikose

Forumista Incallito

  • "Aprikose" è una donna

Posts: 4.776

Activity points: 14.783

Data di registrazione: martedì, 05 giugno 2007

Località: il pianeta delle Fate

  • Invia messaggio privato

11

martedì, 13 novembre 2007, 18:10

Che tipo di terapia hai intrapreso?

Nessuno dice che è "razionale" l'ansia...sarebbe troppo facile se così fosse! Però una causa c'è, c'è sempre...
Viviamo in un mondo in cui l'uomo è l'abito che indossa. Meno c'è l'uomo, più è necessario l'abito.

marranza

Utente Avanzato

  • "marranza" è stato interdetto da questo forum

Posts: 808

Activity points: 2.536

Data di registrazione: martedì, 16 ottobre 2007

Località: Milano

  • Invia messaggio privato

12

martedì, 13 novembre 2007, 21:25

Fai bene a fare terapia, ma che terapia stai facendo per curiosità?,anche perchè quando ti assale per tutta la giornata l'unica è andare da una persona competente!
ciao un abbraccio
Marino
:-)
Mai mollare!

cocorita

Utente Fedele

  • "cocorita" ha iniziato questa discussione

Posts: 476

Activity points: 1.729

Data di registrazione: sabato, 03 novembre 2007

  • Invia messaggio privato

13

martedì, 13 novembre 2007, 23:42

Vedo un tipo una volta alla settimana...e`un counsellor, non uno psicologo...no so precisamente quale sia la differenza. e' un servizio a cui provvede l'universita`.cmq per specificare l'ansia mi viene in particolare quando sto con un ragazzo....accidenti a me!!!

Mario

Utente Avanzato

  • "Mario" è un uomo

Posts: 802

Activity points: 2.476

Data di registrazione: lunedì, 30 luglio 2007

Località: Pisa

Lavoro: IT Manager

  • Invia messaggio privato

14

mercoledì, 14 novembre 2007, 08:14

Ti confesso una cosa (a proposito di ansia nello stare con il proprio ragazzo). Ho sofferto anche di questo con la mia ex-ragazza. I rapporti erano sporadici, sentivo che la mia passione non era ricambiata ed ecco che mi prendeva l'ansia (gran brutta cosa per un maschietto...). Poi la storia è finita e ti puoi immaginare come mi sono sentito: completamente distrutto!

Be' quello è stato il momento in cui ho toccato il fondo. Ho conosciuto un'altra ragazza, ci frequentiamo, sicuramente non sto provando gli stessi sentimenti che provavo per quella che avevo prima ed anche lei esce da una storia. Però sentiamo entrambi che ci fa bene stare insieme e questo alimenta una passione sufficiente a rimuovere tutte le mie ansie.

Come vedi, non sono stati necessari farmaci, psicologhi o alri. Amare è un sentimento antico come come l'universo e basta veramente poco per riuscirci...

Un bacio

mario
"Non sempre è amore quello che ci spinge ad attaccarci a chi ci rifiuta... quanto un misto di insicurezza, bisogno di protezione e di accettazione"

ludy007

Utente Fedele

Posts: 428

Activity points: 1.466

Data di registrazione: domenica, 28 ottobre 2007

  • Invia messaggio privato

15

mercoledì, 14 novembre 2007, 18:27

Su per giu' ti senti come me..........io ho provato ad ascoltare un genere di musica che mi tira su!
o se guardi la televisione non i soliti progammi mattutini e nemmeno i telegiornali...ti prego non fanno altro
che dare brutte notizie .....e non fanno altro che abbatterci..per come stiamo noi...quelli falli vedere a quei cog.....
che non aspettano altro che diri: hai visto quella....hai visti quello.. hai visto che cosa e successo oggi.. ecc... ecc...
Ricordati che l'importante e' aprire bene la giornata un bel bar di persone allegre..o una colazione a casa con buona musica a alto volume... poi per quando riguarda la sera prima di andare a nanna sparati un bel film con un finale eccezzionale... ci sono.... ci sono.... film che ti tirano su..... informati......