Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

cltstrad

Nuovo Utente

  • "cltstrad" è stato interdetto da questo forum
  • "cltstrad" ha iniziato questa discussione

Posts: 6

Activity points: 32

Data di registrazione: mercoledì, 29 febbraio 2012

  • Invia messaggio privato

1

mercoledì, 29 febbraio 2012, 08:57

ansia e rabbia

Soffro di ansia e rabbia molto forti. Dal 2009 con mia moglie abbiamo un problema molto forte con mio cognato. Lui l'ha picchiata e o ho reagito fisicamente. Ora solo vederlo mi scatena paura ma il grave è che ora ho iniziato a prendermela con mia moglie, come se fosse colpa sua. Purtroppo quel tipo abita sul nostro pianerottolo e c'è una causa in corso contro di lui perché ha portato via l'eredità alla sorella non vedente (mia compagna). La rabbia quando viene può essere forte e obnubila le mie normali capacità raziocinant. Ne posso uscire e come? Ho provato psicoanalisi, counselling, ecc. ma senza successo. Grazie a tutti.

kircli

Utente Attivo

Posts: 20

Activity points: 102

Data di registrazione: sabato, 25 febbraio 2012

  • Invia messaggio privato

2

mercoledì, 29 febbraio 2012, 18:12

Rabbia

Ciao Citstrad, sappi che mi capitava anche a me, ora ti racconto:

Per delle vicessitudine io e mia moglie siamo dovuti andare ad abitare da mia suocera, la casa di mia suocera in un paese piccolo è una delle vecchie case di una volta bassa ed accanto un negozio di un ragazzo che prepara i tramezzinipanini e via dicendo;

La finestra della mia camera da letto dava proprio affianco a questo negozio che apriva e chiudeva a tutte le ore del giorno e della notte, strillando con il fratello anche di notte ed arrivando con la macchina e streo a palla anche di notte, sbattendo la serranda continuamente perchè si dimenticava di prendere sempre qualcosa. Chiedergli di smettere è stato inutile, anzi diciamo che è stato peggio.

Dopo un anno non ce l'ho fatta +, l'ho preso di petto, ce le siamo date e lui ha fatto ancora di peggio, accendeva lo stereo dentro al negozio di notte. I carabinieri non hanno fatto niente, perchè mia moglie non ha voluto sporgere querele.

E' andata avanti ancora per sei mesi, in questi sei mesi ogni volta che lo sentivo arrivare, mi prendevano gli attacchi di panico e la voglia di ammazzarlo, ho cominciato ad incolpare mia moglie perchè non ha voluto con me sporgere querela.

Ho deciso di fare sacrifici trovandomi un secondo lavoro, lavorando 20 ore al per due mesi e mezzo, ho cambiato casa.

Dopo nemmeno venti giorni gli attacchi di panico e l'ira che avevo accumulato sono scomparsi, e la pace è tornata in famiglia.

Ciao a presto

kircli

millylilly

Utente Attivo

Posts: 83

Activity points: 270

Data di registrazione: martedì, 10 febbraio 2009

  • Invia messaggio privato

3

mercoledì, 29 febbraio 2012, 19:02

anch'io

sono una che si arrabbiaa facilmente e scatta come non mai.

Da un po' di tempo, però, riesco a gestire meglio la cosa, cercando di controllarmi, anche contando sino a 10 o pensando a cosa causerebbe la mia reazione rabbiosa. Alcune volte, però, ci ricado e mi scateno. Quelli che mi provocano più spesso reazioni incontrollate sono i miei genitori, ai quali voglio molto bene, ma con i quali non vado molto d'accordo. Loro hanno un modo di fare verso di me che sa molto di genitori che considerano la figlia che hanno davanti una povera cretina che va imbocca per ogni cosa. L'ultima litigata è di oggi. Ma mi sono detta che l'unico modo per evitare è non reagire più, anche perché a me che mi frega di cosa pensano di me? Ciò che pensano non corrisponde alla realtà, per cui del loro giudizio non mi importa. D'ora in poi mi tappo le orecchie.

uffa

Utente Fedele

  • "uffa" è una donna
  • "uffa" è stato interdetto da questo forum

Posts: 339

Activity points: 1.066

Data di registrazione: martedì, 14 febbraio 2012

Località: Rivoli (Torino)

Lavoro: medico ma non faccio il medico....

  • Invia messaggio privato

4

mercoledì, 29 febbraio 2012, 19:25

Beh penso che in questa situazione chiunque si arrabbierebbe....
Dana

cltstrad

Nuovo Utente

  • "cltstrad" è stato interdetto da questo forum
  • "cltstrad" ha iniziato questa discussione

Posts: 6

Activity points: 32

Data di registrazione: mercoledì, 29 febbraio 2012

  • Invia messaggio privato

5

venerdì, 02 marzo 2012, 16:20

ansia e rabbia

Grazie, davvero, a tutti quanto. Già non sentirsi soli è una bella cosa. Ma è sbagliato prendermela con mia moglie. Quando lui l'ha picchiata io volevo sporgere denuncia e farlo sbattere in carcere. Ma un po' lei che non voleva farlo (aveva paura credo e poi è pur sempre suo fratello) e un po' un amico poliziotto mi hanno dissuaso dal farlo (ci vogliono prove). Ora siamo in ballo con una serie di cause civili contro questa persona, ma è furbo e ha intestato tutto al figlio. anche l'eredità portata via alla mia compagna. Penso che sia giusto continuare anche se di luci in fondo al tunnel per ora non ne vedo.
Quanto a quelle che io chiamo crisi (scatti di rabbia improvvisa con nervosismo e rancore, che però nascondono paura e ansia) vanno e vengono in media ogni 2-3 gg. Ho smesso di fumare circa un anno fa, ma quando ho queste crisi è facile che ci ricaschi e che fumi una sigaretta, per es. Ma il peggio è che mela piglio con lei.

cl

Amico Inseparabile

  • "cl" è una donna

Posts: 1.576

Activity points: 4.847

Data di registrazione: lunedì, 26 luglio 2010

Località: lazio

Lavoro: commerciante

  • Invia messaggio privato

6

venerdì, 02 marzo 2012, 16:34

be già aver preso atto che te la prendi con la persona sbagliata , cioè tua moglie, è gia una cosa buona , anche per gestire la rabbia e gli scatti d ira , e avete fatto bene a rivolgervi alla giustizia seppur civile , io non comprendo gli esseri umani che a volte sembrano spregevoli come in questo caso , appropriandosi di cose che non gli appartengono... ma! che cattiveria cè nel mondo .....

cltstrad

Nuovo Utente

  • "cltstrad" è stato interdetto da questo forum
  • "cltstrad" ha iniziato questa discussione

Posts: 6

Activity points: 32

Data di registrazione: mercoledì, 29 febbraio 2012

  • Invia messaggio privato

7

sabato, 03 marzo 2012, 09:20

grazie

Grazie cl. Hai ragione è un tipaccio, e le cause sono chilometriche e costose come il fuoco. Purtroppo soffre di depressione maggiore ed è alcolista. Quando ha bevuto (e beve superalcolici come se fossero acqua) diventa violento. Anch'io sono stato aggredito ma finché non tocca la mia lei non reagisco, anzi, magari mi toccasse da poterlo denunciare. Quanto hai soldi vuole rovinare lei e me, sono sue parole dette da sobrio e vederci strisciare ai suoi piedi. Ciao

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "cltstrad" (03/03/2012, 13:04)