Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Sashar

Utente Attivo

Posts: 23

Activitypoints: 69

Date of registration: Apr 27th 2011

  • Send private message

346

Tuesday, June 7th 2011, 1:54am

Ciao Hermione, per fortuna non mi e' mai capitato, e adesso che prendo le medicine le cose vanno anche meglio, nel
senso che e' raro che mi venga un forte mal di pancia mentre sono fuori casa!! Comunque un tempo, se il problema
non era molto forte riuscivo a trattenermi fino al rientro a casa, ma altre volte mi e' capitato di stare davvero male, e
quindi per non farmela addosso, cercavo per forza un bagno...e non mi mettevo tanti problemi se faceva schifo o era
sporco! Comunque conosco gente che invece non la fa se non nel proprio bagno, e nei momenti di malessere
vogliono scappare a casa..una volta una mia amica era per strada e mentre correva a casa col mal di pancia, se l'e'
mezzo fatta nelle mutande, aveva dolori pazzeschi perche' cercava di trattenerla..porella! :(

superpippo2010

Giovane Amico

  • "superpippo2010" is male
  • "superpippo2010" has been banned

Posts: 224

Activitypoints: 700

Date of registration: Jul 20th 2010

  • Send private message

347

Tuesday, June 7th 2011, 9:02am

Anche nel mio caso, se proprio scappa..............non mi trattengo, cq le mie visite giornaliere si limitano ad un max di 3 ................questo è sicuramente un punto a favore, infatti, leggo che x molti , purtroppo, questo discorso non vale, anzi mi sembra di capire che le visite sono molto superiori.
Cq, in questo periodo stò seguendo una nuova terapia, faccio dei cicli di spasmomen (consigliato dal gastro) devo dire che i brontolii mattutini, l'aria è diminuita, permane al momento qeulla strana sensazione ...come di aver ancora qualcosa da "dire" se capite cosa intendo.
Saluti e buona giornata

steve1968

Utente Attivo

  • "steve1968" is male

Posts: 39

Activitypoints: 117

Date of registration: Apr 20th 2011

Location: Firenze

Occupation: impiegato

  • Send private message

348

Tuesday, June 7th 2011, 11:31am

HERMIONE, SUPERPIPPO, SASHAR: a me non è mai capitato di farmela addosso, ma ci sono andato qualche volta vicino. L'ultima volta risale a un anno fa. Portai mia figlia al circo e già mi accorsi, una volta uscito di casa e andato in bagno precauzionalmente, che qualcosa non era ancora a posto. Arriviamo al circo e prendiamo posto. Dopo pochi minuti dall'inizio dello spettacolo iniziano i dolori. Ora, non era un grosso circo, ma uno di quelli piccoli e gli spettatori erano veramente pochi. Lasciai mia figlia al suo posto (9 anni) e uscii in cerca del bagno. Chiesi alla biglietteria e mi risposero che i wc chimici li avevano portati via il giorno prima (era l'ultimo giorno di quel circo in quel posto). Terrore! Chiesi disperato il bisogno di un bagno, ma non sapevano come fare. Intanto mia figlia era dentro da sola. Così (era buio), mi accucciai dietro un carro del circo e feci quello che dovevo fare! Ecco, quella è stata l'unica volta in cui sono stato veramente preso dal panico e dalla paura di farmela addosso! Poi rientrai nel tendone e tutto tornò a posto per il resto della serata... Inutile dire che questo episodio mi ha riportato abbastanza "indietro" rispetto ai passi in avanti fatti in precedenza...

Sashar

Utente Attivo

Posts: 23

Activitypoints: 69

Date of registration: Apr 27th 2011

  • Send private message

349

Tuesday, June 7th 2011, 5:15pm

Odddddioooo Steve, che sfiga, che avevano portato via i wc il giorno prima!! Che brutta situazione!! Io non sarei + uscito di casa per un anno :(
La mia situazione peggiore invece e' stata al mare, coi miei amici, in spiaggia.....avevo un mega attacco di diarrea, ed era tutta la mattina che trattenevo, ma ad un certo punto non ce la facevo + , e non c'era nemmeno un cespuglio, un bar...nulla!! Ho finito per andare nell'acqua alta, lontano da sguardi indiscreti, e farla lì!!! Mi giravo per guardare se mi sporcavo e vedevo questo fiotto marrone-liquido che per fortuna scendeva verso il basso...avro' ammazzato tutti i pesci :roftl:ahahahah che sollievo quando sono tornato in spiaggia e mi sono sdraiato sul telo come se non fosse successo nulla...e nessuno si era accorto di niente! :P

martina86

Utente Avanzato

Posts: 784

Activitypoints: 2,401

Date of registration: Jun 10th 2010

  • Send private message

350

Wednesday, June 8th 2011, 9:52am

Ok...scusate se vi rompo ancora, è che temo di avere anche io un disturbo simile al vostro, in alcuni momenti, solo che nel mio caso sono solo crampi abb dolorosi e sensazione di dover vomitare/andare in bagno...ma poi credo che sono talmente tesa e terrorizzata all'idea di dover usare un bagno pubblico che si blocca tutto...e anche quello non è bello perchè per così dire perdo il contatto con tutto il mio apparato digerente...non riesco a mandar giù nemmeno un sorso d'acqua, non parliamo dei solidi...Quindi digiuno per diverse ore di fila, oggi 8 per esempio...
Il mio terrore è quello di vomitare/farmela sotto per così dire in pubblico...
Ma è possibile?? intendo dire a voi è mai successo??
O riuscite a trattenervi per un po' il tempo di tornare di corsa a casa??
Ah, specifico, non si tratta di un disturbo fisico, è legato all'ansia infatti sono in cura da diversi anni da uno psicoterapeuta...
La domanda è un mal di pancia di tipo ansioso, quindi non legato a fattori fisici si può trattenere o è successo che qualcuno di voi si sentisse male prima di raggiungere una toilette?? e se è successo come avete gestito la situazione??
Scusate le mille domande ma sono abb terrorizzata oggi e sto ceracndo di chiarirmi le idee...e poi dicono che parlarne aiuta...
Grazie!



Io ho paura di vomitare in pubblico e ho il terrore che, oltre a venirmi mal di pancia quando sono fuori casa, mi venga semplicemente da andare in bagno mentre sono fuori.
Io credo che il discorso sia un po' diverso per ognuno di noi.. vedi io associo il dover andare al bagno mentre sono fuori casa al sentirmi male e di conseguenza ho paura di non ricevere aiuto. Ma ovviamente questo per un mio trascorso personale che con gli anni si è trasformato in tale ansia.
Generalmente, per quanto riguarda il vomito, mi è sempre capitato di non aver mai vomitato. Proprio perchè era ansia, anzi, proprio perchè è ansia, quando mi viene dopo un po' va via.. tanto ormai lo riconosco, quindi provo a tranquillizzarmi e seppure all'inizio è molto forte, tempo 15 minuti e va via.
Per quanto riguarda il mal di pancia.. di solito mi è sempre capitato di avere attacchi di diarrea prima di uscire.. che so, dovevo uscire alle 11, mi svegliavo alle 7 e prima di uscire andavo almeno tre volte al bagno, poi una volta fuori un po' mi tranquillizzavo del fatto che cmq già c ero andata parecchie volte, un po' mi tranquillizzava magari il posto dove c'erano persone che conoscevo e sapevo che in caso di bisogno mi potevano aiutare.. vedi io ho paura del mal di pancia perchè molto tempo fa sono quasi svenuta dal dolore e quindi ho paura che possa ricapitare..
Ma a tutto c'è soluzione. Per gestire la soluzione.. in teoria basterebbe capire che è solo ansia, che se pure ci sentiamo male, vomitiamo o altro, non stiamo facendo nulla di male..
Ma, come penso avrai capito, non si può solo pensare questo e guarire.. ci vuole tempo, ma ce la possiamo fare ;)

Ansios0

Giovane Amico

  • "Ansios0" started this thread

Posts: 167

Activitypoints: 550

Date of registration: Mar 22nd 2010

  • Send private message

351

Thursday, June 9th 2011, 11:52am

Il problema è come porti con gli altri, come fai a spiegargli che ti succede tutto questo? come fai a spiegargli che hai gli attacchi di ansia e devi andare al bagno? magari ti cominciano a chiedere "ma perchè? ma dai, ma su..." e soprattutto a me infastidisce quando non ti prendono sul serio, ti deridono e non capiscono che è una cosa seria; a me è capitato, non tutti sono buoni, sensibili e carini e ti dicono "dai non ti preoccupare, non fa niente". Lo sappiamo bene come vanno queste cose... o almeno... a me è sempre andata male, non sono mai riuscito a spiegare questa cosa, infatti tranne 2 o 3 persone che vedo molto poco, gli altri li ho persi tutti...

steve1968

Utente Attivo

  • "steve1968" is male

Posts: 39

Activitypoints: 117

Date of registration: Apr 20th 2011

Location: Firenze

Occupation: impiegato

  • Send private message

352

Thursday, June 9th 2011, 12:02pm

Il problema è come porti con gli altri, come fai a spiegargli che ti succede tutto questo? come fai a spiegargli che hai gli attacchi di ansia e devi andare al bagno? magari ti cominciano a chiedere "ma perchè? ma dai, ma su..." e soprattutto a me infastidisce quando non ti prendono sul serio, ti deridono e non capiscono che è una cosa seria; a me è capitato, non tutti sono buoni, sensibili e carini e ti dicono "dai non ti preoccupare, non fa niente". Lo sappiamo bene come vanno queste cose... o almeno... a me è sempre andata male, non sono mai riuscito a spiegare questa cosa, infatti tranne 2 o 3 persone che vedo molto poco, gli altri li ho persi tutti...
parole sante, ANSIOSO. Già c'è l'imbarazzo della situazione e se poi ci metti quello di dover spiegare alle persone che potrebbero anche non capirti... meglio non aggiungere altro! Purtroppo, nel mio caso, la persona con la quale ho provato a parlare e che non è riuscita a capire che è una cosa seria, è proprio mia moglie. Per lei è solo una mia fissazione e sembra quasi che la cosa disturbi più lei che me, quando provo a parlargliene. Per questo ci ho rinunciato...

Hermione Granger

Utente Attivo

  • "Hermione Granger" is female

Posts: 15

Activitypoints: 59

Date of registration: May 30th 2011

Location: Milano

Occupation: Modella

  • Send private message

353

Thursday, June 9th 2011, 12:38pm

Sentite un po' questo ragionamento e ditemi se sbaglio:
In questi giorni la paura di stare male in pubblico mi sta negando letteralmente di avere una vita...
In pratica mi sono resa conto che già mi comporto come se il misfatto si fosse verificato...come se avessi vomitato addosso a qualcuno modello fontana oppure me la fossi fatta sotto sul metrò...sono solo esempi delle mie paure più frequenti!!
Ecco dalla vergogna non uscirei più di casa, andrei in depressione...starei malissimo...
Ma lo sto già facendo cmq!!
Non esco di casa e sto malissimo...
Che senso ha??
Allora tanto vale che succeda almeno avrò un motivo reale per deprimermi, vergognarmi...non farmi più vedere in giro etc...
Che poi dico siamo in un mondo in cui assassini, stupratori, pedofili e quant'altro non si vergognano minimamente, si mostrano in televisione, vanno in giro...vivono meglio di noi!!!
Ma vi rendete conte dell'assurdo???
E noi ci vergogniamo di una cosa fisiologica, normale...(o se preferite sicuramente più normale di quello che han fatto loro) noi non facciamo male a nessuno, solo a noi stessi...
Mi hanno insegnato che ci si deve vergognare quando SI FA il male e non se si sta male...
Ma la nostra società è SBAGLIATA e perdona, cerca scuse, motivi, giustificazioni per un'assassino e mette in croce un poveraccio che ha avuto un malore...
è qui lo sbaglio, è qui che ci viene la mania del controllo sulle nostre funzioni fisiologiche che poi ci porta a perdere il controllo...
Io me ne rendo conto perchè se fossi invisibile non avrei questo problema e non è il solo che ho a livello psicologico e quindi a volte mi capita di "guardarlo da lontano" come sto facendo adesso...
Vedo me stessa passare i giorni e le notti a immaginare scenari apocalittici e possibili soluzioni sempre poco efficaci...
immagino tutto, e tutto il peggio ovviamente...
Ma dai...
Penso a gente che magari ha un male incurabile e farebbe a cambio con me anche subito e mi sento una totale deficente...
venire fuori da sta cosa dipende solo da me...non servono farmaci e anche lo psicologo alla fine può ben poco...
è tutto nella mia testa e io ho deciso che basta così...basta avere paura di una cosa che non è mai successa...almeno facciamola succedere; 1,2,3,10, 20 volte finchè non passerà...
Questa cmq non è vita, quello che mi impongo è al pari di quello che temo se non peggio...
E sento che non dovrei temere tanto l'episodio imbarazzante quanto le mie attuali reazioni di chiusura eccessiva verso il mondo...
E anche andare in giro strafatta di calmanti e buscopan o imodium o roba che stoppa le funzioni gastrointestinali è da idioti...scusate, l'ho fatto e secondo me è da idioti.
Meglio farsela sotto o sopra (tanto io ho sia il problema del vomito che quello della diarrea per chi non l'avesse ancora capito) a sto punto almeno non ti intossichi...
Tanto quella roba non risolve il problema, anzi se prendi per esempio l'imodium a "scopo precauzionale" poi non caghi per una settimana e li il colon si irrita...eccome!!
Gli antivomito hanno una sfilata di controindicazioni da far paura...non parliamo poi degli antidepressivi...
Che razza di soluzione sarebbe?? Guarisci da una parte e ti ammali dall'altra...bello...
Naaa, vabbè ditemi pure che sono una pazza ma io oggi esco e me ne fotto...è chiaro, non mi butto diretta nella mischia, non vado proprio a cercarmela la cosa...ma parto dal presupposto che se dovesse cmq capitare FANCULO domani sarò ancora qui per raccontarlo, SENZA VERGOGA!!!!anzi vi dirò anche con un certo orgoglio...e rompiamo un po' sti schemi caxxo!!

superpippo2010

Giovane Amico

  • "superpippo2010" is male
  • "superpippo2010" has been banned

Posts: 224

Activitypoints: 700

Date of registration: Jul 20th 2010

  • Send private message

354

Thursday, June 9th 2011, 12:46pm

Giusta reazione, concordo.

I medicinali servono a poco, il gastro da cui vado a controllo mi dice sempre che oltre lo spasmomen che calma l'inetstino lo rilassa c'è ben poco, c'è solo la ns testa.

Saluti

Marco_maldipancia

Unregistered

355

Thursday, June 9th 2011, 1:33pm

Hai ragione pippo, però è anche vero che se fosse così semplice controllare la propria testa, questo forum non esisterebbe non credi?
Comunque anche io sono contro l'assunzione di qualunque medicinale, ma a volte a mali estremi, estremi rimedi!

Ciao


Marco

Satch

Utente Attivo

Posts: 90

Activitypoints: 312

Date of registration: May 12th 2011

  • Send private message

356

Thursday, June 9th 2011, 2:53pm

Bel discorso Hermione, a pensarla SEMPRE così sarebbe già un gran passo avanti ... purtroppo non sempre ci si riesce. Io solo in rari momenti cerco di reagire e di fare ragionamenti simili a quelli che hai fatto tu, ma dopo un po' magari mi capita di stare male e ricado nel tunnell. Come si fa a essere costanti?

Sashar

Utente Attivo

Posts: 23

Activitypoints: 69

Date of registration: Apr 27th 2011

  • Send private message

357

Thursday, June 9th 2011, 6:58pm

E anche andare in giro strafatta di calmanti e buscopan o imodium o roba che stoppa le funzioni gastrointestinali è da idioti...scusate, l'ho fatto e secondo me è da idioti.
Io prendo imodium e ogni tanto un calmante...mi stai dando dell'idiota?? Grazie!! Credimi ma le medicine sono l'unica cosa che mi ha permesso di riavere un barlume di vita, prima ero sommerso dalla mexxa! Sono rinato grazie alle medicine perche' mi hanno permesso di riprendere ad uscire di casa, ovvio che non vorrei assumerle, ma quando il disagio e' troppo grande, hai bisogno di aiuto, e le medicine in questo caso me l'hanno dato, quindi mi reputo tutto fuorche' idiota...chissa' senno' che fine avrei fatto...
Tanto quella roba non risolve il problema, anzi se prendi per esempio l'imodium a "scopo precauzionale" poi non caghi per una settimana e li il colon si irrita...eccome!!

Esagerata, e' vero che non risolve il problema definitivamente, pero' al momento si, poi io non vado di corpo il giorno successivo, ma poi riprendo! ...il colon a me non mi si irrita...

Che razza di soluzione sarebbe?? Guarisci da una parte e ti ammali dall'altra...bello...
...una soluzione "tampone" nel frattempo uno puo' lavorare con lo psicologo/psichiatra o come vuole per cercare di curare la mente... non guarisci da una parte ma (se non esageri) non ti ammali dall'altra...bello no, ma almeno vivi meglio, non c'e' niente di male nell'usarle se ti fanno stare meglio, tutto sta nel non esagerare!!

Credimi, sono contento se esci orgogliosa per non aver preso medicine, capita anche a me, ma c'e' tantissima gente (e questo forum ne e' la riprova) che, soffrendo di un problema talvolta così invalidante, ha trovato nei farmaci un valido aiuto per mitigarne i sintomi, e secondo me ha fatto bene, ripeto l'importante e' non esagerare per avere effetti collaterali. Ognuno e' libero di fare cio' che vuole, ma nel rispetto degli altri. Non rimanerci male, anche perche' sono un gran fan di Hermione e di tutta la combriccola di Hogwards :P pero' te lo dovevo dire! Ron Ron

Hermione Granger

Utente Attivo

  • "Hermione Granger" is female

Posts: 15

Activitypoints: 59

Date of registration: May 30th 2011

Location: Milano

Occupation: Modella

  • Send private message

358

Thursday, June 9th 2011, 10:43pm

No no Sashar non volevo offenderti!!!
Urca, lo sapevo...io non sono brava a scrivere...
Allora, ti spiego, è vero dire "è da idioti" suona male...ma era per dire che secondo me NOI abbiamo le risorse per guarire anche senza bisogno delle medicine...ma poi è solo la mia opinione!!
Le cose che ho scritto volevano essere di conforto visto che con me funzionano...mi sembrava bello condividerle!!
Quindi ti prego non ti fissare solo sull'ultima parte!! Mi fai sentire in colpa!!

Poi c'è da raccontare anche che il compagno di mia madre con quella roba s'è bruciato il cervello...e non è una bella persona, non sarà solo colpa degli antidepressivi presi per 40 anni in dosi massicce...ma diciamo che lui era un debole e quella roba l'ha fatto diventare un mostro.
Per un periodo mi hanno obbligato a prenderli, diciamo che se vivi in una famiglia come la mia prima o poi sbrocchi, ma invece di fare l'esame di coscienza e vedere come mai a 15 anni stavo così inpaurita dal mondo hanno trovato comodo "drogare" anche me...
Adesso ho 19 anni...non è da molto che ho smesso, ma per esempio questo problema di vomitare/diarrea forse non lo avrei se all'epoca dei fatti fosse stata fatta la cosa giusta, e la cosa giusta era fermare l'inferno in cui ero costretta a stare...non drogarmi per farmici stare in silenzio...
Non dico tutto questo per sentirmi dire "poverina" ma solo per spiegare perchè odio tutte le medicine e in modo particolare quelle che agiscono sul cervello!!
Ma poi mi rendo conto che la mia esperienza non è la stessa (per fortuna) che hanno gli altri e quindi mi scuso nuovamente se ho offeso o urtato la sensibilità di qualcuno...Non era mia intenzione!!

Sashar

Utente Attivo

Posts: 23

Activitypoints: 69

Date of registration: Apr 27th 2011

  • Send private message

359

Friday, June 10th 2011, 9:26am

Per Hermione: dai e' tutto ok, mi spiace per tutto quello che hai dovuto subire in famiglia...ora capisco perche' odi le medicine!
Sono d'accordo che bisogna guarire di testa, ma nel frattempo, se non hai altro mezzo per stare meglio, le medicine possono
aiutare...ovviamente usandole in maniera equilibrata! Ciao ciao :hi:

steve1968

Utente Attivo

  • "steve1968" is male

Posts: 39

Activitypoints: 117

Date of registration: Apr 20th 2011

Location: Firenze

Occupation: impiegato

  • Send private message

360

Friday, June 10th 2011, 11:29am

SASHAR e HERMIONE: concordo con entrambi. Io prendo un ansiolitico al momento di uscire di casa e non sempre e solo nelle situazioni "estreme" ho usato l'imodium (in dieci anni solo tre volte). Non voglio fare un eccessivo o costante uso di medicinali proprio perchè non voglio assuefarmi e, credo, ho trovato la giusta condizione. E' ovvio (altrimenti non sarei qui) che inizio a star male giorni prima di un determinato "evento", ma è anche vero che (tocco ferro) fino ad oggi di situazioni imbarazzanti ne ho avute solo un paio...

Le gocce di Alprazolam mi danno una mano e anche il solo pensiero di avere con me l'Imodium (anche senza usarlo) mi da conforto nelle mie uscite. E' una questione di cervello, lo sappiamo, ma anche un po' di "autoconvincimento" qualche volta aiuta... ripeto: in dieci anni ho fatto tanti piccoli passetti in avanti, senza bisogno di nessuno, ma sono anche inciampato e tornato indietro alla partenza, azzerando tutto quello che mi ero costruito di buono dentro di me. Si tratta di farsi forza e ripartire, ripetendosi: "ce la posso fare". Sapete, ho un blog e una volta scrissi di questo mio problema prendendomi per il c..o; anche il solo rivelare a estranei lettori questa cosa mi fece star bene, più in pace con me stesso e con gli altri!

Buon weekend a tutti (con o senza ansiolitici!) :-)

1 user apart from you is browsing this thread:

1 guests