Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

Cuoresolitario96

Nuovo Utente

  • "Cuoresolitario96" è un uomo
  • "Cuoresolitario96" ha iniziato questa discussione

Posts: 37

Activity points: 18

Data di registrazione: mercoledì, 22 marzo 2017

Lavoro: Studente

  • Invia messaggio privato

1

sabato, 12 gennaio 2019, 12:35

Ansia e deglutizione

Salve vorrei condividere con voi un problema che a molti sembrerà banale ma che per me è molto importante.
Da diversi anni sono fissato con la deglutizione,ciò mi crea molto disagio,specie se sto con un gruppo di persone
In pratica la cosa che mi dà fastidio è che la mia mente è sempre concentrata lì ,cioè mi accorgo continuamente quando deglutisco,ci pensa continuamente,e una cosa che non riesco a controllare. Più cerco di controlare questo sintomo più è peggio ma allo stesso tempo non riesco a fregarmene.Sinceramente non so se ho reso l'idea a qualcuno dell'Inferno che mi provoca sta mia ossessione comunque vorrei sentire i vostri pareri.Aggiungo che non penso di avere qualcosa che non va dal punto di vista organico bensì è solo una cosa psicologica

Michele®

Colonna del Forum

Posts: 4.024

Activity points: 6.407

Data di registrazione: giovedì, 20 luglio 2017

  • Invia messaggio privato

2

sabato, 12 gennaio 2019, 13:37

Ma stai seguendo qualche terapia per star meglio??
Nemmeno la notte più buia impedirà al sole di risorgere

3

sabato, 12 gennaio 2019, 14:04

Soffri di bruciori di stomaco o reflusso gastrisco?
Occhio che tanti lo sottovalutano ed è veramente bastardo !

Cuoresolitario96

Nuovo Utente

  • "Cuoresolitario96" è un uomo
  • "Cuoresolitario96" ha iniziato questa discussione

Posts: 37

Activity points: 18

Data di registrazione: mercoledì, 22 marzo 2017

Lavoro: Studente

  • Invia messaggio privato

4

sabato, 12 gennaio 2019, 19:24

Ho specificato che è una cosa mentale

Scorpio1963

Non registrato

5

sabato, 12 gennaio 2019, 19:51

Ho specificato che è una cosa mentale


Molto banalmente e in modo artigianale, io userei un diversivo

Tipo una chewing gum.

Proprio per distrarre la mente..

6

sabato, 12 gennaio 2019, 20:06

Ho specificato che è una cosa mentale
Ma stai seguendo qualche terapia per star meglio??
Ha a che fare con l'ansia, ma può essere un disturbo di quella "sfera", risolvibile, però come scritto da Michele una terapia servirebbe.
Almeno una vista a carattere psicologico per capire cosa si possa fare e come.
Non aver paura di chiedere diagnosi

7

sabato, 12 gennaio 2019, 20:10

Ho specificato che è una cosa mentale


Molto banalmente e in modo artigianale, io userei un diversivo

Tipo una chewing gum.

Proprio per distrarre la mente..
Dunque: il diversivo va bene significa distrarre la mente.
Magari non quello perchè aumenta la salivazione e anche produce effetti che attengono al "prepararsi a mangiare"son meccanismi impliciti nell'essere umano.
Sopratutto non un diversivo che comprenda il "mangiare" non la distrarrebbe temo.

8

sabato, 12 gennaio 2019, 21:15

Aggiungo che non penso di avere qualcosa che non va dal punto di vista organico bensì è solo una cosa psicologica


Ho specificato che è una cosa mentale


Ok, auguri !

9

sabato, 12 gennaio 2019, 21:46

Magari è anche un qualcosa che non va dal punto di vista di funzionamento della digestione : può essere una parte della tua realtà.
Non scartare nessun consiglio.
Poi si è anche psicologico,strutturale(la tua mente), magari è nel tuo codice genetico (Per alcune problematiche è provato esistano cause genetiche non stò a scriverti quali, sarebbe anche noioso, questo solo per un disturbo di cui non scrivo,perchè ipotizzerei una diagnosi in tal caso).
L'ansia si autoalimenta.
O slatentizza altro (sopito in noi).
A me è capitato intorno ai 16 anni di pensare al non poter interrompere un azione volontaria o involontaria.
Un loop mentale dal quale son uscito per mia fortuna.

*Stai ottenendo consigli pratici e di strategie.
Tieni conto che quando ho aperto il mio primo topic su un forum ottenevo solo risposte inutili.
Alcune pure "filosofiche".La filosofia la studiavo quando non uscivo dalla mia stanza.
Avevo il tempo, avevo i libri...
mi servivano consigli pratici.
Strategie.

Partiamo comunque dallo step 1.
Una visita e una diagnosi specialistica.
Poi ci scriverai qui e verrai ascoltato ancora.