Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

vivosulsole

Nuovo Utente

  • "vivosulsole" ha iniziato questa discussione

Posts: 2

Activity points: 13

Data di registrazione: venerdì, 06 aprile 2012

  • Invia messaggio privato

1

venerdì, 06 aprile 2012, 20:03

Ansia Da Hiv, Pur Non Avendo L'hiv

Salve, scrivo qui in quanto sto attraversando un momento un pò complicato, e spero di trovare qui un aiuto o un semplice consiglio. Vi raccondo in breve ciò che mi è successo.

Ad agosto 2011, eseguo dei comuni esami del sangue, come ho fatto anche in passato. Ritirandole, scopro chè c'è un valore, un pò basso, ed allora mi metto alla ricerca sul web, dei motivi per cui questo valore possa essere sballato, e tra i tantissimi motivi che trovo, c'è anche "Infezione da HIV". Inizio da subito a preoccuparmi, ed inizio ad essere avvolto da una stranissima ansia che non avevo mai provato in vita mia. Iniziano a venirmi 1000 pensieri negativi, e cerco di capire come mai io possa essere stato infettato, non avendo mai avuto occasioni a rischio. Razionalmente, so che non è possibile, ma l'ansia aumenta. Sarebbe bastato fare un semplice esame HIV per togliermi il dubbio, ma per una serie di eventi ed anche per la paura del risultato, stupidamente, mi sono trascinato in questa ansia da HIV per circa 2 mesi. Dopodichè, prendo coraggio, e faccio questo test, NEGATIVO!

Potete però immaginare con che stato di ansia io sia arrivato a fare questo test, dopo 2 mesi pensavo fosse tutto finito, ed in realtà per una decina di giorni sono stato bene. Ma questa paura da HIV, si trosfarma in ansia verso motivi inspiegabili, ansia generalizzata senza motivo. Fino a quando dopo un mesetto, entro in un bagno di un autogrill e toccando la carta igienica, il mio cervello, orienta tutta quest'ansia, verso quel gesto che secondo "Lui", avrebbe potuto farmi rischiare di essere contagiato da Hiv (magari di qualcuno che era entrato prima di me). Inizio a pensare mille ipotesi diverse, e pur sapendo che l'HIV non si contrae nei bagni pubblici, non riesco a convincermi. Naturalmente non basterebbe questa volta eseguire subito un nuovo test hiv, visto che se ci si espone al contagio, devono passare almeno 3 mesi per eseguire il test, e quindi continuo a ritrascinarmi questa ansia. Dopo un mese e mezzo, faccio i primi test, per cercare di rassicurarmi, ma è tutto inutile. L'ansia continua, e allora decido di attendere il raggiungimento del terzo mese per eseguire un nuovo test HIV, esito NEGATIVO. L'ansia diminuisce dopo questo test, ma solo per 1 giorno, visto che appena è capitata l'occasione di lavarmi le mani in un bagno di un ristorante, la mia ansia è riaumentata, e la paura di essere contagiato è tornata a salire. Fino ad arrivare ad oggi, che è passato poco più di un mese e mezzo dall'ultima occasione in cui sono entrato in un bagno pubblico, e quindi dovrei andare a fare l'ennesimo test hiv, ma ora non voglio andarci. Voglio resistere e convincermi che l'ennesimo test non migliorerebbe le cose, anzi, le peggiorerebbe. Devo dire che sono un pò più tranquillo, in questo periodo, ma ho dei momenti in cui l'ansia è fortissima e vorrei tornare a fare un test per rassicurarmi. Ma poi rinizierei tutto da capo...

Cosa posso fare? Come mi dovrei comportare? Come posso risolvere questo problema, senza usare medicinali?

kimberly

Amico Inseparabile

Posts: 1.385

Activity points: 4.386

Data di registrazione: mercoledì, 03 marzo 2010

  • Invia messaggio privato

2

venerdì, 06 aprile 2012, 22:49

Io ti capisco perché soffro di Disturbo ossessivo -compulsivo da contaminazione e somatizzazione con ossessione HIV

sogno2007

Forumista Incallito

  • "sogno2007" è stato interdetto da questo forum

Posts: 2.875

Activity points: 11.278

Data di registrazione: lunedì, 15 ottobre 2007

  • Invia messaggio privato

3

sabato, 07 aprile 2012, 15:10

negli anni 90 quando si parlava di HIV non volevo dare nemmeno la mano a persone che non conoscevo o se mi pungevo con qualcosa avevo paura o se andavo dal dentista, allora ero ipocondriaca , ma razionalmente se si sa di avere comportamenti sani o altre cose, si può essere sicuri di non avere niente. il problema è che questo tipo di malattia c'è ancora e anche a me che sono anche un pò schizzinosa, andare nei bagni pubblici non mi piace, per questi tipi di cose bisogna evitare di toccare le cose. Io eviterei molte altre cose, ma se fosse così tutti dovrebbero chiudersi in casa.

vivosulsole

Nuovo Utente

  • "vivosulsole" ha iniziato questa discussione

Posts: 2

Activity points: 13

Data di registrazione: venerdì, 06 aprile 2012

  • Invia messaggio privato

4

sabato, 07 aprile 2012, 18:15

Il problema, è che io SO che il virus HIV non si trasmette in modo cosi semplice, ma solo con rapporti diretti. Però è come se il mio cervello si fosse abituato a preoccuparsi, e stare in ansia per questa cosa.

Cioè...ormai, se io decido di farmi un test HIV, ci vado "tranquillo" perchè razionalmente so di non avere nulla, ma non riesco a non farlo, perchè altrimenti l'ansia aumenta pensando che magari...potrei avere qualcosa.

Non so se riesco a farmi capire....

kimberly

Amico Inseparabile

Posts: 1.385

Activity points: 4.386

Data di registrazione: mercoledì, 03 marzo 2010

  • Invia messaggio privato

5

sabato, 07 aprile 2012, 18:23

io ti capisco benissimo, per questo ti consiglio di rivolgerti a uno psichiatra.
A me sembra tanto che si tratti di DOC ma io sono solo una paziente che ce l'ha

Posts: 43

Activity points: 143

Data di registrazione: sabato, 28 aprile 2012

  • Invia messaggio privato

6

giovedì, 10 maggio 2012, 12:22

DOC DOC DOC DOC........prima del virus sicuramente avevi altri pensieri ossessivi, oppure questo è l'esordio del tanto simpaticissimo amico DOC....UN APPLAUSO A DOC.....benvenuto nel CLUB

uffa

Utente Fedele

  • "uffa" è una donna
  • "uffa" è stato interdetto da questo forum

Posts: 339

Activity points: 1.066

Data di registrazione: martedì, 14 febbraio 2012

Località: Rivoli (Torino)

Lavoro: medico ma non faccio il medico....

  • Invia messaggio privato

7

giovedì, 10 maggio 2012, 21:09

A proposito dell'hiv, la gente non sa che è tutta una bugia, e che a livello medico è risaputo. Non mi dilungo, ma guardatevi questi video, cosi vedrete come stanno realmente le cose e vi tranquillizzate. A me, come a tantissima gente, è successo di risultare positiva dopo un vaccino....e negativa dopo pochi mesi....non vi dico cosa ho passato. E a una mia amica è successo lo stesso mentre era incinta (in medicina esistono circa 60 cause che possono dare positività al test hiv, tra cui il raffreddore e l'influenza,)....Per me è stata una occasione per informarmi, vedere specialisti che mi ha detto la verità (quando sganci 500 euro per una visita....parlano eccome) e capire che è il più grande crimine, la più grande menzogna della storia. I test non misurano nulla, non sono in grado di trovare gli anticorpi e nemmeno il virus (che non è mai stato isolato e purificato, quindi ad oggi non c'è prova che il virus esista) e nei fogli illustrativi tutto cio' viene anche scritto! Vi scrivo cosa dice il foglio illustrativo del test Elisa, quello che dice di trovare gli anticorpi hiv nel sangue: "AD OGGI NON ESISTE UNO STANDARD PER STABILIRE LA PRESENZA O L'ASSENZA DI ANTICORPI HIV NEL SANGUE UMANO"....Non male vero? sarebbe come se io facessi un test di gravidanza e mi scrivessero dentro che quel test non è in grado di dirmi se sono incinta o meno. Perchè dovrei farlo allora? La gente non sa un sacco di cose sulla bufala dell' hiv. E' solo terrore psicologico, hanno architettato tutto fin dall'inizio......So che mi prenderete per pazza....ma vi assicuro che non è cosi.
Guardatevi questi...e traete le vostre conclusioni.
http://www.youtube.com/watch?v=TUmqcMc8SO4

http://youtu.be/0fu-qy4X-WI
Dana

uffa

Utente Fedele

  • "uffa" è una donna
  • "uffa" è stato interdetto da questo forum

Posts: 339

Activity points: 1.066

Data di registrazione: martedì, 14 febbraio 2012

Località: Rivoli (Torino)

Lavoro: medico ma non faccio il medico....

  • Invia messaggio privato

8

giovedì, 10 maggio 2012, 21:18

Salve, scrivo qui in quanto sto attraversando un momento un pò complicato, e spero di trovare qui un aiuto o un semplice consiglio. Vi raccondo in breve ciò che mi è successo.

Ad agosto 2011, eseguo dei comuni esami del sangue, come ho fatto anche in passato. Ritirandole, scopro chè c'è un valore, un pò basso, ed allora mi metto alla ricerca sul web, dei motivi per cui questo valore possa essere sballato, e tra i tantissimi motivi che trovo, c'è anche "Infezione da HIV". Inizio da subito a preoccuparmi, ed inizio ad essere avvolto da una stranissima ansia che non avevo mai provato in vita mia. Iniziano a venirmi 1000 pensieri negativi, e cerco di capire come mai io possa essere stato infettato, non avendo mai avuto occasioni a rischio. Razionalmente, so che non è possibile, ma l'ansia aumenta. Sarebbe bastato fare un semplice esame HIV per togliermi il dubbio, ma per una serie di eventi ed anche per la paura del risultato, stupidamente, mi sono trascinato in questa ansia da HIV per circa 2 mesi. Dopodichè, prendo coraggio, e faccio questo test, NEGATIVO!

Potete però immaginare con che stato di ansia io sia arrivato a fare questo test, dopo 2 mesi pensavo fosse tutto finito, ed in realtà per una decina di giorni sono stato bene. Ma questa paura da HIV, si trosfarma in ansia verso motivi inspiegabili, ansia generalizzata senza motivo. Fino a quando dopo un mesetto, entro in un bagno di un autogrill e toccando la carta igienica, il mio cervello, orienta tutta quest'ansia, verso quel gesto che secondo "Lui", avrebbe potuto farmi rischiare di essere contagiato da Hiv (magari di qualcuno che era entrato prima di me). Inizio a pensare mille ipotesi diverse, e pur sapendo che l'HIV non si contrae nei bagni pubblici, non riesco a convincermi. Naturalmente non basterebbe questa volta eseguire subito un nuovo test hiv, visto che se ci si espone al contagio, devono passare almeno 3 mesi per eseguire il test, e quindi continuo a ritrascinarmi questa ansia. Dopo un mese e mezzo, faccio i primi test, per cercare di rassicurarmi, ma è tutto inutile. L'ansia continua, e allora decido di attendere il raggiungimento del terzo mese per eseguire un nuovo test HIV, esito NEGATIVO. L'ansia diminuisce dopo questo test, ma solo per 1 giorno, visto che appena è capitata l'occasione di lavarmi le mani in un bagno di un ristorante, la mia ansia è riaumentata, e la paura di essere contagiato è tornata a salire. Fino ad arrivare ad oggi, che è passato poco più di un mese e mezzo dall'ultima occasione in cui sono entrato in un bagno pubblico, e quindi dovrei andare a fare l'ennesimo test hiv, ma ora non voglio andarci. Voglio resistere e convincermi che l'ennesimo test non migliorerebbe le cose, anzi, le peggiorerebbe. Devo dire che sono un pò più tranquillo, in questo periodo, ma ho dei momenti in cui l'ansia è fortissima e vorrei tornare a fare un test per rassicurarmi. Ma poi rinizierei tutto da capo...

Cosa posso fare? Come mi dovrei comportare? Come posso risolvere questo problema, senza usare medicinali?
Ti capisco bene, come leggerai ci sono passata, con tanto di falso positivo....
L'hiv è tutta una balla cmq...posso garantirtelo. E molti medici lo sanno. Stai sereno cmq, se anche credi alla tesi ufficiale, sei negativo. Se sei sempre in ansia vai da uno specialista psicoterapeuta o psichiatra.
Auguri.
Dana

uffa

Utente Fedele

  • "uffa" è una donna
  • "uffa" è stato interdetto da questo forum

Posts: 339

Activity points: 1.066

Data di registrazione: martedì, 14 febbraio 2012

Località: Rivoli (Torino)

Lavoro: medico ma non faccio il medico....

  • Invia messaggio privato

9

giovedì, 10 maggio 2012, 21:23

Ah, sentite anche l'intervista a questo ricercatore italiano, dice TUTTA LA VERITA' SULL'HIV!!!!.....da lasciare di sasso!!!
http://www.youtube.com/watch?v=WLuyxIx2Tfk
Dana

Agrimony

Utente Attivo

Posts: 54

Activity points: 197

Data di registrazione: mercoledì, 21 agosto 2013

  • Invia messaggio privato

10

martedì, 27 agosto 2013, 20:09

Anche io ho sofferto di questo disturbo ossessivo compulsivo per un pò di tempo. Avevo paura del sangue o qualsiasi macchia rossa che trovavo in giro. Avevo paura dell'hiv e epatite c. Mettevo in atto strategie di disinfezione e mi lavavo continuamente.
E' stato davvero brutto ma sono riuscita a uscirne :huh:
L'ansia però non mi ha mai abbandonato...diciamo che continua a cambiare forma però è sempre li...

Tags usati

ansia, hiv