Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

Andreius88

Utente Attivo

  • "Andreius88" ha iniziato questa discussione

Posts: 26

Activity points: 120

Data di registrazione: mercoledì, 25 gennaio 2012

  • Invia messaggio privato

1

giovedì, 26 gennaio 2012, 13:10

andreius88 (ansia, paura d'impazzire!!!!)

:sos: :sos: :sos: Ciao a tutti è la prima volta che scrivo su questo forum, sono un ragazzo di 23 anni studente universitario e lavoratore sino a 3 mesi fà ero pieno di vita voglia di uscire, andare a ballare, stare in continuo movimento "come una trottola!!!" aiutare gli altri in qualsiasi cosa insomma mi adattavo a tutto l importante era vedere gli amici e parenti sorriderti e stare bene con te..e chiaramente stavo bene anche io!!!! E ora ???? niente sono tre maledetti mesi che combatto con questa ansia e PAURA di fare tutto quello che facevo prima uscire da solo,andare a ballare, andare a lavoro nulla!!! paura di tutto ma soprattutto di una cosa IMPAZZIRE perdere il controllo di me stesso in luoghi pubblici tipo mettermi a strillare, diventare violento(cosa che nn lo sono mai stato in vita mia)....circa un mese fà sn andato da uno psicologo e sto continuando ad andarci (ultima seduta effettuata mart 24/01) e sto prendendo delle medicine da 8 GIORNI che mi ha prescritto il medico curante (di famiglia) 1/2 cpr di cipralex e lexotan 6 goccie 3 volte al di.

IO PERO NON SODDISFATTO E SOPRATTUTTO PERCHE NN MI FIDO TANTO DEL MEDICO DI BASE HO PRESO UN APPUNTAMENTO DA UN NEUROPSICHIATRA. SECONDO VOI STO SBAGLIANDO QUALCOSA???

HO UNA PAURA DI DIVENTARE PAZZOOOOO!!!! CI DIVINTERO'?????? :sos: :sos: :sos: :sos:

Questo post è stato modificato 2 volta(e), ultima modifica di "Andreius88" (26/01/2012, 13:47)


Andreius88

Utente Attivo

  • "Andreius88" ha iniziato questa discussione

Posts: 26

Activity points: 120

Data di registrazione: mercoledì, 25 gennaio 2012

  • Invia messaggio privato

2

giovedì, 26 gennaio 2012, 14:37

non mi scrive nessuno????

Lady godeva

Giovane Amico

Posts: 105

Activity points: 532

Data di registrazione: martedì, 03 gennaio 2012

  • Invia messaggio privato

3

giovedì, 26 gennaio 2012, 15:13

Ciao...beh ti premetto, che la paura di impazzire é un luogo comune per chi soffre d'ansia! É una malattia del cervello, e quest'ultimo è il centro vitale del nostro corpo, e ovviamente se non funziona come si deve, si ha paura di perdere il controllo di se stessi.. Comunque, io soffro d'ansia, proprio come te, prima uscivo sempre, mi piaceva andare al lavoro... Avevo una vita frenetica! Come é giusto che sia alla nostra età! Adesso sono perseguitata dalla paura di perdere me stessa! Non riesco più a uscire, tornare la sera a casa dal lavoro é terribile, non c'é sera in cui non piango sull'autobus... E tutti mi guardano! Io, per esempio, ho la fissazione di avere problemi cardiaci e ho paura che qualsiasi cosa io faccia possa nuocere il mio cuore, quindi ciò che vorrei fare é starmene a casa sul divano ferma... Nonostante lunedì ho fatto una visita cardiaca ed é tutto apposto... Sono tre giorni che oltre ai soliti dolori a cui mi sto sforzando di abituarmi, adesso é come se sentissi il cuore battermi al centro del petto, fino alla gola... Fortissimo! Poi magari controllo le pulsazioni e Nn vanno mai sopra i 90 quando sono agitata! Adesso per esempio ho dei giramenti di testa e subito mi preoccupo...nemmeno alla testa dovrei avere nulla perchè 3 settimane fa sono stata in ospedale, e mi hanno fatto una lastra e Nn c'era nulla! Purtroppo, é lo stato di noi ansiosi... Ma non possiamo farci nulla, solo prendere le forze e cercare di reagire.. Anche io stavo andando da uno psicologo ma non mi trovavo bene con lui, così. Adesso, prendo lo xanax goccie e cerco di stare calma... Ma stai tranquillo, non impazzirai! Pensa che io in una settimana ho perso due kg e mi sto preoccupando perchè é un po' troppo, ma non voglio fare nessuna analisi perchè so che sarebbe un circolo vizioso poi! Dobbiamo cercare di reagire, i 20anni non ritornano più, mentre con l'ansia, che noi lo vogliamo o no, ci accompagnerà per tutta la vita!

PierangeloLopopolo

Giovane Amico

  • "PierangeloLopopolo" è un uomo

Posts: 187

Activity points: 631

Data di registrazione: venerdì, 13 gennaio 2012

Località: Crema-CR

Lavoro: Medico Psicoterapeuta-Psicoanalista

  • Invia messaggio privato

4

giovedì, 26 gennaio 2012, 15:24

:sos: :sos: :sos: Ciao a tutti è la prima volta che scrivo su questo forum, sono un ragazzo di 23 anni studente universitario e lavoratore sino a 3 mesi fà ero pieno di vita voglia di uscire, andare a ballare, stare in continuo movimento "come una trottola!!!" aiutare gli altri in qualsiasi cosa insomma mi adattavo a tutto l importante era vedere gli amici e parenti sorriderti e stare bene con te..e chiaramente stavo bene anche io!!!! E ora ???? niente sono tre maledetti mesi che combatto con questa ansia e PAURA di fare tutto quello che facevo prima uscire da solo,andare a ballare, andare a lavoro nulla!!! paura di tutto ma soprattutto di una cosa IMPAZZIRE perdere il controllo di me stesso in luoghi pubblici tipo mettermi a strillare, diventare violento(cosa che nn lo sono mai stato in vita mia)....circa un mese fà sn andato da uno psicologo e sto continuando ad andarci (ultima seduta effettuata mart 24/01) e sto prendendo delle medicine da 8 GIORNI che mi ha prescritto il medico curante (di famiglia) 1/2 cpr di cipralex e lexotan 6 goccie 3 volte al di.

IO PERO NON SODDISFATTO E SOPRATTUTTO PERCHE NN MI FIDO TANTO DEL MEDICO DI BASE HO PRESO UN APPUNTAMENTO DA UN NEUROPSICHIATRA. SECONDO VOI STO SBAGLIANDO QUALCOSA???

HO UNA PAURA DI DIVENTARE PAZZOOOOO!!!! CI DIVINTERO'?????? :sos: :sos: :sos: :sos:
Trovare accordo e intesa con le proprie spinte interiori, conoscerle prima di tutto, dando loro, nel proprio spazio intimo interno libertà di proporsi e di dichiararsi senza pretendere di metterle subito in riga, senza prestabilire cosa sia giusto o ammissibile e cosa no, cosa sia conveniente virtuoso e cosa indecente.....fare questo è espremamente importante, altrimenti si rischia di essere persona ideale e a modo, giusta e ben funzionante e simpatica, ma lontana da sè. Le nostre spinte vere, ciò che si fa strada in noi, le nostre risposte emotive vanno lasciate libere di esprimersi dentro di noi, ripeto dentro di noi...è il primo passo per cominciare a capirci, perchè il significato e ciò che le nostre spinte e risposte intime sincere rivelano, indicano, aiutano a vedere richiede prima piena accoglienza e poi pazienza e riflessione per essere riconosciuto. Se ad esempio una reazione di insofferenza, di non voglia di occuparsi e di dar retta o disponibilità alla presenza o richiesta di qualcuno si fa sentire in noi e prevarrebbe se non mettessimo in campo buone maniere o regole di convenienza per non renderci antipatici o per non deludere le attese dell'altro, diventa importante accogliere e capire la nostra risposta autentica, vederne il fondamento e il senso oltre che vedere, senza fare semplificazioni, tutto quello che si svolge in noi, anche la tendenza ad accontentare per non perdere il consenso dell'altro, ad esempio. Primo passo non falsare, accogliere l'originale vero, vedere tutto quello che ci succede e si muove in noi nell'esperienza, secondo passo entrare in quel sentire e coglierne il senso. Non so se questo che ti sto dicendo può darti qualche spunto utile. Ho l'impressione che ora è come se dentro di te tutto minacciasse di andare sottosopra, come se ogni possibile cosa potesse scatenarsi in te....forse è un modo per farti capire che nulla è certo e ben ordinato come credevi e che un rapporto più veritiero e consapevole con ciò che senti, che si muove in te è importante che tu lo costruisca e trovi. Se in passato tenevi le cose in ordine, ma per convenienza e disciplina a criteri di buon senso e decoro, per essere sempre in buon accordo con gli altri, forse è venuto il tempo che l'accordo tu lo trovi prima di tutto con te, con ciò che vive in te, con ciò che sei e che senti.