Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

danysolo

Nuovo Utente

  • "danysolo" started this thread

Posts: 9

Activitypoints: 41

Date of registration: Nov 17th 2011

  • Send private message

1

Thursday, November 17th 2011, 4:54pm

Aiutatemi

Salve a tutti,sono Daniele e sono nuovo del forum.
Da un mese a questa parte mi sono molto incupito passando piú di una volta intere giornate
a letto.Credetemi sto malissimo,mi sento una merda nei confronti di mia moglie e di mia figlia
e penso.di non essere degno di loro.Sto.solo a rimurginare tutte le cose negative della vita
e sinceramente sto pensando.di farla finita.aiutatemi sto male.

danysolo

Nuovo Utente

  • "danysolo" started this thread

Posts: 9

Activitypoints: 41

Date of registration: Nov 17th 2011

  • Send private message

2

Thursday, November 17th 2011, 7:21pm

grazie per l'aiuto....

bensiolina

Utente Attivo

Posts: 57

Activitypoints: 199

Date of registration: Jun 28th 2011

  • Send private message

3

Friday, November 18th 2011, 9:57am

ciao dany,
ma hai provato a sentire un medico?Uno psicologo, uno psichiatra....qualcuno che possa aiutarti.
Con tua moglie ne hai parlato?

Credimi in questi momenti ci vuole qualcuno che ti dia una mano e ti sostenga.

Dici che pensi alle cose negative della tua vita, hai problemi?

karim

Amico Inseparabile

  • "karim" is female

Posts: 1,595

Activitypoints: 4,834

Date of registration: Sep 17th 2011

  • Send private message

4

Friday, November 18th 2011, 10:39am

Caro Dany,non sai quante volte mi è capitata di vivere la tua stessa situazione.Solo chi è stato deluso...e di delusioni nella vita cè ne sono tante,di vario tipo che contaminano il nostro stato per pensarla poi di farla finita.Un consiglio che mi sento di darti in questo momento,non sapendo bene a cosa e legato tutto questo tuo malessere che hai,immaginando benissimo che così facendo fai stare male anche chi ti vive accanto...(sò di certo che è così) di parlare,sfogarti con qualcuno,una persona, amica davvero, che ti sappia ascoltare.Puoi farlo liberamente quà se vuoi,nessuno ti giudicherà...siamo pronti a tenderti una mano nell'aiutarti il più possibile per uscire da questo tuo stato!Ciao!

M.Borghi

Nuovo Utente

  • "M.Borghi" is female

Posts: 10

Activitypoints: 37

Date of registration: Oct 25th 2011

Occupation: Psicologa

  • Send private message

5

Friday, November 18th 2011, 10:58am

Ciao Dany,

purtroppo a volte ci blocchiamo, e tutto sembra irreparabile e irrecuperabile. Il fatto che tu sia venuto su questo forum in cerca di un confronto mi fa pensare che le cose non siano irrecuperabili. E il fatto che tu ti senta in colpa verso la tua famiglia è perchè tu tieni molto alla tua famiglia. E allora il mio consiglio è, oltre a sfogarti con una persona amica e parlare e confrontarti quì su questo forum, di cercare un professionista che possa aiutarti a trovare il modo di uscire da questo stato. Magari chiedendo al tuo medico di base se ha qualcuno verso cui indirizzarti. Prima di tutto parlane però con il tuo medico di base, lui consocendoti saprà darti le indicazioni migliori.
Dott.ssa M. Borghi


gradiuss

Utente Avanzato

Posts: 703

Activitypoints: 2,172

Date of registration: Sep 23rd 2011

  • Send private message

6

Friday, November 18th 2011, 11:45am

Leggi

Daniele che ti passa per la testa?vuoi fare il codardo?sei per caso un vigliacco?pensa che non sei tu la persona che ha bisogno cazzo ,ma tua figlia.Pensa che hai una responsabilità enorme nei suoi confronti.Pensa che sei il suo punto di riferimento.E pensa pure gia che ci sei che se lei perde il suo punto di riferimento avrà una vita senza certezze. E' questo quello che vuoi? Prima pensa a tua figlia(e tua moglie)poi pensa a te. Non mi va neanche di aggiungere altro se non quello di dirti di fare da bussola alla tua bambina. E vedi di rispondermi

LEX27

lex27

  • "LEX27" is female

Posts: 61

Activitypoints: 218

Date of registration: Feb 7th 2009

  • Send private message

7

Friday, November 18th 2011, 12:05pm

Salve a tutti,sono Daniele e sono nuovo del forum.
Da un mese a questa parte mi sono molto incupito passando piú di una volta intere giornate
a letto.Credetemi sto malissimo,mi sento una merda nei confronti di mia moglie e di mia figlia
e penso.di non essere degno di loro.Sto.solo a rimurginare tutte le cose negative della vita
e sinceramente sto pensando.di farla finita.aiutatemi sto male.
Caro Danysolo, mi dispiace per la tua situazione, può succedere a tutti di attraversare periodi bui, forse è solo un periodo della tua vita e sono sicura che presto ne uscirai, se non riesci da solo io ti consiglio di rivolgerti a uno specialista, ma ancora prima di far questo credo la cosa più importante sia confidarti con moglie e figli (se sono abbastanza grandi da capire) e di loro quali sono i tuoi sentimenti, cosa provi, e soprattutto non hai motivo di sentirti in colpa, hai un problema, non hai fatto nulla di male verso i tuoi,,,,Cerca di reagire di affrontare il tuo problema e pensare alle cose belle che la vita ti ha dato, so che nn è sempre facile xchè la vita ti porta perlopiù a vedere le cose negative e brutte, ma se ci soffermiamo solo su questi tutti i nostri giorni saranno tristi, se pensiamo alle cose belle la tristezza passerà in secondo piano.......Pensare di farla finita può essere una soluzione ma solo x te, pensa x un attimo a tua moglie e figli ...ci sono altre soluzioni..... spero che riuscirai a trovarle..e spero ti possiamo in qualche modo esserti di aiuto....... E il lavoro come va? cioè riesci ad andarci?....

danysolo

Nuovo Utente

  • "danysolo" started this thread

Posts: 9

Activitypoints: 41

Date of registration: Nov 17th 2011

  • Send private message

8

Friday, November 18th 2011, 1:18pm

il lavoro.....uno dei miei crucci...non va non va e non va.questo é uno dei motivi per cui non

mi sento all'altezza.mi da senso di impotenza oltre che deprimermi profondamente.ho

paura che mia moglie mi lasci perché la situazione non si sblocca mai per non parlare

del fatto che la mia bambina non riesco neanche a guardarla negli occhi perché troppo preso

dalle mie problematiche.

voglio poi specificare che ho i genitori separati e questo ha pesato molto sulla mia persona.

vivo con le paure e fantasmi del passato.. temo che la stessa cosa capiti a me....aiutatemi..

linette

Utente Fedele

Posts: 317

Activitypoints: 1,007

Date of registration: Aug 22nd 2011

  • Send private message

9

Friday, November 18th 2011, 3:56pm

Non so se riuscirò ad aiutarti, perchè un forum è comunque un forum.. io posso scrivere parole su parole, ma poi quest'ansia depressiva che ti fa vedere tutto nero e ti fa stare nel letto tutto il giorno, quell'ansia è tua, e le parole non possono sempre lenirla.
Bisogna lavorarci.
Ora pensi che sia invincibile, che non ci sia nulla da fare, ma invece non è così.
Bisogna solo rompere il circolo negativo. Si può e si deve, non è una situazione insormontabile.
Certo è che non esistono miracoli... però ci sono cose che si avvicinano ai miracoli!! Un colloquio con uno specialista, uno o più colloqui mirati, e magari l'inizio di una terapia, possono davvero fare miracoli. Possono indirizzarti verso la strada della guarigione, che ora non riesci a vedere perchè la tua vista è annebbiata dai pensieri negativi...
Un altro miracolo avviene se smetti di sentirti in colpa.
Non hai nulla di cui rimproverarti. Non sarai un cattivo padre se accetterai che sei fallibile. Se accetterai che per essere un buon padre hai bisogno di occuparti di te, ora, in modo prioritario.
La responsabilità che provi è un'ottima spinta, usala per trovare la forza di alzare il telefono, chiamare un terapeuta, psicologo, counsellor, psichiatra che sia, e aprire la porta al coraggio di vivere.
"L'intelligenza è data all'uomo per dubitare" Emilie Verhaeren (dal Pensiero del momento)

LEX27

lex27

  • "LEX27" is female

Posts: 61

Activitypoints: 218

Date of registration: Feb 7th 2009

  • Send private message

10

Friday, November 18th 2011, 6:05pm

La questione 'lavoro' purtroppo è un problema un pò x tutti ultimamente, non sei solo a non lavorare o lavorare poco o male o mal pagato, e ovviamente immagino che per un capo famiglia sia già di per sè motivo d'ansia.. Non disperare per il lavoro, intanto adesso pensa un pò a te .. Non credo che tua moglie ti lasci xchè il lavoro va male o xchè stai male ( poi sai tanto dipende dal vostro rapporto) Hai provato a parlarle? Sai è vero che a volte le situazioni che creano tensioni in famiglia possono far allontanare, ma è anche vero che spesso accade proprio il contrario, se si hanno obbiettivi comuni i problemi possono rafforzare i vincoli coniugali e unire entrambi verso una soluzione, l'importante è fare le cose insieme e NON ISOLARSI che è pericoloso..... :)
il lavoro.....uno dei miei crucci...non va non va e non va.questo é uno dei motivi per cui non

mi sento all'altezza.mi da senso di impotenza oltre che deprimermi profondamente.ho

paura che mia moglie mi lasci perché la situazione non si sblocca mai per non parlare

del fatto che la mia bambina non riesco neanche a guardarla negli occhi perché troppo preso

dalle mie problematiche.

voglio poi specificare che ho i genitori separati e questo ha pesato molto sulla mia persona.

vivo con le paure e fantasmi del passato.. temo che la stessa cosa capiti a me....aiutl

LEX27

lex27

  • "LEX27" is female

Posts: 61

Activitypoints: 218

Date of registration: Feb 7th 2009

  • Send private message

11

Friday, November 18th 2011, 6:10pm

dimenticato::: noi non siamo condannati a ripetere gli errori dei genitori ..se è successo a loro non significa che succederà x forza anche a noi...tutto dipende da noi ,,possiamo decidere come finirà, dipende molto dall'impegno che ci mettiamo...Non abbatterti..... Ciao

karim

Amico Inseparabile

  • "karim" is female

Posts: 1,595

Activitypoints: 4,834

Date of registration: Sep 17th 2011

  • Send private message

12

Friday, November 18th 2011, 7:10pm

Oh Dany,e una moglie e mamma che ti parla... è dura specialmente in questo ultimo periodo a causa della crisi che sta mettendo in ginocchio tutt'italia,anche mio marito ha perso il lavoro,ho un mutuo da pagare,ho 2 figlie da mantenere ma nonostante tutto non bisogna mollare,bisogna solo rimboccarsi le maniche e mettercela tutta per andare avanti,almeno essere positivi,tirarsi sù e dire a se stessi che" ce la posso fare".Per quanto riguarda i fantasmi del passato,ne sò anchio qualcosa avendo avuto dei genitori troppo severi dove i nò erano all'ordine del giorno.Di delusioni,ferite e traumi cè ne sono altrettanti,ma non è detto che non ne possiamo guarire anche se in fondo al cuore resterà sempre una ferita.

Hallomarc

Piezz e' core...

  • "Hallomarc" is male

Posts: 1,548

Activitypoints: 5,715

Date of registration: Jun 14th 2011

Location: Milano

  • Send private message

13

Friday, November 18th 2011, 9:07pm

Dany ciao

Ciao Dany,

purtroppo a volte ci blocchiamo, e tutto sembra irreparabile e irrecuperabile. Il fatto che tu sia venuto su questo forum in cerca di un confronto mi fa pensare che le cose non siano irrecuperabili. E il fatto che tu ti senta in colpa verso la tua famiglia è perchè tu tieni molto alla tua famiglia. E allora il mio consiglio è, oltre a sfogarti con una persona amica e parlare e confrontarti quì su questo forum, di cercare un professionista che possa aiutarti a trovare il modo di uscire da questo stato. Magari chiedendo al tuo medico di base se ha qualcuno verso cui indirizzarti. Prima di tutto parlane però con il tuo medico di base, lui consocendoti saprà darti le indicazioni migliori.


Quoto perchè questo è un consiglio da mettere facilmente in pratica.
20 anni fa mi trovai nella tua stessa situazione. Non uscivo più di casa e non riuscivo più a far nulla.
I miei continui rimuginamenti autodistruttivi erano il frutto della depressione, che mi faceva "ragionare" così.

Al pratico consiglio che ho quotato, aggiungo solo una cosa: per ora non sei in condizioni di sollevarti da solo.
Quindi:
Per andare dal medico, fatti accompagnare da tua moglie.
Per qualche breve tempo lascia decidere a lei le telefonate e gli appuntamenti necessari.
Saprà prendersi cura di te meglio di chiunque altro.
Se non ci fossero i miei difetti, non ci sarei nemmeno io.

gigi197172

Utente Attivo

Posts: 38

Activitypoints: 135

Date of registration: Jun 9th 2010

  • Send private message

14

Friday, November 18th 2011, 11:04pm

Ciao Dany , io ho gia' vissuto le stesse cose che vivi tu . E ancora oggi le vivo a volte , infatti sono ancora in cura da uno psicologo. ma pero' vivo lo stesso la mia vita

anche io come te ho avuto paura e o ancora paura di non farcela del lavoro che e poco e brutto in questo momento.

Pero' avendo anche io due bambini piccoli , ho reagito se non altro per loro perche' vale la pena , lascia perdere cose del tipo "farla finita" etc non sono giuste non centrano con il tuo

problema , cerca invece di capire cosa non va' , e magari fissa un appuntamento con psichiatra per , farti dare una cura medicinale che almeno nei primi momenti aiuta molto.

E dopo magari cercare un percorso di lavoro ,con un pscicologo , lo so' e un cosiglio classico pero' vale sempre , e credimi la tua vita e la tua bimba valgono molti di piu'

la tua mi sembra una bella depressione puo' capitare nella vita lo sai ma se ne esce come tutte lo cose forza dai.


Buona Guarigione,

danysolo

Nuovo Utente

  • "danysolo" started this thread

Posts: 9

Activitypoints: 41

Date of registration: Nov 17th 2011

  • Send private message

15

Thursday, November 24th 2011, 6:50pm

grazie a tutti per le risposte.

ho però sempre lo stesso chiodo fisso per la testa

e ho paura ad andare da uno psicologo.

mi tengo tutto dentro e con mia moglie ho parlato

tramite sms.le ho detto del mio malessere e della paura di

rimanere da solo ma ho notato molta freddezza in lei.

temo che prima o poi mi lasci e mi sento inutile,figuratevi

lei che considerazione ha di me.non so dove sbattere la testa,

credo che se io non ci fossi piú sarebbe la cosa migliore per tutti.