Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

Owl20

Utente Attivo

  • "Owl20" ha iniziato questa discussione

Posts: 59

Activity points: 261

Data di registrazione: domenica, 12 luglio 2009

  • Invia messaggio privato

1

venerdì, 09 settembre 2011, 15:54

Aiutatemi, non mi sento bene!

E' dalle 13 che ho un forte attacco di panico. Ho preso prima 15 gocce di xanax e successivamente altre 15: adesso sono leggermente più tranquillo, ma ho ancora tachicardia e pensieri che mi fanno paura. Ho paura di andare a finire all'ospedale e che mi sedino, o non so che.. o paura di impazzire e di essere internato. E' un pensiero che non mi lascia tranquillo, è ossessivo e non lo riesco a scacciare via. Questi tipi di pensiero possono essere sintomo di un disturbo ossessivo compulsivo?
A voi è mai capitato che un attacco durasse così a lungo e che, nonostante le gocce, non vi sentiste ancora bene?! Vi prego aiutatemi perché sto malissimo e non so cosa fare..

luke

Alla ricerca di me stesso..

  • "luke" è un uomo

Posts: 824

Activity points: 2.913

Data di registrazione: domenica, 27 febbraio 2011

  • Invia messaggio privato

2

venerdì, 09 settembre 2011, 16:31

anche io oggi sto davvero male...non sono riuscito a studia per niente...mi sento cosi strano,tra ansia per l'esame che sicuro non riesco a dare,dolore alla nuca,stress a non finire,insonnia da un paio di gg,e derealizzazione che si è acuita...ho una gran paura anche io...mi sento inerme...

Rebby

Giovane Amico

  • "Rebby" è una donna

Posts: 257

Activity points: 848

Data di registrazione: mercoledì, 22 giugno 2011

Località: Roma

  • Invia messaggio privato

3

venerdì, 09 settembre 2011, 16:54

Ma sei sicuro sia un attacco di panico?...magari è solo un attacco di ansia...che ovviamente finchè continui a pensare che sarai internato o robe varie non farà altro che alimentarsi...Cerca di staccare prepotentemente il pensiero...pensa a tutt'altro...concentrati a pensare a tutt'altro...a un psto che ti piace..ecc... Quando si attiva l'attacco di ansia, bisognerebbe tirarsene fuori togliendole quello che le da forza...ossia il nostro pensiero ossessivo.. Lo so ..ti capisco ..è difficilissimo...ma bisogna provarci..Io cerco di farlo ogni volta...penso che le emozioni negative vengono dal pensiero...e che quindi il mio male non è altro che un pensiero...Certo alcune volte mi riesce altre no...Pero' mi sento di rassicurarti sul discorso di pensare di andare all'ospedale...non sei matto se lo pensi...capita eccome...A me ogni volta che avevo la crisi d'ansia pensavo che sarei impazzita...Cerca di stare tranquillo... :friends:

Owl20

Utente Attivo

  • "Owl20" ha iniziato questa discussione

Posts: 59

Activity points: 261

Data di registrazione: domenica, 12 luglio 2009

  • Invia messaggio privato

4

venerdì, 09 settembre 2011, 19:06

No, purtroppo era un attacco di panico in piena regola.. purtroppo ormai ci convivo da diversi anni, solo che negli utlimi anni era quasi spariti lasciandomi solo l'ansia generalizzata. Questo non è un periodo facile per me, per cui ho avuto un crollo nervoso.
Giuro che ho provato a scacciare il pensiero negativo, ma era come se si imponesse. Mi sentivo scoppiare, avevo paura che succedesse davvvero anche perchè mi stava durando tanto..

Adesso mi sento rintontito dalle 30 gocce di xanax che mi ero preso..

diavoletto83

Giovane Amico

  • "diavoletto83" è un uomo

Posts: 104

Activity points: 431

Data di registrazione: giovedì, 06 maggio 2010

  • Invia messaggio privato

5

venerdì, 09 settembre 2011, 19:33

Paura, hai provato tanta paura!
Giuro che ho provato a scacciare il pensiero negativo, ma era come se si imponesse. Mi sentivo scoppiare, avevo paura che succedesse davvvero anche perchè mi stava durando tanto..
più si cerca di scacciare un pensiero e più quello ti tormenta prepotentemente. poi i pensieri sono come i rami di un albero!

Citato

Adesso mi sento rintontito dalle 30 gocce di xanax che mi ero preso..
non sono le goccie di xanax che ti fanno sentire così, ma la sbornia del dopo attacco di panico, hai consumato tantissima energia durante quei momenti! Io alcune volte ho avuto attacchi di panico e non ho preso nulla e poi mi sentivo proprio a terra.
Un uomo che teme di soffrire, soffre già di quello che teme. (Montaigne)

Owl20

Utente Attivo

  • "Owl20" ha iniziato questa discussione

Posts: 59

Activity points: 261

Data di registrazione: domenica, 12 luglio 2009

  • Invia messaggio privato

6

venerdì, 09 settembre 2011, 19:52

Te hai risolto il problema degli attacchi di panico?
A me hanno (e stanno) distruggendo la vita: non posso fare quello che voglio, dall'andare ovunque con i miei amici a seguire un corso all'università. Come dici te, spendo troppa energia nel fronteggiare ansia e affini. Sarà che comunque oggi la giornata è storta e sto vedendo tutto nero, però non mi riesco a vedere condurre una vita normale. Ho come l'impressione che questa odissea non finirà mai... ed io sono esausto.

Hallomarc

Piezz e' core...

  • "Hallomarc" è un uomo

Posts: 1.548

Activity points: 5.715

Data di registrazione: martedì, 14 giugno 2011

Località: Milano

  • Invia messaggio privato

7

venerdì, 09 settembre 2011, 22:41

Stà tranquillo Owl

Nessuno ti ricovera contro la tua volontà. Non credo proprio che per qualche attacco di panico si vada in psichiatria.

Il ricovero obbligato si fa solo nel caso in cui la persona può far male a sè stesso o agli altri.

Ma tu sei innocuo come una colomba.
Se non ci fossero i miei difetti, non ci sarei nemmeno io.

diavoletto83

Giovane Amico

  • "diavoletto83" è un uomo

Posts: 104

Activity points: 431

Data di registrazione: giovedì, 06 maggio 2010

  • Invia messaggio privato

8

sabato, 10 settembre 2011, 20:35

Oltre l'ansia a livello accettabile che provo quasi tutti i giorni, a volte ho attacchi d'angoscia (che io considero paura+malinconia) e depersonalizzazione. Il punto è questo: Cerco di usare il cervello razionale contro il cervello emozionale, so che è paura, come provava paura un mio antenato all'età della pietra quando doveva scappare da qualche pericolo. Solo che al giorno d'oggi non ci sono più i pericoli di allora, però ci sono pericoli anche creati dalla fantasia. QUALSIASI COSA PUò FARE PAURA, ANCHE UN'IMMAGINE MENTALE PER NOI SIGNIFICATIVA. Quindi, detto ciò l'antenato pompava il corpo per fuggire dal pericolo e consumava energia e si salva la vita, io che sono li seduto tranquillo sulla sedia mi viene in mente (anche per un malore interno anche banale) che posso ammalarmi, impazzire o morire e allora provo paura, di conseguenza pompo il mio corpo come se dovessi fuggire come l'antenato, solo che non posso fuggire dal mio stesso pensiero e dal mio corpo quindi aumenta l'ansia. Ansia+ ansia+ansia=panico.
Capito com'è la situazione?
Se non riesco a gestire la situazione prendo il lexotan senza pensarci due volte!
Se sei interessato a l'argomento ti consiglio di leggere intelligenza emotiva. ciao! :D
Un uomo che teme di soffrire, soffre già di quello che teme. (Montaigne)

Rebby

Giovane Amico

  • "Rebby" è una donna

Posts: 257

Activity points: 848

Data di registrazione: mercoledì, 22 giugno 2011

Località: Roma

  • Invia messaggio privato

9

domenica, 11 settembre 2011, 22:21

SA
No, purtroppo era un attacco di panico in piena regola.. purtroppo ormai ci convivo da diversi anni, solo che negli utlimi anni era quasi spariti lasciandomi solo l'ansia generalizzata. Questo non è un periodo facile per me, per cui ho avuto un crollo nervoso.
Giuro che ho provato a scacciare il pensiero negativo, ma era come se si imponesse. Mi sentivo scoppiare, avevo paura che succedesse davvvero anche perchè mi stava durando tanto..

Adesso mi sento rintontito dalle 30 gocce di xanax che mi ero preso..


Sai cosa dovresti provare che a me aiuta spesso?...La respirazione....è fondamentale...imparare a respirare lentamente e profondamente...e mentre lo fai cercare di calmarti...La respirazione lenta e profonda di per se calma...ma tu magari mentre lo fai ripetiti che "non è niente e passerà..." o che " non succederà niente"... Concentrati sul ritmo del respiro e su quello che stai facendo....Vedrai che la spirale che ti porta all'attacco di panico poi perde potenza.... Prova ..a me aiuta spessissimo...Magari la inizio a fare poco prima che mi prenda la crisi di ansia...o quando sento che si comincia a muovere qualcosa di poco piacevole dentro di me...

Owl20

Utente Attivo

  • "Owl20" ha iniziato questa discussione

Posts: 59

Activity points: 261

Data di registrazione: domenica, 12 luglio 2009

  • Invia messaggio privato

10

lunedì, 12 settembre 2011, 11:03

Stamattina va di nuovo malissimo..
Prima ero nel bel mezzo di un attacco di panico (ma era più angoscia, non so come descriverlo) e stavo guardando l'orologio. Ad un certo punto mi sono chiesto: cosa sto aspettando? Niente ha più senso, nulla. Stavo impazzendo. Mi sforzavo a pensare a cose positive, ma nulla aveva più senso: non trovavo senso alla vita! Mi sono sentito confuso, terrorizzato. Avevo paura di fare cose brutte.. ho paura che prima o poi mi prenda ancora più male e in un momento di non lucidità mentale mi buttassi dalla finestra o non so cosa. Al momento sento una fitta allo stomaco e una voglia di piangere che non vi dico. Sono terrorizzato, ma non riesco ad espoldere in lacrime. Vorrei trovare un senso a questi nuovi sintomi, ma non ci riesco.

Cosa mi sta succedendo? E' depressione? Cosa diavolo mi sta succedendo?

Ho preso un'appuntamento con un nuovo psichiatra per questo giovedì, ma mi sembra lontanissimo da oggi... ed io ho paura che possa capitarmi qualcosa! Sono in cura con entact e xanax, ma neanche questi due ultimamente mi aiutano. Lo xanax, che di solito faceva egreggiamente il suo lavoro, adesso oltre a metterci il doppio a fare effetto, non mi dà più quel senso di sollievo che avevo prima...

Eppure io amo la vita. Non mi passa nemmeno per l'anticamera di uccidermi, ma ho paura che in quegli attimi dove nulla ha più senso possa succedere!

Può trattarsi della cosidetta derealizzazione? Ho paura....

andrewnorton

Utente Attivo

Posts: 45

Activity points: 163

Data di registrazione: domenica, 11 settembre 2011

  • Invia messaggio privato

11

lunedì, 12 settembre 2011, 11:23

Ciao,
guarda sto attraversando da un mese dei pensieri intrusivi e pensavo (alle volte lo penso ancora) che finisse la mia vita. Gli ultimi due giorni non sono stati facili, anzi.

Ma finita sul serio, di non farcela, di impazzire: piango come mai nella mia vita .. ma la mente è come se si ristrutturasse in qualche modo ... un mio amico che ha passato "l'inferno" mi ha scritto, nel mio momento più buio: "nella malattia c'è la cura, ne uscirai".

Quello che posso dirti nel frattempo è questo, anche se so che è difficilissimo (quando lo dicono a me penso "seeee, è na parolaaa"): respira, cerca di farti attraversare da questa cosa, hai i mezzi per farcela, vedila come se il peggio fosse già passato ... vedi, alla fine sei vivo, non ti ha ucciso questo dolore ... tu sei più forte, sarai sempre + forte anche se ci si incazza da morire ("rivorrei la mai normalità" mi dico spesso).

Contestualmente a questa sorta di "riprogrammazione mentale" è giusto farsi dare anche da altri degli strumenti ..

Già il fatto che sei qui a parlarne (come ci siamo tutti noi) vuol dire che ne vuoi uscire e non è poco ... anche se ti capisco ... so che non è facile, anzi ... anche io mi scoraggio e sono sempre in bilico ... ma ce la faremo. Non mollare!

Rebby

Giovane Amico

  • "Rebby" è una donna

Posts: 257

Activity points: 848

Data di registrazione: mercoledì, 22 giugno 2011

Località: Roma

  • Invia messaggio privato

12

lunedì, 12 settembre 2011, 12:11

Stamattina va di nuovo malissimo..
Prima ero nel bel mezzo di un attacco di panico (ma era più angoscia, non so come descriverlo) e stavo guardando l'orologio. Ad un certo punto mi sono chiesto: cosa sto aspettando? Niente ha più senso, nulla. Stavo impazzendo. Mi sforzavo a pensare a cose positive, ma nulla aveva più senso: non trovavo senso alla vita! Mi sono sentito confuso, terrorizzato. Avevo paura di fare cose brutte.. ho paura che prima o poi mi prenda ancora più male e in un momento di non lucidità mentale mi buttassi dalla finestra o non so cosa. Al momento sento una fitta allo stomaco e una voglia di piangere che non vi dico. Sono terrorizzato, ma non riesco ad espoldere in lacrime. Vorrei trovare un senso a questi nuovi sintomi, ma non ci riesco.

[


Ciao Owl...lo so che è dura...Anche io, che ti sto parlando come se fosse tutto facile, ho i momenti in cui penso che non ce la farò mai...e tutte le peggio cose che esistono. Ed è proiro questa nostra tendenza a pensare male che alla fine fortifica i nostri attacchi di ansia... Lo so che tu hai provato a essere positivo...ma è normale che le prime volte che si prova a fare una cosa, non riesca al 100 per cento...Fosse così facile staremmo tutti bene dopo un mese...Hai provato con la respirazione e il concentrarti sul respirare?...Quello aiuta tanto...veramente...ma ti ci devi mettere di buona lena a farlo sempre...anche se la prima volta riuscirai per 5 secondi , la seconda ti riuscirà per 10 e via dicendo... Purtroppo dobbiamo metterci in testa che la maggior parte dei sintomi che presentiamo, sono da noi stessi alimentati con il nostro maledetto pensiero negativo... quindi una volta che togli forza al pensiero, il sintomo per forza diminuisce...
Ce la farai...Cavolo inizia a dirti che ce la farai...malgrado le sensazioni terribili... :minigun:

andrewnorton

Utente Attivo

Posts: 45

Activity points: 163

Data di registrazione: domenica, 11 settembre 2011

  • Invia messaggio privato

13

lunedì, 12 settembre 2011, 12:28

Pienamente d'accordo con Rebby quando scrive:

"Purtroppo dobbiamo metterci in testa che la maggior parte dei sintomi che presentiamo, sono da noi stessi alimentati con il nostro maledetto pensiero negativo... quindi una volta che togli forza al pensiero, il sintomo per forza diminuisce...
Ce la farai...Cavolo inizia a dirti che ce la farai...malgrado le sensazioni terribili..."

E' un lavoro duro, ma ce la dobbiamo fare. Cerchiamo di vivere (lo dico a te, ma lo sto dicendo anche a me!!) come se questo che siamo vivendo ci renderà + forti, migliori, è come una sorta di rinascita .. certo ci si dice "ma quanto dura 'sto parto????" ..

Anche io ho un ansia continua che non ti dico ... anche ora, mentre scrivo ... ma riusciremo.

Anzi, come dice un mio amico che è stato da uno psicologo ... "già je l'hai fatta ... ma ancora non lo sai ..." ;)

Per quanto riguarda il respiro: penso che a breve inzierò un corso di Yoga ... male non dovrebbe fare .. è uno dei tanti strumenti che possiamo utilizzare.

Owl20

Utente Attivo

  • "Owl20" ha iniziato questa discussione

Posts: 59

Activity points: 261

Data di registrazione: domenica, 12 luglio 2009

  • Invia messaggio privato

14

lunedì, 12 settembre 2011, 16:53

Sto provando in tutti i modi a calmarmi, ma non ci riesco.. ho preso le gocce ma niente..
Mi viene da piangere, e ho una forte angoscia dentro. E' come se volessi gridare: "Ho paura ho paura paura" e contemporaneamente piangere a dirotto perché non so cosa fare. Non è più un attacco di panico, è un agoscia generalizzata che non mi riesce a passare.
Che cosa devo fare??? Ho provato a stendermi, a rilassarmi, a respurare piano: ma la sento sempre qua dentro, e quando si fa più pesante mi viene da piangere e da urlare perché ho paura, ma non so di nemmeno io cosa!!
Ragazzi, vi è mai capitata una situazione simile? L'attacco di panico di solito passa e dopo ti lascia uno straccio, ma, la maggior parte delle volte, resti un po' più sereno. O per lo meno ci sono degli appigli, dei pensieri positivi, che dopo l'attacco di solito confortano. E' da stamattina invece che ho questa sensazione: angoscia forte - senso di impazzire - attacco e si ripete così! Ma cosa devo fare?!? Non riesco a tranquillizzarmi con niente! Ho paura di rimanere incastrato in questa situazione per sempre!!
Scusate se non rispondo ai vostri post e elenco solo altri sintomi, ma ho davvero paura e in questo momento non riesco né a tranquillizzarmi né a concentrarmi... che mi succede??

Rebby

Giovane Amico

  • "Rebby" è una donna

Posts: 257

Activity points: 848

Data di registrazione: mercoledì, 22 giugno 2011

Località: Roma

  • Invia messaggio privato

15

lunedì, 12 settembre 2011, 18:00

Sto provando in tutti i modi a calmarmi, ma non ci riesco.. ho preso le gocce ma niente..
Mi viene da piangere, e ho una forte angoscia dentro. E' come se volessi gridare: "Ho paura ho paura paura" e contemporaneamente piangere a dirotto perché non so cosa fare. Non è più un attacco di panico, è un agoscia generalizzata che non mi riesce a passare.
Che cosa devo fare??? Ho provato a stendermi, a rilassarmi, a respurare piano: ma la sento sempre qua dentro, e quando si fa più pesante mi viene da piangere e da urlare perché ho paura, ma non so di nemmeno io cosa!!
Ragazzi, vi è mai capitata una situazione simile? L'attacco di panico di solito passa e dopo ti lascia uno straccio, ma, la maggior parte delle volte, resti un po' più sereno. O per lo meno ci sono degli appigli, dei pensieri positivi, che dopo l'attacco di solito confortano. E' da stamattina invece che ho questa sensazione: angoscia forte - senso di impazzire - attacco e si ripete così! Ma cosa devo fare?!? Non riesco a tranquillizzarmi con niente! Ho paura di rimanere incastrato in questa situazione per sempre!!
Scusate se non rispondo ai vostri post e elenco solo altri sintomi, ma ho davvero paura e in questo momento non riesco né a tranquillizzarmi né a concentrarmi... che mi succede??




Guarda io non so con precisione che dirti..Probabilmente non è attacco di panico allora ma attacco d'ansia bella e buona...Io ho sempre avuto forti crisi, che non si potevano definire attacchi di panico...per lo meno dai sintomi che ho sempre visto descritti, i miei erano molto diversi...si parlava di ansia allo stato puro..di voglia di voler scappare dal male che avevo in quel momento...talmente tanta voglia da non capire più niente e essere presi dal panico totale...e anche di contrapposizione quasi un volersi attaccare fisicamente a qualcuno per avere la sicurezza di non essere "spazzati" via fisicamente da questi bruttissimi sintomi...Anche io ci ho pianto e mi sono disperata tanto... Purtroppo la guarigione a bacchetta non si ha....e si deve piano piano, facendosi forza, convincere del positivo...del fatto che passi...Anzi secondo me dovremmo proprio iniziare a pensare che non abbiamo niente... Lo so difficile...e quando uno sta proprio male, di certo ha poca testa per fare questo... Magari queste sono cose che bisogna inculcarsi dentro quando di sta bene..
Cmq a prescindere...se uno un momento sta proprio male male male, è lecito che si faccia aiutare dalle medicine... Ok lo psichiatra ci sarà giovedì, ma tu chiama il tuo medico di famiglia e intanto fatti consigliare... Magari ti cambia medicina e ti senti meglio... A volte ci si assuefà a un principio e questo inizia a farci meno effetto... Ma chiama il medico...Noi non possiamo dirti più di tanto...specie sulle medicine...
Per quanto riguarda i sintomi, secondo me l'ansia se gli dai da mangiare coi pensieri, fa questo e pure peggio..... :minigun:

ce la puoi fare....ce la puoi fare....ce la puoi fare...ripetitelo fino alla nausea...ce la puoi fare...ce la puoi fare...ce la fai....ce la fai.... :clap: