Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

morenomoreno

non devi aver paura di avere paura

  • "morenomoreno" is male
  • "morenomoreno" has been banned

Posts: 511

Activitypoints: 1,946

Date of registration: Nov 22nd 2009

Location: napoli

  • Send private message

16

Wednesday, December 9th 2009, 7:12pm

okok..... anche io ho studiato in parte questi meccanismi.... leggendo lowen e praticando meditazione..... maaaaaaa come è possibile che non riesco collegare l'ansia e i disturbi connessi all'eveno scatenante

jlo

Nuovo Utente

  • "jlo" is female

Posts: 2

Activitypoints: 6

Date of registration: Mar 17th 2011

Occupation: Istruttrice ballo e fitness

  • Send private message

17

Thursday, March 17th 2011, 12:50pm



L'ipocondria deriva dal greco "hypochondrios" che significa "che si trova sotto lo sterno".

Tutti, ma proprio tutti, gli ipocondriaci che ho conosciuto avevano un blocco al 3° centro (chakra), quello del plesso solare (proprio sotto lo sterno).
Il blocco del terzo centro avviene spesso per un conflitto di paura di danno fisico, il che può a avvenire a seguito di una minaccia di violenza, di un incidente (avvenuto o scampato), di una operazione chirurgica avvenuta o prevista.
Il blocco, in questo caso, è sì un blocco energetico ma anche un'importante somatizzazione.
Riscontrare il blocco è semplice, basta chiedere a qualcuno di premervi sopra (si trova all'incirca 3/4 dita sotto lo sterno: se appare doloroso vuole dire che è chiuso.



La terapia psicologica dovrebbe prevedere la rimozione del conflitto rimasto residente, non risolto, a livello di sub-conscio. La semplice dialettica in casi come questi difficilmente aiuta. Bisognerebbe utilizzare tecniche che agiscano direttamente sul sub-conscio, come l'Ipnosi o la PNL.
Contemporaneamente bisognerebbe agire sullo sblocco del centro e procedere con un riequilibrio energetico.
Probabilmente gli attacchi di panico sono una diretta conseguenza di questo stato ipocondriaco.
Ciao a tutti! Sono nuova del forum..e non so magari sbaglierò qualcosa..
Ho citato questo post di Clay perchè l'ho trovato davvero azzeccato!
Io soffro di ipocondria, da anni ma ora mi impedisce di fare una vita normale..e sono stufa marcia.!
Voglio guarire!!!!!
Voglio vivere serena!!!!
A me hanno sentito questo blocco diaframmatico, ed effettivamente provo dolore in corrispondenza del terzo chakra...
Sono moloto interessata alla PNL, e non alla psicologia che ho già provato, ma con scarsi risultati, anche perchè 1- non mi interessa curarmi con farmaci, 2- va bene trovare la causa del problema sviscerando la pscihe..ma poi??
Poi bisogna andare avanti a trovare il modo di riporgrammare il cervello su una nuova via..più positiva, e sicuramente diversa da prima, cambiare atteggiamento mentale ecc...e questo la psicologia non lo fa. la PNl si..a quanto ho capito dai libri....
Vorrei provare a farmi seguire da un coach...ma mi hanno cheisto cifre esorbitanti, con finanziamenti bancari..e robe simili.
Non sono ancora "fusa" così tanto da farmi riempire la testa di baggianate e pagare 2500€ per 24 incontri!
Non vi farò il nome.....ma mi raccomando andate da gente seria.

Appunto..per concludere cerco persone serie esperte in PNL..e poi un modo per sbloccare questo famoso 3° chakra che non so nemmeno cosa sia sinceram.....;-)

elisir82

Utente Attivo

Posts: 54

Activitypoints: 260

Date of registration: Jan 22nd 2010

  • Send private message

18

Thursday, March 17th 2011, 1:17pm

Anche io sono ipocondriaca al massimo...non c'è parte del corpo che non è stata colpita dal mio delirio in questi tre anni. Faccio psicoterapia da quando ho capito di cosa si trattava, da subito praticamente, ma pur avendo avuto qualche miglioramento, la soluzione sembra ancora un'utopia. Ci sono dei periodi relativamente tranquilli, in cui sembra essere passata, ma poi tornano le somatizzazioni e con loro il mio cervello va in tilt. Mi chiedo se sono i sintomi a farmi venire l'ipocondria, oppure se è l'ipocondria a farmi venire i sintomi. Insomma, gli attacchi di panico riesco a gestirli abbastanza bene, l'ansia anche, ma l'ipocondria mi devasta: proprio non riesco a gestirla. Questo è un periodo decisamente pessimo, con mille somatizzazioni, e tanto voglia di farmi rivoltare come un calzino da tutti i medici che conosco. Sto resistendo all'impulso di andarci, perché in tre anni ho fatto veramente di tutto e mi sento al quanto ridicola. Pensate che l'anno scorso avevo prenotato un esame molto invasivo per il cuore e fortunatamente quel santo del mio medico, mi ha convinta a non farlo. Poi c'è stato il periodo in cui volevo fare la PET, e mio marito mi ha detto che piuttosto mi legava in casa. In seguito mi sono data ogni mese alla risonanza: dopo averla fatta a tutti gli organi separatamente, avevo dedotto che la total body era più indicata. Insomma, con tutto il denaro speso, avrei potuto acquistare una tenuta con i cavalli. E poi tutti questi accertamenti fossero serviti a calmarmi...sto calma per qualche giorno e poi riparto: è come una droga, più ne fai e più senti la necessità di farne! Come sto messa male, direi che sarei da internare...
A provocare un sorriso è quasi sempre un altro sorriso!!!

morenomoreno

non devi aver paura di avere paura

  • "morenomoreno" is male
  • "morenomoreno" has been banned

Posts: 511

Activitypoints: 1,946

Date of registration: Nov 22nd 2009

Location: napoli

  • Send private message

19

Thursday, March 17th 2011, 2:46pm

è interessantissima la teoria del blocco del chakra diaframmatico e la patologia annessa..... qualcuno sa dirmi qualcosa di piu ???

morenomoreno

non devi aver paura di avere paura

  • "morenomoreno" is male
  • "morenomoreno" has been banned

Posts: 511

Activitypoints: 1,946

Date of registration: Nov 22nd 2009

Location: napoli

  • Send private message

20

Thursday, March 17th 2011, 2:48pm

terzo chakra

terzochakra Terzo Chakra: In lingua sanscrita viene chiamato Manipura, che significa città dei gioielli. Esso è localizzato a livello del plesso solare, ed è associato a fegato, pancreas, stomaco, milza, parte alta dell’intestino ed a tutte le funzioni metaboliche e vegetative. Dal punto di vista psico-energetico, la sua funzione più importante è relativa all’affermazione personale ed all’esercizio del potere individuale rispetto al sociale ed all’ambiente in generale (indica la realizzazione della persona, quanto la persona vede realizzabile il suo desiderio di vita, quanto una persona vuole e desidera combattere per se stesso, quanto una persona si ama). Le patologie principali espresse dal terzo Chakra riguardano tutte le malattie metaboliche, quali il diabete, le iperlipidemie, le insufficienze epatiche, la cirrosi, le ulcere gastriche e duodenali, i tassi glicemici, ecc., nonché tutte le patologie riguardanti i processi di nutrizione, digestione ed assimilazione. Dal punto di vista psico-energetico è a livello di questo Chakra che si generano le forze emotive dirette verso l’ambiente esterno: i sentimenti d’amicizia, rancore, simpatia, antipatia, ecc. Esso è il fondamento della personalità sociale. Il funzionamento disarmonico di questo Chakra genera il desiderio sfrenato di potere, di manipolazione, per poter stravolgere la realtà sempre e a proprio favore; tendenzialmente si potrà notare un atteggiamento iperattivo, il quale viene messo in atto per nascondere il senso d’inadeguatezza e vuoto che è causato dall’impotenza a gestire le situazioni di potere assoluto che si pretenderebbe d’esercitare. La serenità interiore sarà fortemente compromessa e, ovviamente, sarà principale la soddisfazione del benessere materiale, sia pure a discapito di qualunque sentimento piacevole, giungendo addirittura a ritenerli indesiderabili e fastidiosi. Il soggetto che soffre di uno scompenso del terzo Chakra è portato a perdere il controllo delle proprie emozioni, ed a sviluppare un atteggiamento fortemente aggressivo, necessario per non permettere agli altri di mettere a nudo la propria pochezza interiore, fatto questo che smaschererebbe i giochi di potere di cui questo soggetto vive, creando una situazione di paralisi energetica che si esprimerebbe come impotenza disperata e disperante; un esempio di questo soggetto sconfitto, può essere data dall’immagine di quelle persone in genere di mezza età, ma sempre più spesso anche giovani, che trascorrono il proprio tempo in attività annichilenti e distruttive, quali il bere, fare uso di droghe più o meno riconosciute come tali, e che in genere hanno in famiglia un atteggiamento fortemente aggressivo e prevaricatore. A questi infatti fa seguito una situazione fortemente depressiva. In questo caso il soggetto avrà come obiettivo principale l’essere accettato e benvoluto dagli altri, e per raggiungere questo scopo negherà a se stesso per conformarsi al modo di pensare delle persone cui desidera piacere, soffocando e negando completamente i propri desideri ed emozioni; ciò nonostante, anzi, proprio a causa di questo atteggiamento frustante, aumenteranno le prepotenze e le angherie verso i membri della propria famiglia. Gli alimenti che possono essere utili per riequilibrare il terzo C. sono gli amidi, le farine integrali e gli zuccheri semplici. Le pietre collegate con il terzo Chakra sono: Pirite, Citrino, Topazio, Pietra Del Sole, Malachite, Quarzo Occhio Di Tigre, Malachite-Azzurrite, Malachite-Crisocolla, Diaspro Giallo, Blenda, Quarzo Rutilato, Aragonite, Calcite Arancio, Ambra ed Andalusite.

morenomoreno

non devi aver paura di avere paura

  • "morenomoreno" is male
  • "morenomoreno" has been banned

Posts: 511

Activitypoints: 1,946

Date of registration: Nov 22nd 2009

Location: napoli

  • Send private message

21

Thursday, March 17th 2011, 2:54pm

Un blocco si svluppa quando due forze uguali e contrarie si incontrano su uno stesso particolare piano. Non possiamo semplicemente eliminarne una o l'altra.

jlo

Nuovo Utente

  • "jlo" is female

Posts: 2

Activitypoints: 6

Date of registration: Mar 17th 2011

Occupation: Istruttrice ballo e fitness

  • Send private message

22

Friday, March 18th 2011, 2:44pm

@Morenomoreno:
molto interessante il post sul chakra...rispecchia in pieno la mia situazione!
Ok..ma come fare a riequlibrarlo?
Qui uno psicologo..credo come nella maggiorparte dei casi sinceramnete, seve a ben poco!

1 user apart from you is browsing this thread:

1 guests

Similar threads