Homepage di Nienteansia.it

Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

[Citazione del momento]
Ciò che dobbiamo imparare a fare, lo impariamo facendo. Aristotele
Viagra online

IL TRADIMENTO NELLA COPPIA

category Psicologia Maria Mirabelli 2 Dicembre 2007 | 44,136 letture | Stampa articolo |
1 vote, average: 5.00 out of 51 vote, average: 5.00 out of 51 vote, average: 5.00 out of 51 vote, average: 5.00 out of 51 vote, average: 5.00 out of 5 (voti: 1 , media: 5.00 su 5)
Devi effettuare il login per votare.
Loading ... Loading ...

In questi ultimi anni si registra una sempre maggior consapevolezza dell’importanza dei legami sociali per la vita umana e, soprattutto, emerge, con sempre più chiarezza, il desiderio crescente delle persone di soddisfare il bisogno di entrare con gli altri in “relazioni intime”, cioè relazioni strette, prolungate nel tempo, implicanti vicinanza emotiva, capaci di promuovere il legame e di garantire rispetto, sostegno e comprensione. Questo implica il desiderio di entrare in relazione con un singolo individuo, con l’imprevista caduta delle barriere che esistevano fino a quel momento fra i due estranei. Successivamente ad una prima fase di innamoramento, esperienza d’improvvisa intimità e per sua stessa natura di breve durata, lo sconosciuto è diventato intimo e non ci sono più barriere da superare. La persona amata ci è nota come noi stessi, o almeno ci illudiamo che sia così, considerando il fatto che a volte è già difficile conoscere bene se stessi.

Non è facile sondare le profondità dell’altra persona, riuscire a penetrare interamente la sua personalità, in quanto quest’ultima è in continua evoluzione. Però per la maggior parte delle persone la propria personalità e quella degli altri è presto esplorata ed esaurita. Per loro l’intimità è stabilita principalmente col contatto sessuale. Spesso l’attrazione sessuale crea, sul momento, un’illusione d’unione, dando sollievo ad una tensione spasmodica. Ma il desiderio sessuale può essere stimolato dall’ansia della solitudine, dal desiderio di essere conquistato o di conquistare, dalla vanità, dalla volontà di ferire e persino di distruggere, oppure può essere stimolato dall’amore.

All’interno della coppia dunque, si crea una fusione completa, esclusiva e non universale; è forse la forma d’amore più ingannevole che esiste. Si viene a creare un tacito accordo tra i partner, basato sul rispetto reciproco, stima, fiducia, affidarsi l’uno all’altro. Non è sempre facile rispettare questo patto, a volte si tradisce l’impegno preso.

Il termine Tradimento deriva dal latino tradere, che significa “dare, affidare, consegnare”. Esistono diverse forme di tradimento, che possono anche coesistere: ad esempio, venire meno ad un impegno, deludere la fiducia, infrangere un patto. In ogni modo tradire significa infrangere le aspettative dell’altro o quelle che noi gli abbiamo alimentato. Con il tradimento si mette in atto, un’azione che cambia l’andamento e il senso della relazione tra le persone, disattendendo a quei taciti accordi della coppia.

In effetti pur essendo un comportamento riprovevole, è sempre esistito e continua ad esserlo. A nulla sono servite le diverse rivoluzioni sessuali, rispetto all’esclusività dell’affetto nelle coppie stabili di qualsiasi tipologia esse siano, il tradimento si digerisce molto difficilmente.

Chi lo subisce viene investito da una tempesta di emozioni: si passa dalla rabbia alla tristezza, dalla vergogna all’impotenza, dall’aggressività all’autocommiserazione. Purtroppo il tradimento è indice di un equilibrio emozionale squilibrato nella coppia (B. Stone), non esistono “vittime innocenti” e “vili traditori”, ma entrambe le persone partecipano alla costruzione della situazione extraconiugale.

Il tradimento segue un percorso di sviluppo, passa da una fase in cui ci sono nella coppia problemi non discussi o non risolti e i partner si sentono in rotta, a quella in cui si sviluppa il vero tradimento, cioè la situazione in cui il partner insoddisfatto, non chiarisce con l’altro, scivola nella relazione adulterina. In questo stadio l’infedele nega e l’altro cerca di ignorare gli indizi del tradimento. Successivamente vi è la fase della rilevazione, questo è il punto più sconvolgente, perché il quadro della coppia non è più lo stesso. La rivelazione porta alla crisi del rapporto, ed il partner è ossessionato dal problema, a questo punto critico è presa la decisione della rottura o di fare la pace.

La maggior parte dei tradimenti durano da pochi mesi ad un anno o due. Oltre questo tempo o il rapporto di coppia finisce o la relazione adulterina procede in parallelo al matrimonio. E’ più frequente che avvenga nei periodi estivi, perché sono associati ad una maggiore libertà e restrizioni sociali. Un tradimento può riparare o rompere un matrimonio problematico, ciò dipende dal messaggio trasmesso.

I messaggi che trasmette il tradimento sono vari, ma quelli più comuni sono stati individuati in uno studio nel 1991 da Brown, e sono indicativi dei diversi tipi di relazioni di coppia:

  • Relazione che evita il conflitto;
  • Relazione che evita l’intimità;
  • Fissazione sessuale;
  • Relazione nido vuoto;
  • Relazione con uscita di casa.

La relazione che evita il conflitto: è caratterizzata per il fatto che il partner lamenta una mancata attenzione da parte dell’altro. La coppia non riesce a comunicare e si servono della relazione extraconiugale per uscire dall’apatia che si è creata all’interno della coppia. Si tratta di persone che non esprimono le emozioni negative, ma soprattutto hanno la tendenza a controllarli.

Relazione che evita l’intimità: anche se i problemi di intimità sono presenti nella maggior parte delle coppie, nel caso specifico si ha la paura di abbassare le barriere dell’autocontrollo per evitare di diventare vulnerabili. I partner sono molto battaglieri e cariche di energie, ma preferiscono farsi la guerra, aperta o sottintesa, piuttosto che esprimere il desiderio di voler stare con l’altro. Dunque, nel tradimento incamerano fantasie romantiche ed evitano l’intimità.

Fissazione sessuale: questo tipo di tradimento è presente in coloro che lottano con i bisogni emotivi per vincere battaglie e per conquistare e ricevere amore. Sono persone che cercano di conquistarsi un riconoscimento in pubblico, in privato, in politica, nelle conquiste sessuali. Si è alla continua ricerca di relazioni extraconiugali per riempire il vuoto che è dentro di se.

Relazione nido vuoto: in questo caso i protagonisti sono uomini di mezza età sposati da più di 20 anni e considerati uomini di casa, senza grandi emozioni con le mogli e sposatisi per creare un buon nucleo familiare che gli dia sicurezza. Le risorse sono focalizzate sui figli, e stanno con il partner solo per far funzionare il rapporto. La famiglia di origine aveva un rapporto negativo, e loro sono disposti a tutto pur di far procedere il proprio in senso positivo. Dunque, dopo che la formula della famiglia perfetta non funziona, accumulano una serie di frustrazioni, e soddisfano i loro desideri altrove. Il tradimento offre una buona opportunità di recuperare ciò che hanno perso nella coppia coniugale.

Relazione con uscita di casa: vi è la certezza di essere ancora desiderabile, quindi il poter fare quello che si vuole. La motivazione di fondo è duplice, da una parte, la ricerca a convalidare sé stesso, dall’altra, evitare di parlare di responsabilità per la fine del rapporto di coppia. Quindi la relazione extraconiugale distrae dalle difficoltà e pene dell’inevitabile fine del matrimonio. Sebbene molti si confidano dicendo di non voler essere scoperti, tuttavia lavorano in tal senso. La passione verso la terza persona e la ricerca del coniuge di indizi, rende l’uscita di casa più facile. Spesso, l’infedele sposa l’amante per evitare altre conseguenze. Se accade vi è alta probabilità che il nuovo matrimonio finisca come quello precedente.

La scoperta della possibilità di essere traditi o di poter tradire fa parte di un sano processo di crescita, che permette di poter stabilire relazioni basate sulla fiducia reciproca.

Importante è tener conto dei sentimenti scaturiti dal tradimento, e della difficoltà nell’affrontare la nuova situazione relazionale di coppia. A volte, la situazione non è facile da fronteggiare da soli, quindi sarebbe opportuno chiedere aiuto ad un professionista per aiutare a ristabilire l’equilibrio di coppia.

Maria Mirabelli

 

————————————————————————

Prova il nostro test dell’affinità di coppia >>







12 Commenti a “IL TRADIMENTO NELLA COPPIA”

  1. flavia

    Sto passando un brutto momento proprio in seguito ad un tradimento subito due anni fa. Sono sposata da 15 anni e frequento mio marito da 20 anni. Ho avuto la sensazione di trovarmi davanti ad uno sconosciuto e tutt\’oggi nonostante siano passati due anni, ho dei momenti in cui ritorno con la mente agli avvenimenti accaduti. Mi tremano le ganbe immagino mio marito con lei e torna di nuovo la rabbia, la voglia di vendetta, di fargliela pagare. Ho deciso di non lasciarlo, per paura, per gli annni trascorsi insieme perche\’ penso di volergli ancora bene. Comunque tutto e\’ cambiato e non certo in megloi, ed io che facevo discorsi tanto libertini, quando mi sono trovata a vivere questa esperienza, ho subito un trauma e mi sono resa conto di non accettare come invece credevo di poter fare.Anche se razionalmente capisco che sono cose che nell\’arco di vent\’anni possono capitare, emotivamente sono scioccata, perche\’ ho la sensazione di smarrimento di lutto di perdita e ricominciare e\’ difficile.

  2. Federica

    Cara Flavia, mamma mia come ti capisco….l’ho scoperto da pochissimo anch’io perchè è venuto da me e mi ha detto: “è ora che ti parli. e con le lacrime agli occhi mi ha raccontato tutto.” Mi sta crollando il mondo addosso. Dopo 15 anni di vita insieme ti accorgi di aver accanto una persona che non conosci. E ti assalgono mille dubbi continuamente. Ho pianto tutte le lacrime che avevo, lo sto riempiendo di domande e lui mi parla, e mi coccala, e mi sta vicino come non ha mai fatto da quando lo conosco (quasi 20 anni). Non ho ancora perdonato del tutto, è davvero troppo presto… ma ci sto lavorando perchè abbiamo 2 figlie e nonostante tutto lo amo ed è la persona più importante sella mia vita. Mi chiedo solo perchè….

  3. mara

    Carissime Flavia e Federica che dirvi? Io forse sono un po\’ più grande di voi perchè il mio matrimonio risale a 29 anni fa. E che sto con lui son ben 37 anni.
    Anch\’io ho scoperto il tradimento poco più di un anno fa, banalmente da un sms e la cosa durava a mia insaputa da circa 2 anni. Ho cercato di perdonare, per salvare la famiglia e perchè anch\’io credo di volergli bene e vedo in lui \’unico uomo della mia vita. Ma più volte mi assale un\’ansia incredibile, mi pare di aver di fronte uno sconosciuto e sto male.
    Certo per fortuna il tempo ha fatto sì che il dolore sia un po\’ passato ma aihmè ho timore che la cicatrice non si rimarginerà mai del tutto. E\’ davvero un\’offesa troppo grande! E io sono oggi un\’altra persona. A volte la rabbia che mi sale ricordando mi fa andare fuori di testa, mi assale una rabbia, una cattiveria che prima mi era sconosciuta e vorrei non vederlo mai più, esser capace di mandarlo via e fargli vedere che anche da sola me la so cavare egregiamente.Perchè so di non essermi meritata tanto sfacciato menefreghismo solo perchè come dice lui ha voluto divertirsi un po Vi chiedete perchè è successo? Ma perchè gli uomini sono vergognosamente egoisti e pensano soprattutto a loro stessi. Io comunque ogni giorno mi chiedo: saremmo ancora insieme se a tradire fossi stata io? A voi la risposta….io me la sono già data……purtroppo

  4. Elisabetta

    la mia storia è diversa sono io la fedifraga è un tunnel doloroso e alinante. Ho conosciuto un uomo 9 anni fa un amore travolgente ma distruttivo lui fidanzato io una ragazzina stupida superficiale……..passano gli anni niente cambia lo mollo ma mi riprende, in realtà il losco che c\’è in lui mi piace, mi piacciono i libri che legge e leggo anche io, mi piacciono i film che mi induce a guardare, la sua cultura, la sua serietà e severità nel lavoro, i suoi racconti di caccia, la pesca le gite fatte assieme e la passione folle ma tutto questo contorno poi mancava di essenza io rimanevo sempre l\’amante lui aveva il controllo non riuscivo a uscirne. Poi mi fidanzo mi sposo conosco un nuovo aspetto della vita il focolare la famiglia le certezze l\’affetto quieto e responsabile di mio marito ma la doppia vita continua lui è sempre li, si sposa ecco la nuova e definitiva situazione io- lui- lei-mio marito ecco la perfezione passa un anno, ero felice convinta che l\’equilibrio fosse perfetto e invece mi sveglio una mattina e racconto tutto a mio marito mi accorgo che è tutto orribile….lui mi perdona subito e io ora sono qui alla deriva senza la forza di prendere nessuna decisione definitiva sulla mia vita mi sembra di essermi appena svegliata, come ho fatto a complicare tutto?ho tanta paura e mi sento smarrita mi sento una persona disadattata.

  5. francesco

    eessi come tutte anche la mia,è 8 mesi che opo la separazione me ne sono andato io vivo solo.ho 50 anni ,ogni sera sento mia figlia di 14 anni. allora 8 mesi di silenzio,i pensieri mammamia sono sempre quelli mi passano sempre davanti,lei la ex ultimamente mi ha fatto sapere dalla bambina che il suo tipo viene in casa ha trovarla,è successo una sera. ma che intelligentona usare la bambina,siccome non la cerco più come 2 anni fa quando ero in agonia la tormentavo tutti i giorni,poi a poco poco sempre di meno adesso da 8 mesi non più ,è iniziato tutto 3 anni fa oramai sospettavo gli ingredienti cerano tutti.ma mi sento in colpa io,tutta una vita ha pensare ha mia figlia.ero io che mollavo il lavoro in fretta e furia x poi trovarmi fuori dal nido vari asili scuole elementari medie , fdalla nascita fino ad un anno fa,in casa mia mi davo da fare pranzettini già pronti ecc ecc ,insomma convinto di fare la parte del marito ideale,è mi sono tirato la zappa sui piedi, e lei ha cominciato,ha non rivolgermi il saluto,poi le cene con le amiche diventavano troppe.poi le conferenze.e poi faceva tutto quello che voleva, se ne andava di casa stava via x giorni . insomma una agonia, intanto io cado in depressione,fino alla rivelazione, è lui che mi ha telefonato. dicendomi che ama mia moglie ,che vogliono vivere assieme,è che posso stare con mia figlia. è qui vengo devastato ,comincia la tortura , non cero più con la testa.sul lavoro cominciano a togliermi le responsabilita fino ha perderlo,poi gli scontri ,ho abboccato purtroppo alle provocazioni,voleva una reazione è come un idiota ci sono cascato.non veniva più in casa ha dormire ,mi trovavo disocqupato con una brutta depressione e solo con mia figlia ,non potevo resistere ha vederla cosi per me era un dolore in più , allora accetto un consiglio da un direttore che mi segue,TE NE DEVI ANDARE DA QUELLA CASA X IL BENE TUO E DI TUA FIGLIA ,bee non volevo è stata dura ad accettare poi avevo in testa tutti i beni purtroppo intestati ha lei,in ritardo ma lo fatto, intanto procediamo x la consensuale,io ero debolissimo afflitto ho ceduto davanti all avvocato,insomma sono passati quasi tre anni,separato da 8 mesi ma incredibilmente appena 2 mesi che mi trasferisco in un paese un po più distante, la depressione sparisce,riesco ha sopravvivere trovando lavori qua è la , ma adesso sembra che si aprono le porte del cielo,riprendo il mio lavoro , ma non più in conto proprio vengo assunto in piena fiducia è in forma ,ritorno allestero,mia figlia è spensierata serena, è loro che ci posso fare,che si fanno benedire,io li vedo con altri occhi ,è non mi interessa più niente se ho perso tutto tutto casa , la ditta ,averi e denari ,voglio rifarmi una vita nuova,e soli non si sta male anzi, ma i pensieri ci sono sempre mi seguono ,e come se volessero molestarmi,ma non gli do più retta nemmeno ha loro,ecco non so se mi sono spiegato. un augurio ha tutti è tenete duro che dopo si rinasce

  6. Aldo

    C’è tradimento e tradimento. Questo io penso.
    Io sono un marito anziano (66) di una donna ancora giovane (49). Da qualche anno, a causa di un problema fisico ho dovuto rinunciare ad una accettabile sessualità di coppia. Mia moglie ne soffriva tantissimo. Siamo sposati da 28 anni. L’ho lasciata libera di farsi delle esperienze. Sul principio non ne voleva sapere, pensava che ne sarei stato offeso e mortificato. Poi si è convinta e ha fatto qualche piacevole incontro grazie alle chat. L’umore in casa è molto migliorato e abbiamo scoperto una bellissima complicità. La naturale gelosia è ampiamente compensata dal vederla soddisfatta e gioiosa come non lo era da tempo.

  7. rita

    Sono ormai sette anni passati dopo il tradimento, ancora non riesco ad accettarlo, forse a ragione Aldo devo lasciarlo per vivere in modo dignitoso.

  8. megi

    salve, come fare a non scrivere dopo quello che ho passato e che sto passando dopo un tradimento di 10 anni subito da mio marito. scoperto al computer in chat e poi dopo tante discussioni lascia e prendi dove negava all’evidenza l’ho sorpreso mentre raccontava la sua avventura nonchè storia al fratello. potete immaginare come mi sono sentita…..mi tremavano le gambe la testa era in piena confusione e lui pur vedendo la differenza di umore ha continuato a fregarsene. non sapevo che fare …ho aspettato 1 settimana che lui parlasse e mi chiedesse ma niente.dopo tutti questi giorni di silenzio arriviamo alla domenica dove lui si tradisce nuovamente lasciando il portadocumenti dove ho trovato un numero di telefono e un nome e cognome rumeno. lo chiamo, lo prendo a schiaffi, lui non si difende e come se non fosse successo niente si mette a vedere il programma sportivo. io non sapendo cosa fare esco di casa ma non avendo le chiavi cancello rimango 1ora nel portone aspettando che lui si preoccupasse ma non è stato così. io risalgo e lo trovo a vedere la trasmissione e dopo 5 minuti comincio a spaccare tutto quello che avevo per le mani allora lui si alza e dopo una sfuriata se ne va. nel portafogli aveva anche un bigliettino da visita albergo dove lui dichiarava di averlo trovato. chiamo mio fratello e appena vede il biglietto dell’albergo mi dice: basta così ….tu domani vai a lavorare ci parlo io. il giorno dopo lui viene all’ora di pranzo per parlarmi come aveva promesso a mio fratello e non fa altro che dire che era solo una chat amichevole che non c’era niente e che non l’avrebbe fatto mai e che quello che raccontava al fratello era una storia di un amico. a quel punto io gli chiedo e-mail e password e lui……li ho dimenticati. e mi continua a giurare che non cè stato niente. fino a che dopo una settimana dopo essere andati a mangiare una pizza rientriamo lui lascia il telefonino si va a docciare il telefono vibra io lo prendo non risponde nessuno poi guardo le chiamate ricevute e vedo un numero che mi insospettiva e gli chiedo di telefonare dicendo sono io ciao lui si rifiuta alla fine lo fa e gli dice vedo questo numero ma non so come mai e lei ripete le stesse parole. io prendo il telefono litighiamo lui nuovamente chiamo a quel numero dove mi risponde una rumena e mi da conferma del nome falso he era sul bigliettino e poi dopo le parolacce volate mi rivolgo a lui che vuole andare via chiedendomi il telefonino io lo caccio e gli dico che il telefono rimane a casa. lui risoluto va via ed io con l’aiuto di mio fratello richiedo il tabulato dove scopro una storia da 10 anni e decido di non volere vederlo più.lui ritorna dicendomi che non è come penso è solo una chatt e siccome lei è sola ci telefoniamo ma non c’è niente e poi avevo già deciso di finirla perchè mi ero scocciato e dopo tante discussioni facendo partecipare mio fratello mi dice decidi se continuare o finirla ed io no se lui non racconta la verità e cioè il rapporto di sesso che raccontava al fratello. dopo ore e ore lui confessa che è successo una volta potete immaginare lo stomaco la testa il mio cuore ferito sanguinava. lui mi dice ho sbagliato non volevo dirtelo l’ho fatto me ne pento ed io gli chiedo ma in quel momento hai pensato un pò a me e lui mi dice no. nel frattempo luicerca di comportarsi meglio ma io rimango con i miei dubbi,perplessità e dolore che mi attanagliava. nel frattempo faccio nuove ricerche e scopro nome e cognome vero della donna residenza nel mio paese con 2 figli di cui uno sposato e un nipotino, la figlia fidanzata e cosicchè scatta l’altra lite dove chiedendo nome e cognome lui mi diceva non è di qua abita in toscana il marito è di corato ma loro vivono in settentrione, poi un altra volta mi diceva che era a palermo dopo di che apro il pc e andando su fb gli faccio vedere la tipa con la sua famiglia. lo invito di andare insieme a casa sua e lui la mattina si rifiuta lasciandomi andare da sola dove è successo il macello meno male che non c’era. lui dalle 9,00 di mattina si ritira alle 17,00 io lo caccio senza ripensamenti. nel frattempo contatto la tipa su fb e facendo finta di essere mio marito gli dico la situazione e gli chiedo di aiutarmi a riconquistare mia moglie lei prima dice che ha una nuova storia un finanziere vedovo e dice : ora ognuno per la propia strada ora tu puoi amare tua moglie e tuo figlio e lo consiglia di riconquistarmi con rose cioccolatini e crocera facendo una seconda luna di miele. lei chiede dove sono ed io scrivo in macchina con un portatile, lei dopo tanto comincia a non essere più sicura e dice sei un bugiardo dici sempre bugie se sei tu dimmi il giorno che ci siamo lasciati e il giorno che ci rincontreremo. poteteimmaginare cosa ho provato volevo morire la storia doveva continuare!!!! dopo questo ci siamo chiariti nuovamente ma lui non si racconta, io scopro un altro uomo insieme a me che non conosco o che non ho mai conosciuto, lui secondo me è innamorato di lei me ne accorgo quando stiamo nell’intimità vi dico questo ….quando un uomo non bacia non accarezza vuol dire che lo fa solo per accontentare e accontentarsi la passione non cè ma la cosa più brutta dice che dopo 30 è normale che sia così rimane il bene non cè l’amore.lui ha tante debolezze io solo una quella di amarlo. oggi però visto che non sono corrisposta e che alle mie domande non risponde facendo lui la vittima e dicendomi che è il suo carattere sto pensando a finirla perchè io ho il mio dolore che mi attanaglia il pensiero che è stato con un altra per 10 anni e che lui mi dice non è una storia è sesso e che quando lo guardo sembra che sta con me ma invece sta con lei mi fa stare male. io non voglio più vivere così mi sto uccidendo giorno per giorno per un uomo che non merita e che sicuramente un infame!!!!

  9. megi

    dopo un tradimento una donna come me che ama e perdona dovrebbe ricominciare ad avere fiducia in suo marito ma io non c’è la faccio anche perchè mi ritrovo sola a combattere il mio dolore e che lui protegge se stesso e l’amore verso questa donna. un uomo che sa di avere sbagliato se ama chiede perdono senza scuse e senza se….la prima cosa per me è la sincerità che lui non ha avuto verso di me e non ha mai apprezzato quanto lo amato e rispettato. ha calpestato il mio cuore lo ha sfrantumato e continua a farlo per il suo egoismo. questo è l’uomo che ho sposato e che non ho mai capito cosa avevo d’avanti. non ha voluto darmi nemmeno il minimo di quello che si può dare a una donna, mi dice mettimi alla prova ma in realtà sono io che sto alla prova. lui vuole che io metta non solo una pietra sopra si mi logora quando chiedo un un aiuto che mi viene negato rispondendomi ….sono stanco o scocciato perchè tu giri e rigiri per dirmi sempre questo fatto io ti ho spiegato tante volte che non è stata una storia e tu non fai altro che rifarmi le stesse domande. ora io non sono assillante come lui vuol far credere a se stesso e a me e se ci fossero gli altri ma di conseguenza al fatto di come si comporta con me soprattutto nell’intimità sembra di fare all’amore con un meccanico
    scusate lo sfogo non so oggi con chi parlare non ho nessuno e nessuno che mi può capire allora scrivo.

  10. megi

    ho sbagliato dovevo lasciarlo ho fatto male a me stessa dandogli in breve tempo l’opportunità di rientrare nella mia vita ad un uomo insensibile ed egoista, ma oggi ho detto basta. lui non sa che cosa si prova!!!!!

  11. Allie

    io leggo le vostre esperienze e mi sento sempre più confusa e allo stesso tempo “stupida”. voi parlate di relazioni lunghissime, mentre io, sulle spalle ho “solo” sei anni.
    non ho MAI avuto dubbi sulla sincerità e fedeltà del mio ragazzo.
    viviamo assieme da tre anni e stiamo assieme quasi da sei, ma in questi ultimi sei mesi, la nostra vita è stata stravolta.
    una coppia della nostra compagnia si è lasciata e la ragazza della coppia ha legato tantissimo con il mio fidanzato.
    l’ex ragazzo di questa ragazza era il migliore amico del mio fidanzato, 10 anni di amicizia buttati non si sa per quale ragione nel cesso.
    inizialmente io ero estasiata all’idea che questa ragazza fosse rimasta in contatto con noi e non avevo brutti pensieri o dubbi.
    …un giorno però tornando a casa dal lavoro ho trovato il pc del mio ragazzo acceso, con la chat di facebook che lampeggiava.
    la curiosità è fottutamente donna, facciamo schifo a livello di discrezione. non ce lho fatta a trattenermi e sono andata a leggere.
    quello che ho letto fondamentalmente non era nulla di così esplicito che facesse pensare subito ad un tradimento…però mi ha messo la pulce nell’orecchio.
    cose del tipo “Mi manchi, non riesco a dormire senza di qua, mi annoio, ti voglio tanto bene, cuori a più non posso, vorrei fossi qua adesso, non riesco a spiegarti a parole quello che provo” e tante cose sul generis.
    dopo innumerevoli litigate e scenate tutte da parte mia ovviamente, è venuto fuori che lui si sente legato a questa ragazza perchè sente che entrambi hanno sofferto in egual modo per colpa della stessa persona.
    sono passati sei mesi e questa ragazza ormai è entrata nella nostra vita, viene a casa nostra, rimane da noi nel WE, abbiamo fatto una parte di vacanze assieme…
    di messaggi come quelli scritti sopra ce ne sono stati altri, sempre tutti con una giustificazione, ma io cmq a distanza di 6 mesi non mi sento più sicura.

  12. Denise

    CIAO A TUTTI DA QUI,

    Il mio nome è Denise non ho mai credere che il mio EX potrà mai tornare da me, dopo tutto quello che succede, bene tutto grazie al dottor SAKURA, mi sono sposata a uno MR Williams ci siamo sposati presso la nostra giovane età di 20 che amiamo noi stessi caramente, ma dopo 30 anni di matrimonio cambia mio marito e si trasformano in qualche altra cosa ti sembra che sposata con uno sconosciuto, mi è stato confondere in modo che io non so cosa fare ai miei figli era consapevole di ciò che sta accadendo tra ciascuno di noi, parlano di là padre e ancora eppure hanno continuato successivamente ho scoperto che mio marito è vedere qualcun altro ho scoperto che questa persona è scopro che era solo una bambina che è fino a essere l’età compagno di mia figlia, ha seguito il mio marito solo perché di soldi e lei era molto più giovane di me, hai potuto credere che mio marito ha detto in faccia che sono troppo vecchio per lui ha bisogno di qualcuno più giovane nella sua vita che ha bisogno di un divorzio mi ha detto è tutto quello che hanno niente a che fare con me più a lungo, ma non so cosa fare io lo amo ancora un po ‘di più, non solo per l’amore che ho per lui, ma per il bene dei bambini, come può qualcuno da non furono entrati in casa mia a maturi sono stati lei non ha venduto, navigo sbagliato con mio marito per ottenere ogni cosa che abbiamo ottenuto oggi sono venuto a pensarci e ho detto a me stesso no non posso lasciar andare così, ho sempre duro di un incantesimo caster ha aiutato significato del mio amico per arrivare l’amore una volta indietro e aiutano quindi in zona diversa stati che stanno avendo problemi, così ho contattato lui in linea e condivido i miei problemi con lui, lui mi ha aiutato e mio marito poi torna da me con amore e cura proprio come prima, ancora una volta grazie a MEDICO SAKURA se avete bisogno del suo aiuto lui il contatto con questa e-mail: sakuraspelltemple [@] gmail [.] com egli può aiutare a risolvere uno dei tuoi problemi va bene.

Lascia un Commento

*