Homepage di Nienteansia.it

Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

[Citazione del momento]
Ci sono soltanto due specie di uomini: gli uni, giusti, che si credono peccatori; gli altri, peccatori, che si credono giusti. Blaise Pascal
Viagra online

Neuroprogrammazione secondo Wikipedia

category Programmazione neurolinguistica Elia Tropeano 9 Dicembre 2007 | 4,948 letture | Stampa articolo |
5 votes, average: 5.00 out of 55 votes, average: 5.00 out of 55 votes, average: 5.00 out of 55 votes, average: 5.00 out of 55 votes, average: 5.00 out of 5 (voti: 5 , media: 5.00 su 5)
Devi effettuare il login per votare.
Loading ... Loading ...

Secondo Wikipedia, l’enciclopedia libera, in tema di neuroprogrammazione, attualmente esistono nel mondo le seguenti branche sviluppate:

Neuro-programmazione digitale, la materia di indagine sviluppata dal dott. Elia Tropeano a partire dai modelli terapeutici della programmazione neurolinguistica (PNL). Il termine “digitale” è inteso, soprattutto, come un sistema di codifica delle informazioni provenienti principalmente dall’emisfero sinistro del nostro cervello. La Neuro-programmazione digitale si basa essenzialmente sui trasferimenti informatici interemisferici dei dati contenuti ed elaborati rispettivamente nell’emisfero destro e sinistro del cervello umano. Fonte: “Terapie istantanee” manuale di neuro-programmazione digitale, Pitagora Editrice – Bologna 2004, ISBN 88-371-1481-8

Neuroprogrammazione progressiva, di origine russa, che si occupa della capacità di effettuare Neuro Programmi variabili nella progressione temporale, al fine di ottenere una situazione personale e generale dinamica e armonica.

Neuroprogrammazione nella neuropedagogia del Prof. Howard Gardner, statunitense, usata per un maggior apprendimento del linguaggio all’interno dei suoi studi sulla pluralità delle intelligenze.

Programmazione neurolinguistica di origine statunitense, che si occupa delle regole che occorrono all’essere umano per l’affermazione, attraverso l’autostima, dell’individuo nella società.

Fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Neuroprogrammazione







1 Commento a “Neuroprogrammazione secondo Wikipedia”

  1. Elia Tropeano

    Purtroppo mi hanno radiato da Wikipedia. Effettivamente avevo inserito testi che apparivano promozionali.
    Avevo bisogno di un incetivo morale per continuare le ricerche: non è arrivato, quindi, sono fermo.
    Elia Tropeano

Lascia un Commento

*